Вы находитесь на странице: 1из 321

Томмазо Буэно

УНИВЕРСАЛЬНЫЙ УЧЕБНИК
ДЛЯ ИЗУЧАЮЩИХ
ИТАЛЬЯНСКИЙ
ЯЗЫК
УДК 811.131.1(075)
ББК 81.2Итал-9
Б94

Дизайн обложки Екатерины Климовой

Буэно, Томмазо.
Б94 Универсальный учебник для изучающих итальянский
язык / Т. Буэно. — Москва : Издательство АСТ, 2019. —
320 с. — (Школа итальянского языка Буэно Томмазо).
ISBN 978-5-17-111439-8
Пособие состоит из 20 аутентичных текстов разных уровней сложности.
После каждого текста даны задания на понимание текста и глоссарий, а так
же упражнения, которые способствуют активному изучению лексики, усво-
ению грамматических структур и развитию устной речи.
Пособие рассчитано на учащихся со средним уровнем знания итальян-
ского языка (уровни В1 — В2) и подходит для изучения языка как в группах,
так и индивидуально.

УДК 811.131.1(075)
ББК 81.2Итал-9

ISBN 978-5-17-111439-8 © Буэно Т., 2019


© ООО «Издательство АСТ», 2019
CОДЕРЖАНИЕ
1. Com’è fatta l’Italia .................................................... 5
Glossario............................................................. 6
Esercizi ............................................................... 8
2. Il clima in Italia ...................................................... 20
Glossario........................................................... 22
Esercizi ............................................................. 22
3. Il “politically correct” ............................................. 35
Glossario........................................................... 36
Esercizi ............................................................. 37
4. Treviso chiede il copyright sul tiramisù .................... 49
Glossario........................................................... 50
Esercizi ............................................................. 52
5. L’estate al mare....................................................... 66
Glossario........................................................... 68
Esercizi ............................................................. 69
6. L’estate in città ....................................................... 82
Glossario........................................................... 84
Esercizi ............................................................. 85
7. Il bar italiano .......................................................... 97
Glossario........................................................... 99
Esercizi ........................................................... 100
8. A cena fuori .......................................................... 112
Glossario......................................................... 114
Esercizi ........................................................... 115
9. Più nonni che nipoti ............................................. 129
Glossario......................................................... 131
Esercizi ........................................................... 132
10. Il costo della vita ................................................. 144
Glossario......................................................... 146
Esercizi ........................................................... 146
11. Tutti a tavola ....................................................... 158
Glossario......................................................... 160
Esercizi ........................................................... 161
12. Sposarsi in Italia .................................................. 174
Glossario......................................................... 176
Esercizi ........................................................... 177
13. Divorziare in Italia .............................................. 189
Glossario......................................................... 191
Esercizi ........................................................... 192
14. Alberto Sordi ...................................................... 204
Glossario......................................................... 206
Esercizi ........................................................... 207
15. C’era una volta la TV........................................... 221
Glossario......................................................... 223
Esercizi ........................................................... 224
16. Casa, dolce casa .................................................. 236
Glossario......................................................... 238
Esercizi ........................................................... 239
17. Breve storia del traffico ........................................ 251
Glossario......................................................... 253
Esercizi ........................................................... 254
18. Il cambiamento climatico .................................... 268
Glossario......................................................... 270
Esercizi ........................................................... 271
19. Un paese incompiuto .......................................... 284
Glossario......................................................... 286
Esercizi ........................................................... 287
20. Arturo Toscanini ................................................. 302
Glossario......................................................... 304
Esercizi ........................................................... 305
1. COM’È FATTA L’ITALIA
Un po’ di geografia fa sempre bene

Anche chi non è molto forte in geografia, riconosce


subito l’Italia sulla carta. È una penisola, e come tutti
sanno somiglia un po’ a uno stivale. Ha una lunghezza di
circa 1.200 chilometri e è circondata su tre lati dal Mare
Mediterraneo; al nord, al confine con gli altri stati europei,
ci sono le Alpi, le montagne più alte d’Europa.
Il territorio italiano è fatto quasi interamente di
montagne e di colline; i fiumi principali sono tre, il Po, il
Tevere e l’Arno. Ci sono anche due grandi isole, la Sicilia
e la Sardegna, e molte isole più piccole, alcune delle quali
particolarmente famose: Capri (l’isola degli imperatori
romani), Montecristo (l’isola di Dumas), l’Elba (l’isola di
Napoleone), Caprera (l’isola di Garibaldi).
L’Italia è divisa in venti regioni, ma a noi basta
ricordare le sue parti principali, che sono tre: l’Italia del
nord (o settentrionale), l’Italia centrale, l’Italia del sud (o
meridionale).
L’Italia del nord è la parte più ricca e più abitata di tutto
il paese. Qui vive circa il 45% della popolazione italiana;
le regioni più importanti sono il Piemonte, la Lombardia,
il Veneto, l’Emilia Romagna. Molte fra le città più grandi
si trovano nell’Italia settentrionale: Torino, Milano,
6 Com’è fatta l’Italia

Bologna, Parma, Padova, Verona, Genova. Il paesaggio


è molto vario: ci sono le Alpi, che offrono panorami
bellissimi e suggestivi, ci sono i laghi, e c’è anche la più
estesa pianura italiana, la Pianura Padana. Dal punto di
vista economico, questa è la zona più sviluppata, grazie alla
presenza di industrie, di banche e di attività commerciali.
Milano, che è la maggiore città del nord, è senza dubbio la
capitale dell’economia italiana, e è importantissima anche
per la moda, l’informazione, la cultura e l’università.
Nell’Italia centrale troviamo solo quattro regioni:
Toscana, Umbria, Marche, Lazio. Le grandi città qui
non sono numerose: sono tutte più o meno città di media
grandezza, con l’eccezione naturalmente di Roma. In
questa zona d’Italia le attività principali sono l’agricoltura
e, soprattutto, il turismo: tutti gli stranieri, almeno una
volta nella vita, vorrebbero visitare città bellissime come
Roma, Pisa, Firenze, Siena.
Anche nell’Italia meridionale le principali risorse
economiche sono l’agricoltura e il turismo. Qui le città più
importanti sono quasi tutte sul mare: Napoli, Palermo,
Bari. Gli abitanti di queste regioni sono famosi per la loro
ospitalità e generosità. Purtroppo, però, questa è anche la
parte d’Italia che ha i problemi più grandi: mancano le vie di
comunicazione e le industrie, c’è una forte disoccupazione
e c’è la criminalità organizzata che controlla molte attività
economiche.

GLOSSARIO
a parte = tranne кроме
agricoltura = lavorazione сельское хозяйство,
della terra земледелие
Com’è fatta l’Italia 7
attività = lavoro, impiego занятие, сфера
деятельности
circondare = delimitare, окружать
chiudere
confine = limite, frontiera граница
criminalità organizzata = организованная
mafia преступность
disoccupazione = безработица
mancanza di lavoro
eccezione = anomalia, исключение
anormalità
esteso = ampio, vasto широкий
generoso = benevolo, щедрый
altruista
meridionale = del sud южный
ospitale = gentile con gli гостеприимный
ospiti
pianura = valle, zona равнина
pianeggiante
punto di vista = opinione точка зрения
settentrionale = nordico северный
suggestivo = pittoresco впечатляющий
sviluppato = progredito, развитый
moderno
8 Com’è fatta l’Italia

ESERCIZI

а) на понимание текста: выберите правильный вари-


ант
1. L’Italia, come tutti sanno, ha la forma di una banana. /
ha la forma di uno stivale. / ha la forma di una bottiglia.
2. Il Po, il Tevere e l’Arno sono tre fiumi. / sono tre laghi. /
sono tre isole.
3. L’Italia è divisa in venti regioni. / è divisa in venti parti. /
è divisa in venti province.
4. In Italia ci sono le Alpi, le montagne più larghe / più
lunghe / più alte d’Europa.
5. L’Italia ha una lunghezza / ha un’altezza / ha una
grandezza di circa 1.200 chilometri.
6. L’Italia settentrionale è importante soprattutto per le
industrie. / per il turismo. / per l’agricoltura.
7. Gli abitanti delle regioni meridionali sono più onesti. /
sono più carini. / sono più generosi.
8. Le città più grandi si trovano al nord. / si trovano al
centro. / si trovano al sud.

б) грамматика: дополните текст артиклями (опреде-


ленными и неопределенными), где это необходимо
1. Come tutti sanno, ___ Italia è ___ penisola; ha più
o meno ___ forma di ___ stivale. ___ suoi confini
naturali sono ___ Alpi e ___ Mare Mediterraneo.
2. ___ Alpi, che si trovano al confine con ___ altri stati
europei, sono ___ montagne più alte d’Europa.
Com’è fatta l’Italia 9
3. ___ territorio italiano è quasi tutto fatto di montagne
e di colline; ___ fiumi non sono molto grandi, e ___
unica pianura importante è ___ Pianura Padana.
4. ___ Sardegna è ___ isola. Anche ___ Sicilia è ___
isola; è ___ isola più grande del Mediterraneo.
5. ___ Italia settentrionale è ___ parte più ricca e più
abitata del paese. ___ regioni più importanti per ___
economia sono ___ Piemonte, ___ Lombardia, ___
Veneto, ___ Emilia Romagna.
6. Dal punto di vista economico, ___ nord è ___ zona più
sviluppata. ___ Milano, che è ___ maggiore città del
nord, è ___ capitale dell’economia italiana.
7. ___ Milano è ___ grande città; quasi tutte ___ grandi
città italiane si trovano al nord, dove vive circa ___
45% della popolazione del paese. ___ unica grande
città dell’Italia centrale è ___ Roma.
8. ___ Italia del sud è importante per ___ agricoltura e ___
turismo. È questa ___ parte d’Italia dove ___ abitanti
sono più ospitali e generosi. Purtroppo, però, è anche
la parte con ___ problemi più grandi: qui troviamo ___
disoccupazione e ___ criminalità organizzata.

