Вы находитесь на странице: 1из 87

ST56

Sistema di allarme
per ascensori




GUIDA PER LUTENTE


Installazione ed uso




7IS-80277




Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti

Questo prodotto stato progettato appositamente
per gestire richieste di soccorso che possono
verificarsi negli ascensori. stato costruito a
regola d'arte utilizzando materiali adatti a
renderlo affidabile nel tempo.
I prodotti Esse-ti vengono tutti sottoposti a
specifici ed approfonditi test in laboratorio, in
modo da offrire all'Utente quante pi garanzie
possibili.




La responsabilit per vizi derivanti dall'uso del prodotto, fa carico all'Utente. La Esse-ti
responsabile esclusivamente dei difetti ai sensi e nei limiti del D.P.R. 24/05/1988 n.
224 (attuazione della direttiva CEE n. 85/374 relativa al ravvicinamento delle
disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli Stati membri in materia di
responsabilit per danno da prodotti difettosi, ai sensi dell'art. 15 della legge 16 aprile
1987, n. 183).

La Esse-ti si riserva il diritto di modificare in qualsiasi momento e senza
preavviso le caratteristiche dei propri prodotti.

SOMMARIO
AVVERTENZE GENERALI PER L'INSTALLATORE.......................................................7
Note Generali .....................................................................................................................7
Raccomandazioni ...............................................................................................................7
Realizzazione Dell'Impianto...............................................................................................8
DESCRIZIONE......................................................................................................................9
Funzioni e caratteristiche principali....................................................................................9
FUNZIONAMENTO............................................................................................................12
Funzionamento a riposo ...................................................................................................12
Funzionamento in allarme ................................................................................................12
Cicli di chiamata ..............................................................................................................................13
Allarme di richiesta soccorso...........................................................................................................14
Allarmi diagnostica e credito residuo..............................................................................................20
Chiamate periodiche di test ..............................................................................................21
Test automatico................................................................................................................................21
Test manuale ....................................................................................................................................22
INSTALLAZIONE...............................................................................................................24
Raccomandazioni .............................................................................................................................24
Fissaggio ..........................................................................................................................24
Collegamenti ....................................................................................................................25
Collegamento della linea telefonica.................................................................................................26
Effettuare gli altri collegamenti .......................................................................................................28
Operazioni minime per verificare la corretta installazione...............................................31
Utilizzo del pulsante di reset ............................................................................................32
PROGRAMMAZIONE........................................................................................................33
Accesso e uscita dalla programmazione ...........................................................................33
Dal telefono locale ...........................................................................................................................34
Da un telefono remoto .....................................................................................................................35
PROGRAMMAZIONE BASE.........................................................................................36
Tipo di linea telefonica ....................................................................................................................36
Programmazione dei numeri telefonici............................................................................................37
Programmazione orologio................................................................................................................39
Registrazione/riascolto del messaggio di identificazione ...............................................................40
Tipo di impianto...............................................................................................................................41
Programmazione dei dati per le chiamate periodiche di test automatico........................................41
Programmazione identificativo per i protocolli...............................................................................44
Programmazione volumi..................................................................................................................45
Riascolto delle programmazioni ......................................................................................................47
Ripristino impostazioni di fabbrica ..................................................................................48
PROGRAMMAZIONE AVANZATA.............................................................................50
Cambio della parola chiave installatore...........................................................................................50
Cambio della parola chiave operatore .............................................................................................51
Allarme diagnostica .........................................................................................................................52
Allarme credito residuo ...................................................................................................................53
Pulsante di richiesta soccorso normalmente chiuso/aperto.............................................................54
Ritardo per i pulsanti di richiesta soccorso......................................................................................55
Abilitazione filtro.............................................................................................................................55
Codici per la gestione degli allarmi .................................................................................................57
Registrazione/riascolto messaggio di cortesia.................................................................................59
Durata connessione in viva-voce da allarme ...................................................................................60
Selezione ad impulsi o toni multifrequenza (solo per linea telefonica fissa)..................................61
Cicli di chiamate ..............................................................................................................................61
Collegamento a centralino telefonico..............................................................................................62
Risposta automatica .........................................................................................................................62
UTILIZZO DI ALTRE FUNZIONI .....................................................................................64
Utilizzo dal telefono locale...............................................................................................64
Conversazione tra il telefono locale e la cabina ..............................................................................64
Conversazione tra il telefono locale e un viva-voce a scelta...........................................................64
Effettuare il test dei viva-voce.........................................................................................................65
Effettuare una chiamata esterna sulla linea telefonica dal telefono locale......................................66
Apertura delle porte (con scheda opzionale) ...................................................................................66
Utilizzo da remoto con sistema di allarme a riposo..........................................................67
Connessione con un viva-voce ........................................................................................................68
Effettuare il test dei viva-voce.........................................................................................................68
Attivazione rel apriporta (con scheda opzionale) ..........................................................................68
Utilizzo da remoto con allarme richiesta soccorso sospeso..............................................69
Connessione in viva-voce e apertura porte......................................................................................69
Resettare lallarme richiesta soccorso da remoto ............................................................................69
Protocollo Ademco Contact ID........................................................................................71
MANUTENZIONE ..............................................................................................................72
GUIDA RAPIDA PROGRAMMAZIONE........................................................................73
Programmazione di base ..................................................................................................73
Programmazione avanzata................................................................................................76
GUIDA RAPIDA - UTILIZZO............................................................................................78
Utilizzo locale ..................................................................................................................78
Utilizzo da remoto con sistema di allarmea riposo...........................................................78
CARATTERISTICHE TECNICHE .....................................................................................79
Toni ..................................................................................................................................................79
LED di segnalazione stato dispositivo.............................................................................................79
Led di segnalazione campo GSM (solo con modulo GSM200)......................................................80
Alimentazione ..................................................................................................................................80
Sistema di segnalazione...................................................................................................................80
Messaggi vocali ...............................................................................................................................80
Trasmissione dati/Comunicazione...................................................................................................81
Protocolli ..........................................................................................................................................81
Terminazioni telefoniche .................................................................................................................81
Connessioni......................................................................................................................................81
Ingressi / Uscite................................................................................................................................81
Sistema di sicurezza.........................................................................................................................82
Altre caratteristiche..........................................................................................................................82
Dichiarazione di conformit CE......................................................................................................82
NUMERI TELEFONICI PROGRAMMATI ........................................................................83
GUIDA RAPIDA PER PARTIRE SUBITO.........................................................................85


CONVENZIONI TIPOGRAFICHE
Per semplificare la lettura e la comprensione del manuale da parte dellutente sono stati
utilizzati nel testo diversi stili, ognuno dei quali ha un significato logico preciso.
La tabella seguente presenta un esempio degli stili utilizzati (a sinistra) in corrispondenza
del significato logico loro attribuito (a destra).

Esempio Significato
TITOLO DI
CAPITOLO
Stile applicato al titolo di ogni capitolo. Ogni
nuovo capitolo inizia a pagina nuova.
TITOLO PRIMARIO
Stile usato per indicare i titoli di ampie sezioni
allinterno dei capitoli, come i vari titoli
principali del capitolo.
Titolo Secondario
Stile che sta ad indicare il titolo di uno
specifico paragrafo allinterno del titolo
primario.
Titolo Terziario
Questo stile viene utilizzato solo nel caso in
cui sia necessario suddividere ulteriormente il
paragrafo specifico.
Esempio Stile che definisce un esempio.
Nota
Cos si presentano le specificazioni relative al
testo: prestare attenzione.
Attenzione
La presenza di questo stile indica che
potrebbero esserci rischi per le cose o le
persone, quindi essere molto cauti.
Testo normale Stile definito per la normale stesura del testo.
Operazione da effettuare
Stile che indica lesatta sequenza di operazioni
necessarie ad effettuare una programmazione
o a richiamare un servizio.


Pagina 6 AVVERTENZE GENERALI PER L'INSTALLATORE
In aggiunta agli stili tipografici, saranno presenti nel testo anche immagini
esplicative e una ulteriore simbologia finalizzata a schematizzare le operazioni
da effettuare.

Simbolo Significato
, , , , , ,
, , , , , .
Premere sulla tastiera del telefono il tasto
corrispondente al simbolo indicato.

Indica una cifra telefonica qualsiasi: questo
simbolo usato nella descrizione delle
programmazioni per indicare generalmente
le immissioni da parte delloperatore.

Sollevare il microtelefono dellinterno.
necessario aver abilitato la programmazione.

Sollevare il microtelefono dellinterno.

Abbassare il microtelefono dellinterno.
A [B]
Le parentesi quadre indicano parti di codice
che sono opzionali e quindi che potrebbero
essere omesse.


AVVERTENZE GENERALI PER L'INSTALLATORE Pagina 7
AVVERTENZE GENERALI PER
L'INSTALLATORE
NOTE GENERALI
Prestare attenzione alle avvertenze contenute in questa sezione in quanto
forniscono importanti indicazioni relative ad una corretta e sicura installazione,
all'uso e alla manutenzione del prodotto.
L'apparecchio deve essere destinato ESCLUSIVAMENTE all'uso per il quale
stato progettato. La Esse-ti non pu essere considerata responsabile per
eventuali danni derivanti da impieghi impropri.
Premesso che il prodotto stato progettato nel rispetto delle norme vigenti,
l'installazione dovr avvenire all'interno di impianti conformi anch'essi alle
norme vigenti.
Prima di collegare il prodotto alla rete elettrica accertarsi che la tensione di
linea corrisponda a quella indicata nell'etichetta apposta sul prodotto stesso.
Prima di effettuare qualsiasi intervento all'interno o all'esterno del prodotto
(pulizia, manutenzione, ecc.) scollegare l'apparecchiatura dalla rete di
alimentazione.
E' opportuno prevedere a monte del prodotto un appropriato interruttore di
sezionamento e protezione, in modo da interrompere l'alimentazione in caso di
guasto.
Per qualsiasi intervento di riparazione rivolgersi esclusivamente ad un centro
assistenza tecnico autorizzato.
Prestare attenzione ai simboli indicanti un fulmine con freccia all'interno di un
triangolo: indicano la presenza di tensioni pericolose
Fare riferimento al paragrafo "Caratteristiche Tecniche" per avere
informazioni riguardanti le condizioni di utilizzo del prodotto
Non installare il prodotto in ambienti potenzialmente esplosivi
RACCOMANDAZIONI
Assicurarsi che il prodotto sia installato come prescritto
Collegare all'impianto le apposite protezioni relative alla linea di
alimentazione e quelle relative alle linee telefoniche
La protezione per essere efficace deve avere il morsetto di terra collegato ad
una presa di terra.
Non introdurre oggetti, liquidi o polveri n usare spray all'interno del prodotto

Pagina 8 AVVERTENZE GENERALI PER L'INSTALLATORE
In caso di fughe di gas nell'ambiente non utilizzare il citofono per segnalare
l'emergenza
In caso di necessit di sostituzione delle batterie, provvedere al corretto
smaltimento e non gettare tra i rifiuti ordinari
Gli elementi dell'imballaggio (sacchetti di plastica, polistirolo espanso, ecc.)
non devono essere lasciati alla portata dei bambini in quanto potenziali fonti di
pericolo
REALIZZAZIONE DELL'IMPIANTO
Linstallazione di questo prodotto deve essere effettuata da personale
specializzato.
















DESCRIZIONE Pagina 9
DESCRIZIONE
Questo sistema di allarme specificamente ideato e progettato per essere
impiegato in un impianto di ascensore.
conforme e supera la direttiva EN81-28:2004.
La funzione principale quella di chiamare automaticamente i numeri
telefonici programmati nel caso di persone imprigionate nellascensore e di
stabilire una comunicazione bidirezionale tra la persona intrappolata ed il
servizio di soccorso. Inoltre il dispositivo in grado di effettuare chiamate per
segnalare malfunzionamenti o anomalie del sistema di allarme stesso e le
chiamate periodiche di test automatico (di cui al punto 4.2.1 della normativa
EN81:28:2004).

