Вы находитесь на странице: 1из 60

МИНИСТЕРСТВО НАУКИ И ВЫСШЕГО ОБРАЗОВАНИЯ

РОССИЙСКОЙ ФЕДЕРАЦИИ

ФЕДЕРАЛЬНОЕ ГОСУДАРСТВЕННОЕ БЮДЖЕТНОЕ


ОБРАЗОВАТЕЛЬНОЕ УЧРЕЖДЕНИЕ ВЫСШЕГО ОБРАЗОВАНИЯ
«САНКТ-ПЕТЕРБУРГСКИЙ ГОСУДАРСТВЕННЫЙ
ЭКОНОМИЧЕСКИЙ УНИВЕРСИТЕТ»

КАФЕДРА РОМАНО-ГЕРМАНСКОЙ ФИЛОЛОГИИ И ПЕРЕВОДА

Н.О. АТАМАНОВА

ИТАЛЬЯНСКИЙ ЯЗЫК В СФЕРЕ


МЕЖДУНАРОДНЫХ ОТНОШЕНИЙ

Учебное пособие

ИЗДАТЕЛЬСТВО
САНКТ-ПЕТЕРБУРГСКОГО ГОСУДАРСТВЕННОГО
ЭКОНОМИЧЕСКОГО УНИВЕРСИТЕТА
2018
ББК 81.473.1
А92

Атаманова Н.О.

А92 Итальянский язык в сфере международных отношений : учебное


пособие/ Н.О. Атаманова. – СПб. : Изд-во СПБГЭУ, 2018. – 59 с.

ISBN 978-5-7310-4342-7

В учебном пособии использованы неадаптированные материалы


по тематике международных отношений, партийному дискурсу, науч-
ному письму, деловому общению. Источниками для отбора представ-
ленного материала послужили официальные сайты международных
организаций, итальянских партий, специализированные журналы. Вос-
нову лексических упражнений легли методологические разработки ире-
комендации ведущих переводчиков итеоретиков перевода.
Предназначено для формирования устудентов бакалавриата има-
гистратуры (уровень А2-В1) навыков перевода специфических текстов
вобласти международных отношений.

The tutorial uses non-adapted materials on the subject of international


relations, party discourse, scientific writing, business communication. Sources
for the selection of the material presented were official websites of international
organizations,Italian parties, specialized magazines. The lexical exercises were
based on methodological developments and recommendations of leading
translators and translation theorists.It is designed to create undergraduate and
graduate students (level A2-B1) the skills of translating specific texts in the field
of international relations.
ББК 81.473.1

Рецензент канд. филол. наук, доц. Е.Е. Верезубова

ISBN 978-5-7310-4342-7

© СПбГЭУ, 2018
ПРЕДИСЛОВИЕ

Использование представленного пособия вучебном процессе на-


правлено на освоение следующих компетенций:
— владение политически корректной корпоративной культурой
международной среде, способность использовать особенности местной
деловой культуры зарубежных стран;
— готовность и умение вести диалог, переписку, переговоры на
иностранном языке врамках уровня поставленных задач;
—способность выполнять письменные иустные переводы мате-
риалов профессиональной направленности синостранного языка на
русский исрусского на иностранный язык;
—владение техниками установления профессиональных контак-
тов иразвития профессионального общения, втом числе на иностран-
ных языках. Студенту предлагается проанализировать использование
тех или иных лексико-грамматических конструкций впредставленных
текстах, осуществить перевод, опираясь на социально-политические
реалии страны изучаемого языка.

1. ОСНОВНЫЕ ПОНЯТИЯ ТЕОРИИ ПЕРЕВОДА

Политический язык— это особая подсистема, функционирующая


по своим законам. Напомним, что помимо общественно-политических
текстов, описывающих события, происходящие как во внутренней,
так и во внешней политике, к данному виду можно также отнести
и выступления политиков, программы партий, нормативные акты
международных организаций идр. особенностями итальянского по-
литического языка являются использование безличной формы (3л.ед.
ч.), элизия (отсутствие предлогов), использование пассивной формы,
отсутствие личных местоимений.
Прежде чем перейти непосредственно кпрактике перевода обще-
ственно-политического текста, следует ознакомиться с некоторыми
понятиями итальянской лексикологии.

3
Полисемия (polisemia)@— одна из основных характеристик системы
слов выражать несколько значений. Из контекста выделяется то или
иное значение слова, его грамматическая составляющая. Сначала
определяется структура переводимой фразы, и только после этого
нужно переходить кпереводу.
ha fatto un esame brillante /le ha regalato un magnifio brillante.
В первом предложении слово brillante является прилагательным,
имы можем перевести его как «блестящий, превосходный»; во втором
предложении это существительное «бриллиант».
К полисемичным словам витальянской лексикологии относятся
также слова, которые выражают конкретное или абстрактное значе-
ние*: ho scritto una poesia— la poesia è un genere letterario.
Также слова могут совпадать по смыслу, но иметь различную эти-
мологию (омонимы). Например, мандарин— ci sono ancora mandarini—
может иметь значение: есть ли еще мандарины (в Китае) или есть ли
еще мандарины (в магазине).
Омографы (omogramma) — слова, совпадающие по написанию.
Например:
il radio — радий, лучевая кость; la radio — радио. Или же фраза
Franco è un nipote di Luciano может быть переведена вне контекста как
Франко— внук / племянник
E s e r c i z i o 1.@ Inserite le parole in corsivo facendo l’attenzione
all’articolo e poi fate la traduzione:
rosa, viola, capitale, radio, lama, fie.
1. Mario ha il braccio ingessato perché si è rotto_____.
2. C’è una trasmissione interessante. Per favore accendi _____.
3. _____ è un animale che vive in Sudamerica.
4. Attento! _____ di quel coltello è molto tagliente.
5. _____ di questi ciclamini è molto intenso.
6. Al conservatorio ho cominciato a suonare _____.
7. Роза— королева среди цветов.
8. Тебе очень идет розовый цвет.
9. Рим— столица Москвы.
10. Все ждут снетерпением начала учебного года.
11. Лезвие затупилось, нужно его заточить.
12. Сиреневые розы не растут вестественных условиях.
13. Лама редко встречается внаших краях.

4
E s e r c i z i o 2 .@Traducete in italiano.
1. Мы не можем терять время.
2. Сегодня хорошая погода.
3. Они переехали вдеревню.
4. Вы провели новую рекламную кампанию.
5. Вот одна из выдержек из его романа.
6. Яхотел бы выпить ристретто.
7. Скорый поезд называется intercity.
Антонимы@ — слова, имеющие противоположное значение; они
взаимно отрицают ивто же время предполагают друг друга*. Вита-
льянском языке существуют три типа такой оппозиции:
1) полные антонимы (antonimi) *** указывают на противоположные
значения на одной семантической шкале, например: alto — basso,
freddo— caldo, grande— piccolo.
Так, всемантической шкале «жарко— холодно» мы можем выде-
лить промежуточные состояния: «тепло», «свежо», «прохладно»;
2) дополняющие антонимы (complementari)— это пара слов или
терминов, которые исключают друг друга ине имеют промежуточной
градации между собой, например: vivo — morto, maschio — femmina,
parlare— tacere;
3) конверсивные антонимы (inversi) выражают одно и то же от-
ношение, так, слова «покупать» и «продавать» относятся к одному
и тому же событию, имеющему противоположный смысл сточки зре-
ния продавца ипокупателя. другими примерами могут служить такие
лексические пары как dare— ricevere, marito— moglie, prima— dopo.
Антонимы являются очень сильным стилистическим средством
языка ииспользуются для передачи контрастов, реализации приема
антитезы ипоэтической речи, поэтому при их переводе нужно обратить
особое внимание на ту функцию, которую они несут ((это может быть
взаимоисключение, дополнение или инверсия): S’incontrarono. Onda e
scoglio,Verso e prosa, fimma e ghiaccio.
Также при переводе нужно учитывать следующие факты:
—культурологическая составляющая антонимов; например, сло-
ва «розовый» и«голубой» не являются фиксированной парой антони-
мов витальянском языке, но взависимости от контекста могут являть-
ся таковыми выражения: ficco rosa — ficco celeste употребляются
взависимости от того, кто родился— девочка или мальчик;

5
— историческая составляющая. Например, лексическая пара
monarchia— repubblica были парой антонимов впослевоенные годы,
когда стоял вопрос оформе правления вИталии, играждане на рефе-
рендуме 1948г.должны были сделать выбор между республикой имо-
нархией. После победы республики стилистический накал этой анто-
нимической пары нивелировался;
—морфологическая составляющая. Зная, что при помощи при-
ставок in-, s-, dis-, можно образовать антоним, нужно помнить, что
втаком случае образуется не только антоним, но исовершенно другое
значение, например, vestire— investire(одеваться— инвестировать).
E s e r c i z i o 3.@Raggruppate le seguenti parole in tre gruppi: antonimi,
complemetari, inversi.
Prestare— restituire; nascere— morire; davanti— dietro; burbero—
gentile; opaco — lucido; vuoto — pieno; fiire — cominciare; vittoria —
sconfitta; nubile— sposata; piangere— ridere; paura— coraggio; imparare—
insegnare; naturale— artifiiale; andata— ritorno;sopra— sotto.
E s e r c i z i o 4.@Formate il contrario delle parole.
Inizio — ...; passivo — ...; giovane — ...; senza — ...; piccolo — ...;
avanti— ...; lontano— ...; aumentare— ...; bene— ...; malato— ...; falso—
...; logico— ...; piacere— ...;largo— ...; minore— ... .
Синонимы (sinonimi) — слова, близкие по своему значению, вы-
ражающие одно ито же понятие, но различающиеся или оттенками,
или стилистической окраской, или тем идругим*. Чаще выбор того
или иного синонима зависит не от предметной или тематической
стороны контекста, аот жанра истиля. Ситуация. Мы сидим за столом
смалознакомыми людьми ислучайно пролили томатный соус на ру-
башку :
mi sono fatto una macchia, если же мы находимся вкругу друзей— mi
sono fatto una patacca**.
В итальянском языке существуют частичные синонимы,
например:abitare— vivere. выделяются местные или локальные сино-
нимы, например: scopa-granata (Toscana), fagiolini— tegoline (Veneto)—
cornetti (Lombardia).
При выборе синонима во время перевода важно учитывать регистр
языка, то есть, для кого предназначается текст. Нужно понимать, кем
являются говорящие: друзьями, коллегами, малознакомыми людьми,
публичными деятелями. Выделяют 8регистров: изысканный, идеально
нормированный (при общении сособо важными людьми), официаль-

6
ный и нейтральный (при общении с незнакомыми людьми), нефор-
мальный иразговорный (со знакомыми людьми идрузьями), фамильяр-
ный ипростонародный (с членами семьи иблизкими людьми).
E s e r c i z i o 5.@Indicate il registro:
1. Cosa credi che sia andato a vedere, lo zoo?
2. Prego, entri!
3. Cameriere, il conto!
4. Le dispiacerebbe portarci il conto?
5. È per me un piacere e un onore porgere a nome della cittadinanza il
più vivo saluto ad un uomo che con il suo ingegno ha onorato la nostra città.
6. Signore e signori, buona sera.
7. Ecco a voi il programma della serata!
E s e r c i z i o 7.@Sostituite le parole in corsivo dai sinonimi: avere, niente,
valido, ci sono, farà di nuovo,capace, se no, di, con, anche.
1.Indossava gonna arancia e giacca blu.
2. Non ci dicono mai nulla.
3. Pensi che il biglietto del metro sia ancora buono?
4. Esistono poche probabilità di vittoria.
5.Venga, altrimenti non so come fare.
6. Durante il giorno è caduta tanta pioggia.
7. Pure Giuseppe ha la stessa opinione.
8. Andiamo al mare in compagnia di Martina.
9. Non era in grado di lavorare bene.
10. Sono quasi certo che lo rifarà.

Риторические фигуры

Метафора (metafora)@— перенос значения слова на основе сходства,


аналогии*:
il leone è l re della foresta. quella donna è una balena.
E s e r c i z i o 8.@Traducete in russo:
1. Non si può dire che Luigi sia un’aquila.
2. Lo capisce anche quell’oca di Elena.
3. Chi è quell’asino che ha scritto collo con una l?
4. Quel professore ha una memoria da elefante.
5. Sua sorella è una vipera.
6. Giuseppe ha la testa dura.
7. Questo personaggio è una donna senza cuore.

7
8. Mia zio non sa comprare, ha le mani bucate.
9. Questo ragazzo è senza cervello— passa col rosso.
10. Dopo questo lavoro lui ha veramente un buco allo stomaco.
E s e r c i z i o 9.@Traducete in italiano:
1. Яне думал, что он настолько богат, его дом— просто хоромы!
2. После отъезда жены вдоме воцарился хаос.
3. Если ты мне поможешь сэтим заданием, ты будешь просто ангел.
4. Не доверяйте ему срочной работы— он медлителен, как чере-
паха.
5. Маленькие дети, как попугаи, повторяют все слова за взрос-
лыми.
6. Сним разговаривать, как со стеной,— невозможно ни очеем
договориться!
7. Очем он говорит?! Он совсем потерял голову!
8. Это платье очень легкое, словно перышко.
9. Унее действительное золотые руки.
10. Эта книга— плод его пятилетней работы.
Анафора (anafora)@— повторение сродных звуков, слов, фраз ввы-
сказывании для усиления его смысла*, например: solo un pazzo poteva
comportarsi così, solo un folle poteva dire simili cose.
E s e r c i z i o 10. Traducete in russo:
1. Erano le donne che avevano conservato le lettere, erano le donne le
mie interlocutrici più preziose.
2. È lui che ha fatto il danno, è lui che deve pagare.
3. Per me si va nella città dolente, per me si va nell’etterno dolore, per
me si va tra la perduta gente.
4. «Laudato sì mio signore per frateVento... Laudato sì mio signore per
Sora nostra matre...»
Антитеза (antitesi)— фигура речи, состоящая врезком противопо-
ставлении сочетаемых слов*: provava per lei un sentimento d’amore tenero
e violento.
E s e r c i z i o 11. Traducete in russo:
1. Pace non trovo e non ho da far guerra.
2. La grande industria dei piccoli elettrodomestici.
3. Sopra qualsiasi cielo, sopra qualsiasi terra.
4. Presume di rifar tutto, perché nulla sa fare.
Аллюзия — непрямая ссылка на известных людей, события, по-
словицы ипоговорки: vittoria di Pirro, un don Abbondio.

8
E s e r c i z i o 12. Traducete in russo:
1. E’una creatura nuova, un Davide dell’Europa del sud che difende le
ragioni di chi è stato schiantato dalle politiche della austerità e si erge contro
questo Golia, questo gigante teutonico fatto di liberismo.
2. C’è pero un «elephant in the room» piuttosto ingombrante, un aspetto
della leadership renziana inspiegabilmente ignorato da commentatori ed
editorialisti della politica italiana ed è la sua leadership vista come rapporto
di scambio costante tra leader e followers, cioè tra il politico e i suoi
elettori.
3. Lo faremo con i decreti che hanno usato loro, lo faremo in brevissimo
tempo: leggi anticorruzione, proteggeremo il Made inItaly, la piccola e media
impresa.
4. La cultura in Italia — ha ricordato Vittorio Emiliani — resta una
cenerentola.
5. Venerdì a Bruxelles c’era chi si chiedeva che cosa succederà, per
esempio, se fra un anno o due anche la Slovenia, o la Bulgaria, o qualunque
altro Stato, infrangeranno le regole del Patto: «linea flssibilista» anche per
loro, o invio immediato della Trojka (la commissione mista Ue-Bce-Fmi)
secondo gli stessi criteri già seguiti per la Grecia o il Portogallo?
E s e r c i z i o 13. Al posto dei puntini inserite il verbo necessario:
1. Che beni e servizi e’in grado di ...?
2. L’economia si preoccupa di ... il massimo da cio’ che abbiamo.
3. Non si possono ... tuttiIbisogni materiali della societa’.
4. Bisogna ... la massima soddisfazione possible.
E s e r c i z i o 14.@Imparate i contrari: migliorare@— peggiorare; favorire@—
impedire, ostacolare. Sostituite le parole in neretto con un loro contrario:
1.Ostacola il progresso. 2.Impedisce ogni iniziativa. 3.Il tuo carattere
e’migliorato. 4. La situazione economica e’ notevolmente peggiorata.
5.Questo provvedimento favorisce l’inflazione. 6.Cio’ impedisce il normale
svolgimento dell’attivita’.
E s e r c i z i o 15. Al posto dei puntini mettete la preposizione necessaria:
1.Questa impresa si occupa ... importazione ed esportazione.
2.Esaminiamo ... maggiore dettaglio le diverse categorie. 3.Bisogna trarre
il massimo ... cio’ che abbiamo. 4.La pubblicita’ ci convince che abbiamo
assoluto bisogno ... beni che altrimenti non si saremmo nemmeno sognati ...
comprare. 5.Che cosa s’intende ... risorse economiche? 6.Le risorse vengono
suddivise ... due ampie categorie.