в) грамматика: добавьте артикль (определенный, нео-


пределенный), где это необходимо
1. ___ estate scorsa siamo stati in Italia. Abbiamo visitato
___ Roma, ___ Venezia e ___ Napoli; abbiamo visto
anche ___ Pompei.
2. Mi piacciono molto ___ isole italiane: conosco ___
Sardegna e ___ Sicilia, e conosco anche ___ alcune
isole più piccole, come ___ Capri e ___ Ischia.
10 Com’è fatta l’Italia

3. Tutte ___ città italiane sono antiche e ricche di storia.


___ Bologna e ___ Arezzo sono di origine etrusca, ___
Taranto e ___ Napoli sono greche, ___ Palermo e ___
Cagliari sono puniche.
4. ___ Tevere è ___ fiume, ___ Garda è ___ lago, ___
Vesuvio è ___ vulcano, ___ Alpi e ___ Appennini sono
___ montagne.
5. ___ Lombardia è ___ regione dell’Italia settentrionale.
È ___ regione più importante per ___ economia
italiana.
6. ___ mari che bagnano ___ Italia sono quattro: ___
Mar Ligure, ___ Tirreno, ___ Ionio, ___ Adriatico.
7. ___ Po è ___ fiume più lungo d’Italia: attraversa ___
Piemonte, ___ Lombardia, ___ Emilia e ___ Veneto.
8. ___ Cipro, ___ Creta e ___ Malta sono ___ isole
piccole; ___ Corsica invece è ___ isola molto grande.
9. ___ Nicholas, ___ mio amico inglese, conosce
benissimo ___ nostro paese: ha già visitato ___
Roma, ___ Firenze, ___ Lombardia, ___ Sicilia, ___
Sardegna, e anche ___ molte piccole città d’arte come
___ Siena, ___ Pisa, ___ Ferrara.
10. ___ Veneto ha ___ paesaggio molto vario: ci sono ___
fiumi importanti come ___ Adige e ___ Po, c’è ___
lago (___ lago di Garda), c’è ___ laguna Veneta, dove
si trova ___ Venezia. Inoltre ci sono ___ Dolomiti, ___
montagne più belle d’Italia, e c’è ___ grande pianura,
___ Pianura Veneta, dove si trovano ___ numerose
belle città: ___ Padova, ___ Verona e ___ Treviso.
11. ___ Europa ha circa 500 milioni di abitanti. ___ paese
più popolato è ___ Germania (82 milioni di abitanti);
poi ci sono ___ Francia (62 milioni), ___ Regno Unito
Com’è fatta l’Italia 11
(61 milioni), ___ Italia (60 milioni) e ___ Spagna (46
milioni).
12. ___ Scandinavia è ___ penisola; ___ Groenlandia è
___ isola. Anche ___ Madera è ___ isola.
13. ___ Mediterraneo è ___ mare salato; ___ Oceano
Atlantico invece è meno salato. Anche ___ Mar
Nero è meno salato in confronto al Mediterraneo,
perché riceve ___ molta acqua dolce da ___ quattro
grandi fiumi: ___ Danubio, ___ Dnepr, ___ Dnestr e,
attraverso ___ Mar d’Azov, ___ Don.
14. Molti italiani non conoscono bene ___ loro paese.
___ città più visitate dai turisti sono ___ Firenze, ___
Roma, ___ Venezia, ___ Napoli e ___ Milano.
15. ___ America è ___ isola o ___ continente?

г) грамматика: добавьте предлоги a и in (не сочленен-


ные)
1. Il clima ___ Sicilia è buono durante tutto l’anno: ___
Palermo ___ gennaio la temperatura media è di dodici
gradi.
2. ___ Italia la metropolitana esiste solo ___ quattro città:
___ Roma, ___ Milano, ___ Napoli e ___ Catania.
3. — Dove abiti? — Abito ___ Italia, ___ Toscana, ___
Firenze. Però non abito proprio ___ città: abito nei
dintorni, quasi ___ campagna.
4. L’euro, la moneta unica europea, è oggi usato in
diciotto stati. L’euro è stato introdotto nel 2002 ___
Portogallo, ___ Olanda, ___ Belgio, ___ Francia,
___ Lussemburgo, ___ Italia, ___ Germania, ___
Finlandia, ___ Spagna, ___ Austria e ___ Irlanda;
12 Com’è fatta l’Italia

successivamente è diventato la moneta ufficiale anche


___ Slovenia, ___ Cipro, ___ Malta, ___ Slovacchia,
___ Estonia, ___ Lettonia e ___ Lituania.
5. ___ Europa ci sono ancora molti paesi che continuano
a usare le loro monete nazionali. ___ Inghilterra si usa
ancora la sterlina, ___ Danimarca la corona danese,
___ Svezia la corona svedese. In compenso l’euro è
usato ___ Vaticano, ___ San Marino e ___ Monaco.
6. L’estate scorsa Marco è stato ___ campeggio ___
Croazia; sua sorella ha passato due settimane ___
Sardegna con il suo fidanzato, e poi è andata ___
Parigi; i suoi genitori invece hanno preso ___ affitto un
appartamento ___ Taormina, ___ Sicilia.
7. ___ Belgio ci sono due lingue ufficiali: il fiammingo,
parlato nel nord del paese, e il francese. Il fiammingo
è la lingua più parlata; ___ Bruxelles si parlano tutte e
due le lingue, ma i francofoni sono qui più numerosi.
8. Anche ___ Trentino Alto Adige si parlano due lingue,
il tedesco e l’italiano. Il tedesco è parlato ___ Bolzano,
l’italiano ___ Trento.
9. Molti giovani italiani vanno ___ Londra per imparare
l’inglese. Qualcuno, per spendere meno, va anche ___
Irlanda o ___ Malta.
10. Il teatro San Carlo è ___ Napoli. Napoli è ___
Campania. La Campania è ___ Italia. L’Italia è ___
Europa.
11. ___ Milano ci sono circa 1.300.000 abitanti, di cui
200.000 sono stranieri; ___ questa città non ci sono
fiumi, ma canali, che si chiamano navigli.
12. Numerosi stranieri hanno scelto di vivere ___ Italia,
soprattutto ___ Toscana e ___ Umbria. ___ Siena c’è
Com’è fatta l’Italia 13
una grande comunità inglese; ___ Forte dei Marmi,
invece, ci sono molti russi nel periodo estivo.
13. Paolo voleva andare ___ Venezia per il Carnevale,
ma ha detto che è stato impossibile trovare un albergo
libero ___ città; ___ tutta Venezia gli alberghi sono al
completo.
14. Mio zio abita ___ America, ___ Minneapolis; mia
nonna abita ___ Szeged, ___ Ungheria; mio cugino
abita ___ Lublino, ___ Polonia; il mio cactus invece
abita ___ salotto.
15. ___ Italia ci sono venti regioni. ___ ogni regione c’è
una città principale, chiamata capoluogo.

д) лексика: соедините антонимы


alto corto
grande povero
lungo basso
largo meridionale
ricco stretto
caldo disabitato
settentrionale disoccupato
dolce piccolo
scorso lento
occupato freddo
abitato prossimo
veloce salato
14 Com’è fatta l’Italia

е) лексика: дополните текст словами из списка


1. L’Italia è una (1) _______ che ha più o meno la forma
di uno stivale. Ha una (2) _______ di circa 1.200
chilometri e è circondata su tre (3) _______ dal Mare
Mediterraneo; al nord, al (4) _______ con gli altri stati
europei, ci sono (5) _______ Alpi, le montagne più
alte d’Europa.
2. Al nord il paesaggio è molto (6) _______: le montagne
offrono panorami bellissimi e (7) _______, poi ci sono
i laghi, e c’è anche la più (8) _______ pianura italiana,
la Pianura Padana. Dal punto di vista economico
questa è la zona più (9) _______. Milano, che è la
maggiore città del nord, è (10) _______ la capitale
dell’economia italiana.
3. Al centro, le grandi città non sono (11) _______:
sono tutte più o meno città di media grandezza, con
(12) _______ naturalmente di Roma. In questa zona
d’Italia le attività principali sono (13) _______ e il
turismo.
4. Gli abitanti del sud sono i più generosi e (14) _______.
Però qui mancano le industrie e le (15) _______ di
comunicazione, c’è una forte disoccupazione e la
criminalità organizzata controlla molte (16) _______
economiche.
A B C
1. isola penisola regione
2. grandezza larghezza lunghezza
3. parti lati facce
4. confine limite fronte
Com’è fatta l’Italia 15
A B C
5. i gli le
6. simile vario monotono
7. suggestivi digestivi festivi
8. estesa distesa attesa
9. migliore sviluppata cresciuta
10. senza dubbio senza senza
confronti problemi
11. abbondanti numerose eccessive
12. l’eccesso l’eccezione l’esercizio
13. l’agricoltura l’industria l’allevamento
14. ospedali ospizi ospitali
15. strade vie mezzi
16. azioni attività operazioni

ж) грамматика: соедините артикль и предлог


1. L’Italia è circondata [da + il] Mare Mediterraneo; [a
+ il] nord, [a + il] confine con gli altri stati europei, ci
sono le Alpi.
2. L’Italia [di + il] nord è la parte più ricca e più abitata [di
+ il] paese. Qui vive quasi metà [di + la] popolazione
italiana.
3. La maggior parte [di + le] attività economiche è
concentrata [in + le] regioni settentrionali, che sono le
più importanti [da + il] punto di vista economico.
16 Com’è fatta l’Italia

4. Milano, che è la maggiore città [di + il] nord, è la


capitale [di + l’] economia, [di + la] moda, [di + l’]
informazione, e [di + lo] spettacolo.
5. Le grandi città si trovano quasi tutte [a + il] nord; [in +
l’] Italia centrale troviamo solo quattro regioni, e solo
una grande città, Roma.
6. La ricchezza [di + le] regioni centrali proviene
soprattutto [da + l’] agricoltura e [da + il] turismo.
7. Anche [in + l’] Italia [di + il] sud le principali risorse
economiche sono l’agricoltura e il turismo.
8. Le città più importanti [di + le] regioni meridionali si
trovano quasi tutte [su + il] mare.
9. I più grandi problemi [di + il] sud sono la mancanza [di
+ le] infrastrutture e la criminalità organizzata.
10. La disoccupazione [a + il] sud interessa circa il 20% [di
+ la] popolazione.

з) произнесите слова правильно


città
ditta
vita
termometro
chilometro
penisola
isola
Tevere
Veneto
Lombardia
Genova
Bergamo
Com’è fatta l’Italia 17
Pianura Padana
Mare Mediterraneo
industria
economia
geografia
psicologia
geometria
imperatore
euro

и) лексика: одно из двух — avere и fare


1. Secondo me, Pietro ______ ragione.
2. Chi ______ le pulizie in casa vostra?
3. Oggi non ______ tempo, ho troppe cose da ______.
4. Sono andato al bar, perché ______ voglia di bere una
spremuta di pompelmo.
5. Mi puoi aiutare? ______ bisogno di un consiglio.
6. Ieri sera i bambini ______ una confusione terribile in
salotto.
7. Se non ______ fretta, perché non ti fermi un attimo da
noi?
8. Di solito a pranzo non mangio niente, ma se ______
fame mi compro un panino.
9. Dobbiamo ______ un regalo al direttore, domani è il
suo compleanno.
10. Ragazzi, ______ silenzio!
18 Com’è fatta l’Italia

к) правда или неправда?