Il dispositivo di norma viene installato nel locale ascensore in prossimit
dellarmadio elettrico di controllo dellascensore stesso e necessita, per la
programmazione e lutilizzo, di un normale telefono multifrequenza, che nel
manuale verr indicato come telefono locale, che deve essere direttamente
collegato al dispositivo.
FUNZIONI E CARATTERISTICHE PRINCIPALI
Possibilit di collegamento alla linea telefonica fissa (con scheda
opzionale) o alla linea GSM (mediante linstallazione del modulo
proprietario Esse-ti GSM200)
Tipi di allarme:
- Allarme di richiesta soccorso: fino a 2 pulsanti, di cui, tipicamente,
uno per la cabina dellascensore e 1, eventuale, per il tetto o per la
fossa. Ciascun pulsante pu essere abbinato al relativo dispositivo
viva-voce (terminale viva-voce attivo Esse-ti) per la
comunicazione bidirezionale con lesterno o con il telefono locale
posto in sala macchine. In alternativa ai normali terminali viva-voce
attivi, da collegare alle 2 uscite indipendenti VV1 e VV2 del
sistema di allarme, possibile collegare fino a 1 viva-voce
passivo (sempre proprietario Esse-ti) in parallelo ad ogni viva-
voce attivo. Ad esempio si pu utilizzare, per il tetto, un viva-voce
passivo in parallelo al viva-voce attivo della cabina. Per il

Pagina 10 DESCRIZIONE
collegamento fare riferimento alle istruzioni allegate al viva-voce
passivo.
- Allarme da procedura di auto diagnostica
- Allarme credito residuo insufficiente (solo con modulo GSM200)
Chiamata periodica di test automatico (di cui al punto 4.2.1 della EN-
81:28).
12 numeri di telefono che possono essere singolarmente associati a:
- allarme di richiesta soccorso
- allarmi diagnostica
- allarme credito residuo insufficiente
- chiamata periodica di test automatico
5 tipi di destinazione di allarme:
- Normale utenza telefonica (personale che risponde manualmente
alle chiamate di allarme)
- Call center con software conforme al protocollo Ademco Contact
ID
- Call center con software proprietario Esse-ti (software HeCall)
- Call center con modalit CLI
- Messaggio di testo SMS (solo con modulo GSM200, esclusi allarmi
richiesta soccorso)
Nel caso di normale utenza telefonica, chi risponde alle chiamate deve
digitare opportuni codici (programmabili) per gestire lallarme. Nel caso
dei Call Center con protocolli automatici e software fare riferimento alla
relativa documentazione. Nel caso del messaggio di testo (SMS), un SMS
di notifica dellallarme viene inviato al numero preimpostato.
A ciascun tipo di allarme possono essere associati pi numeri telefonici
(che verranno chiamati in sequenza), anche con tipo di destinazione
diverso.
1 ingresso filtro per il collegamento a un sensore esterno allo scopo di
evitare linvio della richiesta di soccorso, da parte del pulsante 1, installato
nella cabina, nei seguenti casi:
- la cabina sul piano e tutte le porte sono aperte
- la cabina in movimento e le porte si apriranno al prossimo
piano.
Il filtro non ha nessun effetto sul pulsante 2 (tetto o fossa).
60 messaggi vocali per un totale di 4 minuti di registrazione:

DESCRIZIONE Pagina 11
- Messaggio di identificazione dellascensore (max 22 secondi). Il
messaggio deve essere obbligatoriamente registrato durante la
prima installazione del dispositivo.
- Messaggio di cortesia che viene diffuso in cabina dopo la richiesta
di soccorso da parte della persona intrappolata (max 22 secondi). Il
dispositivo provvisto di un messaggio di cortesia pre-registrato. In
alternativa possibile registrare il proprio messaggio di cortesia.
- Messaggi pre-registrati che identificano i vari tipi di allarme (non
personalizzabili).
Gestione della SPIA ALLARME INVIATO e della SPIA ALLARME
REGISTRATO.
2 rel per meccanismi apriporta (con scheda opzionale)
Programmazione locale tramite il telefono collegato. Programmazione da
remoto mediante normale telefono multifrequenza o mediante software
dedicato Esse-ti e dispositivo Teleprogrammatore.
Il dispositivo prevede tre livelli di priorit per gli eventi di allarme.
Alta priorit: pulsanti di richiesta soccorso
Media priorit: allarme credito residuo
Bassa priorit: test automatico, allarme diagnostica.
Se si verifica un allarme ad alta priorit mentre in corso un allarme a priorit
pi bassa, questo viene momentaneamente interrotto per permettere
lesecuzione dellallarme ad alta priorit (ad esempio un allarme richiesta
soccorso interrompe tutti gli altri tipi di allarme eventualmente in corso).
Quando lallarme a priorit pi alta terminato il sistema riprende la procedura
di allarme che era stata interrotta.

Pagina 12 FUNZIONAMENTO
FUNZIONAMENTO
FUNZIONAMENTO A RIPOSO
Il dispositivo, nello stato di riposo, effettua periodicamente:
Procedura di diagnostica del dispositivo stesso (se lallarme diagnostica
stato abilitato in programmazione) ogni giorno con orario
programmabile.
Se la procedura di diagnostica ha evidenziato un malfunzionamento il
dispositivo avvia la procedura di allarme descritta nel paragrafo
Funzionamento in allarme/Allarmi diagnostica e credito residuo.
La chiamata periodica di test automatico secondo la norma EN 81-
28:2004, punto 4.2.1, con cadenza programmabile (se tale funzione stata
abilitata in programmazione).
Il dispositivo chiama il numero (o i numeri) programmato, secondo la
procedura descritta nel paragrafo Funzionamento/Chiamate periodiche di
test.
FUNZIONAMENTO IN ALLARME
ATTENZIONE
Se per errore dovesse attivarsi una procedura di
allarme ed il numero programmato fosse errato E
QUINDI NON FOSSE POSSIBILE
INTERROMPERE LA PROCEDURA DI
ALLARME DA REMOTO procedere come segue:
Sollevare la cornetta del telefono locale
Digitare, entro 20 secondi, * <Parola chiave> #
(di fabbrica: )
Lallarme viene immediatamente terminato ed il
dispositivo torna a riposo.
Di seguito viene descritta la modalit di gestione degli allarmi da parte di
normali utenze telefoniche. Per la gestione mediante protocolli automatici

FUNZIONAMENTO Pagina 13
(Esse-ti o Ademco Contact ID) consultare la relativa documentazione. I codici
riportati di seguito (Riconoscimento, Viva-voce, Esclusione e Fine)
sono quelli impostati di fabbrica. Se tali codici vengono riprogrammati
utilizzare i nuovi codici. I codici Esclusione e Fine sono utilizzati anche nel
protocollo Ademco Contact ID.
Cicli di chiamata
Il dispositivo chiama in sequenza i numeri programmati ed associati allevento
di allarme.
Esso effettua due chiamate consecutive a ciascun numero, della durata massima
di circa 1 minuto ciascuna. Una volta chiamato lultimo numero, supponendo
che nessun numero abbia fornito al sistema di allarme i codici opportuni per
terminare lallarme, il dispositivo comincia un nuovo ciclo di chiamate, a
partire dal primo numero.
Per gli allarmi di diagnostica, il credito residuo e la chiamata periodica di test
automatico il numero di cicli di chiamate programmabile da 1 a 10 (e di
fabbrica impostato a 5). Il sistema di allarme considera come chiamate valide
soltanto quelle in cui il numero di telefono chiamato sia risultato libero, mentre
non considera valide le chiamate in cui il numero risulti occupato. Condizione
particolare per gli allarmi di diagnostica, il credito residuo e la chiamata
periodica di test la modalit CLI. I call center distribuendo le chiamate per
diversi allarmi su differenti linee, riescono a discriminare levento occorso
grazie allinformazione sullidentit del chiamante (CLI). In questo modo non
necessario stabilire una connessione per determinare quanto accaduto,
soltanto necessario essere sicuri che almeno una chiamata sia stata inoltrata al
numero libero. Impostando come destinatario di una chiamata di allarme un call
center con modalit CLI il sistema di allarme effettuer tanti cicli di chiamate ai
numeri programmati finch non riesce a chiamare un numero libero. A questo
punto le chiamate hanno termine senza che sia necessario rispondere.
Per lallarme di richiesta soccorso il numero di cicli di chiamate illimitato.

Pagina 14 FUNZIONAMENTO
Allarme di richiesta soccorso
questa la funzione principale del dispositivo.
Se si preme uno dei pulsanti di richiesta soccorso il sistema di allarme chiama
in sequenza i numeri telefonici programmati e associati a tale tipo di allarme.
Contemporaneamente:
Il viva-voce corrispondente al pulsante premuto riproduce il messaggio di
cortesia (alternato a pause e toni) per rassicurare la persona rimasta
intrappolata.
La spia ALLARME INVIATO si accende.
Nota: lallarme relativo al pulsante 1 (installato nella cabina)
subordinato allo stato dellingresso filtro, nel caso questo sia
abilitato.
ATTENZIONE:
Durante la manutenzione dellimpianto ascensore
occorre disabilitare lingresso filtro.
Rispondere a un allarme di richiesta soccorso e
resettare immediatamente lallarme
Fare riferimento alla figura Rispondere allallarme richiesta soccorso a pag.
18.
Dopo aver risposto alla chiamata si sente una serie di toni.
Digitare (codice Riconoscimento) o attendere alcuni secondi. Si
ascolta il messaggio di identificazione del tipo di allarme (Richiesta
soccorso) seguito dal messaggio di identificazione dellimpianto
(registrato durante la prima installazione).
Nota: possibile, anche nel seguito, riascoltare i messaggi in
qualsiasi momento digitando di nuovo il codice di
Riconoscimento.
Dopo circa 30 secondi di ascolto dei messaggi si instaura
automaticamente una connessione con il viva-voce corrispondente al
pulsante che era stato premuto ed possibile parlare con la persona che
ha richiesto il soccorso.

FUNZIONAMENTO Pagina 15
Si pu velocizzare il passaggio in viva-voce premendo (codice
Attivazione viva-voce) durante lascolto del messaggio.
La connessione in viva-voce ha una durata limitata, impostata di fabbrica a
2 minuti. Quando il tempo quasi scaduto si sente un tono di avviso ed
sufficiente premere una cifra qualsiasi, diversa da (Esclusione),
(Fine) e (Riconoscimento), per ripristinare il tempo a disposizione.
possibile ripristinare il tempo un numero illimitato di volte.
Digitare (codice Esclusione). La spia allarme registrato si
accende.
Digitare (codice Fine).
Lallarme terminato ed il dispositivo torna a riposo.
Rispondere a un allarme di richiesta soccorso e
sospendere lallarme: lallarme verr terminato dalla
squadra di soccorso dal telefono locale
Fare riferimento alla figura Rispondere allallarme richiesta soccorso a pag.
18.
Dopo aver risposto alla chiamata si sente una serie di toni.
Digitare (codice di Riconoscimento) o attendere alcuni secondi. Si
ascolta il messaggio di identificazione del tipo di allarme (Richiesta
soccorso) seguito dal messaggio di identificazione dellimpianto
(registrato durante la prima installazione).
Nota: possibile, anche nel seguito, riascoltare i messaggi in
qualsiasi momento digitando di nuovo il codice di
Riconoscimento.
Dopo circa 30 secondi di ascolto dei messaggi si instaura
automaticamente una connessione con il viva-voce corrispondente al
pulsante che era stato premuto ed possibile parlare con la persona che
ha richiesto il soccorso.
Si pu velocizzare il passaggio in viva-voce premendo (codice
Attivazione viva-voce) durante lascolto del messaggio.
La connessione in viva-voce ha una durata limitata, impostata di fabbrica a
2 minuti. Quando il tempo quasi scaduto si sente un tono di avviso ed
sufficiente premere una cifra qualsiasi, diversa da (codice Esclusione),

Pagina 16 FUNZIONAMENTO
(Fine) e (Riconoscimento), per ripristinare il tempo a
disposizione. possibile ripristinare il tempo un numero illimitato di volte.
Digitare (codice Esclusione) per sospendere lallarme. La spia
allarme registrato si accende e gli altri numeri programmati non
verranno chiamati. Lallarme sospeso, in attesa di essere
definitivamente terminato.
Riagganciare il telefono. Lallarme resta SOSPESO in attesa di essere
terminato dalla squadra di soccorso dal telefono locale del sistema di
allarme. Se lallarme non viene terminato entro 60 minuti o se la
persona intrappolata preme di nuovo il pulsante (o viene premuto un
qualsiasi altro pulsante) esso riparte.
Porre fine allallarme dal telefono locale (squadra di soccorso)
Fare riferimento alla figura Porre fine allallarme richiesta soccorso dal
telefono locale a pag. 19.
Lallarme sospeso; la spia allarme registrato in cabina accesa.
Sollevare il microtelefono del telefono locale. Si sente il tono di invito alla
selezione.
Comporre <PAROLA CHIAVE> . Ad esempio se la parola chiave
non stata cambiata rispetto alle impostazioni di fabbrica digitare :
.
Premere cancelletto . Si sente il tono di conferma.
Premere (codice Fine). Si sente il tono di conferma.
Il sistema di allarme effettua una chiamata automatica al numero telefonico che
aveva sospeso lallarme per segnalare che lallarme stesso stato terminato dal
telefono locale.
Rispondere alla chiamata. Si sente una serie di toni.
Premere (codice Riconoscimento) o attendere alcuni secondi;
Si ascolta il messaggio allarme finito seguito dal messaggio di identificazione
dellascensore.
Premere (codice Fine). La linea telefonica viene chiusa.

FUNZIONAMENTO Pagina 17
Operazioni possibili da remoto mentre lallarme sospeso
Da remoto, mentre lallarme SOSPESO e prima che la squadra di soccorso si
rechi sul posto, anche possibile, semplicemente effettuando una chiamata al
sistema di allarme:
1. Stabilire una connessione con il viva-voce da cui partito lallarme
(per parlare di nuovo con la persona intrappolata) e con gli altri viva-
voce installati nellimpianto;
2. Aprire le porte;
3. Resettare lallarme;
Chiamare il sistema di allarme ed attendere la risposta. Il dispositivo
risponde automaticamente e si va in comunicazione viva-voce con la
persona che ha richiesto il soccorso.
Premere <parola chiave INSTALLATORE o OPERATORE> (di
fabbrica: )

1. Per stabilire una connessione con gli altri viva-voce installati
nellimpianto
Digitare:
Per parlare con il Viva-voce 1;
Per parlare con il Viva-voce 2;
Per spegnere tutti i viva-voce;
Lattivazione del Viva-voce 2 dipende dal tipo di impianto programmato.