9
E s e r c i z i o 16. Al posto dei puntini mettete l’articolo necessario oppure
cancellate i puntini:
1. Vogliamo ottenere ... massimo vantaggio con ... minima spesa.
2. All’economia sono dedicate ... apposite ricerche statistiche.
3. Tra ... bisogni materiali rientrano le esigenze delle imprese.
4. C’e’ bisogno del parere di ... tecnico.
5. La cooperative e’... impresa produttiva.
6. Che cosa s’intende per ... esigenze economiche?
E s e r c i z i o 17. Formate il verbo da:
Definizione, pagamento, spesa, indicazione, consumatore, scelta,
preferenza, comportamento, investimento, distribuzione
E s e r c i z i o 18. Trovate i contrari di:
Pagamento in natura, prezzo variabile, prezzo di vendita, crescere di
prezzo, prezzo maggiorato, reddito elevato
E s e r c i z i o 19. Aggiungete un aggettivo ai sostantivi seguenti:
Grandezze, ricerca, scienza, impresa, denaro, produzione, sforzo,
comportamento, risorse, problema
***
Economica, aggregate, concorrente, contante, corrente, utilizzabili,
mondiale, aggiuntivo, consueto, disponibili, centrale, scarse
E s e r c i z i o 20. Aggiungete un completemento diretto ai verbi seguenti:
Individuare, fornire, riconoscere, migliorare, riempire, coordinare,
ricavare, segnalare, massimizzare
un profitto, la qualita’, il carello della spesa, i consumatori, indicazioni,
i bisogni, le scelte, le preferenze, l’utilita’
E s e r c i z i o 21. Traducete in russo le frasi seguenti:
1.La proprieta’ delle risorse puo’ essere private o pubblica. 2. In un
mercato sono presenti molti acquerenti e molti venditori. 3.L prezzo alto
induce gli acquirenti a non comprare la merce. 4.L’utilizzo del baratto puo’
creare grossi problem al sistema economico. 5.Un cambiamento nel prezzo
del prodotto provoca una variazione della quantita’ offerta. 6.Ivenditori in
concorrenza fanno scendere il prezzo per convincere I consumatori a
comprare. 7. Il capitalismo e’ caratterizzato dalla proprieta’ privata delle
risorse. 8.Igusti dei consumatori influiscono sulla domanda.
E s e r c i z i o 22. Dite in un altro modo:
1. La competizione elettorale si svolge inItalia ogni 5anni.
2. Quest’area geografica e’ beneficiaria di un importante progetto di
investimento. Il denaro come tale non produce nulla pur avendo alter
important funzioni nell’economia.

10
3. Questa impresa controlla un’altra impresa pur essendo proprietaria di
una quota di minoranza.
4. Pur essendo formato da varie parti costituisce un insieme unico ed
armonico.

2. МЕЖДУНАРОДНЫЕ ОРГАНИЗАЦИИ

E s e r c i z i o 23. Leggete e traducete il testo


Le organizzazioni internazionali: teoria
Le organizzazioni internazionali si sviluppano principalmente dalla
necessità delle nazioni e dei governi di avere un forum neutrale dove dibattere
e prendere in considerazione interessi, che per loro natura o estensione non
trovano effice tutela a livello del singolo Stato e spinge questi a cooperare.
Tali interessi possono essere intesi come beni pubblici internazionali, come
la pace e la sicurezza internazionali, la tutela ambientale, il commercio
internazionale, etc. Comunque, molte organizzazioni internazionali si
sviluppano anche per la necessità di un’entità esecutiva o costrittiva che possa
gestire gli interessi sopranazionali in una forma unifiata.
È a partire dal Congresso diVienna (1815) che si verifia un primo tentativo
di organizzazione internazionale. A tutela delle deliberazioni diVienna si
costituisce un sistema diplomatico imperniato sul cosiddetto Concerto
europeo, vale a dire una sorta di direttorio delle grandi potenze che sebbene
non caratterizzato da una organizzazione permanente può considerarsi
l’antesignano delle future e più compiute organizzazioni internazionali a
carattere universale, vale la Società delle Nazioni (SdN) e l’Organizzazione
delle Nazioni Unite (ONU).
Le organizzazioni internazionali descrivono e defiiscono i loro scopi
negli statuti o in altri documenti di fondazione. Le organizzazioni internazionali
si prefigono diversi obiettivi, tra i quali sviluppare i rapporti internazionali,
promuovere l’istruzione, le cure sanitarie, lo sviluppo economico, la
protezione dell’ambiente, i diritti umani, gli interventi umanitari, i contatti
interculturali e la risoluzione dei confltti.
Dal punto di vista legale, un’organizzazione internazionale può essere
creata con un documento costituente come uno statuto, un trattato o una
convenzione che, quando viene fimato dai membri fondatori, fornisce
all’organizzazione internazionale governativa un riconoscimento legale.In
tal modo viene stabilito che le organizzazioni internazionali sono dei soggetti
della legge internazionale, capaci di prendere parte ad accordi tra loro stesse

11
o con gli Stati, e più in generale di adottare e promuovere atti di sof law. Esse
sono governate dal principio di specialità, ovvero non sono dotate, a diffrenza
degli stati, di competenza generale, ma si vedono attribuire dagli stati che le
creano poteri i cui limiti sono fisati in funzione del perseguimento degli
interessi comuni che esse hanno il compito di promuovere.
Da tempo si è ormai affrmato che esse possiedono una personalità
giuridica propria distinta da quella degli stati che partecipano ad esse. A tale
principio si ispira la GiurisprudenzaItaliana del Novecento, ma i requisiti
per la titolarità di una vera e propria personalità sono indicati nella necessaria
autonomia, anche organizzativa, distinta da quella degli stati membri, e nella
presenza di una missione ben defiita, con attribuzione di relative competenze
al cui esercizio corrisponde la titolarità di uno specifio status nella Comunità
internazionale. Tali caratteri sono emersi in un caso famoso sottoposto alla
CorteInternazionale di Giustizia nel 1949, nello stabilire se l’Organizzazione
delle Nazioni Unite (ONU) godesse del diritto al risarcimento del danno
provocato dalla violazione di obblighi relativi al trattamento ed alla protezione
internazionalmente dovuta ad un proprio agente.In quello specifio caso si
osservò che «la conclusione di accordi, di cui l’Organizzazione è parte, ha
confermato il carattere di adeguata autonomia dell’Organizzazione che
occupa una posizione per alcuni versi distinta dai suoi Membri, ed ai quali
ha il dovere, ove del caso, di ricordare il rispetto di certi obblighi», ma anche
che: «L’Organizzazione è stata destinata a godere di diritti che possono
spiegarsi solo se ad essa è attribuita, in larga misura, la personalità
internazionale e la capacità di agire sul piano internazionale. Si deve
riconoscere che i suoi Membri, assegnandole certe funzioni, l’hanno dotata
delle competenze necessarie per permetterle di svolgere effttivamente queste
funzioni» (CIG, 11aprile 1949, Parere relativo alla Riparazione dei danni
subiti al servizio delle N.U.) Così le organizzazioni internazionali, in senso
legale, sono distinguibili dai semplici raggruppamenti di stati, come il G8e
il G77, nessuno di questi ultimi è stato fondato da un documento costituente
ed esiste solo come gruppo di lavoro, benché in contest non legale qualcuno
vi si riferisca erroneamente come Organizzazioni internazionali.
Le organizzazioni internazionali devono essere anche distinte dai trattati.
Molti trattati (adesempio Accordo Nord-americano di Libero Commercio
(NAFTA) o, nel periodo 1947–1995, l’Accordo Generale sulle Tariff e il
Commercio (GATT) non sono atti a determinare la fondazione di
un’organizzazione e contano semplicemente sulle parti per la loro
amministrazione riconosciute legalmente da una commissione ad hoc.

12
Le organizzazioni internazionale si diffrenziano per funzioni, membri e
criteri di associazione. L’iscrizione ad alcune organizzazioni (organizzazioni
mondiali) è aperta a tutte le nazioni del mondo purché osservino i criteri di
associazione e in seguito all’approvazione da parte di un’assemblea generale
o organismo simile. Questa categoria include le Nazioni Unite e le sue agenzie
e l’Organizzazione Mondiale del Commercio.
Altre organizzazioni sono aperte solo ai membri di una particolare regione
o continente del mondo, come l’Unione Europea, l’Unione Africana,
l’ASEAN.
Infie, alcune organizzazioni basano la loro iscrizione su altri criteri:
legami culturali o storici (ilCommonwealth delle nazioni, Organizzazione
internazionale della Francofonia, la Comunità dei Paesi di Lingua Portoghese,
l’Unione Latina, livello di sviluppo economico o tipo di economia
(Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE),
Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio (OPEC), o religiose
(Organizzazione della ConferenzaIslamica).
L’Unione delle associazioni internazionali fornisce informazioni ausiliarie
sulle organizzazioni internazionali.
E s e r c i z i o 24. Leggete e raccontate in russo di che cosa si tratta
Le organizzazioni non governative, in sigla oNG, in Italia sono delle
particolari ONLUS (Organizzazioni non lucrative di utilità sociale) che
concentrano la loro attività nella cooperazione allo sviluppo e che sono
riconosciute dal Ministero degli esteri ed inserite in una specifia lista.
Più in generale, sono organizzazioni indipendenti dai governi e dalle loro
politiche e generalmente, anche se non sempre, si tratta di organizzazioni
non aventi fii di lucro (non profi) che ottengono almeno una parte signifiativa
dei loro introiti da fonti private, per lo più donazioni. Nel mondo anglosassone
vengono spesso identifiate con la sigla PVO (di private voluntary organizations),
preferita a NGO (sigla di nongovernmental organization). L’espressione
«organizzazione non governativa» è stata menzionata per la prima volta
nell’ambito delle Nazioni Unite: l’articolo 71 della Carta costituzionale
dell’ONU prevede infatti la possibilità che il Consiglio Economico e Sociale
possa consultare «organizzazioni non governative interessate alle questioni
che rientrano nella sua competenza».
Le ONG esistono per una miriade di scopi, in genere per portare avanti
le istanze politico-sociali dei propri membri, spesso trascurate dai governi.
Alcuni esempi sono: il miglioramento dell’ambiente, l’incoraggiamento al
rispetto dei diritti umani, l’incremento del benessere per le fasce di popolazione

13
meno benestanti, o per rappresentare un’agenda corporativa, ma ci sono
tantissime organizzazioni e i loro scopi coprono un’ampia gamma di posizioni
politiche e fiosofihe. Tipicamente fanno parte del movimento ecologista,
pacifita, laburista/progressista o dei popoli indigeni, e non sono affiate
formalmente ad alcun partito politico o punto di vista che non siano i diritti
umani o la pace o l’ecologia o la tolleranza. Alcune ONG sono coperture di
gruppi politici o religiosi ma queste hanno minore credibilità globale.
Le ONG impiegano metodi diversi tra loro. Alcune agiscono
principalmente come gruppi di pressione politica, altre conducono programmi
che aiutano il loro scopo (adesempio, una ONG preoccupata di alleviare la
povertà che fornisce aiuti alimentary ai bisognosi). Le relazioni tra fianza,
governi e ONG possono essere abbastanza complesse e talvolta antagonistiche,
in particolare nel caso di ONG che si oppongono ad alcune attività governative
o fianziarie.
Idue caratteri essenziali per defiire un’organizzazione non governativa
di cooperazione allo sviluppo, sono quindi costituiti dal carattere privato,
non governativo dell’associazione, e da quello dell’assenza di profito
nell’attività.
E s e r c i z i o 25. Abbinate le espressioni giuste:
Termine Espressione
Trattato e’un accordo tra due o più soggetti (persone fiiche, enti, stati
ecc.) con il quale gli stessi regolano questioni di comune interesse. La
convenzione, nella pratica denominata anche patto o accordo, non è
necessariamente fatta per iscritto, anche se la scrittura è mezzo effice per
documentare i termini dell’accordo ed evitare future contestazioni
Convenzione L’atto normativo fondamentale che disciplina l’organizzazione
e il funzionamento di un ente pubblico o privato
Statuto Una serie di fenomeni di regolazioone connotati dalla produzione
di norme prive di efficia vincolante diretta Principio di specialità
Una delle principali fonti del diritto internazionale e consiste nell’incontro
delle volontà di due o più stati diretti a disciplinare rapporti intercorrenti tra essi
Ad hoc
Il principio in base al quale quando uno stesso fatto è punito
contemporaneamente da una sanzione amministrativa e da una sanzione
penale, si deve procedere soltanto all’applicazione della sanzione comminata
dalla disposizione speciale
Atti di sof law Per questo. L’espressione è utilizzata con il signifiato di
«appropriato al contesto»

14
E s e r c i z i o 26. Mettete la parola giusta e spiegate il signifiato: trattato,
convenzione, statuto.
...di Maastricht, ...sul Patrimonio dell’Umanità, ...di Barcellona, ...delle
Nazioni Unite, ...di Osimo, ...di Roma, ...di Cartagena, ...speciale.
E s e r c i z i o 27. Studiamo da soli:
1.Il diritto delle organizzazioni internazionali.
2. Gli obiettivi delle organizzazioni internazionali.
3. La struttura delle organizzazioni internazionali.
4. Le cause della formazione delle organizzazioni internazionali.
5.Itipi delle organizzazioni internazionali.
6.Il ruolo dell’Italia nelle organizzazioni internazionali.
E s e r c i z i o 28. Traducete in italiano:
Международная организация— организация, учрежденная дого-
вором государств-членов, придавших ей статус международной орга-
низации. Полномочия организации закреплены ее уставом. Виды
организаций можно определить по ряду критериев. B зависимости от
круга членов различают организации всеобщие или ограниченного
состава. взависимости от характера компетенции организации делят-
ся на обладающие общей испециальной компетенцией. Большинство
организаций являются межгосударственными, не обладают надгосу-
дарственной властью, члены не передают им своих властных функций.
Задача таких организаций состоит в регулировании сотрудничества
государств. Вместе стем наднациональные инадгосударственные ор-
ганизации могут принимать решения, непосредственно обязывающие
физические июридические лица. основные фазы деятельности орга-
низации состоят вобсуждении, принятии решения иконтроле за его
исполнением. Таким образом, функциями международных организа-
ций являются регулирующая, контролирующая иоперативная.
E s e r c i z i o 29. Traducete in russo:
L’ Unione Europea
L’UE è un’alleanza economica e politica, unica nel suo genere, tra 28paesi
europei che coprono buona parte del continente. La costruzione europea è
nata sulle rovine della II Guerra mondiale con l’obiettivo di promuovere
innanzitutto la collaborazione economica tra i paesi, partendo dal principio
che il commercio produce un’interdipendenza che riduce i rischi di confltti.
Nel 1958è stata così creata la Comunità economica europea (CEE), che
ha intensifiato la collaborazione economica tra sei paesi: Belgio, Germania,
Francia,Italia, Lussemburgo e Paesi Bassi. Da allora, è stato creato un grande