1. Le isole italiane più grandi sono tre: Sicilia, Sardegna e
Corsica.
2. Le regioni italiane del centro e del sud non confinano
con nessuno stato europeo.
3. La ricchezza in Italia è concentrata nel sud del paese.
4. Milano è la capitale d’Italia.
5. La maggior parte delle industrie e delle banche italiane
si trovano nelle regioni settentrionali.
6. In Italia ci sono poche isole.
7. All’isola d’Elba hanno abitato molti imperatori.
8. La disoccupazione è presente allo stesso modo in tutte
le regioni italiane.

л) ответьте на вопросы
1. Quali sono i confini naturali d’Italia?
2. Dove si trovano le montagne più alte?
3. Quali sono i più importanti fiumi italiani?
4. Quali solo le grandi isole italiane?
5. Quali solo le piccole isole italiane?
6. Quante regioni ci sono in Italia?
7. Quali sono le regioni settentrionali?
8. Quali sono le regioni centrali?
9. Quali sono le regioni meridionali?
10. Com’è fatto il territorio italiano?
11. Ci sono anche pianure?
12. Com’è distribuita la popolazione italiana?
Com’è fatta l’Italia 19
13. Che attività economiche sono presenti al nord, al
centro e al sud?
14. Come sono gli abitanti del sud?
15. Perché Milano è importante?
16. Quali sono le città maggiori dell’Italia meridionale?
17. Che cosa manca nelle regioni del sud?
18. Perché la criminalità organizzata è un problema?

м) темы для беседы


1. Quali regioni e città italiane hai già visitato?
2. Descrivi l’aspetto fisico del tuo paese.
ссылка на паблик в Контакте :

Parliamo italiano / Говорим по-итальянски

2. IL CLIMA IN ITALIA
A chi piace e a chi no

L’Italia è famosa per la piacevolezza del clima. E in effetti


il suo clima, grazie all’influsso del Mare Mediterraneo,
è buono per molti mesi all’anno. È un clima temperato,
senza grandi differenze fra estate e inverno: tant’è vero
che il paesaggio è verde anche nei mesi invernali, perché
molti alberi e piante (come l’ulivo, il cipresso, l’alloro) non
perdono mai le foglie.
Il clima italiano piace moltissimo agli stranieri,
soprattutto ai turisti nordici, che lo trovano incantevole.
Piace a tutti, si potrebbe dire, tranne che agli italiani: per
noi è sempre troppo caldo o troppo freddo, troppo secco
o troppo piovoso. Non siamo mai contenti del tempo
che fa sopra le nostre teste. Vorremmo la pioggia solo in
campagna, la neve solo in montagna, il sole solo al mare
(quando prendiamo le ferie noi, è chiaro: durante le ferie
degli altri non importa).
Dopotutto, però, non abbiamo tutti i torti. Se nevica
in una città italiana (e per fortuna accade di rado) è una
vera catastrofe: le scuole chiudono, i treni non partono, gli
uffici pubblici sono deserti. Ma anche con il caldo non si
scherza. Le grandi città come Milano, Torino, Bologna,
Firenze, che si trovano nell’interno, hanno un clima più
Il clima in Italia 21
continentale, con estati calde e umide: e questo vuol dire
che in luglio l’afa non dà tregua. Neppure di notte.
Molte persone, quando non sanno che cosa dire,
si mettono a parlare del tempo. Fa parte della natura
umana. Basta dire “non esistono più le mezze stagioni”, e
la conversazione è avviata. È una cosa che ripetono tutti,
anche se non ha molto senso: la variabilità, in fondo, è la
caratteristica principale dei climi temperati come il nostro.
In autunno e in primavera il tempo deve essere variabile;
se non vi piacciono i cambi di stagione, trasferitevi
all’equatore.
Di luoghi comuni sul tempo ne esistono anche altri.
Come quello che dice che “Milano è la città della nebbia”:
in realtà, con i cambiamenti climatici degli ultimi anni, la
nebbia è quasi scomparsa dalla Pianura Padana. Un altro
mito duro a morire è che “al sud non fa mai freddo”. Al
sud fa freddo eccome! Potenza, per esempio, è una delle
città più fredde in inverno, e in tutta la Basilicata la neve è
ospite fissa per un paio di mesi all’anno. Da noi le differenze
maggiori non sono fra nord e sud, ma piuttosto fra est e
ovest: le regioni più esposte al freddo sono quelle adriatiche,
mentre le regioni tirreniche, riparate dagli Appennini, sono
interessate più raramente dalle correnti continentali.
Il catastrofismo delle previsioni meteo, fatto
apposta per attirare l’attenzione della gente, getta benzina
sul fuoco. Fanno due gradi sotto zero? I meteorologi parlano
di “freddo polare”. C’è un temporale? È una “bomba
d’acqua”, un “nubifragio”. Fa caldo? “Come ai tropici”.
Meno male che da noi tornado e uragani sono sconosciuti,
altrimenti chissà cosa scriverebbero i giornali. E poi, ogni
estate, i soliti consigli: “bevete molta acqua, mangiate solo
frutta e verdura, se siete anziani non uscite di casa”. Ma se
22 Il clima in Italia

non escono, come faranno gli anziani a comprare la frutta e


la verdura?

GLOSSARIO
afa = caldo umido духота
avviare = iniziare, cominciare начинать
incantevole = affascinante, чарующий
seducente
influsso = influenza влияние
interessare = riguardare, затрагивать
toccare
mito = leggenda, invenzione миф
nubifragio = diluvio, forte потоп
temporale
piacevole = gradevole приятный
piovoso = ricco di pioggia дождливый
temperato = mite, moderato умеренный
tregua = pausa, interruzione пауза, передышка
umido = bagnato влажный
variabilità = instabilità переменчивость

ESERCIZI
а) на понимание текста: выберите правильный вари-
ант
1. In Italia il clima è buono grazie alla presenza dei vulcani.
/ grazie alla presenza del mare. / grazie alla presenza
delle piante sempreverdi.
Il clima in Italia 23
2. Per gli italiani la neve in città è un miracolo. / è un
disastro. / è un’abitudine.
3. In estate le temperature più alte si registrano sulle catene
montuose. / si registrano sulle isole. / si registrano nelle
grandi città.
4. In primavera e in autunno il tempo è stabile. / cambia
spesso. / è caldo e umido.
5. In Lombardia la neve / la nebbia / la grandine è quasi
scomparsa.
6. Nei climi temperati il tempo cambia rapidamente. / non
fa mai freddo. / non esistono le mezze stagioni.
7. Le regioni tirreniche sono quelle dove piove meno. / sono
meno esposte ai venti freddi. / non sono bagnate dal mare.
8. Le piante sempreverdi sono quelle che non muoiono mai.
/ sono quelle che non perdono le foglie in inverno. / sono
quelle che non hanno bisogno di acqua.

б) грамматика: дополните текст, вставив правильные


окончания
1. Il clim__ in Italia, grazie all’influss__ del Mediterraneo
(che è un mar__ cald__), è buon__ per molt__ mes__
all’anno. È un clim__ temperat__, senza grand__ dif-
ferenz__ fra estat__ e invern__. Il paesaggio è verd__
anche nei mes__ invernal__, perché molt__ alber__ e
piant__ non perdono mai le fogli__.
2. Il clim__ italiano piace molto agli stranier__, soprat-
tutto ai turist__ nordic__, che lo trovano incantevol__.
Gli italiani, invece, non sono mai content__ del tempo
che fa sopra le loro test__. Vorrebbero la pioggi__ solo
24 Il clima in Italia

in campagna, la nev__ solo in montagna, il sol__ solo


al mare.
3. Se nevica in una citt__ italiana è una catastrof__: le
scuol__ chiudono, i tren__ non partono, gli uffic__
pubblic__ sono desert__. Ma anche il caldo è un pro-
blem__: le grand__ citt__ del nord e del centro, infatti,
hanno estat__ cald__ e umid__.
4. A volte basta dire “non esistono più le mezz__ sta-
gion__”, e la conversazion__ è avviata. La variabilit__,
però, è la caratteristic__ principal__ dei clim__ tempe-
rat__: se non vi piacciono i camb__ di stagion__, tra-
sferitevi all’equator__.
5. In inverno Potenza è una delle citt__ più fredd__, e
in Basilicata la nev__ è ospit__ fiss__ per un paio di
mes__ all’anno. Le differenz__ maggior__ non sono
fra nord e sud, ma fra est e ovest: le region__ più
fredd__ sono quelle adriatich__, mentre le region__
tirrenich__ sono meno interessat__ dalle corrent__
continental__.
6. Ogni estat__ ci ripetono i solit__ consigl__: “bevete
molta acqua, mangiate solo frutt__ e verdur__, se
siete anzian__ non uscite di casa”. Il catastrofismo
delle prevision__ meteo, fatto apposta per attirare
l’attenzion__ della gent__, getta benzin__ sul
fuoco. Meno male che da noi tornad__ e uragan__
sono sconosciut__: altrimenti, cosa scriverebbero i
giornal__?
Il clima in Italia 25
в) грамматика: поставьте фразы во множественное
число
1. Da piccola Ada passava sempre l’estate al mare.
2. Lo studente non ha ancora finito l’esercizio.
3. Carla mi ha fatto vedere la foto del suo matrimonio.
4. Il frutto del papavero ha un effetto soporifero.
5. Hanno chiuso la stazione ferroviaria e l’aeroporto per
paura di un attentato.
6. Abbiamo abitato nella città principale della regione che
abbiamo visitato durante la nostra vacanza.
7. La nonna tiene la sua borsa nell’armadio.
8. Lo stipendio dell’insegnante non è sufficiente per
vivere.
9. L’ascensore non funziona: deve venire il tecnico per
ripararlo.
10. Il panorama del lago è davvero pittoresco.
11. Il nostro amico greco è molto simpatico.
12. Prima della gara, l’atleta sarà visitato dal medico.
13. Un bravo astrologo deve saper distinguere una stella da
un pianeta.
14. Spesso in trattoria non c’è il menù.
15. Dove hai messo il mio pigiama a righe?