2 Per aprire le porte (con scheda opzionale)
Digitare:
Per aprire la porta 1;
Per aprire la porta 2;

3 Per resettare da remoto lallarme sospeso
Premere cancelletto . Si sente il tono di conferma.
Comporre (codice Fine).
La linea telefonica viene chiusa e lallarme resettato.

Pagina 18 FUNZIONAMENTO

FUNZIONAMENTO Pagina 19



Pagina 20 FUNZIONAMENTO
Allarmi diagnostica e credito residuo
La procedura di diagnostica, se abilitata, viene effettuata ogni giorno alla ora
impostata per la chiamata di test automatico (di fabbrica: ore 04:00). Le
verifiche effettuate sono:
Verifica che tutti i messaggi siano correttamente registrati
Verifica del corretto funzionamento del tone decoder del dispositivo
Verifica del corretto funzionamento dei terminali viva-voce
Se la procedura di diagnostica rileva malfunzionamenti o anomalie il
dispositivo avvia un ciclo di allarme chiamando il numero o i numeri associati a
tale tipo di allarme.
Se, invece, abilitato lallarme credito residuo (solo con Helpy collegato al
modulo GSM200), alla fine di ogni chiamata in uscita viene acquisito il valore
del credito residuo. Tale valore viene confrontato con la soglia di riferimento
programmata e se risulta inferiore il dispositivo avvia un ciclo di allarme
chiamando il numero o i numeri associati a tale tipo di allarme.
Fare riferimento alla figura Rispondere agli allarmi tecnologici, diagnostica,
credito residuo e test automatico a pag. 23.
Rispondere alla chiamata. Si ascolta una serie di toni.
Premere (codice di Riconoscimento) o attendere alcuni secondi.
Si ascolta il messaggio di identificazione del tipo di allarme (Allarme
diagnostica o Allarme credito insufficiente) seguito dal messaggio di
identificazione dellimpianto (registrato durante la prima installazione).
A questo punto:
Per escludersi dalla procedura di allarme premere (codice
Esclusione): la procedura di allarme prosegue, chiamando gli eventuali
altri numeri programmati, ma il numero in questione non sar pi
chiamato nei successivi cicli.
OPPURE
Per porre fine lallarme premere (codice Fine). Nessun altro
numero telefonico eventualmente programmato verr chiamato.
Nota: la procedura sopra descritta non valida per call center
ricevente in modalit CLI.

FUNZIONAMENTO Pagina 21
CHIAMATE PERIODICHE DI TEST
Test automatico
In base alla normativa che regola la sicurezza per sistemi di allarme negli
ascensori (EN 81-28:2004, 4.2.1), il sistema deve poter eseguire delle chiamate
periodiche per segnalare lo stato di normale funzionamento. Per lattivazione
della funzione fare riferimento al paragrafo Programmazione dei dati per le
chiamate periodiche di test automatico pag. 41. Il dispositivo effettua delle
chiamate ai numeri associati al test automatico.
Fare riferimento alla figura Rispondere agli allarmi tecnologici, diagnostica,
credito residuo e test automatico a pag. 23.
Rispondere alla chiamata. Si ascolta una serie di toni.
Premere (codice di Riconoscimento) o attendere alcuni secondi.
Si ascolta il messaggio Chiamata test seguito dal messaggio di
identificazione dellimpianto (registrato durante la prima installazione).
A questo punto:
Per escludersi dalle successive chiamate premere (codice
Esclusione): la procedura prosegue, chiamando gli eventuali altri
numeri programmati, ma il numero in questione non sar pi chiamato
nei successivi cicli.
OPPURE
Per porre fine alle chiamate premere (codice Fine). Nessun altro
numero telefonico eventualmente programmato verr chiamato.
Nota: la procedura sopra descritta non valida per call center
ricevente in modalit CLI.
ATTENZIONE
Se non fosse possibile terminare la chiamata di test
automatico da remoto (ad esempio il numero
telefonico inserito sbagliato) procedere come
segue per fermare la procedura:
Sollevare la cornetta del telefono locale
Digitare, entro 20 secondi, * <Parola chiave> #
(di fabbrica: *0#)
Digitare di nuovo* <Parola chiave> #
Comporre 340
Comporre di nuovo *<PAROLA CHIAVE>#.

Pagina 22 FUNZIONAMENTO
Test manuale
La normativa prevede che con una certa periodicit si effettui un test manuale
dellimpianto premendo il pulsante di allarme e stabilendo una conversazione
in viva-voce.
Per il sistema di allarme questo test a tutti gli effetti una normale richiesta di
soccorso.





FUNZIONAMENTO Pagina 23



Pagina 24 INSTALLAZIONE
INSTALLAZIONE
Raccomandazioni
Disporre i cavi connessi allapparecchiatura lontani da cavi ad alta tensione
o cavi che possono emettere disturbi elettromagnetici.
Non far passare i cavi telefonici vicino alla rete a 230 V.
Per una efficace protezione della linea telefonica si raccomanda di
collegare alla terra il morsetto indicato, nella scheda opzionale di linea
urbana, con il simbolo .
FISSAGGIO
Installare su barra DIN.

INSTALLAZIONE Pagina 25
COLLEGAMENTI


A LED di indicazione stato dispositivo e intensit campo GSM
B Connettori per scheda opzionale rel
C Presa Seriale per connessione alla CPU dellascensore
D Pulsante di reset
E Connettore RJ11 per telefono locale
F Connettore RJ45 per modulo GSM 200
G Connettori per scheda opzionale linea telefonica analogica
H Strip per programmatore
I Morsettiera


Pagina 26 INSTALLAZIONE
Morsettiera:
TEL Telefono Locale
VV1- Comune Viva-voce 1
VV1+ Uscita Viva-voce 1
VV2- Comune Viva-voce 2
VV2+ Uscita Viva-voce 2
IN1 Ingresso Filtro allarme
IN2 Ingresso Gong
C Comune per ingressi IN1, IN2
AL2 Ingresso Allarme 2
AL1 Ingresso Allarme 1
+12 Uscita 12Vdc (max 100mA)
AI Spia Allarme Inviato
AR Spia Allarme Registrato
BATT Batteria
Collegamento della linea telefonica
Il dispositivo consente di utilizzare la linea telefonica fissa, tramite schedina
opzionale, OPPURE la linea GSM previa installazione del modulo GSM200.
Linea Telefonica fissa
Rimuovere i ponticelli presenti nel connettore predisposto per la schedina
opzionale di linea urbana:

Inserire la schedina opzionale negli appositi connettori (G nella figura di
pag. 25).
Collegare la linea telefonica al morsetto LTI presente sulla schedina.
Collegare il morsetto di terra (indicato con ), presente sulla schedina, ad
una presa di terra efficace per rendere pi efficiente la protezione della
linea telefonica.

INSTALLAZIONE Pagina 27
Nota: si consiglia di conservare i ponticelli rimossi dallST56 per
poterli riutilizzare nel caso di un ritorno alla linea GSM. E
possibile conservali inserendoli nel connettore presente sulla
schedina di linea urbana indicato in figura:

Collegamento Modulo GSM200
Assicurarsi che siano presenti i ponticelli nel connettore predisposto per la
schedina opzionale di linea urbana, rispettando la posizione indicata nella
figura di seguito:


Collegare il connettore RJ45 (F nella figura di pag. 25), al modulo
GSM200 mediante il cavo fornito a corredo.
Nota: in ogni caso necessario effettuare la programmazione del
tipo di linea.

Pagina 28 INSTALLAZIONE
Effettuare gli altri collegamenti


INSTALLAZIONE Pagina 29
Si consiglia di estrarre la morsettiera, fare i collegamenti e poi reinserirla.
Collegare il telefono locale (per la programmazione e lutilizzo del
dispositivo) al morsetto TEL e al morsetto VV1- (non necessario
rispettare nessuna polarit) oppure direttamente al connettore RJ11 (E
nella figura di pag. 25).
Collegare i terminali viva-voce ed i pulsanti di richiesta soccorso:
possibile installare fino a 2 terminali viva-voce indipendenti:
Viva-voce 1 in CABINA: VV1+,VV1-
Viva-voce 2 in FOSSA o TETTO: VV2+,VV2-
fare attenzione alla polarit indicata sui morsetti.
Il numero di viva-voce deve corrispondere al tipo di impianto programmato sul
dispositivo (vedi paragrafo Tipo di impianto a pag. 41); lassociazione tra i
pulsanti di allarme e i viva-voce viene fatta in base al tipo di impianto, secondo
lo schema seguente:

Tipo di impianto 1:
VIVA-VOCE 1 (VV1+, VV1-)
il pulsante 1 corrisponde al VIVA-VOCE
1; anche il pulsante 2 (opzionale)
corrisponde al VIVA-VOCE 1.
PULSANTE 1
PULSANTE 2
(OPZIONALE)
VV1

Tipo di impianto 2:
VIVA-VOCE 1 (VV1+, VV1-);
VIVA-VOCE 2 (VV2+,VV2-).
Il pulsante 1 corrisponde al VIVA-VOCE
1, il pulsante 2 corrisponde al VIVA-
VOCE 2.
VV1 VV2
PULSANTE 1 PULSANTE 2


Il tipo di impianto si riferisce al numero di viva-voce attivi collegati, non agli
eventuali viva-voce passivi collegati in parallelo ad essi.
Nota: Le uscite VV1- e VV2- sono collegate insieme e possono
essere usate anche come polo negativo fino a max. 100mA di
corrente.
Collegare la SPIA ALLARME INVIATO, che deve essere di COLORE
GIALLO: essa si accende dopo aver premuto il pulsante di richiesta
soccorso per indicare che la procedura di allarme iniziata e rimane

Pagina 30 INSTALLAZIONE
accesa fissa per tutta la durata del ciclo di allarme. La SPIA ALLARME
INVIATO deve essere a 12V, max. 40mA.
Collegare la SPIA ALLARME REGISTRATO, che deve essere di COLORE
VERDE. La SPIA ALLARME REGISTRATO deve essere a 12V, max. 40mA.
Collegare lINGRESSO FILTRO al morsetto IN1.
Collegare, eventualmente, lingresso GONG al morsetto IN2.
Per utilizzare gli ingressi IN1 e IN2 effettuare un ponticello tra il
morsetto C e il morsetto +12.
Collegare gli eventuali meccanismi apri-porta ai rel RL1 e RL2 (con
scheda opzionale).
possibile collegare anche una sirena ed un led per il pulsante di allarme
secondo lo schema seguente:



A +12
B AL1 o AL2
C VV1- o VV2-
D SIRENA 8-12V, max. 100mA
E LED PULSANTE RICHIESTA SOCCORSO
F PULSANTE RICHIESTA SOCCORSO
Nota: Il LED posto in serie al pulsante di allarme e non deve avere
nessuna resistenza in serie.
Collegare lalimentazione 12Vdc ai morsetti +/- BATT.
Allaccensione controllare che il led LD2 di indicazione dello stato del
dispositivo (A nella figura di pag. 25) resti acceso fisso per circa 5
secondi, poi inizi a lampeggiare (v. paragrafo LED di segnalazione stato
dispositivo a pag. 79).
Nota: nel caso sia collegato il Modulo GSM200, se il led LD2
rimane acceso fisso per pi di 2 minuti verificare che il
modulo stesso sia correttamente collegato.

INSTALLAZIONE Pagina 31
Nota: il livello del segnale su linea GSM (mediante linstallazione
del modulo proprietario Esse-ti GSM200), indicato dal led
LD1 (v. paragrafo Led di segnalazione campo GSM (solo
con modulo GSM200) a pag. 80) viene misurato ogni 10
secondi.
Nota: lintensit del campo anche riportata dal led relativo
presente sul GSM200.
OPERAZIONI MINIME PER VERIFICARE LA CORRETTA
INSTALLAZIONE
1. PROGRAMMARE
Programmare la linea telefonica (fissa o GSM, mediante linstallazione del
modulo proprietario Esse-ti GSM200): digitare da telefono locale.
Si sentono 3 brevi toni. Digitare per la linea fissa o per
la linea GSM.
Programmare un numero per lallarme richiesta soccorso: sollevare la
cornetta del telefono locale, digitare <numero
telefonico> .
Registrare il messaggio di identificazione dellascensore (max 22 secondi),
che deve contenere le informazioni sullubicazione dellimpianto:
digitare e pronunciare il messaggio.
Per riascoltare: .
Effettuare una chiamata esterna per verificare che la linea telefonica sia
funzionante: sollevare la cornetta del telefono locale, digitare e
comporre il numero telefonico per effettuare la prova.
2. PROVARE UNA PROCEDURA DI ALLARME
Premere il pulsante di allarme per pi di 2 sec.(valore di fabbrica). Parte
lallarme.