15
mercato unico, che continua a svilupparsi per realizzare appieno le sue
potenzialità.Quella che era nata come un’unione puramente economica è
diventata col tempo un’organizzazione attiva in tutta una serie di settori, che
vanno dagli aiuti allo sviluppo alla politica ambientale. Per riflttere questo
cambiamento, nel 1993il nome CEE è stato sostituito da Unione europea
(UE). L’Unione europea si fonda sul principio dello stato di diritto: tutti i
suoi poteri riposano cioè sui trattati europei, sottoscritti volontariamente e
democraticamente dai paesi membri. Questi accordi vincolanti fissano anche
gli obiettivi dell’UE nei suoi numerosi settori d’intervento.
Fattore di pace, stabilità e prosperità da mezzo secolo, l’UE ha contribuito
ad innalzare il tenore di vita e introdotto una moneta unica europea, l’euro.
Grazie all’abolizione dei controlli alle frontiere tra i paesi membri, le persone
possono ora circolare liberamente in quasi tutto il continente. È diventato
inoltre molto più facile vivere, lavorare e viaggiare in un altro paese dell’UE.Il
mercato unico o mercato «interno», che permette la libera circolazione di
beni, servizi, capitali e persone, è il principale motore economico dell’UE.
Uno dei suoi obiettivi fondamentali è sviluppare questa immense risorsa per
consentire ai cittadini europei di benefiiarne pienamente.
Uno dei principali obiettivi dell’UE è la protezione dei diritti umani, sia
al suo interno che nel resto del mondo. Dignità umana, libertà, democrazia,
uguaglianza, stato di diritto e rispetto dei diritti umani sono i valori
fondamentali dell’UE. Dall’entrata in vigore del trattato di Lisbona, nel 2009,
la Carta dei diritti fondamentali sancisce tutti questi diritti insieme. Le
istituzioni dell’UE hanno l’obbligo giuridico di difenderli, e altrettanto sono
tenuti a fare i paesi membri quando applicano la legislazione europea.
Mentre continua ad accogliere nuovi paesi, l’UE è impegnata a rendere
le sue istituzioni più trasparenti e democratiche.Il Parlamento europeo, eletto
a suffagio universale diretto, dispone ora di maggiori poteri, mentre i
parlamenti nazionali assumono un ruolo più importante, afficando le
istituzioni europee nella loro attività. A loro volta, i cittadini europei
dispongono di sempre maggiori opportunità per partecipare al processo di
elaborazione delle politiche.
(Tratto da: L’UE in sintesi. URL: https://europa.eu/european-union/
about-eu/eu-in-brief_it (data di accesso: 27.08.2016)).
E s e r c i z i o 30. Abbinate le espressioni giuste:
Commissione Europea e’un Organo comunitario a cui sono attribuite
importanti funzioni relative all’emanazione di atti normativi e trattati
Consiglio dell’Unione Europea. L’organo esecutivo dell’UE e si occupa
dell’attuazione dei trattati e degli atti comunitari . mantenere la pace e la

16
sicurezza internazionale, trasformare delle risorse disponibili, attraverso il
lavoro,l’uso di strumenti o delle tecnologie, prendere efficcaci misure collettive
per prevenire e rimuovere le minacce alla pace e per reprimere gli atti di
aggressione o le altre violazioni della pace
E s e r c i z i o 31. Trovate i sinonimi senza fare la traduzione diretta,
descrivete il signifiato: Unione, ruolo, processo, opportunità, istituzione,
obiettivo, alleanza.
E s e r c i z i o 32. Studiamo da soli:
1. Gli obiettivi dell’UE d’oggi.
2.Istituzioni e altri organi dell’UE.
3. L’attività dell’organizzazione.
4.Il ruolo dell’Italia all’UE.
5.Il diritto dell’UE.
E s e r c i z i o 33. Traducete in italiano:
Союз является субъектом международного публичного права, имеет
полномочия на участие в международных отношениях и заключение
международных договоров. Общая внешняя политика иполитика безо-
пасности предусматривают проведение согласованной внешней иобо-
ронной политики. По всему миру учреждены постоянные дипломатиче-
ские миссии союза, действуют представительства в организации
объединенных Наций, ВТО, большой восьмерке игруппе двадцати, де-
легации ЕC возглавляются послами ЕC. Европейский союз— интегра-
ционная организация, главной целью которой служит построение «как
можно более тесного союза европейских народов» (ст. 1договора оЕв-
ропейском союзе). Членом союза имеет право стать любое европейское
государство, соблюдающее демократические принципы общественно-
го строя— «принципы свободы, демократии, уважения прав человека
иосновных свобод, атакже принцип правового государства» (ст. 6,49до-
говора оЕвропейском союзе). Для вступления всостав Европейского
союза необходимо, кроме того, наличие встране достаточно высокого
уровня экономического развития, сопоставимого со средними показа-
телями ЕС, иосуществление правовой реформы стем, чтобы заблаго-
временно привести внутреннее законодательство государства— канди-
дата всоответствие снормами права Европейского союза.
E s e r c i z i o 34. Traducete in russo:
Il Consiglio d’Europa
Il Consiglio d’Europa rappresenta la più antica istituzione internazionale
nata dall’ «idea di Europa». Fondato nel 1949, con la progressiva adesione
delle nuove democrazie dei Paesi dell’Europa Orientale, l’Organizzazione

17
di Strasburgo ha oggi acquisito una dimensione paneuropea, comprendendo
attualmente 47Stati (solo la Bielorussia è rimasta esclusa). Hanno status di
osservatore la Santa Sede, gli Stati Uniti, il Canada, il Giappone e il Messico.
Gli organi più importanti sono due: il Comitato dei Ministri, formato
dai Ministri degli Esteri degli Stati membri (di norma i Rappresentanti
Permanenti) e l’Assemblea Parlamentare, composta da delegati designati dai
parlamenti nazionali.Idue organi sono assistiti da un Segretariato, a capo
del quale vi è un Segretario Generale eletto dall’Assemblea Parlamentare su
indicazione del Comitato dei Ministri. Vi è poi una dimensione delle
collettività locali, rappresentata dal Congresso dei Poteri Locali e Regionali.
Funzione del Consiglio d’Europa è promuovere gli ideali che costituiscono
il patrimonio comune degli Stati membri: Democrazia, stato di diritto e
rispetto dei diritti umani, questi ultimi tutelati dalla più importante delle
Convenzioni del Consiglio: la Convenzione Europea per la salvaguardia dei
Diritti dell’Uomo e delle libertà fondamentali del 4novembre 1950. Al fie di
assicurare il rispetto della Convenzione, opera a Strasburgo la Corte Europea
dei Diritti Umani, la quale, caso quasi unico tra le giurisdizioni internazionali,
a determinate condizioni può essere adita direttamente dai privati.Importanti
organi del Consiglio d’Europa sono il Commissario Europeo per i Diritti
Umani, il Comitato Europeo per la prevenzione della tortura (CPT), il
Comitato Consultivo per le minoranza nazionali, e la Commissione Europea
contro il razzismo e l’intolleranza (ECRI).
Sono poi stati creati dal Consiglio d’Europa, mediante specifii accordi
(«accordi parziali”), alcuni importanti organismi, fra cui la Commissione
Europea per la Democrazia attraverso il diritto o Commissione diVenezia
(aperta anche a Paesi extraeuropei), la Banca di Sviluppo, Eurimages, la
Farmacopea Europea, il Gruppo di Stati contro la Corruzione (GRECO) e
l’Osservatorio Europeo dell’Audiovisivo.
(Tratto da: COE (Consiglio d’Europa). URL: http://www.esteri.it/mae/
it/politica_estera/organizzazioni_internazionali/coe.html (data di accesso:
25.04.2016)).
E s e r c i z i o 35. Abbinate le espressioni giuste:
L’ Assemblea parlamentare (APCE)
Organo indipendente incaricato di promuovere l’educazione, la
sensibilizzazione e il rispetto in relazione ai diritti umani negli Stati membriIl
Commissario per i diritti umani Organo giudiziario permanente che garantisce
ad ogni cittadino europeo i diritti sanciti dalla Convenzione europea dei
Diritti dell’Uomo il Comitato dei Ministri Organo statutario e colonna

18
portante del Consiglio d’Europa, l’Assemblea è all’origine di numerosi trattati
internazionali La Corte europea deiDiritti dell’Uomo Organo decisionale
del Consiglio d’Europa, è composto dai Ministri degli Affri esteri di tutti gli
Stati membri o dai loro delegati permanenti a Strasburgo
E s e r c i z i o 36. Trovate i sinonimi senza fare la traduzione diretta,
descrivete il signifiato: Organo, rappresentante, consiglio, sviluppo,
funzionario, paese, potere.
E s e r c i z i o 37. Studiamo da soli:
1. Gli obiettivi del Consiglio d’Europa.
2. La composizione del Consiglio d’Europa.
3. L’attività dell’organizzazione.
4.Il ruolo dell’Italia al Consiglio d’Europa.
E s e r c i z i o 38. Traducete in italiano:
Совет Европы— старейшая межправительственная организация
вЕвропе, основанная в 1949 г. В Страсбурге и объединившая тогда
10государств-членов. Сегодня это крупнейшая структура, вкоторую
входят 43государства-члена, втом числе 18государств Центральной
и восточной Европы. Россия вступила в совет Европы 28 февраля
1996 г. Совет Европы руководствуется в своей работе принципами
плюралистической демократии, уважения прав человека иверховен-
ства права. Во всех сферах своей деятельности он тесно сотрудничает
снеправительственными организациями (НПО), работу которых счи-
тает важнейшей составляющей демократического процесса.
Комитет Министров является органом совета Европы, принима-
ющим решения. он представляет непосредственно правительства го-
сударств — членов совета Европы. Комитет собирается на уровне
министров два раза вгод— вапреле или мае ивноябре. Деятельность
Комитета Министров включает в себя проведение политического
диалога, осуществление связей с парламентской ассамблеей совета
Европы исКонгрессом местных ирегиональных властей стран Евро-
пы, подготовку и заключение конвенций и соглашений, принятие
рекомендаций государствам-членам, принятие бюджета, принятие
иконтроль за выполнением Межправительственной программы дея-
тельности, прием новых государств членов; выработку программ со-
трудничества исодействия странам Восточной иЦентральной Европы,
контроль за выполнением Европейской конвенции о защите прав
исвобод человека, участие ворганизации ипроведении специализи-
рованных конференций министров.

19
(Tratto da: совет Европы [официальный сайт].
URL: hri.ru/docs/?content=fie&id=268(дата обращения: 25.04.2016)).
Le parti integrate del Trattato internazionale sono preambolo, parte
principale, parte finale, firma. La struttura dello Statuto prevede gli articoli
seguenti: denominazione, sede, oggetto, requisiti dei soci, obblighi e diritti
dei soci, risorse, organi, amministrazione, scioglimento, norme leali.
E s e r c i z i o 39. Traducete il preambolo della carta delle Nazioni Unite.
Noi popoli delle Nazioni Unite, decisi a salvare le future generazioni dal
flgello della guerra, che per due volte nel corso di questa generazione ha
portato indicibili aff lioni all’umanità, a riaffrmare la fede nei diritti
fondamentali dell’uomo, nella dignità e nel valore della persona umana, nella
eguaglianza dei diritti degli uomini e delle donne e delle nazioni grandi e
piccole, a creare le condizioni in cui la giustizia ed il rispetto degli obblighi
derivanti dai trattati e dalle altri fonti del diritto internazionale possano essere
mantenuti, a promuovere il progresso sociale ed un più elevato tenore di vita
in una più ampia libertà, e per tali fii a praticare la tolleranza ed a vivere in
pace l’uno con l’altro in rapporti di buon vicinato, ad unire le nostre forze
per mantenere la pace e la sicurezza internazionale, ad assicurare, mediante
l’accettazione di principi e l’istituzione di sistemi, che la forza delle armi non
sarà usata, salvo che nell’interesse comune,ad impiegare strumenti
internazionali per promuovere il progresso economico e sociale di tutti i
popoli, abbiamo risoluto di unire i nostri sforzi per il raggiungimento di tali
fii.In conseguenza, i nostri rispettivi Governi, per mezzo dei loro rappresentanti
riuniti nella città di San Francisco e muniti di pieni poteri riconosciuti in
buona e debita forma, hanno concordato il presente Statuto delle Nazioni
Unite ed istituiscono con ciò un’organizzazione internazionale che sarà
denominata le Nazioni Unite.
(Tratto da: Carta delle Nazioni Unite (1945). URL: http://www.
storiacontemporanea.eu/content/carta-delle-nazioni-unite-1945 (data di
accesso: 25.04.2016)).

3.@ДОГОВОРНЫЕ ДОКУМЕНТЫ

E s e r c i z i o 40. Abbinate le espressioni giuste:


Termine Espressione
Diritto naturale
Il termine può avere due signifiati.In senso oggettivo è un insieme di
regole dirette a disciplinare il funzionamento della nostra società.In senso

20
soggettivo è il potere che la legge attribuisce ai soggetti del diritto, di agire o
di pretendere che altri tengano un certo comportamento Diritto
internazionale Insieme di regole e principi di contenuto universale che
dovrebbero ispirare la condotta delle persone DirittoInsieme di regole con
cui gli Stati disciplinano i loro rapporti di natura politica, economica e sociale.
Tra le fonti del diritto internazionale sono particolarmente importanti i trattati
internazionali Governo Ente territoriale sovrano che si realizza attraverso
l’organizzazione politica di un popolo, stanziato in maniera stabile in un
territorio e sottoposto all’ autorità di un governo Stato Organo complesso,
composto dal presidente del consiglio,dai ministri e dal consiglio dei ministri,
a cui è attribuito principalmente l’esercizio del potere esecutivo dello Stato.
E s e r c i z i o 41. Trovate diverse Convenzioni e Accordi internazionali,
discutete le loro particolarità dal punto di vista linguistico.
Esercizio 42. Formate un esempio del preambolo in italiano.
Esercizio 43. Trovate gli equivalenti russi per il testo italiano:
Statuto dell’ associazione Culturale (versione ridotta)
Denominazione@— Sede@— Durata
Articolo 1
E’ costituita l’associazione culturale denominata «art a part of cult(ure)
remove background noise». L’associazione ha sede attualmente in Roma,
via Caulonia, 15e potrà istituire o chiudere sedi secondarie o sezioni anche
in altre città d’Italia o all’estero mediante delibera del Consiglio Direttivo.
La sede potrà essere trasferita con semplice delibera di assemblea.
Oggetto
Articolo 4
L’associazione «art a part of cult(ure) remove background noise» si
propone di promuovere, sviluppare e perseguire fialità culturali inerenti
l’editoria, il campo artistico e letterario e la cultura in genere mediante la
redazione e la pubblicazione di una rivista on line dedicata all’arte ed alla
cultura contemporanea. Per perseguire gli scopi sociali l’associazione in
particolare si propone:
Pubblicare altre riviste, bollettini, giornali, libri, opuscoli, atti di convegni,
di seminari, studi e ricerche, materiale didattico;
Promuovere la diffsione della cultura e dell’arte anche attraverso una
partecipazione attiva e collettiva a manifestazioni come fire nazionali e
internazionali;
Divulgare attraverso tavole rotonde, convegni, conferenze, mostre,
giornate di studio, gruppi di lavoro, concorsi, premiazioni, seminari, festival,

21
eventi, rassegne e spettacoli in genere ecc. i temi derivanti dalle attività
realizzate, utilizzando anche le nuove tecnologie di rete e multimediali;
Valorizzare ogni risorsa che possa costituire occasione di progetto, di
innovazione, di qualifiazione culturale ed editoriale; Svolgere attività di consulenza
e collaborazione con enti, biblioteche, associazioni, privati e altri soggetti che
intendono sviluppare iniziative a sostegno della promozione culturale;
Proporsi come specifio punto di riferimento e/o come struttura di servizio
peraziende, imprese, università e in genere per enti pubblici e privati
relativamente alla sua missione istituzionale;
Favorire lo sviluppo della conoscenza e della cultura e lo scambio delle
reciproche esperienze e idee attraverso lo svolgimento delle attività editoriali
e culturali in Italia e all’estero e la promozione d’iniziative destinate
all’approfondimento degli scopi statutari;
Organizzare iniziative culturali a carattere locale con la prospettiva di
esportarle a livello nazionale e internazionale; scono nello Statuto ed
intendono collaborare per il raggiungimento dello scopo sociale.
Possono chiedere di essere ammessi come soci sia le persone fiiche sia
le persone giuridiche, Enti locali, organizzazioni di consumatori, istituti di
ricerca, associazioni di fatto, mediante inoltro di domanda scritta sulla quale
decide senza obbligo di motivazione il Consiglio Direttivo.
Isoci, possono essere:
Soci Fondatori
Sono soci Fondatori le persone fiiche o giuridiche che hanno fimato
l’atto costitutivo e quelli che successivamente e con deliberazione insindacabile
ed inappellabile del comitato direttivo saranno ammessi con tale qualifia in
relazione alla loro fattiva opera nel ambiente associativo.
Soci Ordinari
I soci ordinari sono le persone che, condividendo gli scopi
dell’Associazione, s’impegnano al suo sviluppo anche con il versamento della
quota d’ingresso e del contributo annuo stabiliti dall’Assemblea ed usufruiscono
dei servizi e delle facilitazioni derivanti dall’appartenenza all’Associazione.
Soci Onorari
Sono soci Onorari le persone fiiche e giuridiche e gli enti che abbiano
acquisito particolari meriti per la loro opera a favore dell’associazione o che
siano impossibilitati a farne parte effttiva per espresso divieto normativo.
Soci Sostenitori o Promotori
Sono soci sostenitori tutti coloro che contribuiscono agli scopi dell’associazione
in modo gratuito o mediante conferimento in denaro o in natura.