г) грамматика: поставьте фразы во множественное


число
1. Stiamo aspettando il risultato dell’analisi.
2. Il sociologo che ha studiato questo problema è molto
conosciuto.
26 Il clima in Italia

3. L’impiegato ha portato il catalogo al cliente.


4. Il nuovo programma che ho installato nel computer
non funziona.
5. Il seme del girasole contiene molte vitamine.
6. La nevrosi è una malattia che deve essere curata da uno
psicologo professionista.
7. Nella mia camera ho la foto del mio attore preferito.
8. Il sistema di riscaldamento di questo edificio funziona
a gas.
9. Il cane di Paolo è molto intelligente.
10. Il professore deve leggere la tesi scritta dal suo studente.
11. L’università ha bisogno di assumere un bravo speciali-
sta.
12. La zia si è rotta l’osso del braccio cadendo dalla bici-
cletta.
13. — Chi è il medico che La ha operata, Signora? — È
un chirurgo austriaco molto famoso, di cui però adesso
non ricordo il nome.
14. Gli spettatori a teatro lasciano il paltò nel guardaroba.
15. Il nostro struzzo fa l’uovo tutte le mattine.

д) грамматика: поставьте во множественное число


plurale plurale
maschile femminile
il muro
il grido
l’urlo
Il clima in Italia 27
plurale plurale
maschile femminile
il lenzuolo
il fondamento
l’uovo
l’uomo
l’osso
il braccio
la mano
il labbro
il sopracciglio
il dito
il membro
il ginocchio
l’orecchio
il corno
l’ala
l’arma
il cinema
il programma
il problema
il tema
il riso
il paio
28 Il clima in Italia

plurale plurale
maschile femminile
il centinaio
il migliaio
la crisi
l’ipotesi
il carcere
la moto
la foto
il tempio
il dio
il bue

е) лексика: дополните таблицу производными словами


-ezza -ità -anza, -enza
presente la presenza
differente
normale
certo
reale
vero
chiaro
puro
variabile
Il clima in Italia 29
-ezza -ità -anza, -enza
instabile
lontano
vicino
comune
piacevole
mancante

ж) лексика: дополните текст словами из списка


1. Il paesaggio, grazie (1) _______ sempreverdi, ha un
aspetto sempre primaverile. Molti alberi non perdono
mai (2) _______.
2. Il nostro clima piace a tutti, (3) _______ che a noi
italiani. Non siamo mai contenti del tempo che fa (4)
_______ le nostre teste.
3. Dopotutto non abbiamo tutti (5) _______. Se nevica
in città è una vera catastrofe: per fortuna accade (6)
_______. Ma anche con il caldo non si scherza: in
luglio l’afa non (7) _______ tregua neppure di notte.
4. Dicono che Milano è la città della (8) _______, ma in
realtà è solo un (9) _______ comune. Lo stesso vale
per la famosa frase “non esistono più le (10) _______
stagioni”.
5. In Italia le differenze climatiche più evidenti non sono
fra nord e (11) _______, ma piuttosto fra est e (12)
_______. Le regioni più (13) _______ al freddo sono
quelle adriatiche, mentre le regioni tirreniche, (14)
_______ dagli Appennini, sono meno interessate dalle
correnti continentali.
30 Il clima in Italia

6. Il catastrofismo delle (15) _______ meteo è fatto


apposta per (16) _______ l’attenzione della gente.

A B C
1. ai fiori ai pianti alle piante
2. le foglie i fogli le carte
3. soprattutto tranne oltre
4. sopra dentro contro
5. i torti gli scherzi i cambi
6. di rado di solito di norma
7. dà da fa
8. neve pianura nebbia
9. fatto posto luogo
10. mezze calde doppie
11. est ovest sud
12. ovest nord sud
13. esterne aperte esposte
14. riparate ricoperte ridotte
15. prognosi previsioni prospettive
16. accettare aspettare attirare

з) грамматика: соедините артикль и предлог

1. [In + le] zone vicine [a + il] mare la temperatura è


buona per molti mesi [a + l’] anno.
Il clima in Italia 31
2. L’estate è la stagione [di + il] sole, [di + il] caldo e [di
+ i] temporali; le temperature [in + le] grandi città
possono raggiungere i quaranta gradi.
3. Un segno [di + l’] attività sismica è la presenza [di + i]
vulcani. L’Italia è l’unico paese europeo che possiede
vulcani attivi, insieme [a + l’] Islanda; alcuni si trovano
a poca distanza [da + i] grandi centri urbani.
4. La frequenza [di + i] terremoti è più comune [in + le]
regioni [di + il] centro e [di + il] sud.
5. In Italia, [da + il] punto di vista [di + il] paesaggio, non
c’è grande differenza fra estate e inverno, grazie [a + la]
presenza [di + le] piante sempreverdi.
6. Secondo gli esperti, [in + i] prossimi anni ci sarà un
aumento [di + la] temperatura e una diminuzione [di
+ le] piogge.
7. La diffusione [di + le] specie animali “aliene” è una
prova [di + il] cambiamento climatico.
8. In inverno [su + le] Alpi, [a + il] di sopra [di + i]
duemila metri, il clima è molto freddo.
9. 10. [In + gli] ultimi anni la temperatura [di + gli] oceani
è salita di qualche grado.

и) произнесите слова правильно


umido
climatologia
climatologo
meteorologia
meteorologo
giugno
luglio
32 Il clima in Italia

stabile
abile
piacevole
catastrofe
nubifragio
nevicare*1

к) лексика: одно из двух — avere и fare


1. È un’insegnante troppo giovane, si vede che non
______ esperienza.
2. Scusi, ci può ______ una fotografia?
3. Marco e Antonella vorrebbero ______ un bambino.
4. Tu non ______ fiducia in me?
5. Bambini, non ______ rumore, papà sta dormendo!
6. Tutte le mattine il dottor Garbati ______ colazione al
bar.
7. Signora, La prego di ______ pazienza: il dottor Garbati
è occupato, La riceverà appena possibile.
8. Quel ragazzo ______ talento: secondo me, ______
carriera!
9. Dobbiamo ______ benzina, è quasi finita.
10. Perché quando parlo ______ finta sempre di non
capire?

л) правда или неправда?


1. Nel clima italiano non c’è grande differenza di
temperatura fra le stagioni.
2. Le regioni più calde sono quelle adriatiche.
1
Глаголы, отмеченные знаком «*» здесь и далее нужно спрягать
в presente.
Il clima in Italia 33
3. Le città italiane non sono attrezzate per affrontare la
neve.
4. Nelle regioni del sud non nevica mai.
5. Il cipresso non perde mai le foglie.
6. L’afa è tipica del clima continentale.
7. Le “mezze stagioni” sono la primavera e l’autunno.
8. La nebbia è aumentata a causa dei cambiamenti
climatici degli ultimi anni.
9. In Italia i tornado sono piuttosto frequenti.
10. Gli italiani non parlano mai del tempo: solo gli inglesi
lo fanno.

м) ответьте на вопросы
1. Che tipo di clima c’è in Italia?
2. Perché in generale è un clima buono?
3. Quali sono le caratteristiche del clima temperato?
4. Quali sono le caratteristiche del clima continentale?
5. Che differenze climatiche ci sono fra le varie zone del
territorio italiano?
6. Perché dicono che “non esistono più le mezze
stagioni”?
7. Perché il testo suggerisce di trasferirsi all’equatore?
8. Cosa suggeriscono i giornali e la televisione in estate?
9. Perché le previsioni meteo sono sempre catastrofiste?
10. Cosa succede quando nevica in una città italiana?
11. Cosa sono i luoghi comuni?
12. Cosa sono le piante sempreverdi?
34 Il clima in Italia

н) темы для беседы


1. Secondo te è vero che il clima sta cambiando? Perché?
2. Com’è il clima nel tuo paese?
3. È proprio vero che il tempo in Italia è sempre buono?
3. IL “POLITICALLY
CORRECT”
Il linguaggio che rispetta le minoranze

Il politically correct (“politicamente corretto”, in


italiano) è un atteggiamento linguistico che cerca di evitare
ogni discriminazione verso le minoranze etniche e sociali,
i bambini, gli animali; in una parola, verso le categorie più
deboli. Questa moda è nata una trentina di anni fa in alcune
università americane per combattere il linguaggio razzista,
sessista, omofobo. Così si è iniziato a dire black, e poi afro
american, invece di negro; gay invece delle mille parolacce
indirizzate agli omosessuali.
Arrivato in Italia, il politically correct ha prodotto
una mezza rivoluzione linguistica, il cui esito finale è
ancora incerto. Oggi anche in italiano negro è una parola
decisamente sconsigliata, ma non tutti sono d’accordo
su come sostituirla. Una volta si diceva persona di colore;
adesso si preferisce dire nero o afro-americano (o africano).
Molte sono anche le vicende di minorato, che verso il 1970
è diventato handicappato, poi portatore di handicap, poi
invalido, poi disabile, e oggi infine è diversamente abile.
Alcuni ironizzano su quest’ultima formulazione: perché
non dire, allora, anche diversamente intelligente invece di
idiota, e diversamente magro invece di grasso?
36 Il “politically correct”

Negli ospedali italiani i pazienti si chiamano assistiti, i


ciechi sono non vedenti e i sordi sono non udenti; i paralitici
per fortuna non esistono più, oggi abbiamo solo persone
non deambulanti; e i drogati, in fondo, sono solo dei
tossicodipendenti. Fra le professioni, possiamo osservare
che lo spazzino è diventato operatore ecologico, la donna di
servizio adesso fa la collaboratrice domestica, il contadino
si chiama agricoltore; e il nullafacente di una volta oggi è
un disoccupato, ma non per questo guadagna più soldi. La
parola cambia, il problema resta.
Parlando di economia, non diciamo più terzo mondo,
ma paesi in via di sviluppo; non licenziare, ma mettere in
mobilità; non padrone, ma datore di lavoro; non povero, ma
meno abbiente, o anche economicamente svantaggiato. Ma
le vere parole tabù, quelle che nessuno usa mai, sono due:
morte (sostituita con trapasso, decesso, fine, scomparsa,
dipartita, ecc.) e cancro (brutto male, male incurabile, ecc.).
Il punto di vista politically correct combatte anche il
sessismo nella lingua, e per esempio vieta l’uso di signora
e signorina (meglio usare la qualifica professionale). Oggi
nel mondo non esistono più professioni esclusivamente
maschili: per questo, parlando di una donna, non si
dovrebbe dire il giudice, il ministro, il notaio, il medico, ma
la giudice, la ministra, la notaia, la medica. Soprattutto
sono da evitare la vigilessa, l’avvocatessa e simili, perché si
tratta di un suffisso che ha in sé un significato diminutivo:
meglio dire la vigile, l’avvocata. Tre eccezioni, però, sono
ammesse: professoressa, studentessa, dottoressa.