Pagina 32
ATTENZIONE
SE NON E POSSIBILE INTERROMPERE LA
PROCEDURA DI ALLARME DA REMOTO (ad
es. il numero telefonico programmato errato):
Sollevare la cornetta del telefono locale
Digitare, entro 20 secondi, * <Parola chiave> #
(di fabbrica: )
Lallarme viene immediatamente terminato ed il
dispositivo torna a riposo.
3. RISPONDERE ALLALLARME e RESETTARLO
Rispondere dal numero chiamato e:
Premere . Si ascolta il messaggio.
Premere . Si va in viva-voce.
Premere . Dopo circa 2 secondi premere .
Nota: nel caso in cui i livelli audio del vivavoce non siano adeguati
fare riferimento al paragrafo Programmazione volumi
pag. 45.
UTILIZZO DEL PULSANTE DI RESET
Utilizzo del pulsante di reset (D nella figura di pag. 25):
Pressione breve
Consente linterruzione di una chiamata di allarme.
La pressione breve equivale dunque al sollevamento della cornetta del
telefono locale e allinserimento della sequenza * <Parola chiave> #.
Pressione prolungata (15 secondi)
Consente il reset del dispositivo.
La pressione prolungata riavvia il sistema di allarme senza dover staccare l
alimentazione.
Il reset non modifica la programmazione del dispositivo.


PROGRAMMAZIONE Pagina 33
PROGRAMMAZIONE
possibile programmare il sistema:
Localmente mediante un telefono multifrequenza collegato allattacco TEL
Da remoto effettuando una chiamata al dispositivo tramite un telefono
multifrequenza o tramite il dispositivo Teleprogrammatore Esse-ti ed il
software apposito. In questo caso deve essere abilitata la funzione di
Risposta Automatica (gi attiva nelle impostazioni di fabbrica).
In questo manuale si far riferimento alla programmazione locale tramite il
telefono multifrequenza (valida anche nel caso di telefono multifrequenza da
remoto); per quanto riguarda la programmazione da remoto con software
apposito si rimanda al manuale del teleprogrammatore.
Nota: per ogni tipo di programmazione il valore di default,
impostato di fabbrica, indicato in grassetto.
Nota: con il telefono, localmente o da remoto, possibile
riascoltare ogni programmazione effettuata (vedi paragrafo
Gong
E possibile regolare il volume del messaggio Gong.
(messaggio Gong) (volume)
Sollevare il microtelefono.
Premere 80.
Inserire la cifra relativa al messaggio Gong:
5 Messaggio Gong giorno;
6 Messaggio Gong notte.
Inserire la cifra relativa al volume del messaggio (da 1 a 4).
Premere cancelletto #.
Nota: il messaggio Gong giorno viene diffuso dal viva-voce della
cabina dalle ore 08.00 alle ore 20.00. Il messaggio Gong
notte viene diffuso dalle 20.00 alle 08.00.

Pagina 34 PROGRAMMAZIONE
Nota: per ascoltare un messaggio di Gong con il livello di volume
impostato sufficiente premere 7 durante la
programmazione.
Riascolto delle programmazioni pag. 46) .
ACCESSO E USCITA DALLA PROGRAMMAZIONE
Per programmare il dispositivo necessario entrare in programmazione (sia dal
telefono locale sia da un telefono remoto). Oltre alla parola chiave
INSTALLATORE esiste una parola chiave OPERATORE, che consente di
effettuare un insieme ridotto di programmazioni. Nel seguito del manuale per
ciascuna programmazione viene indicato, mediante il segno di spunta , se la
programmazione in oggetto consentita allinstallatore o alloperatore (o a
entrambi).
Per stabilire se ci si trova nello stato di programmazione sufficiente sollevare
il microtelefono del telefono locale:
- se si ha il SEGNALE DI INVITO ALLA SELEZIONE (1 tono lungo
seguito da un tono breve, vedi paragr. Toni pag. 79) si nello stato di
programmazione ed possibile immettere i codici di programmazione
desiderati;
- se si ha la connessione automatica al viva-voce 1 non si nello stato di
programmazione.
Nota: nel caso in cui le parole chiave installatore e operatore siano
uguali, come nellimpostazione di fabbrica, il dispositivo
interpreta sempre la parola chiave come installatore.
Dal telefono locale
ACCESSO ALLA PROGRAMMAZIONE
Sollevare la cornetta del telefono locale. Si stabilisce direttamente la
connessione con il VIVA-VOCE 1.
Digitare <PAROLA CHIAVE INSTALLATORE O OPERATORE> . Ad
esempio, se la parola chiave impostata di fabbrica (0) non stata
cambiata digitare .

PROGRAMMAZIONE Pagina 35
Si sente il SEGNALE DI INVITO ALLA SELEZIONE (1 tono lungo seguito
da un tono breve).
A questo punto possibile, senza la necessit di riagganciare il microtelefono,
inserire, uno ad uno, i vari codici di programmazione (per i vari codici fare
riferimento alle sezioni PROGRAMMAZIONI BASE e
PROGRAMMAZIONI AVANZATE). Non necessario deporre il
microtelefono tra un codice e laltro n inserire di nuovo la parola chiave.
Se si depone il microtelefono, risollevandolo si ha di nuovo il SEGNALE DI
INVITO ALLA SELEZIONE, e non occorre digitare di nuovo la parola chiave
per proseguire nella programmazione.
Se un codice programmato corretto si ha il SEGNALE DI CONFERMA (3
brevi toni) altrimenti il SEGNALE DI ERRORE (toni pi lunghi e ripetuti); in
questo caso per continuare necessario deporre e risollevare il microtelefono.
USCITA DALLA PROGRAMMAZIONE
Al termine della programmazione, per rendere effettive le impostazioni, occorre
uscire dallo stato di programmazione. A tale scopo si usa la stessa procedura
utilizzata per accedere alla programmazione:
Sollevare la cornetta del telefono locale. Si sente il SEGNALE DI INVITO
ALLA SELEZIONE.
Digitare <PAROLA CHIAVE INSTALLATORE O OPERATORE> . Ad
esempio, se la parola chiave impostata di fabbrica (0) non stata
cambiata digitare .
Si stabilisce direttamente la connessione con il VIVA-VOCE 1.
Nota: si esce in ogni caso dopo 30 minuti.
Da un telefono remoto
Per poter programmare il dispositivo da remoto deve essere abilitata la funzione
di Risposta Automatica, gi attiva nelle impostazioni di fabbrica.
ACCESSO ALLA PROGRAMMAZIONE
Chiamare il dispositivo da remoto. Il dispositivo risponde
automaticamente alla chiamata (dopo il numero di squilli impostato nella
programmazione della funzione di Risposta automatica, di fabbrica 1
squillo) e si ascolta il messaggio vocale di identificazione del dispositivo

Pagina 36 PROGRAMMAZIONE
stesso (che deve essere registrato in fase di installazione). Al termine del
messaggio si ha il SEGNALE DI INVITO ALLA SELEZIONE.
Digitare, entro 1 minuto, <PAROLA CHIAVE INSTALLATORE O
OPERATORE> . Ad esempio, se la parola chiave impostata di fabbrica
(0) non stata cambiata digitare .
Procedere alla programmazione.
Se un codice inserito corretto si ha il SEGNALE DI CONFERMA, altrimenti
il SEGNALE DI ERRORE: in questo caso non occorre riagganciare per
proseguire nella programmazione.
La connessione ha una durata limitata e programmabile (v. paragrafo Risposta
automatica pag. 62), impostata di fabbrica a 1 minuto. Prima del termine del
tempo di durata massima programmato si ha un tono di avvertimento.
Premendo una cifra qualsiasi entro 10 secondi il tempo di durata massima
programmato viene ripristinato.
USCITA DALLA PROGRAMMAZIONE
Per uscire dalla programmazione sufficiente terminare la chiamata
riagganciando il microtelefono.

PROGRAMMAZIONE Pagina 37
PROGRAMMAZIONE BASE
Le programmazioni di base che devono essere effettuate sul dispositivo sono le
seguenti:
Scelta del tipo di Linea telefonica utilizzata (linea fissa o modulo
GSM200).
Data e ora
Programmazione dei numeri telefonici per ciascun tipo di allarme, e
del relativo tipo di ricevente.
Programmazione dei dati per la chiamata periodica di test (come da
EN 81:28)
Registrazione del messaggio di identificazione
Tipo di impianto nel caso si colleghi un viva-voce ai morsetti VV2.
Programmazione dellidentificativo del dispositivo nel caso uno o pi
tipi di allarmi vengano inviati a Call Center con protocolli automatici
(Ademco o Esse-ti). Tale identificativo deve essere assegnato dal Call
Center stesso.
Regolazione dei volumi di vivavoce e messaggi.
Tipo di linea telefonica
Installatore Operatore

Consente di programmare il tipo di linea utilizzata:
Linea Telefonica fissa
Modulo GSM200
ATTENZIONE
Al momento dellinstallazione sempre necessario
eseguire questa programmazione.

(tipo)
Sollevare il microtelefono.
Premere 66.
Inserire il tipo di linea:
0 Linea telefonica fissa (mediante linstallazione della scheda opzionale)

Pagina 38 PROGRAMMAZIONE
1 Modulo GSM (mediante linstallazione del modulo proprietario Esse-ti
GSM200)
Nota: si consiglia di non utilizzare SIM ricaricabili per evitare
problemi di esaurimento del credito.
Programmazione dei numeri telefonici
Installatore Operatore

Si possono programmare fino ad un massimo di 12 numeri telefonici. Ciascuno


pu essere associato a uno dei seguenti tipi di eventi:
Allarme richiesta soccorso
Allarmi diagnostica
Chiamata periodica di test automatico
Allarme credito residuo insufficiente
e pu corrispondere a uno dei possibili tipi di riceventi:
Normale utenza telefonica con gestione manuale dellallarme
Call Center con protocollo Esse-ti (software HeCall)
Call Center con protocollo Ademco Contact ID
Call Center con modalit CLI
Messaggio di testo SMS (solo con modulo GSM200, esclusi allarmi
richiesta soccorso)
Per programmare i numeri telefonici seguire la procedura:
(POSIZIONE) (EVENTO) (RICEVENTE)
(numero telefonico max 20 cifre) [ ]
Sollevare il microtelefono.
Premere 21.
Inserire la posizione del numero telefonico nella tabella dei 12 numeri
disponibili, da 01 a 12.
Inserire una cifra relativa allevento per cui il dispositivo dovr chiamare
il numero telefonico:
1 Pulsante di richiesta soccorso;
2 Allarme Diagnostica;
3 Chiamata periodica di Test automatico;

PROGRAMMAZIONE Pagina 39
4 Non utilizzato;
5 Allarme credito residuo insufficiente.
Inserire una cifra relativa al tipo di RICEVENTE corrispondente al
numero telefonico:
1 Call Center con protocollo Ademco Contact ID;
2 Normale utenza telefonica (gestione manuale dellallarme senza nessun
protocollo automatico);
3 Call Center con protocollo Esse-ti (software HeCall);
4 Call Center con modalit CLI;
5 Messaggio di testo SMS.
Inserire il numero telefonico, massimo 20 cifre.
Premere #.
Nota: per inserire una o pi pause, della durata di 2 secondi
ciascuna, nella selezione del numero telefonico, premere una
o pi volte .
Per inserire pi numeri telefonici ripetere la procedura cambiando la posizione
in tabella. I numeri saranno chiamati secondo la posizione di inserimento.
Per cancellare un numero telefonico inserire direttamente dopo il
RICEVENTE.
Esempio:
POSIZ SORGENTE RICEVENTE NUMERO
01 RICH. SOCCORSO=1 NORMALE UT.TELEFONICA = 2 0718754213
02 RICH. SOCCORSO=1 CALL CENTER ESSE-TI = 3 071986532
03 ALLARME TECN.= 2 CALL CENTER ADEMCO = 1 071863265
04 CREDITO INSUFF.= 5 SMS = 5 3331234567
Comporre:
per il primo numero
per il secondo numero
per il terzo numero
per il quarto numero

Pagina 40 PROGRAMMAZIONE
ATTENZIONE
Il ricevente pu essere impostato come SMS solo se
si utilizza il modulo GSM200 e levento non un
allarme richiesta soccorso.
Programmazione orologio
Installatore Operatore

Il sistema dotato di un orologio interno. Occorre obbligatoriamente


programmare prima la data e poi lora. Inoltre qualora si riprogrammi la data
occorre sempre riprogrammare anche lora.
Nota: lorologio alimentato da una apposita batteria pertanto
rimane sempre in funzione anche quando il sistema di
allarme non alimentato.
DATA
(gs) (gg) (mm) (aa)
Sollevare il microtelefono.
Premere 36.
Inserire la cifra relativa al giorno della settimana:
0 = DOMENICA
1 = LUNEDI
2 = MARTEDI
3 = MERCOLEDI
4 = GIOVEDI
5 = VENERDI
6 = SABATO
Inserire la data nel formato giorno mese anno (due cifre).
Esempio: per programmare la data Marted 14/12/2004 digitare:
.
ORA
(hhmm)

PROGRAMMAZIONE Pagina 41
Sollevare il microtelefono.
Premere 35.
Inserire le ore ed i minuti (da 00:00 a 23:59).
Esempio: per programmare lora 14:50 digitare:
Nota: il sistema effettua automaticamente il passaggio dallora
legale allora solare e viceversa.
Registrazione/riascolto del messaggio di
identificazione
Occorre registrare il messaggio di identificazione dellascensore (registrazione
OBBLIGATORIA in fase di installazione). Questo messaggio serve per
lidentificazione dellimpianto di ascensore durante un allarme e deve
contenere le indicazioni circa lubicazione dellimpianto stesso.
REGISTRARE IL MESSAGGIO
Installatore Operatore

(beep) (registrazione)(beep)
Sollevare il microtelefono.
Premere 7101.
Dopo il beep registrare il messaggio (max 22 secondi).
Al termine del messaggio riagganciare.
Nota: non necessario utilizzare tutto il tempo a disposizione.
Nota: un beep indica lo scadere del tempo a disposizione.

