Наслаждайтесь этим изданием прямо сейчас, а также миллионами других - с бесплатной пробной версией

Только $9.99 в месяц после пробной версии. Можно отменить в любое время.

quello che non ti ho mai detto

quello che non ti ho mai detto

Автором Michele Ungolo

Читать отрывок

quello che non ti ho mai detto

Автором Michele Ungolo

Длина:
91 pages
52 minutes
Издатель:
Издано:
Mar 14, 2015
ISBN:
9788891055194
Формат:
Книге

Описание

La vita può cambiare quando meno te lo aspetti. All’improvviso ti senti solo e tutto il mondo sembra non bastarti più. Le semplici azioni, i piccoli gesti lasciano il peso che trovano, nulla ha più senso.
E’ il caso di Francesco Medici, un giovane ragazzo che di punto in bianco subisce una scossa inaspettata che gli cambierà la vita.
Suo padre, l’uomo con il quale non ha mai avuto un rapporto idilliaco si ammala gravemente di ischemia cerebrale.
Alla notizia Francesco reagisce nel modo più sbagliato. Si chiude in sé stesso e scopre un mondo fatto di inaspettati dolori.
La sorella riuscirà a farlo evadere dal tunnel della depressione e lui inizierà a trovare il coraggio di far visita al padre, rinchiuso nelle quattro mura del reparto di rianimazione dell’ospedale.
La speranza la troverà in un piccolo diario che leggerà al padre nei pochi minuti limitati dall’orario delle visite. La forza Francesco la scoprirà in coltellino arancione, strumento inseparabile del padre che rivelerà una grande sorpresa.
Издатель:
Издано:
Mar 14, 2015
ISBN:
9788891055194
Формат:
Книге

Об авторе


Связано с quello che non ti ho mai detto

Похожие Книги

Похожие статьи

Предварительный просмотр книги

quello che non ti ho mai detto - Michele Ungolo

Quello che non

ti ho mai detto

di

Michele Ungolo

copertina realizzata

a cura di

Isabel Tornaquindici

Ai miei genitori e a mia sorella,

che hanno sempre appoggiato

e sostenuto le mie scelte,

a Marcella,

          per avermi

    dato la forza di continuare

scacciando via l’ansia del          

fallimento

e con grande amore a Filomena,

immensa fonte d’ispirazione.

INTRODUZIONE

Francesco era un ragazzo di sedici anni, viveva

in un piccolo paese di montagna quasi del tutto

sconosciuto, assai lontano dalle città più

sviluppate, si trattava di una piccola realtà

ormai dimenticata dai suoi stessi abitanti.

I cittadini sin dalla loro nascita nutrivano il

desiderio di scappare via da quella terra,

recandosi magari in un luogo dove con ogni

probabilità avrebbero trovato maggior fortuna.

Terminati  gli studi, gran parte dei ragazzi

lasciava il proprio passato alle spalle ed

emigrava nelle città, chi per continuare gli studi

e quindi iscriversi all’università, chi invece per

7

realizzare un sogno che il paese non poteva

promettergli.

Francesco non sapeva ancora cosa fare del

proprio destino, magari avrebbe abbandonato

anche lui le proprie radici per continuare gli

studi altrove, pur sapendo che qualora lo avesse

fatto, sarebbe andato alla ricerca di una città

vicina  al  suo  paese  natale  in  modo  da  poterci

tornare facilmente ogni qual volta lo desiderasse,

oppure avrebbe potuto assecondare le richieste

del padre, ossia, quelle di seguire le sue orme,

apprendendo da lui tutto ciò che c’era da sapere

per poter imparare i trucchi e l’arte del suo

mestiere, quello del meccanico.

La sua casa era composta da tre piani, nel pian

terreno vi era l’officina del padre, un noto

artigiano, che sia per l’amore adottato nel

proprio lavoro, sia per le sue innate capacità nel

mestiere aveva ereditato l’appellativo di Maestro

come i primi uomini del paese che appresero

l’arte della meccanica.

8

Il Maestro aveva 54 anni, era molto conosciuto

anche nei paesi limitrofi, aveva molti amici e la

sua officina era sempre piena di gente nuova.

Spesso, per alleviare la lunga attesa dei suoi

clienti, i quali attendevano che le dovute

riparazioni

delle

proprie

automobili

terminassero, amava intrattenerli raccontando

loro delle storie. Storie di una vita vissuta con

fierezza e che con orgoglio si portava dietro le

spalle, storie di viaggi in terre straniere, di amori

e di avventure, storie che aveva toccato con

mano e che mai avrebbe dimenticato.

L’uomo conosceva il linguaggio che parlavano i

vecchi saggi o meglio degli antichi come lui

preferiva definirli.

Qualunque situazione si presentasse dinnanzi a

sé, sapeva cosa fare e quali parole utilizzare.

Tuttavia, come ogni cosa bella che si rispetti,

arriva il momento in cui la felicità svanisce,

lasciando il posto a dolore e rassegnazione.

9

1.

Francesco si trovava a scuola, l’unica nel suo paese.

Era un istituto abbastanza datato, basti pensare che lo

stesso venne frequentato anni addietro da sua madre

e suo padre e da allora era cambiato davvero poco in

quella struttura, infatti, erano ancora presenti le

grandi porte in legno massiccio tinte di rosso. La

pavimentazione dell’intera struttura era ancora quella

di venti anni prima, di tanto in tanto le mattonelle più

rovinate venivano sostituite con altre nuove ma con

tonalità diverse di colori.

Nell’attesa che arrivasse il docente, il giovane ragazzo

come ogni mattina da circa dodici anni amava

scambiare alcune battute con il suo vicino di banco

nonché amico fraterno. I due amavano confidarsi e le

loro discussioni spaziavano su vari argomenti, ma

finivano come sempre nel parlare di sport.

11

La conversazione venne interrotta dall’ingresso in aula

del preside, del tutto inatteso.

L’uomo si girava intorno come spaesato e finalmente

dopo alcuni attimi di incertezza, osservando ad uno ad

uno tutti gli studenti, gridò "Medici, chi di voi è

Francesco Medici?"

Francesco alquanto incredulo di aver udito il proprio

nome si alzò dalla sedia e tremante di paura sussurrò

con voce bassa

Si.. Signor Preside, sono io Medici.

l’uomo, che era rivolto a lui di spalle, si girò e dopo

averlo scrutato attentamente, si avvicinò dicendo:

"Bene figliolo, non aver paura, devi seguirmi

Вы достигли конца предварительного просмотра. Зарегистрируйтесь, чтобы узнать больше!
Страница 1 из 1

Обзоры

Что люди думают о quello che non ti ho mai detto

0
0 оценки / 0 Обзоры
Ваше мнение?
Рейтинг: 0 из 5 звезд

Отзывы читателей