GLOSSARIO
abile = capace способный
Il “politically correct” 37
ammettere = permettere допускать
atteggiamento = поведение
comportamento, maniera
combattere = lottare бороться
esito = risultato finale результат
evitare = sfuggire избежать
giudice = magistrato судья
indirizzare = rivolgere, адресовать
destinare
osservare = vedere наблюдать
sostituire = cambiare замещать
spazzino = netturbino, дворник
operatore ecologico
sviluppo = crescita, progresso развитие
vicenda = avventura, storia случай, казус
vigile = guardia cittadina, регулировщик
poliziotto urbano

ESERCIZI
а) на понимание текста: выберите правильный вари-
ант
1. Nel linguaggio “politicamente corretto”, è vietato fare
complimenti. / è vietato insultare. / è vietato fare giochi di
parole.
2. Un non udente è una persona che non parla. / che non
ci vede. / che non ci sente.
38 Il “politically correct”

3. Oggi invece di invalido è preferibile dire abile. / inabile.


/ disabile. / diversamente disabile. / diversamente abile.
4. I pazienti degli ospedali oggi si chiamano operatori
sanitari. / si chiamano malati. / si chiamano assistiti.
5. La collaboratrice domestica è una casalinga. / è una
persona che aiuta nei lavori domestici. / è una persona
nullafacente.
6. I disoccupati una volta si chiamavano anche nullafacenti.
/ si chiamavano anche nullatenenti. / si chiamavano
anche fannulloni.
7. I meno abbienti sono i morti. / sono i poveri. / sono i
brutti.
8. Parlando delle professioni femminili, si dovrebbe dire
la ministra / la ministro / il ministro e ancora la vigile. /
la vigilessa. / la donna vigile.
9. Una ragazza che frequenta l’università è una studente.
/ è una studentessa. / è uno studente donna. / è una
signorina che studia.
10. Dire che una persona è “diversamente onesta” è un
modo politicamente corretto per indicare un ladro. /
per indicare un politico. / per indicare un poliziotto.

б) грамматика: дополните текст, вставив правильные


окончания
1. Il politically correct è un atteggiament__ che cerca
di evitare le discriminazion__ verso le minoranz__
e le categori__ più debol__. Questa mod__ è nata
una trentina di ann__ fa in alcune universit__
american__, per combattere il razzism__, il sessism__,
l’omofobi__.
Il “politically correct” 39
2. In Italia il politically correct ha prodotto una
rivoluzion__ linguistic__. Non ci sono più minorat__,
ma person__ diversamente abil__; non ci sono più
pover__, ma meno abbient__. Alcuni, con ironi__,
dicono anche diversamente intelligent__ invece di
idiot__, e diversamente onest__ invece di ladr__.
3. Negli ospedal__ i pazient__ si chiamano assistit__,
i ciech__ sono non vedent__ e i sord__ sono non
udent__. I paralitic__ di una volta sono adesso
person__ non deambulant__, e i drogat__ sono
tossicodipendent__. I vecch__ non esistono più: sono
diventati tutti anzian__.
4. I paes__ del terzo mondo sono diventati paes__ in via
di svilupp__; i padron__ oggi si chiamano dator__
di lavor__. Il nullafacent__ di una volta oggi è un
disoccupat__, ma non per questo guadagna più sold__.
La parol__ cambia, il problem__ resta.
5. Le donn__ oggi sono giudic__, ministr__, direttric__
d’orchestra: svolgono quasi tutte le profession__ che un
tempo erano considerate esclusivamente maschil__.
Questo ha prodotto dei cambiament__ anche nella
lingua. Parlando di una donna, infatti, non si dovrebbe
dire il giudic__, il ministr__, il notai__, il medic__,
ma la giudic__, la ministr__, la notai__, la medic__.
6. Da evitare anche vigiless__, avvocatess__ e simili,
perché potrebbe sembrare un suffiss__ diminutiv__:
meglio vigil__, avvocat__. Sono ammesse solo tre
eccezion__: professoress__, studentess__, dottoress__.
40 Il “politically correct”

в) грамматика: поставьте фразы в женский род


1. Il nuovo direttore della nostra ditta vuole conoscere
personalmente i suoi impiegati, e perciò li ha invitati
tutti nel suo ufficio domani mattina.
2. Oggi devo fare molte commissioni: devo andare
dal fioraio, dal parrucchiere, dal farmacista e dal
fruttivendolo. Dopo devo anche portare i bambini dal
professore di violino, la macchina dal meccanico, il
nonno dal veterinario e lo struzzo dal gerontologo.
3. Il mio amico Franco è soldato; ha prestato servizio per
due anni in Afghanistan.
4. Mio padre è un uomo ricco e importante, amico di
molti altri uomini ricchi e importanti.
5. L’avvocato che mi ha dato questo consiglio è un
professionista serio e responsabile.
6. Il nostro vicino di casa vive da solo e non lavora: è
disoccupato. Non cerca lavoro perché gli piace fare il
casalingo.
7. Una volta mio zio aveva molti problemi di salute: era
paralitico, cieco e sordo. Adesso per fortuna sta molto
meglio: è solo non deambulante, non vedente e non
udente.
8. Gli anziani meno abbienti in genere sono pensionati
che vivono da soli, e per questo motivo sono spesso
molto depressi e irritabili.
9. Molti attori che da giovani erano sconosciuti, sono
diventati in seguito davvero famosi e importanti.
10. Il collega che lavora con me è un inguaribile razzista
e non può proprio sopportare gli uomini con la pelle
Il “politically correct” 41
scura. Ogni volta che ne incontra uno per la strada, gli
dice che se ne deve tornare da dove è venuto.
11. Carlo ha invitato al suo matrimonio tutti i suoi amici
e conoscenti; anche quelli che non vedeva dai tempi
della scuola.
12. Il cuoco si è licenziato: ha detto che non lo pagavamo
abbastanza. La settimana scorsa anche il cameriere si è
licenziato, dicendo che lo trattavamo male. Insomma,
se ne sono andati tutti i domestici.
13. I miei amici sono seri e rispettabili: sono tutti
commercianti, impiegati o insegnanti. I tuoi invece
non sono né seri e né responsabili: sono tutti alcolizzati,
drogati e omicidi.
14. Il padre di Paolo insegna alla facoltà di medicina.
Oltre a essere un noto ricercatore, lavora anche come
chirurgo: è uno specialista di malattie del sistema
nervoso.
15. È difficile diventare direttori d’orchestra: bisogna essere
esperti di tutti gli strumenti e musicalmente molto
competenti. Bisogna anche essere pazienti, studiosi e
metodici.

г) грамматика: поставьте фразы в мужской род


1. Oggi le lavoratrici dipendenti pagano più tasse delle
imprenditrici, anche se guadagnano molto meno di
loro.
2. La guardia a cui abbiamo chiesto informazioni era una
donna alta e bionda.
3. L’ingegnera che ha realizzato questo progetto è una
professionista molto conosciuta.
42 Il “politically correct”

4. Mia nonna da giovane era una celebre campionessa di


tiro. È vissuta per due anni in Inghilterra; lì è diventata
anche una esperta cacciatrice. Nella campagna inglese,
andava spesso a caccia di mucche e galline. Alla fine
è stata ricevuta dalla regina, che le ha regalato una
medaglia d’oro e un paio di occhiali.
5. La collega della quale ti ho parlato ieri è un’ottima
specialista, laureata alla Bocconi di Milano. Da alcuni
anni è analista informatica nella nostra ditta.
6. Mia sorella è una violinista principiante, e si esercita
specialmente la notte, disturbando le vicine del piano
di sopra, che sono due vecchie zitelle antipatiche e
insopportabili.
7. Nella nostra città le vigilesse sono molto severe, e
multano tutte le automobiliste, anche quelle giovani e
carine.
8. Le mie amiche sono greche: sono sociologhe. Adesso
sono impegnate in una ricerca molto complessa, e
cercano delle collaboratrici disponibili anche a lavorare
all’estero.
9. La nuova ministra della pubblica istruzione è una
giovane donna di trentacinque anni, già molto matura
e esperta nel suo campo; anche le sue segretarie sono
molto professionali, nonostante siano tutte ancora
piuttosto giovani e non abbiano una grande esperienza
lavorativa.
10. Abbiamo molti animali domestici: una elefantessa
affettuosissima, una tigre molto elegante e una femmina
di canguro molto dinamica.
Il “politically correct” 43
11. La sorella di Carla fa la guida turistica: è piuttosto
allegra e disinvolta, anche se fisicamente non è molto
attraente.
12. Mi dispiace, Signora: la direttrice adesso è occupata,
e non può riceverLa. Se vuole può parlare con la sua
assistente, la dottoressa Paolini.
13. La nuora della sorella di mia suocera è una conoscente
della mia cantante preferita.
14. Le tue amiche sono tutte noiose: sono commercianti,
impiegate o insegnanti. Le mie invece sono molto più
interessanti: sono tutte artiste, ballerine, poetesse,
attrici e scrittrici.
15. Maria e Lucia sono due sorelle gemelle; Maria fa la
barista, e Lucia fa la cameriera. Sono molto somiglianti.

д) грамматика: поставьте в женский род


il segretario
il ministro
il notaio
l’avvocato
il cameriere
il ragioniere
l’infermiere
il cassiere
l’ingegnere
il soldato
il vigile
il giudice
il medico
44 Il “politically correct”

il dottore
lo studente
il professore
il carabiniere
il presidente
l’architetto
il paziente

е) лексика: соедините синонимы


bidello operatore ecologico
contadino operatore scolastico
spazzino operatore sanitario
indiano operatore agricolo
cieco operatore carcerario
infermiere rom
zingaro addetto cimiteriale
secondino nativo americano
becchino non udente
sordo non vedente

ж) лексика: дополните текст словами из списка


1. Il politically correct è un (1) _______ che cerca di
(2) _______ ogni discriminazione (3) _______
le minoranze e le categorie più deboli. Arrivato in
Italia, ha causato una rivoluzione linguistica il cui (4)
_______ è ancora incerto.
Il “politically correct” 45
2. Negro oggi è una parola decisamente sconsigliata, ma
non tutti sono (5) _______ su come (6) _______.
3. Molte sono le (7) _______ di minorato, che verso il
1970 è diventato handicappato, poi (8) _______ di
handicap, poi invalido, poi disabile.
4. Parlando di professioni, vediamo che la donna di
servizio adesso fa la (9) _______ domestica, e il
contadino si chiama (10) _______.
5. Oggi non si dice più (11) _______, ma mettere in
mobilità; non (12) _______, ma datore di lavoro; non
povero, ma meno (13) _______.
6. Il punto di vista politically correct combatte anche il
(14) _______ nella lingua, e per rivolgersi a una donna
consiglia l’uso della qualifica professionale invece di
signora e signorina. Anche vigilessa e avvocatessa sono
da (15) _______, perché questo suffisso può avere un
(16) _______ diminutivo.