Pagina 42 PROGRAMMAZIONE
ASCOLTARE IL MESSAGGIO
Installatore Operatore

(ascolto)
Sollevare il microtelefono.
Premere 7201. Si ascolta il messaggio.
Tipo di impianto
Installatore Operatore


Consente di configurare limpianto in base al numero di terminali viva-voce
attivi collegati:
Tipo 1: VV1. Entrambi i pulsanti fanno capo a VV1.
Tipo 2: VV1 e VV2. Ciascun pulsante fa capo al relativo viva-voce.
Il tipo di impianto si riferisce al numero di viva-voce attivi collegati, non agli
eventuali viva-voce passivi collegati in parallelo ad essi.
(tipo)
Sollevare il microtelefono.
Premere 63.
Inserire la cifra relativa al tipo di impianto (da 1 a 2).
Programmazione dei dati per le chiamate
periodiche di test automatico
Installatore Operatore


In base alla normativa che regola la sicurezza per sistemi di allarme negli
ascensori (EN 81-28:2004, 4.2.1), il sistema deve poter eseguire delle chiamate
periodiche per segnalare lo stato di normale funzionamento. Per ottemperare a
questo requisito occorre:

PROGRAMMAZIONE Pagina 43
Programmare la periodicit della chiamata
(giorni 1-9)
Sollevare il microtelefono.
Premere 31.
Inserire il numero di giorni che devono trascorrere tra una chiamata e
laltra.
Esempio: per programmare una periodicit di 3 giorni (valore impostato
di fabbrica) digitare: .
Nota: ogni volta che si programma la periodicit il sistema effettua
una chiamata di test automatico non appena lora corrente
uguale o successiva allora programmata per la chiamata
stessa.
Nota: assicurarsi, prima di programmare i parametri della
chiamata periodica di test automatico, di avere programmato
i numeri telefonici come descritto al paragrafo
Programmazione dei numeri telefonici pag. 37.
Programmare lora della chiamata
(hhmm, 0000 2359)
Sollevare il microtelefono.
Premere 32.
Inserire lora, nel formato ore minuti, in cui deve essere eseguita la
chiamata.
Esempio: per programmare lora della chiamata alle 15:20 digitare:
.

Pagina 44 PROGRAMMAZIONE
Nota: lora impostata valida anche per la procedura di
diagnostica.
Nota: per il corretto funzionamento occorre aver programmato
lorologio interno (pag. 39).
Abilitare le chiamate di test automatico
(impostazione)
Sollevare il microtelefono.
Premere 34.
Inserire:
- 0 per disabilitare la chiamata periodica di test automatico
- 1 per abilitare la chiamata periodica di test automatico
Esempio: per abilitare la chiamata di test automatico digitare: .
Forzare una chiamata di test automatico
Dopo aver programmato tutti i parametri precedenti si pu provare la chiamata
di test automatico. Tale chiamata non influisce sulla periodicit impostata.

Sollevare il microtelefono.
Premere 34.
Premere 2.
Il dispositivo effettua immediatamente la chiamata di test automatico.

PROGRAMMAZIONE Pagina 45
ATTENZIONE
Se non fosse possibile terminare la chiamata di test
automatico da remoto (ad esempio il numero
telefonico inserito sbagliato) procedere come
segue per fermare la procedura:
Sollevare la cornetta del telefono locale e comporre
*<PAROLA CHIAVE># (di fabbrica: *0#).
Comporre di nuovo *<PAROLA CHIAVE>#
Comporre 340
Comporre di nuovo *<PAROLA CHIAVE>#
Programmazione identificativo per i protocolli
Installatore Operatore


Se le chiamate di allarme vengono inviate a dei Call Center con protocolli
automatici (Ademco Contact ID o Esse-ti con software HeCall), occorre
programmare il codice che identifica lascensore (identificativo), che deve
essere stato precedentemente assegnato dal Call Center stesso. Questo codice
sar inviato dal sistema di allarme al Call Center durante le chiamate di allarme
per farsi identificare.
(protocollo) (codice) [ ]
Sollevare il microtelefono.
Premere 22.
Inserire la cifra relativa al protocollo del Call Center:
1 Ademco Contact ID;
2 Esse-ti.
Inserire il codice di identificazione assegnato al sistema:
4 cifre nel caso di protocollo Ademco Contact ID
10 cifre nel caso di protocollo Esse-ti
Premere cancelletto # (solo per protocollo Ademco Contact ID).
possibile utilizzare solo codici numerici, non lettere.

Pagina 46 PROGRAMMAZIONE
Programmazione volumi
Installatore Operatore

Vivavoce
E possibile regolare il volume dellaltoparlante e la sensibilit del microfono
dei vivavoce.
(vivavoce) (volume altoparlante)
(sensibilit microfono)
Sollevare il microtelefono.
Premere 80.
Inserire la cifra relativa al vivavoce:
1 Vivavoce 1;
2 Vivavoce 2.
Inserire la cifra relativa al volume dellaltoparlante (da 1 a 4).
Inserire la cifra relativa alla sensibilit del microfono (da 8 a 9).
Premere cancelletto #.
Nota: durante la programmazione il vivavoce si accende
consentendo lascolto dei volumi e lopportuna modifica.
Nota: allinterno della stessa programmazione possibile inserire di
seguito pi di un valore di volume o di sensibilit fino al
raggiungimento del livello desiderato.
Esempio: per regolare al massimo il volume dellaltoparlante e la
sensibilit del microfono del vivavoce 1 digitare: .
Esempio: per regolare al minimo il volume dellaltoparlante del vivavoce
2 digitare: .

PROGRAMMAZIONE Pagina 47
Messaggi
E possibile regolare il volume dei messaggi.
(volume)
Sollevare il microtelefono.
Premere 804.
Inserire la cifra relativa al livello di volume (da 1 a 4).
Premere cancelletto #.
Nota: per ascoltare un messaggio con il livello di volume impostato
sufficiente premere 7 durante la programmazione.
Gong
E possibile regolare il volume del messaggio Gong.
(messaggio Gong) (volume)
Sollevare il microtelefono.
Premere 80.
Inserire la cifra relativa al messaggio Gong:
5 Messaggio Gong giorno;
6 Messaggio Gong notte.
Inserire la cifra relativa al volume del messaggio (da 1 a 4).
Premere cancelletto #.
Nota: il messaggio Gong giorno viene diffuso dal viva-voce della
cabina dalle ore 08.00 alle ore 20.00. Il messaggio Gong
notte viene diffuso dalle 20.00 alle 08.00.
Nota: per ascoltare un messaggio di Gong con il livello di volume
impostato sufficiente premere 7 durante la
programmazione.

Pagina 48 PROGRAMMAZIONE
Riascolto delle programmazioni
Installatore Operatore

Consente il riascolto di tutte le programmazioni.
( ... )
Sollevare il microtelefono.
Inserire il prefisso del codice di programmazione da riascoltare.
Digitare *.
Esempio: per riascoltare il tipo di linea digitare: .
Esempio: per riascoltare il numero telefonico memorizzato nella
posizione 02 digitare: .
Nota: dopo lascolto possibile continuare nella programmazione,
nellascolto delle programmazioni oppure riagganciare.
Nota: se, ascoltando una programmazione, si sente il tono di
conferma nessun valore stato programmato.

PROGRAMMAZIONE Pagina 49
RIPRISTINO IMPOSTAZIONI DI FABBRICA
Permette di riportare il dispositivo alle sue impostazioni di fabbrica:
Installatore Operatore


Sollevare il microtelefono.
Premere 99.
Nota: questo codice comporta anche luscita dalla
programmazione: al termine si stabilisce la conversazione
con il viva-voce 1.
Le impostazioni sono le seguenti (la data e lora, i numeri telefonici, gli
identificativi dei protocolli, se usati, ed il tipo di linea telefonica, fissa o
GSM200, non vengono modificati).

Tipo di impianto 1 (1 viva-voce)
Risposta automatica
Attiva con 1 squillo e durata della connessione
pari a 1 minuto;
Configurazione dei
pulsanti di richiesta
soccorso
Normalmente aperti
Ritardo di attivazione dei
pulsanti di richiesta
soccorso
2 secondi
Filtro Disabilitato / Normalmente aperto
Allarme diagnostica Disabilitato
Allarme credito residuo Disabilitato
Selezione A toni multifrequenza

Pagina 50 PROGRAMMAZIONE
Numero di cicli di
chiamata per allarmi
diagnostica, credito
residuo e chiamata
periodica di test
automatico
5
Chiamata periodica di test
automatico
Disabilitata
Codice fine 9
Codice esclusione 1
Codice attivazione viva-voce 0
CODICI
Codice riconoscimento 5
Durata della connessione
in viva-voce in allarme
2 minuti
Parola chiave installatore 0
Parola chiave operatore 0

PROGRAMMAZIONE Pagina 51
PROGRAMMAZIONE AVANZATA
Di seguito vengono elencate alcune programmazioni che non sono necessarie
allutilizzo delle funzioni di base del dispositivo o che si rendono necessarie per
personalizzare alcune caratteristiche:
Cambio della parola chiave installatore o operatore
Abilitazione dellallarme Diagnostica.
Abilitazione allarme credito residuo insufficiente.
Configurazione dei pulsanti di richiesta soccorso come normalmente
aperti o normalmente chiusi
Aumento del ritardo di attivazione dei pulsanti di richiesta soccorso
dal valore di fabbrica di 2 secondi fino a un massimo di 9 secondi
Abilitazione del filtro e configurazione nc/na
Personalizzazione dei codici utilizzati per la gestione degli allarmi
Registrazione del messaggio di cortesia
Cambio della durata della connessione in viva-voce dallimpostazione
di fabbrica di 2 minuti.
Utilizzo di linea urbana decadica o multifrequenza (solo nel caso di
collegamento alla linea telefonica fissa)
Programmazione del numero di cicli di chiamata per lallarme da
diagnostica, lallarme credito residuo insufficiente e la chiamata
periodica di test automatico (di fabbrica impostati a 5)
Collegamento a centralino telefonico anzich direttamente alla linea
urbana
Disattivazione della funzione di risposta automatica o variazione del
numero di squilli prima della risposta
Cambio della parola chiave installatore
Installatore Operatore

(vecchia) (nuova)
(nuova) [ ]
Sollevare il microtelefono.

Pagina 52 PROGRAMMAZIONE
Premere 91.
Comporre le cifre della vecchia parola chiave (max 5 cifre)
Premere asterisco *.
Comporre le cifre della nuova parola chiave (max 5 cifre)
Premere asterisco *.
Per conferma comporre di nuovo le cifre della nuova parola chiave.
Premere asterisco *.
Esempio: per cambiare la parola chiave INSTALLATORE dallattuale
parola chiave 0 alla parola chiave 123 digitare:
.
Attenzione:
bene prendere NOTA SCRITTA della parola
chiave. Se si perde la parola chiave necessario
rivolgersi a un centro assistenza tecnica.
Cambio della parola chiave operatore
Installatore Operatore

(vecchia) (nuova)
(nuova) [ ]
Sollevare il microtelefono.
Premere 92.
Comporre le cifre della vecchia parola chiave (max 5 cifre).
Premere asterisco *.
Comporre le cifre della nuova parola chiave (max 5 cifre).
Premere asterisco *.
Per conferma comporre di nuovo le cifre della nuova parola chiave.

PROGRAMMAZIONE Pagina 53
Premere asterisco *.
Esempio: per cambiare la parola chiave OPERATORE dallattuale
parola chiave 0 alla parola chiave 345 digitare:
.
Attenzione:
bene prendere NOTA SCRITTA della parola
chiave. Se si perde la parola chiave necessario
rivolgersi a un centro assistenza tecnica.
Allarme diagnostica
Installatore Operatore


Consente di abilitare la procedura di diagnostica ed il relativo allarme nel caso
la procedura rilevi dei malfunzionamenti.
(impostazione)
Sollevare il microtelefono.
Premere 54.
Inserire:
- 0 per disabilitare la procedura di diagnostica
- 1 per abilitare la procedura di diagnostica
Nota: la procedura di diagnostica, una volta abilitata mediante
questa programmazione, viene effettuata ogni giorno alla
stessa ora impostata per la chiamata di test automatico.
Nota: quando lallarme diagnostica abilitato, allaccensione il
dispositivo effettua sempre la procedura di diagnostica.

Pagina 54 PROGRAMMAZIONE
Allarme credito residuo
Installatore Operatore


Consente di abilitare la procedura di controllo del credito residuo della SIM
Card ed il relativo allarme, nel caso in cui lHelpy sia collegato al modulo
GSM200. Il controllo effettuato alla fine di ogni chiamata in uscita. Il valore
di credito acquisito viene confrontato con la soglia di riferimento
programmabile, se risulta inferiore viene generato lallarme.
ATTENZIONE
La richiesta del credito pu essere abilitata solo con
SIM Card prepagate (non a contratto) dei seguenti
gestori: TIM, Vodafone e Wind.
Il servizio pu essere soggetto ad eventuali
variazioni operate dal gestore.
Abilitare il controllo del credito
(impostazione)
Sollevare il microtelefono.
Premere 240.
Inserire:
- 0 per disabilitare la richiesta di credito residuo
- 1 per abilitare la richiesta di credito residuo
Programmare la soglia di allarme
(credito limite espresso in Euro)
Sollevare il microtelefono.
Premere 241.
Inserire il valore di soglia espresso in Euro compreso tra 01 e 99.