22
Articolo 6
Gli associati sono tenuti ad osservare le disposizioni statutarie e
regolamentari nonché le direttive e le deliberazioni che nell’ambito delle
disposizioni medesime sono emanate dagli organi dell’associazione. Tutti
i soci concorrono a determinare l’attività della Associazione ed hanno
diritto di ottenere dagli organi di questa tutte le notizie e le informazioni
disponibili.
Hanno diritto di iniziativa, che si esercita anche sotto forma di proposta,
trasmessa al Presidente, che la inserisce all’ordine del giorno della prima
seduta utile dell’Assemblea o del Consiglio Direttivo, secondo le rispettive
competenze.
Risorse economiche
(Tratto da: Statuto dell’Associazione Culturale. URL: http://www.
artapartofculture.net/lassociazione/statuto-dellassociazione-culturale/ (data
di accesso: 02.03.2016)).
E s e r c i z i o 44. Abbinate le espressioni giuste:
Leggi regionali Fonti del diritto di natura costituzionale che integrano il
testo della costituzione in alcune parti Leggi ordinarie Fonti normative
emanate dalle regioni Fonti del diritto Atti normativi dell’Ue e hanno come
destinatari gli Stati membri dell’Unione Leggi costituzionali Fonti del diritto
primarie emanate dal parlamento Direttive comunitarie Fatti o atti attraverso
i quali vengono emanate o modifiate le norme giuridiche
E s e r c i z i o 45. Trovate i sinonimi senza fare la traduzione diretta,
descrivete il signifiato: Fonti, modalità, articolo, attività, accordo, denuncia.
E s e r c i z i o 46. Studiamo da soli:
1. Gli accordi internazionali.
2. Gli atti delle organizzazioni internazionali.
3.Il Procedimento di formazione dei trattati.
4. Gli esempi degli Statuti storici.
E s e r c i z i o 47. Formate un esempio dello Statuto di una organizzazione
internazionale/regionale in italiano (consultate appendice 1).
La struttura dell’articolo viene composta da titolo, nomi degli autori,
abstract, keywords, classifiazione tematica, introduzione, metodi, risultati,
discussione, conclusioni, riferimenti, appendici.
E s e r c i z i o 48. Esaminate un articolo (consultate appendice 2), trovate
le parti principali del testo.
E s e r c i z i o 49. Trovate i termini speciali tipici per il campo delle scienze
politiche.

23
E s e r c i z i o 50. Esaminate il normario di una rivista accademica. Che
elementi sono necessari per pubblicare un articolo?
Regole particolari.
Sommario (abstract).@Il sommario dev’essere compilato esclusivamente
in lingua inglese seguendo la convenzione ISO 214:1976. Avrà dunque
lunghezza compresa tra i 1500e i 1700caratteri e conterrà i seguenti elementi:
oggetto e scopo dell’articolo (ilperché è stato scritto); metodologia adottata
(tecniche, approcci,fonti); risultati e conclusioni (risultati sperimentali o
teorici, loro implicazioni rispetto all’oggetto e scopo dell’articolo, eventuali
raccomandazioni) Parole chiave.@In numero di tre ed esclusivamente in lingua
inglese. Le parole chiave devono rappresentare il contenuto dell’articolo ed
essere specifihe del settore di studio cui si fa riferimento.
Si devono dunque evitare parole chiave troppo generiche. Es.: «foreign
policy ofItaly,1922–1943» NON «Italy». Struttura dell’articolo. L’articolo
reca in cima il titolo generale e,immediatamente sotto, il nome dell’autore
(o degli autori) con breve profilo . L’articolo può essere suddiviso in capitoli
o paragrafi titolati, anche su più livelli gerarchici. Si raccomanda di numerare
capitoli e paragrafi solo quando, in presenza di una gerarchia a molti livelli,
sia necessario per rendere chiara la struttura del testo.
il titolo generale e i titoli di capitolo
vanno in grassetto tondo.

4. АКАДЕМИЧЕСКИЕ ТЕКСТЫ
В@ОБЛАСТИ МЕЖДУНАРОДНЫХ ОТНОШЕНИЙ

E s e r c i z i o 51. Traducete in russo:


Il rilancio del processo d’integrazione europeo
Emilio Colombo entra in scena per la politica europea come ministro
dell’Agricoltura nel luglio del 1955, quando Antonio Segni lo chiama a
questo incarico. Colombo è l’enfant prodige della politica italiana, ministro
a soli 35anni. Che cosa c’è sul tappeto? C’è una cosa molto importante,
che è il negoziato per i trattati di Roma.Dobbiamo domandarci, anzitutto,
qual’è stato il ruolo di Colombo in questo negoziato. Occorre fare una
premessa: il negoziato per il Mercato comune e per l’Euratom fu tenuto in
mano dal Ministero degli Affri esteri. La delegazione italiana era composta
da funzionari di quel Ministero nelle persone di Roberto Ducci e Franco
Bobba, e da alcuni esperti ed era presieduta dal sottosegretario agli Esteri
che in un primo tempo fu Lodovico Benvenuti, poi Vittorio Badini

24
Confalonieri. Alle conferenze internazionali che si svolsero a livello di
ministri, partecipò sempre Gaetano Martino; mentre alle riunioni del
comitato interministeriale, che si tenevano a Roma per monitorare il
lavoroche la delegazione faceva a Bruxelles, partecipavano dei funzionari
ed erano presiedute dal sottosegretario agli Esteri. Questo negoziato si svolse
per molti mesi, da noi come in altri paesi, nel disinteresse della politica
perché era considerato molto improbabile che esso potesse concludersi in
modo soddisfacente. Fu soltanto dopo la crisi di Suez, nell’autunno del’56,
che il negoziato si avviò ad essere conclusivo, perché la delegazione francese
divenne più positiva grazie all’appoggio tedesco e fu chiaro che si sarebbe
arrivati alla fima dei trattati. In tutta la fase iniziale c’era stata molta
perplessità perché si credeva che la Francia non potesse accettare
l’integrazione dei mercati, data la sua economia di tradizione colbertista,
abituata ad essere molto protetta e quindi non incline a liberalizzare. E lo
stesso Jean Monnet, che era stato l’ispiratore di questo rilancio del processo
di integrazione, aveva fatto di tutto per cercare di sganciare l’integrazione
sul terreno dell’uso civile dell’energia atomica dal mercato comune e per
mandare Avanti soltanto il negoziato per l’Euratom, perché temeva che i
francesi non avrebbero potuto accettare il trattato sul Mercato comune o
che, se vessero accettato, avrebbero potuto poi fare marcia indietro. Basti
pensare che quando furono fimati i trattati, il 25marzo 1957, eaRoma si
brindava, a Parigi Monnet e la sua piccola équipe già lavoravano apreparare
la ratifia da parte dell’Assemblea nazionale. L’attenzione per il negoziato
da parte dei politici era aumentata quando il negoziato era entrato nella
fase conclusiva.Funzionari del Ministero dell’Agricoltura facevano la spola
tra Bruxelles e Roma e Colombo stesso scrisse un articolo, nel dicembre
del ’56, in cui riassunse quelle che erano state le esperienze di collaborazione
europea nel campo dell’agricoltura e manifesto la sua idea di Europa, frutto
di convinzione intellettuale e dell’impressione che aveva destato in lui la
reazione di Alcide De Gasperi alla caduta della Comunità europea di difesa
(Ced). Egli parlò di «unità economica e politica, che fanno dell’Europa un
fattore permanente dell’equilibrio mondiale e della pace tra le nazioni», e
quindi espose molto chiaramente quella che era la fialità del processo di
integrazione in atto, la fialità politica e l’obiettivo della pace.
(Tratto da: MelchionniM. G.Emilio Colombo: aspetti del pensiero e
momenti dell’azione politica europea. URL: http://www.jstor.org/
stable/42741050?seq=1#page_scan_tab_contents
(data di accesso: 25.04.2016)).

25
L’articolo scritto in italiano può avere, a parte del titolo, anche l’occhiello
e il sommario. Osservate un esempio e pensate a cosa serve una tale struttura.
Indagine sul settore manifatturiero. A Milano un’impresa su 4ha fatto ricorso
alla Cig (occhiello).
Produzione, l’anno nero (titolo).
Soffre l’industria (–2,3%), crolla l’artigianato (–13,1%) (sommario).
E s e r c i z i o 52. Leggete l’inizio dell’articolo. Secondo voi, di che cosa
si tratterà?
rabbia e proteste contro il Pd
«No all’abbraccio mortale col Caimano»
Manifestanti davanti a Montecitorio contro l’elezione di Franco Marini al
Colle.
La mobilitazione su Facebook: «Tutti a Roma».
E s e r c i z i o 53. Adesso leggete il testo e verifiate le vostre ipotesi.
Mentre ancora nell’Aula si vota il nome del presidente della Repubblica,
dietro le transenne di piazza Montecitorio si moltiplicano fichietti e megafoni.
Seguendo un tam tam partito da Facebook— che già mercoledì sera aveva
portato alle contestazioni davanti al teatro Capranica— molti militanti del
Pd, alcuni esponenti del popoloViola,altri semplici cittadini si sono radunati
in piazza per chiedere al centrosinistra di sostenere il candidato proposto dal
M5S Stefano Rodotà e non votare Franco Marini.
SLOGAN E TESSERE BRUCIATE— Slogan semplici e convinti: «Non
lo fate», «Nonvi votiamo più», «Siete dei traditori» e il classico «No
all’inciucio».Il fio conduttore è la rabbia contro il nome di Franco Marini,
ex presidente del Senato, uomo scelto dal Pd,dal Pdl, da Scelta civica e dalla
Lega. «Bersani ieri si è suicidato», dice Rosalba, insegnante, che ha sempre
votato Pd. «Ieri sera— racconta— ero davanti al teatro per urlare tutta la mia
rabbia. E c’è anche qualcuno che brucia in piazza la tessera del Pd. La piazza
è presidiata dalle forze dell’ordine, in divisa e in borghese.
APPUNTAMENTO ALLE 18— La folla di manifestanti è destinata a
crescere. Sui social network la «chiamata» per la piazza è convocata alle 18.

5. ПРЕССА

E s e r c i z i o 54. Trovate equivalenti delle seguenti frasi nella stampa


russa:
1. Dietro le transenne di piazza Montecitorio si moltiplicano fichietti e
megafoni.

26
2. Seguendo un tam tam partito da Facebook molti si sono radunati in
piazza.
3. «Bersani ieri si è suicidato», dice Rosalba, insegnante, che ha sempre
votato Pd.
E s e r c i z i o 55. Trovate sinonimi:
—contestazione— forze dell’ordine
—militante— in divisa e in borghese
—radunarsi in piazza— folla
—sostenere il candidato— convocare
—votare— sit-in
—slogan— patto
—fio conduttore
E s e r c i z i o 56. Fate delle schede riassuntive che comprendono
informazioni su ogni partito politico menzionato nell’articolo (anno di
fondazione, leader, programma).
E s e r c i z i o 57. Ci sono dei nuovi partiti apparsi sulla scena politica
italiana negli ultimi anni? Descriveteli.
E s e r c i z i o 58. Fate il riassunto in italiano:
Две разделенные Италии
Массовые манифестации, которые лидер левого центра Пьер Лу-
иджи Берсани провел сегодня вРиме, аглава правоцентристской ко-
алиции Сильвио Берлускони— вБари, стали очередным свидетель-
ством не прекращающейся встране сянваря избирательной кампании.
по мнению обозревателей, вее финальной стадии, когда на кону ока-
зались ипрезидентское, ипремьерское кресло, все средства становят-
ся хороши. Для своей манифестации лидер левоцентристской коали-
ции выбрал неблагополучный периферийный район Рима, где его
лозунг «Против бедности!» звучал особенно актуально. Многие при-
шедшие на митинг жители квартала жаловались, что едва сводят кон-
цы сконцами.
Большая часть речи Берлускони, прозвучавшей на главной пло-
щади города Бари, была посвящена анафеме судебной системы, что
косвенно подтверждает утверждение многих обозревателей отом, что
основным стимулом, заставляющим Берлускони любой ценой отста-
ивать свое присутствие вполитике, является его боязнь приближаю-
щихся судебных приговоров, в частности по делу Руби и Mediaset.
Помимо этого, выступление не содержало ничего принципиально
нового, если не считать, что господин Берлускони заявил осебе как

27
окандидате на пост премьера. Ранее он показывал готовность отдать
этот пост левому центру. При условии выдвижения приемлемого для
него кандидата на должность президента. «дорогой Берсани, или вы
будете договариваться снами по поводу нового президента инового
премьера, или вся ответственность за новые выборы ложится на вас»,—
заявил Сильвио Берлускони, прекрасно сознающий, что силой этого
тезиса является всеобщее встране нежелание новых парламентских
выборов. Обозреватели сразу же отметили антитезу, которую как по
форме, так ипосодержанию представляли собой эти две манифеста-
ции, при виде которых становится особенно очевидно, как трудно
договориться двум разделенным идеологической стеной Италиям.
(Tratto da: две разделенные Италии.
URL: http://www.kommersant.ru/doc/2170394 (дата обращения:
14.04.2013)).
E s e r c i z i o 59. Trovate equivalenti delle seguenti frasi dalla stampa
italiana:
—вфинальной стадии, когда на кону оказались ипрезидентское,
ипремьер-
ское кресло, все средства становятся хороши.
— Многие пришедшие на митинг жители квартала жаловались,
что едва сводят концы сконцами.
— основным стимулом, заставляющим Берлускони любой ценой
отстаивать свое присутствие вполитике, является его боязнь прибли-
жающихся судебных приговоров, вчастности по делу Руби и«Mediaset».
E s e r c i z i o 60. Traducete in italiano:
—лидер левого центра— сила тезиса
—избирательная кампания— антитеза
—судебная система— по форме ипо содержанию
—ответственность за новые выборы— манифестация
E s e r c i z i o 61. Leggete l’articolo e traducetelo in russo:
il deputato m5S: sì alle province. anzi no
Daniele Pesco in Commissione: non vogliamo tagliare questi enti. Ma dopo
pochi minuti c’è la marcia indietro
ROMA— Ma come la pensano il Movimento 5stelle e i suoi parlamentari
sull’abolizione delle province? Giovedì 11 aprile, Camera dei deputati, la
commissione special per gli atti del governo riprende le audizioni sul decreto
legge per il pagamento dei debiti della pubblica amministrazione. Comincia
proprio l’Upi, l’Unione delle province italiane. E quando si passa alle

28
domande tocca al grillino Daniele Pesco: «Approfito per dire che la posizione
del Movimento 5stelle non è assolutamente per tagliare le province in toto.
Noi siamo per risparmiare sulla gestione delle province e quindi sulla classe
politica perché pensiamo che una riorganizzazione possa dare una forte
contributo in termini di risparmio».
SORPRESA— La questione la conosce bene, Pesco.Ingegnere edile di
Monza, 40
anni fra poco, lavora alla provincia di Milano dove si occupa di lavori
pubblici. E infatti entra nel merito del problema: «Come provincia di Milano
i tagli ci sono stati, sono stati forti» e «la situazione è già abbastanza critica».
Un intervento che sorprende più di una persona visto che l’abolizione delle
province è uno dei punti fondamentali del programma di Beppe Grillo, al
primo posto del capitolo Stato e cittadini, ancor prima della cancellazione
dei rimborsi elettorali tanto per capire.
RETTIFICA— Dopo un quarto d’ora, Pesco interviene di nuovo: «Devo
rettifiare,— dice un po’ imbarazzato,— forse le mie parole di prima sono
state fraintese. La posizione del Movimento 5stelle è ferma sull’abolizione
delle province. Ho sbagliato».
Dalla registrazione disponibile sulla web tv della Camera si sente un po’
di brusio. «Siamo comunque certi che i servizi per i cittadini— aggiunge
Pesco, — debbano essere svolti da altri enti o comunque da altre entità.
Grazie».
(Tratto da:Il deputato M5S: sì alle province. Anzi no.
URL: http://www.corriere.it/economia/13_aprile_17/M5S-deputato-
provincepesco_43c5e5e4-a782–11e2–9150–8d03f4566dbb.shtml (data di
accesso: 05.11.2015)).
E s e r c i z i o 62. Traducete in russo:
—Каково отношение палаты депутатов квопросу одолгах вобласти
государственного управления?
— он способен вникнуть в проблему, так как продолжительное
время занимался вопросом уменьшения затрат вэтой сфере.
—Мы считаем, что этот шаг сможет внести вклад вразрешение
вопроса возврата средств.
— задача упразднения провинций является одной из основных,
ипозиция
партии по этому вопросу неизменна.
—вероятно, я должен внести поправку. Думаю, что вы меня не-
правильно поняли.