A B C
1. movimento atteggiamento trattamento
2. imitare vietare evitare
3. verso sopra dentro
4. esito esame motivo
5. d’accordo sicuri favorevoli
6. metterla trasformarla sostituirla
7. vicende agende mutande
8. datore portatore operatore
9. collaborazionista cooperatrice collaboratrice
10. muratore impiegato agricoltore
46 Il “politically correct”

A B C
11. rubare licenziare divorziare
12. capo signore padrone
13. abbiente facente udente
14. razzismo bullismo sessismo
15. invitare evirare evitare
16. valore costo prezzo

з) произнесите слова правильно


ironia
fobia
categoria
economia
epidemia
segretaria
industria
esito
suffisso
onesto
giudice
vigile
debole
crescita
architetto
invalido
omofobo
xenofobo
piromane
cleptomane
bibliofilo
Il “politically correct” 47
anglofilo

и) лексика: одно из двух — avere и fare


1. Ragazzi, ______ attenzione un attimo!
2. — Ti piacciono gli asparagi? — No, mi ______ schifo.
3. ______ sonno: vado a letto.
4. — Sai dov’è andato Paolo? — No, non ne ______ idea.
5. Ormai non c’è più niente da ______.
6. Grazie del regalo: mi ______ molto piacere.
7. Scusa, mi puoi ______ un favore?
8. Il nonno mangia solo aglio, perché dice che ______
bene alla salute.
9. Il nostro struzzo non sa nuotare: ______ paura
dell’acqua.
10. I musei questa settimana sono chiusi: ______ sciopero.

к) правда или неправда?


1. In italiano nero è più offensivo di negro.
2. Handicappato era un termine usato per i disoccupati e i
meno abbienti.
3. I datori di lavoro sono in genere i proprietari di aziende.
4. Un morto può essere chiamato diversamente vivo.
5. Gli infermieri si chiamano oggi assistiti.
6. L’operatore ecologico è una persona che pulisce le strade
della città.
7. Esistono due tipi di paesi: quelli sviluppati e quelli in via
di sviluppo.
48 Il “politically correct”

8. Fino a pochi anni fa non esisteva il femminile di parole


come ministro, notaio, ingegnere.
9. Una donna laureata è una dottoressa.
10. Oggi la parola signorina non è più molto usata.

л) ответьте на вопросы
1. Quando e dove è nata la moda del linguaggio
“politicamente corretto”?
2. I n che cosa consiste?
3. Quali sono stati i primi esempi della sua applicazione
all’italiano?
4. Perché la lingua italiana è considerata sessista?
5. Quali sono le parole tabù dell’italiano?
6. Perché l’uso di parole come avvocatessa e poetessa non è
più consigliabile oggi?
7. Perché sono cambiati i nomi di molte professioni?
8. Quali professioni fino a pochi anni fa erano
esclusivamente maschili?
9. Chi è una persona diversamente abile?
10. Che cosa vuol dire meno abbiente?
11. Come bisogna rivolgersi a una donna?
12. Quali sono le categorie sociali considerate deboli?

м) темы для беседы


1. Nella tua lingua esiste il problema delle professioni
“femminili”?
2. Esiste una moda “politically correct” anche nel tuo
paese?
4. TREVISO CHIEDE IL
COPYRIGHT SUL TIRAMISÙ
“È stato inventato qui negli anni Settanta”

La pizza è napoletana, i tortellini sono bolognesi, la


bistecca è fiorentina; lo sanno tutti. Ma qual è l’origine
del tiramisù, il celebre dolce cremoso? Molte città italiane
reclamano la sua paternità: Roma, Torino, perfino Siena,
dove si dice che il tiramisù sia nato nel sedicesimo secolo.
Adesso, per fare chiarezza, è sceso in campo il governatore
del Veneto, che ha presentato una domanda ufficiale all’UE
per far riconoscere il tiramisù come dolce “doc” della città
di Treviso.
Secondo i sostenitori della sua origine trevigiana,
questo celebre dessert è nato intorno al 1970 (non è una
ricetta antica, dunque) nel ristorante “Alle Beccherie”,
nel centro storico di Treviso; l’autore sarebbe un certo Loly
Linguanotto, cuoco tuttora in attività, che prima aveva
lavorato in Germania come pasticcere. Il dolce è diventato
immediatamente popolarissimo, è stato imitato non solo nei
ristoranti di Treviso e provincia, ma anche in tutto il Veneto e
poco tempo dopo nel resto d’Italia.
Nella dotta discussione sull’origine del tiramisù è
intervenuto anche il governatore del Piemonte. Secondo
lui, siccome i biscotti savoiardi (ingredienti essenziali di
50 Treviso chiede il copyright sul tiramisù

questo dolce) sono piemontesi, logicamente ne consegue


che anche il tiramisù è piemontese. Ma questa incauta
affermazione ha subito provocato la vivace protesta del
governatore della Sardegna: i savoiardi sono dei biscotti
sardi, non piemontesi.
Il tiramisù è uno dei dolci italiani più famosi nel mondo:
lo si può trovare praticamente in tutti i ristoranti della
penisola. Fa parte della categoria dei dolci “da cucchiaio”,
come la zuppa inglese e la bavarese ai quali è abbastanza
simile. La sua ricetta, relativamente semplice e rapida (non
è necessaria la cottura), è forse la più ricercata in internet.
Per prepararlo servono i seguenti ingredienti: biscotti
savoiardi, tuorli d’uovo, zucchero, caffè, mascarpone e
cacao in polvere.
Il mascarpone è un formaggio molto calorico, grasso e
cremoso, ricavato dalla lavorazione della panna. È tipico di
alcune zone della Lombardia occidentale e è più simile a
una crema che a un formaggio: è di colore bianco e non ha
un sapore troppo pronunciato.
Se il tiramisù ha molti estimatori, non mancano però i
critici. I veri buongustai, infatti, lo considerano un dolce
troppo facile, da ristorante e non da pasticceria; un dolce
che si conserva a lungo in frigorifero e che sembra fatto
apposta per avere sempre qualcosa di pronto da offrire a
una clientela non troppo raffinata. Insomma, il tiramisù è
un dolce moderno, senza autentiche basi nella tradizione,
con ingredienti presi qua e là. Però è buono!

GLOSSARIO
affermare = sostenere, утверждать, объявлять
dichiarare
Treviso chiede il copyright sul tiramisù 51
apposta = di proposito, специально,
intenzionalmente намеренно
buongustaio = amante della гурман
buona tavola
copyright = diritti d’autore авторские права
cuocere = cucinare готовить (о еде)
discutere = dibattere, parlare обсуждать
discussione = dibattito, обсуждение
polemica
estimatore = ammiratore поклонник, любитель
incauto = imprudente неосторожный,
опрометчивый
intervenire = intromettersi, вовлекаться,
partecipare участвовать
occidente = ovest, ponente запад
origine = provenienza происхождение
panna сливки
reclamare = pretendere, претендовать
richiedere
ricavare = ottenere получать
riconoscere = dichiarare, признавать
identificare
sostenere = affermare, утверждать
dichiarare
sostenitore = ammiratore, сторонник
simpatizzante
52 Treviso chiede il copyright sul tiramisù

tuorlo = rosso (dell’uovo) яичный желток


tuttora = ancora adesso, до сих пор
finora

ESERCIZI
а) на понимание текста: выберите правильный вари-
ант
1. Treviso si trova in Veneto. / si trova in Sardegna. / si
trova in Piemonte.
2. L’inventore di questo dessert è un ex pasticcere. / è un
ex cameriere. / è il governatore del Veneto.
3. Fra gli ingredienti del tiramisù troviamo anche il burro.
/ troviamo anche la panna. / troviamo anche le uova.
4. Il tiramisù si serve in una coppetta e si mangia con
coltello e forchetta. / si mangia con le mani. / si mangia
con il cucchiaio.
5. Il tiramisù contiene anche caffè in polvere. / contiene
anche cioccolato. / contiene anche biscotti.
6. I critici lo considerano un dolce difficile. / un dolce
troppo grasso. / un dolce non abbastanza tradizionale.
7. Il mascarpone è una crema. / è un dolce / è un liquore.
/ è un formaggio. / è un animale domestico.
8. Il tiramisù non ha bisogno del frigorifero. / non ha bisogno
del forno.

б) грамматика: дополните текст, вставив правильные


окончания
Treviso chiede il copyright sul tiramisù 53
1. La pizza è napoletan__, i tortellini sono bolognes__,
la bistecca è fiorentin__. Ma qual è l’origin__ del
tiramisù, il celebr__ dolce cremos__? Molt__ città
italian__ reclamano la sua paternità, e c’è chi sostiene
che la ricetta original__ sia roman__, o torines__, o
addirittura senes__.
2. Il governatore del Veneto ha presentato una richiesta
ufficial__ all’Unione Europe__ per certificare che
il tiramisù è stato inventato a Treviso. Secondo i
trevigian__, questo famos__ dessert è nato nel 1970
in un ristorante del centro storic__ della loro città, e è
diventato subito molto popolar__.
3. Nella dott__ discussion__ è intervenuta un’altra
important__ personalità: il governatore del Piemonte.
Secondo lui, essendo i biscotti savoiard__ piemontes__,
deve per forza essere piemontes__ anche il tiramisù. Ma
tale incaut__ affermazion__ ha provocato le vivac__
protest__ del governatore della Sardegna: i savoiard__
sono dei biscotti sard__, non piemontes__.
4. Il tiramisù è forse il dessert italian__ più celebr__ nel
mondo; lo si può trovare in tutt__ i ristoranti della
penisola, grand__ e piccol__. È un dolce morbid__
e cremos__, preparato con ingredient__ fresch__,
abbastanza simil__ alla zuppa ingles__ e alla bavarese;
la sua preparazion__ è relativamente semplic__ e
veloc__, perché la cottura in forno non è necessari__.
In internet è possibil__ trovare molt__ variant__ della
sua ricetta.
5. I buongusta__ autentic__, però, lo considerano un
dolce troppo facil__, commercial__, da ristorante;
un dolce adatt__ a una lung__ conservazion__ in
54 Treviso chiede il copyright sul tiramisù

frigorifero, fatto apposta per avere sempre qualcosa di


pront__ da offrire a dei client__ non troppo raffinat__
o esigent__. Insomma, secondo loro il tiramisù è
un’invenzion__ modern__, senza autentich__ bas__
nella cucina tradizional__ italian__, con ingredient__
provenient__ da region__ divers__.
6. Il mascarpon__ è un formaggio grass__ e cremos__,
tipic__ di alcun__ zon__ della Lombardia
occidental__; ha l’aspetto di una crem__ morbid__
e bianc__. Un tempo si produceva solo nel period__
invernal__, perché teme il caldo. La sua presenza fra
gli ingredient__ essenzial__ del tiramisù, insieme a
quella delle uov__ crud__, rende indispensabil__ la
conservazion__ di questo dolce in frigorifero.