PROGRAMMAZIONE Pagina 55
Esempio: per programmare una soglia di allarme pari a 15 Euro digitare:
.
Forzare una richiesta di credito

Sollevare il microtelefono.
Premere 2420.
Nota: questa funzione attiva la richiesta immediata del credito
residuo al gestore e forza automaticamente lallarme nel caso
si verifichi una condizione di credito insufficiente. E
necessario aver effettuato precedentemente la
Programmazione del numero di telefono (vedi pag. 37).
Ascolto del credito residuo
E possibile conoscere il valore di credito residuo della SIM Card ascoltandone
la lettura direttamente da telefono locale.

Sollevare il microtelefono.
Premere 242*.
Nota: affinch il valore ascoltato sia attendibile necessario che,
dopo aver abilitato il controllo del credito, lHelpy abbia
effettuato almeno una richiesta di credito.
Pulsante di richiesta soccorso normalmente
chiuso/aperto
Installatore Operatore



Pagina 56 PROGRAMMAZIONE
Consente di programmare i pulsanti di richiesta soccorso come normalmente
chiusi o normalmente aperti. La programmazione riguarda tutti i pulsanti di
richiesta soccorso collegati al sistema. Non possibile configurare
singolarmente i pulsanti.
(impostazione)
Sollevare il microtelefono.
Premere 41.
Inserire:
0 nel caso di contatto normalmente chiuso;
1 nel caso di contatto normalmente aperto.
Nota: qualora si programmino i pulsanti come normalmente chiusi
occorre ponticellare verso un negativo presente in
morsettiera i contatti di allarme eventualmente non utilizzati.
Ritardo per i pulsanti di richiesta soccorso
Installatore Operatore


Consente di programmare il numero minimo di secondi per il quale ciascun
pulsante di richiesta soccorso deve essere tenuto premuto per attivare lallarme.
Di fabbrica il valore impostato a 2 secondi.
(secondi)
Sollevare il microtelefono.
Premere 42.
Inserire il ritardo desiderato in secondi (da 2 a 9).
Abilitazione filtro
Installatore Operatore



PROGRAMMAZIONE Pagina 57
La funzione di Filtraggio allarme ha lo scopo di evitare linvio dellallarme di
soccorso da parte del pulsante 1 (installato nella cabina) nei seguenti casi:
La cabina sul piano e tutte le porte sono aperte
La cabina in movimento e le porte si apriranno al prossimo piano
Il filtro non ha nessun effetto sul pulsante 2 (fossa o tetto) eventualmente
installato.
(impostazione)
Sollevare il microtelefono.
Premere 53.
Inserire:
0 per disabilitare il filtro
1 per abilitare il filtro.
Nota: se il filtro abilitato e lingresso filtro attivo (le porte sono
aperte o la cabina in movimento e le porte si apriranno al
prossimo piano), premendo il pulsante 1 lallarme non parte,
ma eventuali allarmi diagnostica gi in corso, o la procedura
di test automatico, vengono temporaneamente interrotti per
consentire al sistema di allarme di registrare lallarme
richiesta soccorso e vengono ripresi subito dopo.
Attenzione
Durante la manutenzione dellascensore il filtro
deve essere DISABILITATO.
Ingresso filtro normalmente chiuso/aperto
Consente di programmare lingresso filtro come normalmente chiuso o
normalmente aperto.
(impostazione)
Sollevare il microtelefono.
Premere 48.

Pagina 58 PROGRAMMAZIONE
Inserire:
0 nel caso di contatto normalmente chiuso;
1 nel caso di contatto normalmente aperto.
Codici per la gestione degli allarmi
Queste programmazioni permettono di riprogrammare i codici per la gestione
degli allarmi in modo diverso da come sono impostati di fabbrica:
CODICE RICONOSCIMENTO : di fabbrica 5
CODICE ATTIVAZIONE VIVA-VOCE: di fabbrica 0.
CODICE FINE ALLARME: di fabbrica 9
CODICE ESCLUSIONE: di fabbrica 1.
ATTENZIONE
I codici devono essere uno diverso dallaltro
CODICE RICONOSCIMENTO
il codice che occorre digitare dopo aver risposto a una chiamata di allarme
per ascoltare il messaggio di identificazione dellascensore e del tipo di
allarme. Di fabbrica impostato a 5.
Installatore Operatore

(da 1 a 3 cifre) [ ]
Sollevare il microtelefono.
Premere 47.
Inserire il codice di Riconoscimento.
Premere # se il codice di Riconoscimento ha lunghezza minore di 3
cifre.
Nota: se, dopo aver risposto alla chiamata di allarme, non si
compone questo codice, dopo circa 10 secondi si ascolter
comunque automaticamente il messaggio vocale di
identificazione.

PROGRAMMAZIONE Pagina 59
Nota: in allarme per ascoltare di nuovo, in qualsiasi momento, il
messaggio di identificazione, sufficiente premere
nuovamente il codice Riconoscimento.
CODICE ATTIVAZIONE VIVA-VOCE IN ALLARME
il codice che occorre digitare per attivare la comunicazione in viva voce con
chi ha richiesto il soccorso. Se il codice non viene digitato la comunicazione in
viva-voce viene comunque attivata automaticamente dopo circa 30 secondi di
ascolto del messaggio. Di fabbrica il codice impostato a 0.
Installatore Operatore

(da 1 a 3 cifre) [ ]
Sollevare il microtelefono.
Premere 45.
Inserire il codice di Attivazione in viva-voce.
Premere # se il codice di Attivazione in viva-voce ha lunghezza minore
di 3 cifre.
CODICE FINE ALLARME
il codice che occorre digitare per terminare gli allarmi. Di fabbrica
impostato a 9.

Installatore Operatore

(da 1 a 3 cifre) [ ]
Sollevare il microtelefono.
Premere 43.
Inserire il codice di Fine.
Premere # se il codice di Fine ha lunghezza minore di 3 cifre.

Pagina 60 PROGRAMMAZIONE
Nota: nel caso di allarme richiesta soccorso possibile terminare
lallarme solo dopo averlo sospeso mediante il codice
Esclusione (di fabbrica 1).
CODICE ESCLUSIONE DA ALLARME
il codice che occorre digitare per:
Escludersi dai successivi cicli di chiamata nel caso di allarmi diagnostica,
allarme credito e chiamata periodica di test automatico;
Sospendere lallarme richiesta soccorso.
Di fabbrica impostato a 1.
Installatore Operatore

(da 1 a 3 cifre) [ ]
Sollevare il microtelefono.
Premere 44.
Inserire il codice di Esclusione.
Se il codice di Esclusione ha lunghezza minore di 3 cifre premere #.
Registrazione/riascolto messaggio di cortesia
Il messaggio di cortesia quello che viene riprodotto dal viva-voce quando
viene premuto il corrispondente pulsante di richiesta soccorso, per rassicurare
la persona che rimasta intrappolata. Il dispositivo ha un messaggio di cortesia
pre-registrato (italiano + inglese) che pu essere, se lo si desidera, cambiato.
Nota: nel caso si scelga di cambiare il messaggio di cortesia, quello
pre-registrato di fabbrica non pi recuperabile.
REGISTRARE IL MESSAGGIO DI CORTESIA
Installatore Operatore

(messaggio) (beep)
(registrazione)(beep)

PROGRAMMAZIONE Pagina 61
Sollevare il microtelefono.
Premere 7102.
Dopo il beep registrare il messaggio (max 22 secondi).
Al termine del messaggio riagganciare.
Nota: non necessario utilizzare tutto il tempo a disposizione.
Nota: un beep indica lo scadere del tempo di registrazione.
ASCOLTARE IL MESSAGGIO DI CORTESIA
Installatore Operatore

(messaggio) (ascolto)
Sollevare il microtelefono.
Premere 7202.
Durata connessione in viva-voce da allarme
Installatore Operatore


La connessione in viva-voce ha una durata limitata e programmabile (da 1 a 9
minuti). Quando il tempo a disposizione sta per terminare il sistema invia al
chiamato un tono di avviso. A questo punto il chiamato ha ancora dei secondi a
disposizione per prolungare la connessione di un tempo pari alla durata
programmata premendo una cifra qualsiasi diversa dal codice Esclusione (1
di fabbrica), dal codice Riconoscimento (5 di fabbrica) e dal codice Fine (9
di fabbrica).
possibile prolungare la durata per un numero illimitato di volte.
(MINUTI)
Sollevare il microtelefono.
Premere 46.

Pagina 62 PROGRAMMAZIONE
Inserire la durata massima (1, 2 , 9 minuti) della comunicazione in
viva voce con chi ha richiesto soccorso.
Esempio: per programmare la durata della connessione in viva-voce a 6
minuti digitare: .
Selezione ad impulsi o toni multifrequenza (solo
per linea telefonica fissa)
Installatore Operatore


Consente di definire il tipo di selezione sulla linea urbana: se la linea di tipo
multifrequenza non necessario cambiare limpostazione di fabbrica. Se la
linea di tipo decadico occorre impostarla come tale.
(impostazione)
Sollevare il microtelefono.
Premere 61.
Inserire :
0 linea decadica
1 linea multifrequenza
Cicli di chiamate
Installatore Operatore


Consente di programmare il numero di cicli di chiamata che il dispositivo deve
eseguire nel caso di:
allarme diagnostica
allarme credito residuo
chiamata di test automatico.
Di fabbrica i cicli di chiamata sono impostati a 5.
Per lallarme richiesta soccorso i cicli di chiamata sono sempre illimitati e non
possono essere programmati.

PROGRAMMAZIONE Pagina 63
(cicli)
Sollevare il microtelefono.
Premere 62.
Inserire la cifra relativa al numero di cicli di chiamate in allarme (da 0 a
9. Il valore 0 indica 10 cicli di chiamata).
Esempio: per programmare un numero di cicli di chiamata pari a 5
digitare: .
Collegamento a centralino telefonico
Installatore Operatore


Consente di indicare se il dispositivo connesso ad un centralino telefonico o
direttamente alla linea urbana (come nelle impostazioni di fabbrica). Ci
necessario affinch il dispositivo decodifichi correttamente i toni provenienti
dallattacco di linea urbana LTI.
(impostazione)
Sollevare il microtelefono.
Premere 67.
Inserire
0 se il sistema collegato ad un interno di un centralino telefonico
1 se il sistema collegato direttamente alla linea urbana
Nota: quando connesso a centralino telefonico necessario
anteporre ai numeri programmati il prefisso di impegno linea
urbana del centralino stesso.
Risposta automatica
Installatore Operatore

Mediante questa funzione il dispositivo risponde automaticamente alle


chiamate entranti dalla linea urbana. cos possibile programmare il

Pagina 64 PROGRAMMAZIONE
dispositivo da remoto mediante telefono multifrequenza, aprire le porte o
entrare in conversazione con i terminali viva-voce.
Abilitazione della risposta automatica
(numero ring di chiamata)
Sollevare il microtelefono.
Premere 64.
Inserire la cifra relativa al numero di ring di chiamata (da 0 a 9) prima
che il sistema di allarme impegni la linea per rispondere (risposta
automatica). La cifra 0 imposta il numero di ring a 10. Di fabbrica il
valore impostato ad 1.
Durata della connessione dopo la risposta automatica
Consente di programmare la durata massima della connessione dopo la risposta
automatica. Quando il tempo a disposizione sta per terminare il sistema invia
allutente esterno un tono di avviso. A questo punto lutente ha ancora dei
secondi a disposizione per digitare una cifra qualsiasi e prolungare la
connessione di un tempo pari alla durata programmata. Limpostazione di
fabbrica 1 minuto.
(MINUTI)
Sollevare il microtelefono.
Premere 65.
Inserire la cifra relativa alla durata massima (in minuti, da 1 a 9) della
connessione dopo la risposta automatica.

UTILIZZO DI ALTRE FUNZIONI Pagina 65
UTILIZZO DI ALTRE FUNZIONI
Nel seguito viene descritto lutilizzo, locale e da remoto, del sistema di allarme.
Licona indica che la funzione descritta disponibile semplicemente
sollevando la cornetta del telefono locale connesso al sistema di allarme;
Licona indica che la funzione disponibile solo se stata
precedentemente inserita la parola chiave (*<parola chiave>#; di fabbrica:
*0#). Se, sollevando la cornetta, si sente il segnale di invito alla selezione (un
tono lungo seguito da un tono breve) ci indica che la parola chiave stata gi
inserita, altrimenti occorre inserirla.
UTILIZZO DAL TELEFONO LOCALE
Conversazione tra il telefono locale e la cabina
Installatore Operatore

Consente di stabilire dal telefono locale connesso con il sistema di allarme una
conversazione con il viva-voce 1 installato nella cabina.
(conversazione)
Sollevare il microtelefono del telefono locale.
Si stabilisce automaticamente la conversazione con il viva-voce 1.
Nota: la durata massima della conversazione con la cabina di 10
minuti.
Conversazione tra il telefono locale e un viva-
voce a scelta
Installatore Operatore

Consente di stabilire dal telefono locale connesso con il sistema di allarme una
conversazione con uno dei viva-voce a scelta. possibile anche mentre si in
programmazione.