29
E s e r c i z i o 63. Traducete l’articolo in italiano:
Итальянская пауза
Пауза, которую президент Джорджо Наполитано взял впятницу
вечером после консультаций сполитическими партиями, вновь про-
демонстрировавшими несовместимость своих взглядов на будущее
правительство, многим вИталии показалась красноречивой. Во вся-
ком случае, основные СМИ вышли сегодня под заголовками, про-
гнозирующими досрочную отставку господина Наполитано как един-
ственно возможный выход из политического тупика. La Repubblica
сравнивала ситуацию сположением zyng-zeng вкитайских шахматах,
когда игроки поставили друг другу взаимный мат ине могут больше
сдвинуть ни одну фигуру. Вслучае отставки Джорджо Наполитано,
по мнению политологов, ситуация могла бы быть разблокирована
роспуском парламента, чего не может сделать нынешний глава госу-
дарства всвои последние шесть месяцев правления. Драматизм сне-
избежной отставкой нагнетался до середины дня, пока 87-лет-ний
президент не вышел кпрессе ине заявил, что не покинет свой пост
до конца мандата. При этом он подчеркнул, что страна имеет пре-
мьер-министра влице Марио Монти, который хотя иподал вдекабре
вотставку, но не получил формального вотума недоверия со стороны
парламента. По словам господина Наполитано, вближайшее время
при его непосредственном участии в помощь правительству будут
созданы две авторитетные комиссии, состоящие из высококлассных
иуважаемых специалистов, одна экономико-социального, адругая
институционального профиля. Эти комиссии изаймутся решением
неотложных проблем страны, атакже помогут формированию ново-
го кабинета. Надо понимать, вопрос онем откладывается на неопре-
деленное время.
(Tratto da: Итальянская пауза. URL: http://www.kommersant.ru/
doc/2159617
(дата обращения: 14.04.2013)).
E s e r c i z i o 64. Leggete l’articolo e sottolineate le parole chiavi:
Bombe di Boston, «svolta nelle indagini»
Giallo sull’arresto di una persona sospetta.Identifiata dalle telecamere di un
grande magazzino e dalle immagini riprese da una tv di Boston.
Giallo sull’arresto di un sospetto nell’inchiesta sull’attentato alla maratona
di Boston. Tra informazioni contrastanti dei media americani alcune fonti
governative hanno smentito che un uomo sia già nelle mani della polizia.

30
Anche la Cnn, che per prima aveva dato la notizia dell’arresto, ha poi fatto
retromarcia scusandosi per un «misunderstanding» tra cronisti. Quel che è
certo è che una persona sospetta legata alle bombe esplose a Boston è stata
identifiata grazie alle immagini di alcune telecamere a circuito chiuso e a
quelle di una TVdi Boston. Secondo quanto riferisce la Cnn, fonti investigative
parlano di «svolta impressa alle indagini» da alcuni video delle telecamere di
un grande magazzino — il Lord and Taylor a Boylston Street — e dalle
immagini riprese da una tv di Boston durante la maratona.Immagini che
starebbero aiutando a chiarire quanto avvenuto poco prima delle due esplosioni
che hanno ucciso tre persone e fatto oltre 180feriti. Fonti investigative parlano
di «signifiativi sviluppi» sul fronte delle indagini e di «sostanziali progressi».
LA BORSA NERA— Gli inquirenti hanno a disposizione l’immagine
di un sospetto mentre porta e probabilmente lascia per terra una borsa nera,
nei pressi del luogo della seconda esplosione, quella più distante dalla linea
del traguardo della maratona. Secondo i media statunitensi si tratterebbe di
«un uomo dalla pelle scura» che «era vestito di nero e scappava dalla scena
del crimine».
EVACUATIOSPEDALE E TRIBUNALE— L’ospedale di Brookline,
alle porte di Boston, è stato in parte evacuato e i pazienti sono stati trasportati
in una diversa sezione dell’edifiio. Lo hanno riferito diverse fonti senza però
precisare il motivo dell’evacuazione. L’allarme è rientrato poco dopo. È stato
evacuato anche un tribunale federale di Boston, il Moackley Courthouse. Lo
riporta il Boston Globe su Twitter citando fonti che hanno partecipato
all’evacuazione. Ci sarebbe stata una telefonata che parlava di una minaccia
bomba.
(Tratto da: Bombe di Boston, «svolta nelle indagini» Giallo sull’arresto
di una persona sospetta.
URL: http://www.corriere.it/esteri/13_aprile_17/boston-identifiato-
sospetto_12475264-
a782–11e2–9150–8d03f4566dbb.shtml (data di accesso: 05.05.2013)).
E s e r c i z i o 65. Collegate le parole delle due colonne (sono possibili
più combinazioni):
Smentire Un attentato
Citare Un sospetto
Fare Retromarcia
Precisare A disposizone
Citare Una fonte
Riferire Informazioni

31
Essere Una notizia
Dare Immagini
Riprendere
E s e r c i z i o 66. Traducete l’articolo in russo.
E s e r c i z i o 67. Fate il riassunto dell’articolo in russo:
operai, istruiti e stranieri
l’identikit dei nuovi italiani
Non rallenta la corsa dei neo-cittadini: oltre 40mila nel 2009. Perlopiù
albanesi e marocchini, residenti fra Roma e Milano, con in tasca un diploma di
scuola media superiore o una laurea. Ma sono ancora tanti gli ostacoli per ottenere
la cittadinanza.
È la carica dei nuovi italiani: oltre 40mila nel 2009. La corsa dei neo-
cittadini non rallenta: è come se ogni anno una nuova città, grande come
Rieti, diventasse di colpo italiana.Il loro identikit? Operai, per lo più albanesi
e marocchini, residenti tra Roma e Milano, con in tasca un diploma di scuola
media superiore o una laurea. Ma come si diventa italiani?In attesa della
riforma più volte annunciata, la nostra legge sulla cittadinanza resta ferma al
‘92e obbliga gli immigrati a una lunga via crucis. Per acquistare il passaporto
italiano ci sono, oggi, due strade. La prima si chiama «naturalizzazione»:
l’immigrato deve dimostrare una residenza ininterrotta di 10anni e un reddito
minimo (8.300euro all’anno, 11.300con un coniuge a carico). La seconda
è sposare un italiano e presentare richiesta dopo due anni dalla cerimonia.
Una volta soddisfatti i requisiti, bisogna armarsi di santa pazienza: l’attesa
media è infatti di oltre 4anni, anche se la legge parla di una procedura lunga
al massimo due. Le cose non migliorano neppure per chi è nato inItalia,da
genitori stranieri: deve infatti aspettare la maggiore età per chiedere la
cittadinanza,dimostrare una residenza «senza interruzioni» fio ai 18anni e
ha solo un anno di tempo(fio al compimento del diciannovesimo anno) per
presentare la domanda.Eppure, nonostante i tanti ostacoli, il numero dei
nuovi italiani cresce costantemente. Nel 2004erano 11.945, poi sono saliti a
19.266nel 2005. Nel 2006si è registrato un balzo (35.766naturalizzazioni),
seguito da leggeri aumenti: 38.466 nel 2007, 39.484 nel 2008. Fino ai
40.084dell’anno scorso. L’Italia però resta indietro rispetto alle alter grandi
nazioni del continente. Un esempio? Nel 2006la Francia ha concesso 148mila
cittadinanze, la Germania 124mila, la Gran Bretagna 154mila, la Spagna
62mila. E inItalia erano solo 35mila.
(Tratto da: Operai, istruiti e stranieri. L’identikit dei nuovi italiani. URL:
http://www.repubblica.

32
it/cronaca/2010/04/22/news/ritratto_immigrati-3527180/ (data di
accesso: 05.11.2015)).
E s e r c i z i o 68. Spunti per parlare e attività.
—Seguite di più i giornali, TG o leggete notizie su internet? Perchè?
—Secondo voi, quali vantaggi e svantaggi ha ogni fonte di informazione
di quelle citate sopra?
—Quali diffrenze avete notato tra la stampa italiana e quella russa?
— Andate sul sito di un quotidiano italiano (corriere.it, repubblica.it,
lastampa.it e altri) e cercate un articolo dalle rubbriche «Politica», «Esteri»,
«Mondo» e simili. Presentatelo ai compagni e parlatene.
E s e r c i z i o 69. Osservate la struttura della lettera commerciale italiana.
Com’è diversa da quella nel vostro paese?
Intestazione
Data
Indirizzo del destinatario
Distribuzione
Riferimenti
Oggetto
Formula iniziale
Corpo della lettera
Frase di chiusura
Firma
Allegati
Sigle

6@ДЕЛОВАЯ ПЕРЕПИСКА

E s e r c i z i o 70. Qui sotto trovate due esempi di lettere commerciali.


Cosa notate? Quali sono le loro caratteristiche lessico-grammaticali?
Riassumetele in una lista.
A.
San Sebastiano alVesuvio, 27settembre 2017
EUROMONDO
Via Novoselov, 33
390000, RYAZAN
RUSSIA
Oggetto: Ordine
Spett. EUROMONDO,

33
Abbiamo ricevuto laVostra ordinazione eVi ringraziamo. Con l’intento
di facilitare lo sviluppo delle nostre relazioni, abbiamo il piacere di proporVi
uno sconto del tre percento (4%) sulle merci. Abbiamo pertanto provveduto
alla spedizione di quanto daVoi ordinato.
Con l’augurio che il nostro rapporto commerciale possa proseguire
insieme aVoi, cogliamo l’occasione per porgerVi i nostri più distinti saluti.
***
B.
FRATELLIMONDOLA SRL 30/32,V.Tinelli
80040SAN SEBASTIANO ALVESUVIO (NA)
ITALIA
Oggetto: Ordine
Spett. FRATELLIMONDOLA SRL
Con la presenteVi informiamo che gli articoli ordinati allaVostra ditta
non sono arrivati. Siamo pertanto obbligati ad annullare il nostro ordine del
10agosto dello scorso anno perché il termine di consegna è scaduto.
Distinti saluti.
E s e r c i z i o 71. Trovate gli equivalenti in russo delle formule iniziali:
—Spett. UffioVendite— Egr. Sig. Franco Bozzoni
—Spett. Società Frassinago— Gent.mo Avv. Stefano Genna
—Spett. Ditta F.lli Tamburini— Ch.ma Sig.ra CarlaIngravallo
—Spettabili Cementifii Riuniti— Preg.mi Sigg. Marconi & Rossi S.p.a
E s e r c i z i o 72. Traducete le seguenti lettere in russo:
a. Spettabile Azienda,
Abbiamo ricevuto laVostra richiesta di offrta eVe ne siamo molto grati.
Non ci sono però ben chiari i termini e le condizioni di fornitura delle merci
indicate nella proposta daVoi inviataci.Vi chiediamo pertanto di organizzare
un incontro.Inoltre è di nostra premura notifiarVi che contiamo di fimare
l’eventuale contratto tramite la nuova succursale che abbiamo creato a Padova.
Restando in attesa di una Vostra risposta e sperando in una futura e
profiua collaborazione, cogliamo l’occasione per porgerVi i nostri più distinti
saluti.
Il direttore commerciale Gatti Luigi.
B. All’attenzione del direttore del Direttore Amministrativo Egregio
Direttore,con la presente La informiamo che, a seguito dell’aggravarsi delle
vicende economiche nazionali e internazionali che hanno gravato sui nostri
fornitori, sui nostri client e pertanto anche sulla nostra azienda, abbiamo
provveduto ad emettere un resoconto trimestrale sul nostro fatturato 2016che

34
troverà allegato alla presente. Ringraziandola per l’attenzione, cogliamo
l’occasione per porgere cordiali saluti, Giuseppe Rossi Vicedirettore
commerciale.
C. Egr. sig. De Marco, Le scrivo su richiesta del Responsabile
all’Uffio Vendite P. K. Nabokov. Alla luce della profiua e piacevole
conversazione telefonica traVoi intercorsa, la nostra azienda intende proporvi
l’offrta defiitiva per il rinnovo del contratto con la vostra organizzazione, i
cui termini principali sono i seguenti:
—Termine: 3anni a decorrere dal 23agosto 2018;
—Costo: 100.000Euro annui.
Il nostro UffioVendite è intenzionato a defiire gli ulteriori dettagli relativi
al rinnovo del contratto che andrà pertanto a sostituire ogni accordo
precedentemente stipulato.
Distinti Saluti, Uffio Commerciale Tolstoj A.S.
D. All’attenzione del del Sig. Kuznecov Aleksej Anatolevič
Vista la disputa in merito alla spedizione di macchine fresatrici mai
giunte a destinazione avvenuta lo scorso Settembre, con la presente si
comunica la decisione di voler procedere all’interruzione del rapporto
commerciale con la Vostra organizzazione.Si richiede pertanto che si
provveda al recesso del servizio di fornitura entro 30giorni dal ricevimento
della presente, diffindo dall’addebito di eventuali penali per il recesso del
contratto, altrimenti la nostra azienda provvederà a tutelare i suoi diritti in
sede legale.
Distinti saluti,
Dott. Alessandro Bonferroni.
E s e r c i z i o 73. Traducete le seguenti lettere in italiano:
a.
Уважаемые коллеги,
строительная фирма N сделала у нас важный заказ. Будем вам
благодарны, если вы предоставите нам информацию об экономическом
положении данного предприятия. Вприложении вы найдете данные
вышеназванной фирмы: название, адрес иномер телефона. Заверяем
вас в нашей абсолютной сдержанности относительно информации,
которую вы сочтете нужным нам предоставить. Просим вас пользо-
ваться нашими услугами в cлучае необходимости и выражаем вам
глубокое уважение.
(подпись)
приложение: карточка.

35
B.
ООО «Аква» Россия, г.Москва, ул. Советская, д.137. Тел. (095)–
111–11–00
генеральному директору
ооо «Контур-аква»
Е. В.Шишкину
01.03.2018№ 125на № 121от 27.02.2018
О ценах на фильтры.
Уважаемый Евгений Владимирович!
благодарим вас за предложение фильтров «АкваРос» от 24февра-
ля. Мы весьма заинтересованы вприобретении партии этих фильтров,
но мы бы хотели получить более подробную информацию оценах на
все фильтры, имеющиеся вналичии. Всвязи сэтим просим выслать
прайс-лист на продукцию.
Выражаем надежду на дальнейшее сотрудничество. Заранее благо-
дарны вам за ответ.
С уважением
директор ООО «Аква» Е.И.Чижиков.
C.
ООО «Мобайл»
г. Киев, ул. авиационная, д.45
Тел. (044) 11–11–11директору
ооо «стимул»
с. Е.Коробову
сообщаем вам, что господин ЛесковН. с.прибудет вМоскву 15мар-
та, любезно просим вас организовать встречу изарезервировать номер
вгостинице на два дня. господин Лесков Н.с. прибудет самолетом,
рейс № 1583.
Также мы были бы признательны, если бы вы организовали для
него встречу свашими клиентами во время его визита.
С уважением,
генеральный директор ООО «Мобайл»
С. Ю.Головко
D.
директору ОАО «Вектор»
Ю. К.Гороховой
Уважаемая госпожа Горохова!