в) грамматика: поменяйте единственное число на мно-


жественное и наоборот
1. Il tartufo bianco piemontese deve essere consumato
fresco.
2. Questi esercizi sono troppo facili.
3. È una ricetta troppo elaborata, adatta solo a un cuoco
esperto.
4. Il risultato è stato peggiore del previsto.
5. Questa fotografia è più interessante di quella.
6. Queste sono camicie estive, quelle sono camicie
invernali. Quali preferisci?
7. È il mio migliore amico, e da lui mi aspetto un’opinione
disinteressata e competente.
8. Il vetro della macchina non era trasparente, era scuro.
Treviso chiede il copyright sul tiramisù 55
9. Abbiamo assaggiato un piatto tipico genovese.
10. Su internet è possibile trovare la ricetta tradizionale di
questo piatto.
11. Le comunicazioni telefoniche sono state interrotte.
12. Quando piove, questa strada diventa pericolosa e
difficile.
13. Le domande erano difficili, ma non impossibili.
14. La tazzina è bella, ma è fragile: stai attento a non
romperla!
15. Questi libri sono troppo importanti per me; non posso
venderli.

г) грамматика: поменяйте мужской род на женский и


наоборот
1. Tuo fratello è intelligente, ma non è per niente gentile.
2. Prima dell’esame, gli studenti sono preoccupati e
nervosi; dopo invece sono felici e rilassati.
3. Le tue amiche sono insopportabili! Ma dove le hai
conosciute?
4. La mia compagna di corso sta scrivendo una tesi sulle
poetesse inglesi del Settecento.
5. In estate i musei sono pieni di turisti stranieri vestiti
come se fossero appena tornati dalla spiaggia.
6. Alla cena è venuto anche un vecchio collega di mio
padre, e molti altri suoi amici e conoscenti.
7. La professoressa Paolini è l’insegnante più esperta della
nostra scuola.
56 Treviso chiede il copyright sul tiramisù

8. Alcuni preferiscono la donna elegante, altri preferiscono


la donna sportiva.
9. I clienti di questo negozio sono tutti molto eleganti e
raffinati.
10. Le ho regalato un profumo, ma non mi è sembrata
molto contenta.
11. Gli adolescenti, a volte, sono più seri e più maturi degli
adulti.
12. Abbiamo lasciato la mancia ai camerieri, perché erano
tutti molto gentili.
13. La zia di Franca è disabile, e lei è la sua unica parente;
per questo la va a trovare così spesso.
14. I commessi che lavorano in questo negozio sono tutti
preparati e competenti; alcuni sono perfino laureati.
15. Quei ragazzi sono proprio dei maleducati: li abbiamo
aspettati tutta la sera, e alla fine non sono venuti.
Hanno detto che erano troppo occupati.

д) грамматика: поставьте прилагательное в правиль-


ное место
1. Ambrogio e Anselmo sono ______ amici ______.
[vecchi]
2. Carla è proprio una ______ ragazza ______! [cara]
3. Non mi piacciono i ______ ristoranti ______. [cari]
4. Non abbiamo bisogno di una ______ casa ______; ci
bastano tre stanze. [grande]
5. Napoleone era un ______ generale ______. [grande]
6. Ogni tanto mi piace fare dei ______ regali ______ agli
amici. [piccoli]
Treviso chiede il copyright sul tiramisù 57
7. Secondo me, hai bisogno di un ______ avvocato
______. [buono]
8. In albergo abbiamo fatto una ______ colazione
______. [ricca]
9. Come sarebbe bello avere una ______ casa ______ in
campagna, per passarci il finesettimana! [piccola]
10. Ho paura che questo sia un ______ problema ______.
[grande]
11. Marco ha cambiato fidanzata: la sua ______ ragazza
______ è una bella bionda. [nuova]
12. Secondo me, Ugo è un ______ idiota ______.
[completo]
13. Per un ______ pasto ______, con vino e caffè,
abbiamo pagato appena 12 euro a testa. [completo]
14. Mia nonna soffre di ______ pressione ______. [alta]
15. A Siena, i turisti hanno ammirato il panorama delle
______ colline ______ toscane. [dolci]
16. Non posso uscire, ho preso un ______ raffreddore
______. [forte]
17. È un lavoro pesante, adatto solo a ______ persone
______. [forti]
18. Puoi consigliarmi un ______ libro ______ da leggere?
[buono]
19. Ciao, Marta! Che ______ sorpresa ______! [bella]
20. Quei ______ ragazzi ______ non hanno mangiato
niente, stasera. [poveri]
21. Spesso gli anziani e i disoccupati sono ______ persone
______. [povere]
58 Treviso chiede il copyright sul tiramisù

22. Questa è una ______ pelliccia ______ o sintetica?


[vera]
23. Solo a Napoli è possibile mangiare la ______ pizza
______. [vera]
24. Voi dormirete nel ______ letto ______, io invece in
quello piccolo. [grande]
25. Ho avuto una ______ paura ______! [bella]
26. Prima abitavamo in periferia; la nostra ______ casa
______ invece è in centro. [nuova]
27. Il sindaco ha garantito che tutte le ______ case ______
saranno ristrutturate a spese del comune. [vecchie]
28. Il dottor Bondi è proprio una ______ persona ______:
è sempre così gentile con tutti! [brava]
29. Abbiamo visto un ______ film ______ alla televisione.
[vecchio].
30. È una ______ notizia ______: l’ho avuta dal mio
parrucchiere. [certa]
31. Ti ha telefonato un ______ signor Falsetti ______.
[certo]
32. Il dottor Garbati è un ______ parente ______ del
dottor Paoletti. [lontano]
33. Grazie, Marco, sei un ______ amico ______! [vero]
34. Andrea non lavora, non fa niente: gli piace fare la
______ vita ______ e basta. [bella]
35. Alla riunione c’erano ______ persone ______ che
non conoscevo. [diverse]
36. Laura è venuta alla festa con un ______ vestito ______.
[nuovo]
Treviso chiede il copyright sul tiramisù 59
е) лексика: дополните таблицу производными словами
potere potente
interessare
importare
divertire
seguire
precedere
pesare
attrarre
avere
sapere
bollire
convenire

ж) лексика: дополните таблицу производными словами


-oso -ivo -ico -ale
pioggia piovoso
neve
vento
tipo
storia
ufficio
crema
inverno
60 Treviso chiede il copyright sul tiramisù

-oso -ivo -ico -ale


estate
sport
tradizione
industria
telefono
pericolo
nervo
centro
occidente
origine
caloria
catastrofe

з) лексика: дополните текст словами из списка


1. La pizza è di (1) _______ napoletana, i tortellini sono
bolognesi, la bistecca è fiorentina; ma da dove viene
il tiramisù? Il governatore del Veneto è sceso in (2)
_______ per fare (3) _______.
2. Secondo il governatore questo (4) _______ dessert è
nato intorno al 1970, e il suo autore è un (5) _______
Loly Linguanotto, cuoco trevigiano tuttora in attività.
3. Il tiramisù è uno dei più noti dolci italiani: (6) _______
si può trovare in tutti i ristoranti della penisola. È (7)
_______ alla zuppa inglese e alla bavarese, che sono
anch’essi dei dolci (8) _______ cucchiaio.
Treviso chiede il copyright sul tiramisù 61
4. Per prepararlo sono necessari i (9) _______ ingredienti:
savoiardi, (10) _______ d’uovo, zucchero, caffè,
mascarpone e cacao in (11) _______.
5. Il mascarpone è un formaggio piuttosto calorico,
ottenuto dalla lavorazione della (12) _______. È
tipico della Lombardia e un tempo si produceva solo
nel periodo (13) _______, perché teme il caldo. Non
ha un sapore troppo (14) _______.
6. I veri buongustai, però, pensano che il tiramisù sia
un dolce troppo facile, senza (15) _______ nella
tradizione. Secondo loro è un dolce da frigorifero, fatto
per avere sempre qualcosa da offrire a una clientela non
troppo (16) _______.

A B C
1. tradizione origine abitudine
2. campo strada terra
3. certezza sicurezza chiarezza
4. cremoso celebre calorico
5. certo qualche qualunque
6. questo lo lui
7. uguale simile identico
8. da a di
9. prossimi successivi seguenti
10. chiare gusci tuorli
11. polvere cenere pezzi
12. crema panna ricotta
62 Treviso chiede il copyright sul tiramisù

A B C
13. estivo autunnale invernale
14. pronunciato fissato adatto
15. origini fondi basi
16. esperta squisita raffinata

и) грамматика: добавьте предлоги (не сочлененные)


1. Dov’è il libro ___ italiano?
2. Ho subito telefonato ___ Carlo ___ dargli la bella
notizia.
3. Hai detto ___ Giulia ___ fare benzina?
4. ___ chi è questo regalo?
5. ___ chi sono questi occhiali?
6. Consiglio ___ tutti di vedere questo film; è davvero
bellissimo.
7. Io non uso il computer; preferisco scrivere ___ la
penna.
8. Sabato andiamo al mare ___ la macchina ___ mio
padre.
9. Devo mandare un sms ___ Lucia.
10. Hai un brutto carattere: non vai d’accordo ___ nessuno!
11. Leggerò ___ piacere il tuo articolo.
12. Mi dispiace, ma io non presto i miei libri ___ nessuno.
13. Questa macchina fotografica era ___ mio nonno.
14. Devo ancora rispondere ___ una mail che ho ricevuto
ieri.
15. Ragazzi, vi prego di ascoltarmi ___ attenzione.
Treviso chiede il copyright sul tiramisù 63
к) произнесите слова правильно
buongustaio
gusto
giusto
tiramisù
origine
antico
celebre
semplice
secolo
tuorlo
uovo
dessert

л) лексика: одно из двух — essere и stare


1. Domani ______ festa, i negozi ______ chiusi tutto il
giorno.
2. — Stasera uscite? — No, ______ a casa.
3. — Ma tua zia, per caso, ______ incinta? — No,
______ solo grassa.
4. Quest’anno l’influenza ______ molto contagiosa.
5. Nonno, il dottore ha detto che devi ______ tranquillo,
che non devi agitarti!
6. I tuoi occhiali ______ sul tavolo.
7. La zia ______ a dieta da tre mesi, e è dimagrita già di
un etto.
8. — Hai conosciuto la nuova ragazza di Marco? — No,
come ______?
9. Si può sapere cosa ______ facendo?
10. Dobbiamo sbrigarci, il treno ______ per partire!
64 Treviso chiede il copyright sul tiramisù

м) правда или неправда?