Pagina 66 UTILIZZO DI ALTRE FUNZIONI
(viva-voce) chiamata interna
Sollevare il microtelefono.
Premere:
Per parlare con il Viva-voce 1;
Per parlare con il Viva-voce 2;
Per spegnere tutti i Viva-voce.
Esempio: per parlare con il viva-voce 2 sollevare il microtelefono e
digitare: ; a questo punto per parlare ad esempio col viva-voce 1
digitare , anche senza deporre il microtelefono.
Lattivazione del viva-voce 2 dipende dal tipo di impianto programmato.
Nota: la durata massima della conversazione con un viva-voce di
10 minuti.
Effettuare il test dei viva-voce
Installatore Operatore

Consente di testare il corretto funzionamento dei viva-voce. possibile anche
mentre si in programmazione.
(parametro) (tono) chiamata interna
Sollevare il microtelefono.
Premere:
Per testare il Viva-voce 1;
Per testare il Viva-voce 2.
Se si ascolta un tono e successivamente si entra in conversazione con il
viva-voce scelto il test ha avuto esito positivo.


UTILIZZO DI ALTRE FUNZIONI Pagina 67
Effettuare una chiamata esterna sulla linea
telefonica dal telefono locale
Installatore Operatore

Consente, sia nel caso di linea telefonica fissa, sia nel caso di linea GSM
(mediante linstallazione del modulo proprietario Esse-ti GSM200), di
effettuare chiamate esterne dal telefono connesso al sistema di allarme.
necessario avere inserito la parola chiave (installatore o operatore).
(invito alla selezione) (numero
telefonico) chiamata esterna
Sollevare il microtelefono.
Se si riceve il SEGNALE DI INVITO ALLA SELEZIONE ci indica che si in
programmazione, in caso contrario occorre entrare in programmazione
nel seguente modo: comporre * <parola chiave installatore o
operatore> #. Ad esempio, se la parola chiave impostata di fabbrica (0)
non stata cambiata digitare *0#.
Premere 0.
In presenza di linea telefonica fissa si riceve il tono di invito alla
selezione della linea urbana, mentre in presenza di modulo GSM200 si
riceve il tono di invito alla selezione del sistema di allarme.
Comporre il numero di telefono da chiamare.
Al termine della conversazione riagganciare, poi sollevare la cornetta ed
immettere di nuovo la parola chiave (installatore o operatore) per uscire
dalla programmazione ed evitare che altri non autorizzati effettuino
chiamate. In ogni caso si esce automaticamente dopo 30 minuti.
Nota: nel caso di utilizzo del modulo GSM200 occorre attendere 10
secondi al termine del numero telefonico composto prima che
un tono di conferma segnali linvio della chiamata.
Apertura delle porte (con scheda opzionale)
Permette di comandare i 2 rel RL1 e RL2. necessario aver inserito la parola
chiave (installatore o operatore).

Pagina 68 UTILIZZO DI ALTRE FUNZIONI
Installatore Operatore

Sollevare il microtelefono.
Se si riceve il SEGNALE DI INVITO ALLA SELEZIONE ci indica che si in
programmazione, in caso contrario occorre entrare in programmazione
nel seguente modo: comporre * <parola chiave installatore o
operatore> #. Ad esempio, se la parola chiave impostata di fabbrica (0)
non stata cambiata digitare *0#.
Comporre:
= Rel 1
= Rel 2
Esempio: per aprire la porta collegata al rel 1 comporre: .
Al termine immettere di nuovo la parola chiave (installatore o operatore)
per uscire ed evitare che altri non autorizzati utilizzino la funzione. In
ogni caso si esce automaticamente dopo 30 minuti.
UTILIZZO DA REMOTO CON SISTEMA DI ALLARME A
RIPOSO
possibile chiamare il dispositivo da un telefono remoto (cellulare o telefono
multifrequenza) per :
Programmarlo
Effettuare una connessione con uno qualsiasi dei viva-voce
Testare uno qualsiasi dei viva-voce
Attivare i 2 rel (con scheda opzionale)
A tal fine deve essere abilitata la funzione di Risposta Automatica (attiva nelle
impostazioni di fabbrica).
Per accedere a tutte queste funzioni necessario eseguire le operazioni
seguenti:
Chiamare dallesterno il sistema di allarme. Quando il dispositivo
risponde alla chiamata si riceve una breve serie di toni seguita dal
messaggio di identificazione dellascensore e dal tono di invito alla
selezione.
Al termine del messaggio immettere la parola chiave componendo *
<parola chiave installatore o operatore> #. Ad esempio, se la parola

UTILIZZO DI ALTRE FUNZIONI Pagina 69
chiave impostata di fabbrica (0) non stata cambiata comporre
.
Se i codici sono inseriti correttamente si avr un tono di conferma (tono di
breve durata ripetuto tre volte) altrimenti un tono di errore (tono ripetuto tre
volte).
A questo punto possibile accedere a tutte le funzioni seguenti.
Connessione con un viva-voce
Installatore Operatore

Comporre:
Per parlare con il Viva-voce 1;
Per parlare con il Viva-voce 2;
Per spegnere tutti i Viva-voce.
Lattivazione del viva-voce 2 dipende dal tipo di impianto programmato.
Nota: la connessione in viva-voce ha una durata limitata. Quando il
tempo a disposizione quasi terminato il sistema invia
allutente esterno un tono di avviso. A questo punto lutente
ha ancora dei secondi a disposizione per digitare una cifra
qualsiasi e prolungare la connessione di un tempo pari alla
durata programmata.
Effettuare il test dei viva-voce
Installatore Operatore

Comporre:
Per testare il Viva-voce 1;
Per testare il Viva-voce 2.
Se si ascolta un tono e successivamente si entra in conversazione con il viva-
voce scelto il test ha avuto esito positivo.
Attivazione rel apriporta (con scheda opzionale)
Installatore Operatore

Comporre:
= Rel 1

Pagina 70 UTILIZZO DI ALTRE FUNZIONI
= Rel 2
UTILIZZO DA REMOTO CON ALLARME RICHIESTA
SOCCORSO SOSPESO
Mentre lallarme richiesta soccorso sospeso possibile, come gi descritto nel
paragrafo Allarme di richiesta soccorso pag. 14, chiamare il sistema di
allarme dallesterno per:
Instaurare una connessione in viva-voce con chi ha richiesto il soccorso
Instaurare una connessione in viva-voce con uno dei viva-voce installati
Aprire le porte
Resettare lallarme richiesta soccorso
Nel seguito viene indicato come accedere alle singole funzioni.
Connessione in viva-voce e apertura porte
Mentre lallarme di richiesta soccorso sospeso:
Effettuare dallesterno una chiamata al sistema di allarme.
Appena il sistema di allarme risponde alla chiamata si instaura
automaticamente la connessione in viva-voce con chi ha richiesto il soccorso
(senza la necessit di comporre la parola chiave). Una volta stabilita la
connessione possibile, dopo aver composto la parola chiave, inserire i codici
per aprire le porte o entrare in comunicazione con gli altri dispositivi viva-voce
eventualmente presenti nellimpianto (vedi Utilizzo da remoto con sistema di
allarme a riposo).
Resettare lallarme richiesta soccorso da remoto
Questa procedura consente di resettare da remoto un allarme sospeso.
Chiamare il dispositivo dallesterno.
Ascoltati i messaggi, si instaura automaticamente la comunicazione con
chi ha richiesto il soccorso.
Comporre <parola chiave installatore o operatore> . Ad esempio
se la parola chiave non stata modificata rispetto alle impostazioni di
fabbrica digitare: .
Premere cancelletto . Si sente il tono di conferma.

UTILIZZO DI ALTRE FUNZIONI Pagina 71
Comporre il codice Fine ( di fabbrica). La linea telefonica viene
chiusa.

Pagina 72 UTILIZZO DI ALTRE FUNZIONI
PROTOCOLLO ADEMCO CONTACT ID
Di seguito vengono riportati i dettagli relativi allutilizzo del protocollo
Ademco Contact ID.
Il formato dei messaggi inviati secondo il protocollo il seguente:
ACCT MT QXYZ GG CCC S
La tabella descrive il significato di ciascun campo e lutilizzo da parte del
sistema di allarme.

CAMPO SIGNIFICATO UTILIZZO con il sistema di
allarme
ACCT
4 cifre dellidentificativo (cifre
da 0 a 9).
Vedere la programmazione al
paragrafo Programmazione
identificativo protocolli del
presente fascicolo. Non possono
essere utilizzate lettere.
MT Tipo di messaggio Sempre impostato a 18
1=Nuovo
allarme
Impiegato per ogni nuovo evento
di allarme
3=Fine allarme Impiegato solo nella chiamata di
notifica di fine allarme da locale
Q
Qualificatore
di evento
6=Allarme
ancora in corso
Mai impiegato
140= Pulsante richiesta soccorso
301 = Allarme mancanza rete
302 = Allarme batteria scarica
307 = Allarme diagnostica
330 = Allarme da centralina
ascensore
380 = Allarme ausiliario
XYZ Codice del tipo di allarme
600 = Test automatico
GG Gruppo Sempre impostato a 00
CCC Zona Sempre impostato a 000
S Checksum Checksum


MANUTENZIONE Pagina 73
MANUTENZIONE
Non ci sono, nel dispositivo, parti che hanno bisogno di manutenzione o che
possono essere sostituite dallutente in caso di guasto.
Rivolgersi al centro di assistenza in caso di malfunzionamenti.
ATTENZIONE:
Quando si effettua la manutenzione dellimpianto
ascensore necessario disabilitare lingresso filtro.


Pagina 74 GUIDA RAPIDA PROGRAMMAZIONE
GUIDA RAPIDA PROGRAMMAZIONE
Nelle tabelle:
INST indica che la programmazione consentita allinstallatore;
OPER indica che la programmazione consentita alloperatore.
Le programmazioni di fabbrica vengono evidenziate in neretto.
PROGRAMMAZIONE DI BASE
PROGRAMMAZIONE DI BASE
ACCESSO ALLA
PROGRAMM.
<parola chiave INSTALLATORE o OPERATORE>
(di fabbrica: )
USCITA DALLA
PROGRAMM.
<parola chiave INSTALLATORE o OPERATORE>
(di fabbrica: )
Linea telefonica fissa (con scheda opzionale)
TIPO DI LINEA
USATA

Modulo Esse-Ti GSM 200
SORGENTE: RICEVENTE:
pulsante
richiesta
soccorso
ADEMCO
allarme
diagnostica
UTENTE
ESSE-TI
chiamata
periodica di
test
automatico
CLI
NUMERI
TELEFONICI


(POSIZ.
da 01 a
12)
allarme
credito
residuo
SMS

(num.telef.
max 20
cifre)

GUIDA RAPIDA PROGRAMMAZIONE Pagina 75

PROGRAMMAZIONE DI BASE
giorno della settimana:
DOMENICA
LUNEDI
MARTEDI
MERCOLEDI
GIOVEDI
VENERDI
DATA

SABATO
(gg) (mm) (aa)
ORA


(hhmm) da 0000 a 2359

Messaggio identificazione
(22 sec.) REGISTRARE I
MESSAGGI

Messaggio di cortesia
(22 sec.)
(beep) Registrare
Messaggio identificazione
ASCOLTARE I
MESSAGGI

Messaggio di cortesia
(ascolto)
= 1 viva-voce;
TIPO DI
IMPIANTO

= 2 viva-voce.
= ALLARME DISABILITATO
ALLARME
DIAGNOSTICA
(INST/OPER)

= ALLARME ABILITATO
IDENTIFICAT.
PROTOCOLLO
ADEMCO
(INST)

IDENTIFICATIVO a 4 CIFRE:


IDENTIFIC.
PROTOCOLLO
ESSE-TI
(INST)

IDENTIFICATIVO a 10 CIFRE:



Pagina 76 GUIDA RAPIDA PROGRAMMAZIONE

Periodicit
giorni

(giorni 1-9)
Ora della
chiamata

(hhmm) da 0000 a 2359
TEST AUTOMATICO NON
ABILITAT0
Abilitazione
del test
automatico

TEST AUTOMATICO ABILITATO
DATI TEST
AUTOMATICO
(INST)
Effettuare una
chiamata di test
manualmente

= ALLARME DISABILITATO Abilitazio-
ne

= ALLARME ABILITATO
Soglia

(credito limite in Euro)
Forzare una
richiesta

CREDITO
RESIDUO
(INST/OPER)
Ascolto credito

VIVAVOCE 1 VOLUMI
VIVAVOCE

VIVAVOCE 2
... (volume altoparlante)
... (sensibilit microf.)
MESSAGGI
GONG GIORNO
VOLUMI
MESSAGGI

GONG NOTTE
... (volume)
RIASCOLTO
PROGRAMMAZ.
... (prefisso codice programmazione)
RIPRISTINO
IMPOSTAZ. DI
FABBRICA



GUIDA RAPIDA PROGRAMMAZIONE Pagina 77

PROGRAMMAZIONE AVANZATA
PROGRAMMAZIONE AVANZATA
CAMBIO PAROLA
CHIAVE
INSTALLATORE
(INST)