36
в соответствии свашей просьбой высылаю 2экземпляра каталога
продукции нашего завода. Буду рад, если это послужит дальнейшим
взаимовыгодным контактам между нашими предприятиями.
Приложение, каталог продукции предприятия на 2015год, экз. №
1,2только адресату.
С уважением, директор а.Н.Потоцкий
E s e r c i z i o 74. Traducete in italiano:
—в1960-е гг. компания достигла цели ивышла на европейский
рынок, ключевым фактором выступило качество продуктов иуспеш-
ная рекламная кампания.
—сегодня группа «Ферреро», чья штаб-квартира находится вЛюк-
сембурге, экспортирует товары по всему миру, ее оборот составляет
более 7млрд евро.
—Этот шаг может навредить отношениям снашими основными
партнерами. Есть ли другие способы решить проблему?
—я согласен свами практически во всем, за исключением вопро-
са о финансировании. Мне бы хотелось обсудить его подробнее до
момента вступления договора всилу.
—сообщите нам, вкакие сроки ипо какой цене вы можете до-
ставить описанный ниже товар.
—возможно ли перенести встречу на 30января или отменить ее?
—я убежден, что мы сможем достичь удовлетворительного реше-
ния для обеих сторон.
—Имеем честь сообщить вам, что открываем филиал нашей фир-
мы ввашем городе.
—Этим письмом сообщаем вам, что наша компания прекращает
свое существование с18июля 2014года.
–Мы всегда ценили ваш позитивный ипрагматичный подход.
—Примите мои наилучшие пожелания.
E s e r c i z i o 75. Studiate il lessico del campo semantico «Trasporto delle
merci»:
A credito— вкредит
Accessibilità— доступность
Ad valorem— по стоимости
Aereo da trasporto— Транспортный самолет
Aereo per trasporto merci— грузовой самолет
Ammontare— общая сумма
Anticipo— аванс, задаток

37
Assicurazione— страховка
Attesa dell’imbarco— ожидание погрузки
Attrezzatura— оборудование, инвентарь
Autocarro— грузовой автомобиль
Autocarro con rimorchio— грузовик сприцепом
Autoveicolo di grande portata— большегрузный автомобиль
Avviso— Уведомление
Bastimento— судно, корабельный груз
Camion— грузовой автомобиль
Certifiсato di origine— свидетельство опроисхождении товара
Certifiсato fitosanitario— Фитосанитарный сертификат
Classe di distanza— Категория расстояния
Collo— Место багажа
Confezionatura— Упаковка, фасовка
Conto corrente— Текущий счет
Costi commerciali— Торговые издержки
Dazio d’entrata /d’importazione— ввозная пошлина
Dazio d’uscita’/d’esportazione— вывозная пошлина
Elicottero— вертолет
Fattura d’acquisto— счёт на покупку
Imbarco— погрузка
Importo— стоимость, цена
Indennizzo— компенсация
Intermediazione— посредничество
Macchinario— оборудование, машины
Magazzino— склад
Mercantile— торговое судно
Merce— товар
Merce all’ingrosso— опт
Merce di transito— транзитные грузы
Merci vincolate— грузы, ожидающие растаможивания
In attesa di sdoganamento
Nave cisterna— судно для наливных грузов
Nave da carico— грузовое судно
Nave da carico— secco сухогрузное судно
Nave noleggiata— зафрахтованное судно
Nave rinfusiera— судно для насыпных грузов
Ordine— заказ

38
Pagamento— плата
Pedaggio— дорожная пошлина
Per mare— морем
Percorso— маршрут, путь следования
Polizza di carico— транспортная накладная
Portata— грузоподъемность
Regime doganale— таможенный режим
Resa— рентабельность
Reti di trasporto— транспортные сети
Rimborso— возмещение (расходов)
Rimettere— посылать, отправлять
Sballata— распаковка
Scambio di merci— товарообмен
Scarto di produzione— производственный брак
Sconto— скидка
Sdoganamento— растаможивание
Sosta in vagone— ожидание ввагоне
Spedizione— отправка
Stoccaggio— временное хранение
Tasse— налоги
Tonnellata— тонна
Treno merci— товарный поезд
Valore aggiuntivo— добавочная стоимость
Valore attuale— настоящая стоимость
Valutazione— оценка
Zona franca— свободная зона
E s e r c i z i o 76. Traducete in italiano:
—грузоподъемность судна составляет 13тысяч тонн.
—Растаможивание товара занимает много времени.
—Фирма получила компенсацию за бракованный товар.
—Ввозные пошлины резко увеличились вэтом году.
—Товарный поезд перевозит транзитные грузы.
—Оборудование ожидает погрузки.
—Для проезда по этой дороге необходимо заплатить пошлину.
—Предприятие приобрело вкредит грузовой самолет.
—Таможенный режим государства изменился.
—Ведутся переговоры осоздании панамериканской зоны свобод-
ной торговли.

39
E s e r c i z i o 77.@Inserite le preposizioni:
—La fabbrica ha spedito la merce ... questo indirizzo.
—Hanno domandato le spiegazioni ... fornitore.
—Ha assicurato di avere consegnato la cassa ... buon stato.
—Si tratta ... danno sopravvenuto durante il trasporto.
—Vi informiamo che ... seguito ...Vostro ordine ci siamo affettati ...
spedirVi le seguenti merci.
—Vi rimettiamo la polizza ... carico fimata ... capitanoX.
—Vi preghiamo ... versareX$ ... nostro conto corrente.
—Il bastimento arriva entro 30giorni ... partenza.
—Abbiamo rispedito la merce ... ferrovia, ... grande velocità.
—Vi facciamo noto che il nostro agente assisterà ... sdoganamento.
E s e r c i z i o 78. Traducete in russo:
— La consegna viene effttuata su tutto il territorio italiano solo ed
esclusivamente tramite PosteItaliane.
—La consegna avviene in porto assegnato direttamente a casa vostra,
nei termini di tempo richiesti da PosteItaliane.
—Le spese di spedizione, che non sono comprese nel prezzo di vendita,
vengono calcolate in base alla composizione fiale dell’ordine.
—L’ordine viene approntato entro poche ore dal suo invio.
— La spedizione gratuita con consegna internazionale standard
(3–7giorni lavorativi) è disponibile anche in Svizzera.
— Via Internet, con una semplice connessione è possibile inviare e
ricevere pagamenti in modo veloce
—Questi sono le tariff che PosteItaliane applica a parziale copertura dei
costi sostenuti per lo svolgimento delle attività legate allo sdoganamento.
—Lo stupefacente, nascosto in un container carico di banane, era arrivato
inItalia a bordo di un mercantile proveniente dal Sud America.
—Il Parlamento europeo ha approvato un regolamento che modifia il
codice doganale comunitario per migliorare la sicurezza delle merci che
attraversano le frontier comunitarie.
—Lo scambio di merci transfrontaliero dovrebbe raddoppiare entro il
2020.
E s e r c i z i o 79. Sostituite la parola / l’espressione in corsivo con il
sinonimo:
—L’azienda vende i prodotti diversi.
—Per trasportare questo carico ci vuole un camion.
—L’invio delVostro ordine sarà effttuato entro 10giorni.

40
— In caso di pagamento anticipato la spedizione ha luogo una volta
ricevuto il pagamento stesso.
—La redditività dell’azienda è bassa.
—L’Amazon ha già rimesso tutti i libri che lui aveva ordinato.
—Dobbiamo chiedervi di pagare l’ammontare insoluto immediatamente.
—Le aziende operano dentro una zona extradoganale.
—Ibeni in vendita non sono gravati dagli alte
—Possiede una nave che porta i carichi commerciali.
E s e r c i z i o 80. Aggiungete una defiizione:
Accessibilità— ...
Indennizzo— ...
Polizza— ...
Ordine— ...
Magazzino— ...
E s e r c i z i o 81. Scrivete 3lettere ai vostri partner italiani. Può essere
qualsiasi tipo di lettera commerciale: domanda, conferma, offrta, richiesta,
avviso, reclamo ecc. (30parole ca. per ogni lettera).
E s e r c i z i o 82. Spunti per parlare:
Gli affri sono una forma di comportamento culturale. Secondo voi, quali
regole bisogna osservare comunicando con diversi partner stranieri? Ci sono
delle norme che vi sembrano comuni e applicabili a tutti i paesi del mondo?
Come vengono percepiti gli uomini e donne d’affri dd’affri del vostro
paese? Ci sono alcuni stereotipi che potete elencare?

7. ПОЛИТИЧЕСКИЙ ДИСКУРС

E s e r c i z i o 83. Leggete un famoso discorso fatto da Silvio Berlusconi


nel 1994.
L’Italia è il Paese che amo. Qui ho le mie radici, le mie speranze, i miei
orizzonti. Qui ho imparato, da mio padre e dalla vita, il mio mestiere di
imprenditore. Qui ho appreso la passione per la libertà.
Ho scelto di scendere in campo e di occuparmi della cosa pubblica perché
non voglio vivere in un Paese illiberale, governato da forze immature e da
uomini legati a doppio fio a un passato politicamente ed economicamente
fallimentare.
Il movimento politico che vi propongo si chiama, non a caso, ForzaItalia.
Ciò che vogliamo farne è una libera organizzazione di elettrici e di elettori
di tipo totalmente nuovo: non l’ennesimo partito o l’ennesima fazione che

41
nascono per dividere, ma una forza che nasce invece con l’obiettivo opposto;
quello di unire, per dare fialmente all’Italia una maggioranza e un governo
all’altezza delle esigenze più profondamente sentite dalla gente comune.
Ciò che vogliamo offire agli italiani è una forza politica fatta di uomini
totalmente nuovi. Ciò che vogliamo offire alla nazione è un programma di
governo fatto solo di impegni concreti e comprensibili. Noi vogliamo rinnovare
la società italiana, noi vogliamo dare sostegno e fiucia a chi crea occupazione
e benessere, noi vogliamo accettare e vincere le grandi sfie produttive e
tecnologiche dell’Europa e del mondo moderno.
Noi vogliamo offire spazio a chiunque ha voglia di fare e di costruire il
proprio futuro, al Nord come al Sud vogliamo un governo e una maggioranza
parlamentare che sappiano dare adeguata dignità al nucleo originario di ogni
società, alla famiglia, che sappiano rispettare ogni fede e che suscitino
ragionevoli speranze per chi è più debole, per chi cerca lavoro, per chi ha
bisogno di cure, per chi, dopo una vita operosa, ha diritto di vivere in serenità.
Un governo e una maggioranza che portino più attenzione e rispetto
all’ambiente, che sappiano opporsi con la massima determinazione alla
criminalità, alla corruzione, alla droga. Che sappiano garantire ai cittadini
più sicurezza, più ordine e più effienza. La storia d’Italia è ad una svolta. Da
imprenditore, da cittadino e ora da cittadino che scende in campo, senza
nessuna timidezza ma con la determinazione e la serenità.
Сhe la vita mi ha insegnato, vi dico che è possibile farla fiita con una
politica di chiacchiere incomprensibili, di stupide baruff e di politica senza
mestiere.Vi dico che è possibile realizzare insieme un grande sogno: quello
di un’Italia più giusta, più generosa verso chi ha bisogno più prospera e serena
più moderna ed effiente protagonista in Europa e nel mondo.
Vi dico che possiamo, vi dico che dobbiamo costruire insieme per noi e
per i nostri fili, un nuovo miracolo italiano.
(Tratto da: «L’Italia è il paese che amo»: La discesa in campo sul video.
URL: http://www.repubblica.it/2004/a/sezioni/politica/festaforza/discesa/
discesa.html?refresh_ce (data di accesso: 02.05.2016)).
E s e r c i z i o 84. Rispondete alle domande:
—A quali concetti e valori ricorre nel suo discorso?
—Quali fiure retoriche adopera?
—Da quale ambito viene l’espressione «scendere in campo»?
—A quale periodo storico e a quali avvenimenti riferisce dicendo «non
voglio vivere in un Paese governato da uomini legati a doppio fio a un passato
politicamente ed economicamente fallimentare»?

42
E s e r c i z i o 85. Adesso leggete il discorso di Matteo Renzi per la fiucia
al Senato nel febbraio 2014.
Quali diffrenze notate sul piano concettuale e stilistico?
Comunico fi dall’inizio che vorrei essere l’ultimo presidente del consiglio
a chiedere in quest’aula la fiucia. Siamo qui davanti a voi per parlare un
linguaggio di franchezza, al limite di brutalità. Noi, a diffrenza di qualche
leader, siamo orgogliosi di essere democratici, di apprezzare le regole del
gioco della democrazia. Noi non abbiamo paura di andare alle elezioni.
Abbiamo allungato l’orizzonte politico della legislatura. Ma arrivare al
2018 ha un senso soltanto se avvertiamo l’urgenza di un cambiamento
radicale.
In questo governo ci sono i segretari dei partiti che lo sostengono, perché
questo è un governo politico e noi pensiamo che la parola politica non sia
una parolaccia.Il primo impegno è lo sblocco totale dei debiti della Pubblica
Amministrazione attraverso un diverso utilizzo della Cassa Depositi e
Prestiti. Riduzione a doppia cifra del cuneo Fiscale con misure serie e
irreversibili che porteranno nel primo semestre del 2014a risultati immediati
e concreti. Non offiamo parole, ma interventi precisi e puntuali. Nel mese
di giugno porteremo all’attenzione di questo parlamento un pacchetto
organico di revisione della giustizia che non lasci fuori niente. Siamo un
paese in cui lavorano più negli appalti gli avvocati che i muratori. Sui diritti
lo sforzo da fare è di ascoltarsi e trovare un compromesso anche quando
non mi soddisfa del tutto. L’identità è la base dell’integrazione, un Paese
che non si integra non ha futuro. A fronte di un dibattito che ha visto i iritti
oggetto di scontro, facendone una bandierina in campagna elettorale senza
poi fare nulla, con questo governo spero di trovare dei punti di sintesi ideali.
Ad esempioper permettere alla bimba nata dove è nata la sua compagna di
banco, dopo un ciclo scolastico, di diventare italiana. L’opportunità non è
pari, è dispari: ce n’è solo una. C’è una sola occasione. Se dovessimo perdere
non cercheremo alibi, se dovessimo perdere questa sfia la colpa sarebbe
solo mia.
(Tratto da: Legislatura 17ª— Aula— Resoconto stenografio della seduta
n.197del 24/02/2014.
E s e r c i z i o 86. Traducete le espressioni:
—просить одоверии— найти компромисс
—идти на выборы— неравные возможности
—поддержать правительство— признать вину
—государственный долг— принять вызов

43
E s e r c i z i o 87. Traducete il discorso in russo.
E s e r c i z i o 88. Leggete il discorso di Beppe Grillo, il cosiddetto
«contro-discorso» di fie anno 2014. In cosa è diverso dai due discorsi
precedenti?
Forse avremo una grande soddisfazione perché per raggiunti limiti di età
Napolitano, che ha condiviso (eanche leggermente sponsorizzato) questo
sfacelo, si toglierà da questa posizione molto precaria che ha oggi come
Presidente della Repubblica.
Magari ForzaItalia— Forza Mafi, chiamatela come volete, non ci sarà
più, avrà percentuali da prefiso telefonico. Forse succederà qualcosa, ma non
bisogna spargere la voce, succederà qualcosa! L’abbiamo già fatta succedere.In
Parlamento ci hanno preso in giro, ci hanno messo in un angolo, andiamo
sui tetti, facciamo provocazioni, andiamo... cerchiamo di far conoscere quello
che succede veramente dentro del comma 5 che modifia il comma 7 del
comma 9,del comma 11, della legge 45poi vai a vedere, chi è?Cos’è? Non
si sa!..
Comunque noi stiamo portando in Parlamento una legge di iniziativa
popolare che ci permetterà di chiedere un referendum consultivo per uscire
dall’Euro! Perché essere schiavi? Vogliamo diventare un Paese... ora lo
dico... normale, normale! Avere la nostra sovranità monetaria, la nostra
sovranità economica, essere normali, avere il nostro fico senza che sia
delegato a una banca a mille chilometri. Lo so che è chiedere una cosa
gigantesca!Vogliamo rimanere in Europa bella, diversa, con i francesi, con
i tedeschi,vogliamo starci in mezzo a questa gente qua, perché siamo diversi,
SIAMOITALIANI!
Uscire dall’Euro è una partenza, diventeremo competitivi, manipoliamo,
facciamo delle cose meravigliose ancora. Perché continuare a pensare di
non avere un piano B?Questo è il piano B,l’unico che c’è inItalia!Il piano
B è del MoVimento 5Stelle.Quindi che rimpianti avremo? Non lo so che
rimpianti, so solo che andremo verso qualcosa che abbiamo iniziato. Noi
siamo forse la causa, gli efftti li vedranno i nostril nipoti. Stiamo cambiando!
Una classe politica di giovani! Abbiamo fatto poche cose ci dite, può darsi,
ma non abbiamo mai tradito quello che abbiamo detto, abbiamo fatto, non
abbiamo preso soldi, siamo nati dalla Rete senza soldi. Guardate che sta
succedendo una cosa bellissima: noi che non abbiamo chiesto soldi a
nessuno siamo pieni di soldi: quando dobbiamo fare le iniziative i cittadini
ce li danno! Loro, adesso vogliono rimettere rimborsi elettorali perché