(vecchia) .. (nuova) .. (nuova)
CAMBIO PAROLA
CHIAVE OPERATORE
(INST)

(vecchia) .. (nuova) .. (nuova)
= NORMALMENTE CHIUSO
PULSANTE DI
ALLARME
NORMALMENTE
CHIUSO/APERTO
(INST)

= NORMALMENTE APERTO
RITARDO PER IL
PULSANTE DI
ALLARME
(INST)

da 2 a 9 secondi
= DISABILITATO
ABILITAZIONE
FILTRO
(INST/OPER)

= ABILITATO
= NORMALMENTE CHIUSO
INGRESSO FILTRO
NC/NA
(INST/OPER)

= NORMALMENTE APERTO
RICONOSCIMENTO
(INST)

(da 1 a 3 cifre) [ ]
ATTIVAZIONE
VIVAVOCE
(INST)

(da 1 a 3 cifre) [ ]
FINE
(INST)

(da 1 a 3 cifre) [ ]
ESCLUSIONE
(INST)

(da 1 a 3 cifre) [ ]
DURATA
CONNESSIONE IN
VIVA-VOCE DA
ALLARME
(INST)

MINUTI, da 2 a 9

Pagina 78 GUIDA RAPIDA PROGRAMMAZIONE
PROGRAMMAZIONE AVANZATA
= IMPULSI DECADICI
SELEZIONE AD
IMPULSI O TONI
MULTIFREQUENZA
(INST)

= TONI MULTIFREQUENZA
CICLI DI CHIAMATE
(INST)

(cicli da 0 a 9; 0= 10 cicli)
= CENTRALINO
COLLEGAMENTO A
CENTRALINO O
LINEA URBANA
(INST)

= LINEA URBANA
RISPOSTA
AUTOMATICA
(INST)

(numero di squilli prima della risposta, da 0 a
9; 0= 10 squilli; 1 valore di fabbrica)
DURATA CONNESS:
DOPO RISPOSTA
AUTOMATICA

(MINUTI da 1 a 9)

GUIDA RAPIDA - UTILIZZO Pagina 79
GUIDA RAPIDA - UTILIZZO
UTILIZZO LOCALE
UTILIZZO LOCALE
CONVERSAZIONE
CON LA CABINA
CONVERSAZIONE
CONNESSIONE
CON UN VIVA-
VOCE
= VIVAVOCE 1
= VIVAVOCE 2
= DISATTIVA TUTTI
CHIAMATE
ESTERNE
<PAROLA CHIAVE INSTALLATORE o
OPERATORE> <NUMERO TELEFONICO>
RELE 1
COMANDO RELE
(con scheda
opzionale)
<PAROLA CHIAVE
INSTALLATORE o OPERATORE>

RELE 2

UTILIZZO DA REMOTO CON SISTEMA DI ALLARMEA
RIPOSO
CHIAMARE IL SISTEMA DI ALLARME, ATTENDERE LA
RISPOSTA. COMPORRE <parola chiave INSTALLATORE o
OPERATORE> (di fabbrica: ).
ORA SI POSSONO UTILIZZARE I SEGUENTI SERVIZI (OLTRE A
POTER EFFETTUARE TUTTE LE PROGRAMMAZIONI):
UTILIZZO DA REMOTO CON SISTEMA DI ALLARME A
RIPOSO
= VIVAVOCE 1
= VIVAVOCE 2
CONNESSIONE CON UN VIVA-VOCE
= DISATTIVA TUTTI
= RELE 1 COMANDO RELE APRIPORTA
(con scheda opzionale)
= RELE 2



Pagina 80 CARATTERISTICHE TECNICHE
CARATTERISTICHE TECNICHE
Toni
Invito alla selezione


Occupato


Conferma e avvertimento tempo connessione scaduto


Errore locale


Errore da remoto

LED di segnalazione stato dispositivo
Normale funzionamento non in allarme con filtro disabilitato

Normale funzionamento non in allarme con filtro abilitato

Allarme


CARATTERISTICHE TECNICHE Pagina 81
Led di segnalazione campo GSM (solo con
modulo GSM200)
Normale funzionamento assenza di segnale

Normale funzionamento basso livello di segnale

Normale funzionamento medio livello di segnale

Normale funzionamento alto livello di segnale

Alimentazione
Tensione alimentazione ............... 12Vcc nominali, 11.5Vcc min., 14.0Vcc max
Consumo in stand-by.................. linea fissa < 100 mA; linea GSM < 150 mA
Consumo in conversazione.......... linea fissa < 200 mA; linea GSM < 300 mA
Fusibile auto-ripristinabile sullalimentazione .....................................................
Tensioni interne ............................................................................... +3,3V, +5V
Sistema di segnalazione
Tipo di selezione decadica o DTMF su linea urbana............................................
Rapporto impulsi ...........................................................................60/40 +/- 10%
Frequenza impulsi.......................................................................... 10Hz +/- 10%
Generatore di toni ....................................................................... 659 Hz, 740 Hz
Generatore DTMF ................................................................................................
Riconoscimento toni di linea urbana ........................................................ 425 Hz
Riconoscimento toni di HANDSHAKE ................................. 1400 Hz, 2300 Hz
Messaggi vocali
Messaggi vocali ................................................................................................60
Tempo totale di registrazione ..................................................................... 4 min

Pagina 82 CARATTERISTICHE TECNICHE
Messaggio identificazione ascensore..........................................personalizzabile
Messaggio cortesia diffuso in cabina..........................................personalizzabile
Trasmissione dati/Comunicazione
Modem v.23 integrato se collegato alla linea fissa ........................ 1200 bps FSK
Modem GSM se collegato al modulo GSM200..................................... 9600 bps
Uscita linea seriale asincrona per collegamento ascensore.............. TTL protetta
Comunicaz. con tel. cellulare (Windows Mobile) ....scheda opzionale Bluetooth
Protocolli
Protocollo teleprogrammaz./allarmi/chiamate periodiche ....... PROPRIETARIO
Protocollo controllo ascensore................................................. PROPRIETARIO
Protocollo centro servizi .......................................... Ademco Contact ID, Esse-ti
Terminazioni telefoniche
Connessioni alla rete telefonica pubblica ..................... 1 (con scheda opzionale)
Connessioni alla rete GSM..............1 RJ45 (con modulo proprietario GSM200)
Connessioni telefoni interni .....................................................1 (RJ11/morsetto)
Connessioni terminali viva-voce ........................................................................2
Connessioni
Linea interna Linea telefonica esterna
Linea interna Viva-voce
Linea telefonica esterna Viva-voce
Ingressi / Uscite
Tasto reset.............................................................................................................
Ingressi di allarme ..............................................................................................2
Ingressi filtro ......................................................................................................1
Ingressi gong ......................................................................................................1
Uscite (spia allarme inviato, spia allarme registrato)..........................................2
Led (segnalazione stato dispositivo/campo GSM)..............................................2
Uscite per rel apriporta....................................2 (24V 1A) su scheda opzionale

CARATTERISTICHE TECNICHE Pagina 83
Sistema di sicurezza
Memoria EEPROM per mantenimento dati in assenza denergia ........................
Batteria interna per mantenimento dati orologio ......................................... NiCd
Sistema watch-dog................................................................................................
Possibilit di aggiornamento firmware e parametri personalizzati con chiave
FlashKey o con chiave BluKey e smartphone .....................................................
Altre caratteristiche
Montaggio............................................................................................guida DIN
Dimensioni (supporto plastico incluso) .......................................111x90x50 mm
Dimensioni (con schede accessorie supporto plastico).............111x90x66 mm
Peso dispositivo...........................................................................................130 g
Dichiarazione di conformit CE
La societ Esse-ti S.r.l. con sede in Zona Ind. Squartabue, I-62019 Recanati
(MC), Italia, dichiara che il presente dispositivo conforme alle seguenti
norme:
TBR21 (Requisiti per le apparecchiature terminali che
devono essere collegate alla rete telefonica analogica pubblica)
EN50082-1, EN55022 (Compatibilit elettromagnetica)
EN41003, EN60950 (Sicurezza elettrica)
EN 81-28:2004 (Regole di sicurezza per sistemi di allarme
negli ascensori)
EN 81-70:2004 (Regole di sicurezza per la costruzione e
l'installazione degli ascensori - Applicazioni particolari per ascensori per
passeggeri e per merci - Accessibilit agli ascensori delle persone,
compresi i disabili)
e soddisfa i requisiti della Direttiva 1999/5/CE del parlamento Europeo e del
Consiglio del 9 marzo 1999 riguardante le apparecchiature radio, le
apparecchiature terminali di telecomunicazioni e il reciproco riconoscimento
della loro conformit.
La conformit a questi requisiti espressa mediante la marcatura .

Pagina 84 NUMERI TELEFONICI PROGRAMMATI
NUMERI TELEFONICI PROGRAMMATI
POSIZIONE
SORGENTE
ALLARME
RICEVENTE
ALLARME
NUMERO
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
APPENDICE 1

INFORMAZIONI AGGIUNTIVE PER LINSTALLATORE
MESSA IN SERVIZIO DELLASCENSORE
Prima di mettere in servizio lascensore, dovr essere verificato il corretto
funzionamento del sistema di allarme.
MESSA IN MANUTENZIONE DELLASCENSORE
Prima di procedere alla manutenzione dellascensore occorre disabilitare la
funzione di filtro (vedi pag. 55 del manuale) per evitare che in caso di
intrappolamento del personale di manutenzione lallarme non parta. Alla fine
dellintervento la funzione va ripristinata.
PULSANTE DI ALLARME E INFORMAZIONI CABINA
Il pulsante di allarme dovr essere di tipo antivandalismo, di colore giallo e recante
il simbolo della campana.
Allinterno della cabina dovr essere presente una targa indicante che lascensore
equipaggiato con un sistema di allarme collegato ad una squadra di soccorso.
INFORMAZIONI COMPLEMENTARI
Viene riportato un promemoria delle informazioni che linstallatore di questo
dispositivo dovr comunicare al proprietario dellascensore
PROMEMORIA PER IL PROPRIETARIO DELLASCENSORE
1 Assicurarsi che il sistema di allarme sia collegato ad un servizio di soccorso.
2 Il sistema di allarme deve essere sempre in funzione.
3 Se il sistema di allarme non funziona correttamente lascensore deve essere
posto fuori servizio.
4 Verificare periodicamente con il test manuale il funzionamento del sistema di
allarme.
5 Luso principale dellallarme la possibilit, per le persone intrappolate, di
chiamare uno o pi numeri telefonici di soccorso, con la semplice pressione
del pulsante di allarme posto nella cabina e di stabilire una conversazione in
viva-voce
6 Lapparecchiatura non richiede manutenzione.
7 Per cambiare i numeri telefonici di soccorso vedi pag. 37 del manuale.

Viene riportato un promemoria delle informazioni che il proprietario dellascensore
dovr comunicare al servizio di soccorso.
PROMEMORIA PER IL SERVIZIO DI SOCCORSO
1 La necessit di stabilire una conversazione con le persone intrappolate e di
informarle sullo stato delle operazioni di soccorso
2 La frequenza del test manuale
3 La frequenza del test automatico
4 Lindirizzo e la localizzazione dellascensore
5 Come accedere allascensore e gli eventuali rischi
6 Il tempo di funzionamento dellallarme in caso di mancanza rete



GUIDA RAPIDA PER PARTIRE SUBITO
1 COLLEGARE E PROGRAMMARE
Questo dispositivo programmato con le impostazioni di fabbrica (pag. 48 del
manuale). Per rendere subito operativo il sistema di allarme occorre:
Collegare:
1 Viva-voce (attenz. alla polarit) morsetti VV1+ VV1-
Pulsante di allarme morsetto AL1
Un normale telefono morsetti TEL o connettore RJ11
Linea telefonica fissa (con scheda opzionale) o modulo GSM200
Alimentazione morsetti BATT
Entrare in programmazione dal telefono componendo *0#
Programmare lorologio interno (pag. 39)
Programmare il tipo di linea (pag. 36: Linea urbana=660; Modulo GSM200=661)
Programmare un numero telefonico (pag. 37 es. 023465789 comporre 210112
023465789 #)
Registrare il messaggio di identificazione (pag. 40: comporre 7101 e dopo il beep
registrare)
Per due viva-voce occorre collegare il secondo viva-voce, il secondo pulsante di
allarme e programmare 2 sul tipo di impianto (pag. 41).
2 INVIARE UN ALLARME
Dopo aver premuto il pulsante di allarme per pi di 2 sec.(valore di fabbrica) il
sistema di allarme effettua la chiamata di soccorso al numero memorizzato.
3 RISPONDERE AD UN ALLARME
Rispondere dal numero chiamato e comporre (valori impostati in fabbrica):
5 per ascoltare il messaggio di identificazione
registrato
codice riconoscimento
Comporre 0 per passare in viva-voce o attendere la fine del messaggio e la
connessione automatica in viva-voce
1 per sospendere l allarme richiesta soccorso codice esclusione in allarme
Per terminare lallarme richiesta soccorso comporre *0# (valore di fabbrica) #9 dal
telefono locale. Il dispositivo genera una chiamata automatica al numero
programmato. Rispondere dal numero chiamato, comporre 5 per ascoltare il
messaggio, poi 9.





ST56
Edizione 07/07/2009