44
hanno messo il 2per mille. «Diamo la possibilità ai cittadini di fianziare i
partiti»dicevano. Toh, non gli danno niente! Allora abbiamo avuto sempre
ragione, siamo stuf anche di avere sempre ragione, non voglio imporvi
nulla, giudicate voi.
(Tratto da: Discorso di fie anno 2014di Beppe Grillo #Io Guardo Beppe.
URL: http://www.
beppegrillo.it/2015/01/discorso_di_fie_anno_2014_di_beppe_grillo_
ioguardobeppe.html
(data di accesso: 02.05.2016)).
E s e r c i z i o 89. Trovate sinonimi:
—sfacelo— rimpianto
—posizione precaria— rimborso
—stare in mezzo— essere stufo
—prendere in giro
E s e r c i z i o 90. Mettere il verbo al tempo e modo verbale giusto:
— Volevamo che l’Italia (uscire) dall’Euro e (riprendere) la sua
indipendenza economica.
—Benché (essere) giovani, hanno già fatto tante cose.
—Probabilmente gli efftti li (vedere) i nostri nipoti.
—Anche se non (loro-chiedere) soldi a nessuno, i cittadini glieli danno.
—Ero sicuro che ForzaItalia (avere) percentuali da prefiso telefonico.
—Mi chiedevo se (noi-potere) fare delle cose meravigliose ancora.
—Erano più bravi di quanto (tu-aspettare).
—Era molto sicuro come se (avere) un piano B.
—Nel caso (passare) questa legge, avremo una grande soddisfazione.
E s e r c i z i o 91. Leggete e traducete in russo:
Le relazioni internazionali
IL FES (_____) è lo strumento nel quadro del quale __________la
politica di cooperazione allo sviluppo verso 77dei 79Paesi del Gruppo ACP
(il Sud Africa) è oggetto di una specifica linea di bilancio mentre Cuba rifiuta
gli __________ dall’agosto 2003, a seguito delle proteste europee per le
condanne inflitte ad nel precedente aprile) ed i Paesi e Territori d’Oltremare
(_______).
La cooperazione si realizza tramite il _______________di sviluppo a
livello nazionale e regionale (consolidamento istituzionale, sostegno al
bilancio, realizzazione di infrastrutture, assistenza tecnica, sostegno al settore
dell’educazione, contributo alla diversificazione _______________, etc.).

45
Dopo essere stati individuati in stretta ________________con i Paesi
beneficiari, i progetti sono presentati dalla Commissione nell’ambito del
competente Comitato di gestione per sottoporli al voto degli Stati Membri.
Con una dotazione di 13.800Milioni di Euro (MEURO) per il periodo
2002–2007 (più un ammontare di risorse non spese nel corso dei
____________di circa 10.000 MEURO), il FES opera attualmente nel
quadro dell’Accordo di Cotonou del 2000ed è giunto alla suaIXedizione
dalla prima convenzione di Yaoundé. L’Italia _____________il quarto
contribuente con una chiave di finanziamento, decisa in Consiglio, pari al
12,54% del totale (1.730,52MEURO sull’intero periodo— 334,548MEURO
di contributo nel 2006).
IlXFES, per il periodo 2008–2013, avrà una dotazione di 22.682MEURO
ai quali __________2.030MEURO per prestiti a valere sulle risorse proprie
della BEI(Banca Europea degliInvestimenti). La chiave di finanziamento
italiana salirà al 12,86%, corrispondente a 2,916miliardi di Euro sull’intero
periodo.
Le risorse disponibili saranno quasi interamente (97%) destinate a
___________ progetti di sviluppo a livello nazionale e regionale nei Paesi
ACP, mentre il restante 3% _______________ a favore dei PTOM e
copertura delle spese di gestione.
delle colture agricole, finanziamento di progetti, collaborazione, Fondo
Europeo di Sviluppo, PTOM, sarà diviso tra progetti, si realizza, aiuti
comunitari, oppositori politici, ne rappresenta, finanziare, si aggiungono,
precedenti quinquenni
E s e r c i z i o 92. Leggete e traducete in russo:
L’assistenza ai cittadini italiani all’estero (essa — costituire, Pr.) un
impegno primario del Ministero degli Affari Esteri. Per motivi legati alla storia
del nostro Paese, la presenza italiana nel mondo (essa— essere. Pr.) molto
vasta ed articolata e ha subìto, in fasi successive, una significativa evoluzione.
Iconnazionali che dalla fine dell’Ottocento e per buona parte del secolo
scorso (loro— emigrare, P.pr.) in cerca di migliori condizioni economiche,
si sono col tempo integrati nel tessuto delle società dei Paesi di accoglienza,
occupandovi non di rado posizioni di rilievo. Sono connazionali che (loro—
costituire) oggi un valore ed una risorsa assoluti per il nostro Stato.
Ad essi (loro –aggiungersi, P.pr.), negli ultimi trent’anni, connazionali
trasferitisi oltre confine per ragioni di studio, ricerca o lavoro, che (loro –
continuare, Pr.) a mantenere con l’Italia rapporti strettissimi. Milioni sono
poi gli italiani che ogni anno si recano all’estero per turismo.

46
Il proliferare di nuove fattispecie di rischio non più limitate alla sola
instabilità di tipo politico e l’ampliarsi degli spostamenti in ogni parte del
globo (loro — fare, P.pr.) emergere una forte domanda di misure di
assistenza in contesti a rischio. Per rispondere a questa esigenza la
Farnesina, (essa— essersi dotata— Pr.) di uno strumento all’avanguardia:
l’Unità di Crisi.
E s e r c i z i o 93. Leggete e traducete in russo:
Promuovere l’Italia, sostenere la business community, Aggregare le business
communities, italiane svolgere un ruolo, aggregare la business community,
La diplomazia economica italiana è l’attività del Ministero degli Affari
Esteri per ____________nel processo di internazionalizzazione. Sia le
strutture centrali del Ministero a Roma, presso la Farnesina, sia gli Uffici
economici delle Ambasciate e dei Consolati all’estero lavorano con il
SistemaItalia per tutelare, promuovere, informare ed _________________
all’estero.
Tutelare gli interessi economici italiani all’estero e __________di
advocacy presso le pubbliche amministrazioni straniere per la protezione
degli investimenti italiani;
__________ed i suoi prodotti in collaborazione con gli Uffici dell’ICE,
le Camere di Commercio italiane all’estero e gli altri soggetti del
SistemaItalia;
Informare le imprese sui mercati esteri e sulle opportunità di gare d’appalto
e grandi progetti di commesse e lavori pubblici; con la propria rete capillare,
la diplomazia economica raccoglie e diffonde informazioni tramite il sistema
informativo “ExTender”, il Notiziario Radiocor-Farnesina ed i Rapporti-
Paese realizzati conICE ed ENIT e disponibili su questo sito.
__________ all’estero, favorendo lo sviluppo di associazioni e network
delle comunità di affari italo-estere.
E s e r c i z i o 94. Leggete e traducete in russo:
Energia
Le questioni energetiche (rivestire) sempre più carattere di priorità e
urgenza sia nell’ambito delle politiche nazionali che a livello globale. L’accesso
regolare e a prezzi ragionevoli alle materie prime energetiche (essere) infatti
un fattore essenziale per lo sviluppo economico e sociale, come testimonia il
costante incremento della domanda globale di energia primaria (domanda
che, secondo stime ufficiali, (dovere) aumentare di un ulteriore terzo entro il
2035, trainata dallo sviluppo della Cina e di altre economie emergenti e dalla
forte crescita demografica mondiale).

47
A tale incremento del consumo energetico mondiale (associarsi) crescenti
sfide in termini di sicurezza degli approvvigionamenti energetici, concorrenza,
efficienza energetica, crescita sostenibile e contenimento dell’impatto
ambientale.
Il Ministero degli Affari Esteri, nel contesto delle linee di azione della
strategia nazionale ed in raccordo con il Ministero dello Sviluppo Economico,
(partecipare) al dibattito internazionale sulla gestione delle risorse energetiche
e sui principali progetti nazionali, comunitari ed internazionali in tema di
sicurezza energetica. Ciò anche in considerazione del fatto che il fabbisogno
energetico nazionale (venire) soddisfatto in buona parte attraverso le
importazioni.
Obiettivo principale della politica italiana di sicurezza energetica (essere)
pertanto quello di garantire certezza e regolarità degli approvvigionamenti
attraverso specifiche azioni concertate a livello nazionale e internazionale
anche al fine di beneficiare consumatori e produttori. A tal riguardo l’Italia
(considerare) prioritaria la differenziazione dei paesi fornitori, dei tracciati,
della direzione dei flussi nonché del mix energetico (fossili, rinnovabili), anche
nella prospettiva di consolidare il suo ruolo di “hub energetico” tra Africa,
Europa centro-orientale ed Asia.
Il Ministero degli Affari Esteri (partecipare) inoltre alle attività delle
organizzazioni internazionali operanti nel settore dell’energia (vedi
approfondimento OO.II. operanti nel settore energia/link), (seguire) gli
sviluppi dei gruppi tematici in ambito G20, nonché le questioni
internazionali connesse all’uso dell’energia nucleare e delle sostanze
chimiche.
In ambito nazionale, il Ministero degli Affari Esteri segue le attività dei
principali attori operanti nel settore energetico: ENEA, GSE,ISPRA, come
pure i maggiori gruppi energetici quali ENI, ENEL, EDISON, con particolare
attenzione agli aspetti della sicurezza energetica, dell’innovazione tecnologica
e dell’impiego delle energie rinnovabili, settore quest’ultimo in cui l’interesse
e l’attività del nostro paese (essere) molto pronunciati.
E s e r c i z i o 95. Leggete e traducete in russo:
Impegni e politica europea
L’Italia è costantemente impegnata nell’attuazione delle direttive europee,
orientate al rafforzamento della sicurezza degli approvvigionamenti energetici
e al raggiungimento degli obiettivi fissati a livello europeo con la direttiva
riguardante il c.d. pacchetto 20–20–20: ridurre del 20% le emissioni di gas
a effetto serra (rispetto ai livelli del 1990), portare al 20% il risparmio energetico

48
e aumentare del 20% la media europea del consumo di energie rinnovabili
(17% per l’Italia).
Il Governo italiano ha poi recepito il c.d. “Terzo Pacchetto
Energia”dell’UE che introduce delle modifiche nella normativa relativa al
mercato interno dell’energia elettrica e del gas per migliorarne il funzionamento
e rafforzarne l’integrazione.
Inoltre, in linea con la European Energy Roadmap 2050 (documento
programmatico, presentato a Bruxelles il 15dicembre 2011, che stabilisce gli
intervanti necessari per la creazione di un sistema energetico europeo sicuro,
competitivo e de carbonizzato entro il 2050), l’Italia si è impegnata nella
rimodulazione della strategia energetica nazionale, incentivando l’utilizzo di
fonti di energia rinnovabile e l’aumento del risparmio energetico mediante
un’accresciuta efficienza energetica.

49
БИБЛИОГРАФИЧЕСКИЙ СПИСОК

Ахманова О.С. словарь лингвистических терминов / О.С. Ахманова. М.:


Едиториал УРСС, 2004.
ГарбовскийН. К.Теория перевода: учебник / Н.К. Гарбовский. М.: Изд-во
Моск. ун-та, 2004.
Демьянова Л.И. Бизнес-курс итальянского языка / Л.И. Демьянова. М.:
Логос, 1999.
Марузо Ж.словарь лингвистических терминов / Ж.Марузо. М.: Едитори-
ал УРСС, 2004.
Нелюбин Л.Л.Толковый переводоведческий словарь / Л.Л. Нелюбин. М.:
Флинта; Наука, 2003.
Ambroso S.Parole: 10percorsi nel lessico italiano / S.Ambroso. Roma : Bonacci
ed., 2002.
Buono Hodgart L.Capire l’Italia e l’italiano: Lingua e cultura italiana oggi. Livello
intermedioavanzato / L.Buono Hodgart. Guerra Ed., 2002.
Cadorin E.Corrispondenza commerciale russa / E. Cadorin, I. Kukushkina.
Milano : Hoepli, 1999.
Cherubini N.L’ italiano per gli affri / N.Cherubini. Bonacci, 2002.
Coletti V. L’italiano della politica / V. Coletti. URL: http://www.
accademiadellacrusca.it/it/temadel-mese/litaliano-debole-potere-forte (data di
accesso: 20.04.2016).
Consiglio d’Europa — Scheda sull’organizzazione [site]. URL: http://leg16.
camera.it/62?europa_estero=69(data di accesso: 18.03.2016).
Consiglio d’Europa [site]. URL: http://www.coe.int/it/web/portal (data di
accesso: 18.03.2016).
Dichiarazione universale dei diritti umani [site]. URL: http://www.ohchr.org/
EN/UDHR/Documents/UDHR_Translations/itn.pdf (data di accesso: 18.03.2016).
Diritto dell’UE [site]. URL: http://europa.eu/eu-law/index_it.htm (data di
accesso: 18.03.2016).
L’ Elenco delle organizzazioni internazionali [site]. URL: http://www.esteri.it/
mae/it/politica_estera/organizzazioni_internazionali/lista_organ_internaz/# (data
di accesso: 18.03.2016).
L’ Onu inItalia [site]. URL: http://unric.org/it/lonu-in-italia (data di accesso:
18.03.2016).

50
La presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea [site]. URL: http://
italia2014.eu/it (data di accesso: 18.03.2016).
L’Italia e il Consiglio d’Europa [site]. URL: http://www.rpcoe.esteri.it/RPCOE/
Menu/Approfondimenti/Italia+e+il+Consiglio+di+Europa/ (data di accesso:
18.03.2016).
OsimoB.Traduzione e qualità / B.Osimo. Milano : Ed. Ulrico Hoepli, 2008.
Pichiassi M.Viggio nell’italiano contemporaneo attraverso i testi / M.Pichiassi.
Perugia : Guerra Ed., 2007.
Renzi L.Manuale di linguisica e fiologia romanza / L.Renzi. Mulino; Bologna,
2006.
Rivista di NATO [site]. URL: http://www.nato.int/docu/review/2011/
ARCHIVES/IT/index.htm (data di accesso: 18.03.2016).
Scrivere per una rivista: l’articolo scientifio. URL: http://www.agenziafarmaco.
gov.it/wscs_render_attachment_by_id/111.35597.1137683608230fc92.pdf (data di
accesso: 10.09.2015).
Statuto e regolamento generale dell’organizzazione internazionale di polizia
criminale—Interpol [site]. URL: https://www.fedpol.admin.ch/dam/data/fedpol/
polizeizusammenarbeit/international/interpol/cgr-i.pdf (data di accesso: 02.03.2016).

51
ПРИЛОЖЕНИЯ

Приложение 1

Elenco delle organizzazioni internazionali


Europa
—Agenzia Spaziale Europea (ESA)
—Associazione europea di libero scambio (EFTA)
—Commissione Economica per l’Europa (ECE)
—Consiglio d’Europa
—Organizzazione europea dei Brevetti (EPO)
—Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare (CERN)
—Unione Europea (EU)
asia
—Asian Development Bank (ADB)
—Associazione delle Nazioni dell’Asia Sud-Orientale (ASEAN)
—Associazione Sud-Asiatica per la Cooperazione Regionale (SAARC)
—Consiglio di Cooperazione del Golfo (GCC)
—Dialogo per la Cooperazione Asiatica (ACD)
—Organizzazione di Cooperazione Economica (ECO)
—Piano Colombo
—Vertice dell’Asia Orientale (EAS)
Eurasia
—Comunità degli StatiIndipendenti (CSI)
—Comunità Economica Eurasiatica
—GUAM Organizzazione per la Democrazia e lo Sviluppo Economico
—Organizzazione della Cooperazione Centro-Asiatica
—Organizzazione della Cooperazione Economica del Mar Nero (BSEC)
—Shanghai Cooperation Organisation (SCO)
—TRACECA
Africa
—Autorità intergovernativa per lo sviluppo (IGAD)
—Consiglio dell’Intesa
—Comunità dell’Africa Orientale (EAC)
—Comunità di Sviluppo dell’Africa Australe (SADC)
—Economic Community of West African States (ECOWAS)
—Unione Africana
—Unione del Maghreb Arabo

52
— Organisation Commune Africaine Malgache et Mauricienne
(OCAMM)
—Unione Economica e Monetaria Ovest-Africana (UEMOA)
Americhe
—Associazione degli Stati Caraibici (ACS)
—Comunità Andina (CAN)
—Comunità Caraibica (CARICOM)
—Comunità delle Nazioni del Sud America (CSN)
—Gruppo Rio
—Mercosur
—Organizzazione degli Stati Americani (OAS)
—Organizzazione degli Stati dei Caraibi Orientali
—Parlamento Centro-Americano
—Sistema di Cooperazione tra le Forze Aeree Americane (SICOFAA)
Oceano Atlantico
—Organizzazione del Trattato Nord Atlantico (NATO)
—Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE)
Oceano Artico
—Consiglio Artico
Oceano@Indiano
— Associazione Rivierasca dell’Oceano Indiano per la Cooperazione
Regionale (IOR-ARC)
—Commissione dell’OceanoIndiano (COI)
—Oceano Pacifio
—ANZUS
—Asia-Pacifi Economic Cooperation (APEC)
—Forum delleIsole del Pacifio
—Programma della Regione del Pacifio per l’Ambiente
—Segretariato della Comunità del Pacifio
Organizzazione@Internazionale fianziaria
—Banca dei RegolamentiInternazionali (BIS)
—Fondo MonetarioInternazionale (IMF)
—Banca Mondiale (WBG)
Organizzazioni sportive
—Comitato OlimpicoInternazionale
—FederazioneInternazionale Pallacanestro
—FederazioneInternazionale Sci
—FIFA
—NF-Board

53
Organizzazioni con vari criteri di associazione
—Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE)
—Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio (OPEC)
—Commonwealth delle Nazioni
—Francofonia
—Comunità dei Paesi di Lingua Portoghese (CPLP)
—Organizzazione degli StatiIbero-Americani (OEI)
—Unione Latina
—Movimento dei Paesi Non Allineati
—Lega Araba
—Organizzazione della ConferenzaIslam
—Centro consultivo sul diritto dell’OMC

Приложение 2

Il nuovo disordine internazionale


Luigi@Vittorio Ferraris
Nella narrativa storica le periodizzazioni sono strumenti di comodo:
vengono defiite dopo gli avvenimenti. Sono i posteri a individuare le fratture
con le quali si susseguono le epoche storiche, Perché la storia continua
incessante a tessere le sue fia talvolta imperscrutabili. Se sono eventi
contemporanei non mancano illusioni e delusioni quando si indulge a
qualifiarli di eventi «epocali». Con tutti i loro limiti e le loro casualità le
scansioni temporali servono per organizzare la memoria, per registrare e
studiare i cambiamenti e cercare di intravvederne le conseguenze/ Sono i
posteri a individuare le fratture con le quali si susseguono le epoche storiche,
perché la storia continua incessante a tessere le sue fia talvolta imperscrutabili.
Se sono eventi contemporanei non mancano illusioni e delusioni quando si
indulge a qualifiarli di eventi «epocali». Con tutti i loro limiti e le loro casualità
le scansioni temporali servono per organizzare la memoria, per registrare e
studiare i cambiamenti e cercare di intravvederne le conseguenze: prevederli
è ben più arduo ed è già molto riuscire a intuirli prima che si verifihino. Nel
Seicento la guerra dei Trent’anni si è conclusa con i trattati di Westfalia, eretti
a fondamento di un sistema internazionale detto moderno perché fondato su
Stati sovrani: un sistema poco idoneo per la stabilità o la pace ed infatti fra
Seicento e Settecento le guerre si sono inseguite senza posa e non solo europee
quando investivano il pianeta, dalle Americhe all’India (non ancora all’Africa),
una prefiurazione euro-atlantica! Segue il quasi trentennio rivoluzionario e

54
napoleonico esaltato nel ricordo, ma come non mai cruento con battaglie
animate da spirito nazionale: entusiasmo dei cittadini e armistizi con la
invenzione a piacimento di Stati destinati ad essere provvisori lasciando
peraltro dietro di sé germi di futuri sommovimenti.Vi pone fie il Congresso
diVienna, primo esempio di diplomazia congressuale per sistemare il mondo
di allora (principalmente l’Europa) con una struttura razionale volta ad
assicurare la pace e la tranquillità: il legittimismo dei sovrani nonché il
legittimo diritto-dovere dei membri riconosciuti dell’Europa di far funzionare
il sistema internazionale con al centro l’Europa dominatrice del mondo: ne
erano garanti le cinque potenze (cui poi si aggiunge l’Italia). 1.Tuttavia i
popoli accarezzavano altre aspirazioni: la libertà anche mediante la guerra
di cittadini (in realtà minoranze combattive). Il sistema troppo razionale
di Vienna si sgretola: per quanto ispirato da una società culturalmente
cosmopolita era minato alla base da empiti nazionalistici. Lo status quo è
diffile da preservare ed i popoli, manipolati o meno, per il cambiamento sono
pronti a sostenere guerre, prima coloniali, poi europee sino a precipitarsi
nella prima guerra mondiale senza rendersi conto che la guerra sarebbe stata
diversa dal passato: una grande sconfita dell’ottimismo della fede nel progresso
del sistema ottocentesco, che non aveva saputo evitare una guerra concon
perdite umane altissime e con esiti assai insoddisfacenti.
Per attuare il nobile intento che dovesse essere l’ultima guerra, occorrevano
scelte coraggiose che nessuno era pronto a fare. Un sedicente nuovo sistema
internazionale veniva fondato improvvidamente sulle sabbie mobili di
molteplici rivendicazioni e dell’ingannevole astrazione di Stati etnici. 2.La
nuova organizzazione internazionale— la Società delle Nazioni (Sdn)—
chiamata a amministrare il sistema si dimostra essere un penoso abbaglio,
aggravato fra le altre cose dall’assenza irresponsabile degli Stati Uniti, la quale
evidenzia una contraddizione destinata a durare nel tempo: l’Europa voleva
rimanere al centro del sistema ed invece senza gli Stati Uniti l’Europa era
incapace di gestirsi. Alla triste esperienza della prima guerra mondiale segue
un armistizio brevissimo— appena vent’anni— durante il quale le crisi si
susseguono nella chiara volontà degli Stati di tenere saldo il diritto ad usare
la forza.
Il sistema diVersailles non funziona poiché non riesce a imporre regole
che possano essere acetate da tutti, né ad attuare gli obiettivi morali proclamati
solo a parole. La seconda guerra mondiale era inevitabile, benché la maggiore
responsabilità ricada su coloro— la follia del Terzo Reich in testa e altrettanto
le mire del Giappone e dell’Italia— che la consideravano come un evento

55
non da paventare, bensì da ricercare perché solo la guerra poteva assicurare
una vittoria defiitiva con contenuti che pretendevano di guardare all’avvenire
«millenario», mentre invece erano squallidamente antiquati come il
Lebensraum.Il sistema bipolare della guerra fredda e la sua dissoluzione La
sconfita nel 1945 di questa impostazione aberrante sia in politica che in
economia ha raffrzato il proposito di costruire un nuovo più sicuro sistema
internazionale, cui gli Stati dovessero sottomettersi e da affire ad organizzazioni
internazionali: il sistema di Bretton Woods per l’economia mondiale con
tutte le sue derivate e le Nazioni Unite per gestire i rapporti fra gli Stati. 3.Quel
sistema nasceva da una alleanza che credeva di poter celare un equivoco. 4.In
un clima di reciproca diffinza sino all’ostilità venivano offrte due alternative
di società umana e internazionale, sostenute entrambe da ambizioni di
egemonie moderate dalla deterrenza nucleare, tanto vituperata quanto idonea
a mantenere un equilibrio complessivo e a permettere la decolonizzazione,
pur non impedendo atroci confltti ovunque. Guerra improbabile, pace
impossibile nella plastica sintesi di Raymond Aron del quarantennio della
guerra fredda. Quel sistema bipolare consentiva la demonizzazione
dell’avversario inchiodando ciascuno alle proprie ideologie, ma presupponeva
interessi compatibili dei maggiori attori internazionali antagonisti: la centralità
degli Stati e il contenimento nell’uso della forza, in ispecie se nucleare. La
relativa stabilità permetteva all’Europa di inventare un processo di coraggiosa
e avveniristica unifiazione sino all’integrazione. Eppure quella stabilità era
minata: la Conferenza sulla sicurezza e la cooperazione in Europa (Csce) di
Helsinki non è stata la causa, ma l’indizio, non tempestivamente percepito
fio dal 1956 (certamente non dalle immaginazioni dei partiti comunisti
occidentali), di una lunga e soffrta agonia disgregatrice del mondo comunista.Il
sistema bipolare non poteva essere eterno e difatti si dissolve in una notte:
ma quello che sembrava un accidente improvviso era invece il punto di arrivo
di una lenta evoluzione. La guerra fredda si conclude senza una pace: i
vincitori non hanno sconfito l’antagonista perché l’antagonista ha rinunciato
ad esserlo. Quell’«accidente» non sanzionava soltanto la fie del contrasto
ideologico ed egemonico, ma disegnava un diverso sistema. 5.Il brevissimo
ventennio susseguente ha visto susseguirsi varie fasi di cambiamento, diffili
da sceverare perché manca la distanza per giudicare le dimensioni dei
successivi micro-sistemi internazionali, nessuno dei quali ha avuto il tempo
di consolidarsi. Un nuovo ordine internazionale fra la pensée unique
democratica e la promozione dei diritti umani o fondamentali All’inizio
dell’ultimo decennio del secoloXXsembrava schiudersi la realizzazione di

56
quel nuovo ordine internazionale che il presidente Bush aveva divinato nel
1990 nel suo discorso a Magonza: un sistema internazionale affito —
fialmente!— alla gestione di una organizzazione internazionale universale:
la guerra del Golfo del 1991è una dimostrazione che il sistema Onu possa
funzionare a condizione che vi sia una volontà collettiva in ispecie dei membri
privilegiati del Consiglio di sicurezza. Esempio reso possibile non tanto dalla
gravità di una violazione palese del diritto, ma dai mutamenti che avevano
lasciato tanto attoniti da suscitare la prevalenza di interessi collettivi su quelli
particolaristici. Raro trionfo del multilateralismo! Soltanto ipacifiti non lo
avevano capito e avevano lanciato lo slogan sciocco «Contro la guerra senza
se e senza ma», dimostrando come un non meditato amore per la pace possa
avere una valenza negativa. Se questo era un aspetto— nuovo e positivo— del
sistema internazionale, se ne manifestava un altro più controverso e più
complesso. 6:nuta generale sino ad assurgere a pensiero comune indiscusso
e indiscutibile che dovesse prevalere ovunque, per garantire pace e stabilità
e quindi felicità generale, il sistema chiamato democratico di stampo
occidentale, articolato in maniera più compiuta dalla rivoluzione americana
e da quella francese e dal liberalismo e dal secolarismo ottocentesco: un
«eccezionalismo culturale». 7. Al centro la volontà popolare espressa da
pluralità di movimenti politici con la libertà di stampa e di riunione e il
cosiddetto Stato di diritto con la sanzione di elezioni, manifestazione principe
per amministrare la cosa pubblica e controllarla, e soprattutto l’esaltazione
dei diritti degli individui e dei popoli: i diritti umani o fondamentali. 8.Un
convincimento rapidamente affrmatosi tanto che ovunque, sia pure con
incertezze, i sistemi di governo che vi contraddicevano andavano condannati:
qualora regimi autocratici venissero tollerati per ragion di Stato si faceva
appello a giustifiazioni tortuose. Si sosteneva che il sistema chiamato
democratico fosse la mèta dello statuto dell’organizzazione universale —
l’Onu — dimenticando che sino alla vigilia l’Onu non aveva esitato a
considerare del tutto legittimi regimi che quei diritti violavano (la Cambogia
di Pol Pot fra i tanti esempi).In base alla prevalenza della volontà popolare
o democratica si scuoteva dalle basi il sistema internazionale, che per sua
natura aspirerebbe allo status quo: può essere turbato dalle guerre— come è
sempre avvenuto –ma per giungere ad una pace. Un sistema gestito da una
organizzazione internazionale universale non può ammettere una situazione
diversa dallo status quo: puntualmente nello statuto delle Nazioni Unite la
non ingerenza e l’integrità territoriale sono logicamente erette a presidio di
una struttura non modifiabile— salvo per l’autodeterminazione nell’ambito

57
della decolonizzazione— e certamente non con l’uso della forza dichiarato
illegale e illegittimo (salvo per legittima difesa entro rigidi criteri)...
(Tratto da: FerrarisL.V.Il nuovo disordine internazionale. URL: http://
ojs.uniroma1.it/index.php/rspi/article/view/10272/10181 (data di accesso:
25.04.2016)).

Приложение 3

L’economia italiana è una delle maggiori al mondo per dimensione; nel


2012era infatti ottava per prodotto interno lordo nominale e decima a parità
di potere d’acquisto.L’Italia è inoltre un Paese fortemente orientato al
commercio estero, essendo decima al mondo per valore delle esportazioni e
dodicesima per valore delle importazioni.
L’industria italiana è dominata da piccole e medie imprese (PMI), per
lo più di tipo manifatturiero, mentre le grandi imprese sono poche. Si tratta
del cosiddetto dualismo industriale. Di recente, le PMI sono state messe
sotto pressione dalla crescente concorrenza proveniente dai Paesi emergenti,
soprattutto quelli dell’Asia orientale (Cina,Vietnam, Thailandia), che proprio
sul settore manifatturiero hanno puntato per il loro sviluppo, grazie al basso
costo del lavoro. Le imprese italiane hanno reagito in parte esternalizzando
la produzione o delocalizzandola in Paesi in via di sviluppo, in parte puntando
su produzione di qualità.Inoltre, a partire dalla fine degli anni ‘90l’Italia ha
cominciato ad introdurre norme per deregolare il mercato del lavoro,
rendendolo particolarmente flessibile.
Il sistema economico italiano è caratterizzato inoltre da alcune peculiarità:
l’elevato debito pubblico in proporzione al prodotto interno lordo (nel 2012al
127%[6]), l’elevata pressione fiscale (nel 2012attestata al 44%) la presenza
di una vasta economia sommersa legata in parte alla corruzione politica e
alla criminalità organizzata.
Nel 2017il reddito pro capite medio netto mensile (19086€ annuo) è
stato pari a 1.590,50€ mentre lo stipendio medio netto pro capite ha superato
i 2.215€ (Istat).
L’Italia inoltre nel 2014, in base ai dati delle banche centrali riportatati
dal Credit Suisse Global Wealth Report Databook October 2014, detiene
circa il 5%della ricchezza netta globale e si colloca al settimo posto di poco
staccata da Francia, Germania e Gran Bretagna, che hanno più popolazione,
con 12.58trilioni di $. Per ricchezza netta media pro capite è tredicesima al
mondo e come mediana terza.

58
СОДЕРЖАНИЕ

Предисловие ............................................................................................. 3
1. Основные понятия теории перевода ...................................................... 3
2. Международные организации ................................................................ 11
3. Договорные документы ........................................................................... 20
4. Академическое тексты вобласти международных отношений ............. 24
5. Пресса ...................................................................................................... 26
6. Деловая переписка .................................................................................. 33
7. Политический дискурс ............................................................................ 41
Библиографический список .................................................................... 50
Приложения ............................................................................................. 52

59
Учебное издание

Атаманова Надежда Олеговна

ИТАЛЬЯНСКИЙ ЯЗЫК
В СФЕРЕ МЕЖДУНАРОДНЫХ ОТНОШЕНИЙ

Учебное пособие

Издано вавторской редакции

Подписано впечать 18.09.18. Формат 60×841/16.


Усл. печ. л.3,75. Тираж 50экз. Заказ 828.

Издательство СПбГЭУ. 191023, Санкт-Петербург, Садовая ул., д.21.

Отпечатано на полиграфической базе СПбГЭУ

Оценить