1. Il mascarpone è un tipo di yogurt cremoso.
2. Il tiramisù non ha bisogno di cottura.
3. Questo dolce ha un’origine antica.
4. Loly Linguanotto è un cuoco di origine tedesca.
5. Il tiramisù si serve freddo.
6. I savoiardi sono biscotti.
7. Fra gli ingredienti di questo dolce c’è anche la panna.
8. I dolci da cucchiaio sono morbidi e cremosi.
9. Il mascarpone è di origine lombarda, e infatti anche
il governatore della Lombardia è intervenuto nella
discussione.
10. In generale, i governatori italiani non sono troppo
occupati.

н) ответьте на вопросы
1. Perché la preparazione del tiramisù non presenta
difficoltà?
2. Quali sono i suoi ingredienti?
3. Quale sarebbe la sua origine, secondo l’articolo?
4. Perché è nata una discussione intorno alla paternità del
tiramisù?
5. Quanti governatori hanno partecipato alla dotta
discussione sul tiramisù?
6. Qual è stato il risultato della discussione?
7. Perché i buongustai non amano il tiramisù?
8. Perché è necessario conservare il tiramisù in frigorifero?
Treviso chiede il copyright sul tiramisù 65
9. Che cosa è il mascarpone?
10. Qual è l’origine di altri celebri prodotti tipici come la
pizza, i tortellini, la bistecca, le orecchiette, la pasta al
pesto, l’aceto balsamico, la mozzarella, il panettone, i
gianduiotti, il pandoro, i cannoli?

о) темы для беседы


1. Spiega dettagliatamente la preparazione del tiramisù.
2. Sei un sostenitore o un critico del tiramisù?
5. L’ESTATE AL MARE
L’immortale rito della “villeggiatura”
(nonostante la crisi)

Mare, montagna, lago, agriturismo? Non è un mistero


che la maggior parte degli italiani (quasi due su tre)
preferisce trascorrere le vacanze estive al mare. Il rito si
ripete, immutabile, da sessant’anni. Da quando il boom
economico ha dato l’automobile a ogni famiglia; da quando
le spiagge di Rimini, Viareggio, Ostia si sono riempite di
ombrelloni; da quando, insomma, è nato il turismo di
massa.
Da allora, ogni anno plotoni di italiani scelgono la
vacanza al mare, ideale per chi ha bambini, ma non solo.
In luglio e in agosto le località turistiche della Liguria,
della Toscana, della Riviera romagnola, accolgono milioni
di villeggianti; le coste italiane, in pratica, diventano
un’enorme spiaggia.
In inverno queste località sono città fantasma, ma
all’inizio di ogni nuova stagione turistica si trasformano
come per miracolo e si riempiono di vita. Rimini ha solo
100.000 abitanti, ma ogni estate sette milioni di turisti
invadono i suoi quindici chilometri di lungomare e i suoi
innumerevoli bar, ristoranti e locali notturni.
L’estate al mare 67
I più agiati possiedono la “seconda casa” al mare; chi
non ce l’ha, affitta un appartamento o sta in albergo. Altri
soldi, e non pochi, se ne vanno per gli stabilimenti balneari.
Per un ombrellone bisogna pagare dai 15 ai 30 euro al
giorno, per una tenda (con due sedie a sdraio, due lettini e
un tavolino) dai 40 ai 100; ma nelle località più prestigiose,
i prezzi salgono a vista d’occhio.
Gli stabilimenti balneari, o “bagni”, danno ai loro clienti
anche l’uso del parcheggio, della doccia, dello spogliatoio.
Nel prezzo è compreso il servizio di un bagnino, che dalla
riva controlla l’attività dei bagnanti e, in più, seduce le
bagnanti più carine. Se sulla spiaggia è esposta la bandiera
rossa (per esempio quando il mare è mosso), vuol dire che
la sorveglianza è sospesa, e non è consigliabile fare il bagno.
L’alta stagione (luglio-agosto) è il periodo dei prezzi
più salati, del maggior affollamento sulle spiagge e delle
code sull’autostrada. Affari d’oro per ristoranti, bar e
discoteche: grazie soprattutto ai giovani e agli adolescenti
(i veri animatori della movida delle estati italiane), che
da mezzanotte all’alba vanno e vengono senza sosta da
un locale all’altro, spendendo in divertimenti i soldi
faticosamente guadagnati dai genitori.
Ma in tempi di crisi, non tutti se lo possono permettere.
Si tagliano le spese superflue, e la prima cosa a cui si
rinuncia sono proprio le vacanze. Ancora nel 2010, quasi
l’80% degli italiani andava in vacanza almeno per qualche
giorno; nel 2014 la cifra è scesa al 58%. Ormai quasi la metà
degli italiani passa le ferie in città, per mancanza di soldi. A
settembre, si riconoscono subito: sono quelli pallidi.
68 L’estate al mare

GLOSSARIO
accogliere = ricevere, принимать
ospitare
adolescente = teenager подросток
agiato = benestante, ricco зажиточный
a vista d’occhio = in modo на глазах
visibile, evidente
bagnino = guardaspiaggia спасатель
enorme = grandissimo огромный
esporre = mettere in mostra, выставлять
esibire
invadere = occupare, захвативать
conquistare
locale notturno = bar, ночной клуб
ristorante, discoteca, ecc.
lungomare = strada che набережная моря
costeggia il mare
mare mosso = mare agitato бурное море
mistero = segreto, enigma тайна
ombrellone = parasole, пляжный зонт
grande ombrello da spiaggia
pallido = bianco, non бледный
abbronzato
possedere = avere владеть
rito = cerimonia, tradizione ритуал, обряд
sedia a sdraio = chaise шезлонг
longue
L’estate al mare 69
sedurre = conquistare, соблазнять
affascinare
stabilimento balneare = платный пляж
bagno, spiaggia a pagamento
superfluo = inutile, non ненужный
necessario

ESERCIZI
а) на понимание текста: выберите правильный вари-
ант
1. In Italia le spiagge più affollate sono quelle del sud. /
sono quelle del centro-nord.
2. Se al mare espongono la bandiera rossa, vuol dire che la
spiaggia è a pagamento. / vuol dire che il bagnino non c’è.
/ vuol dire che ci sono i comunisti in mare.
3. Per risparmiare un po’, sulla spiaggia conviene affittare
una tenda. / un ombrellone. / una piscina.
4. Il turismo di massa è cominciato all’epoca della crisi
economica. / all’epoca del boom economico.
5. Gli stabilimenti balneari sono località turistiche. / sono
centri di cure termali. / sono spiagge organizzate.
6. Lo spogliatoio serve a lasciare il cappotto. / serve a
cambiarsi. / serve a prendere il sole.
7. Sulle rive di sabbia l’acqua del mare è più bassa, e anche
i bambini possono bagnarsi. / possono fare il bagno.
8. In inverno le località turistiche sono invase dai turisti. /
sono come morte. / sono piene di vita.
9. I prezzi più alti sono dolci. / sono salati. / sono piccanti.
70 L’estate al mare

10. I bagnini seducono le bagnanti più simpatiche. / seducono


le bagnanti più attraenti. / seducono le bagnanti più
benestanti.

б) грамматика: дополните текст, поставив глаголы в


нужную форму (presente)
1. Quasi tutti gli italiani / scegliere _________ / di
trascorrere le vacanze estive al mare; sono pochi quelli
che / preferire _________ / la montagna.
2. In estate, le località turistiche / trasformarsi _________
/ completamente: / accogliere _________ / migliaia
di villeggianti e / riempirsi _________ / di vita. Ogni
estate sette milioni di turisti / invadere _________ /
Rimini, che in inverno ha solo 100.000 abitanti.
3. L’estate è il periodo delle vacanze per tutta la famiglia.
I bambini / giocare _________ / sulla sabbia fine delle
spiagge; i giovani, invece, / divertirsi _________ / e
/ fare _________ / nuove amicizie in discoteca o nei
locali notturni.
4. Chi / possedere _________ / la “seconda casa” al mare
/ trasferirsi _________ / lì con la famiglia all’inizio
dell’estate; chi non ce l’ha, / affittare _________ / un
appartamento o / stare _________ / in albergo.
5. Dopo aver trovato l’alloggio, i villeggianti / mettersi
_________ / a cercare un posto dove fare il bagno:
quasi tutti / scegliere _________ / una spiaggia a
pagamento. Gli stabilimenti balneari, o “bagni”,
/ offrire _________ / ai loro clienti molti servizi e
comodità: il parcheggio, la doccia, lo spogliatoio.
6. Affittare un ombrellone / costare _________ / dai 15
ai 30 euro, le tende invece / costare _________ / dai
L’estate al mare 71
40 ai 100 euro. I bagnini, in riva al mare, / controllare
_________ / l’attività dei bagnanti e / sedurre
_________ / le turiste più carine. Dopo pranzo, in
genere / bisognare _________ / aspettare due ore prima
di fare il bagno; e se il bagnino / esporre _________ / la
bandiera rossa, è meglio non entrare in acqua.
7. Durante l’alta stagione, che / andare _________ / da
giugno a agosto, i prezzi / salire _________ / a vista
d’occhio. Ristoranti, bar e discoteche / fare _________
/ affari d’oro grazie soprattutto ai giovani, che / andare
_________ / e / venire _________ / per tutta la notte
da un locale all’altro, e / spendere _________ / in
divertimenti i soldi guadagnati dai loro genitori.
8. Ma in tempi di crisi, non tutti / potere _________ /
permetterselo. Molti / dovere _________ / tagliare
le spese superflue, e la prima cosa a cui / rinunciare
_________ / sono proprio le vacanze. Ormai quasi la
metà degli italiani / trascorrere _________ / le ferie in
città, per mancanza di soldi.

в) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (presente)
1. Il sabato mia madre di solito / fare _________ /
acquisti in centro; / andare _________ / con le sue
amiche. Lei / uscire _________ / la mattina e / tornare
_________ / a casa la sera carica di pacchi e pacchetti.
2. La finestra di camera mia / dare _________ / sulla
strada, e per questo la stanza è un po’ rumorosa.
3. Al teatro alla Scala non / fare _________ / entrare gli
spettatori senza cravatta; chi / arrivare _________ /
72 L’estate al mare

in ritardo, / dovere _________ / aspettare nel foyer


fino al primo intervallo. L’uso dei cellulari è vietato:
/ bisognare _________ / spegnerli, oppure lasciarli al
guardaroba.
4. I giovani / fare _________ / amicizia facilmente; dopo
i trent’anni, invece, / diventare _________ / difficile
farsi dei nuovi amici.
5. Via della Conciliazione è la strada che / condurre
_________ / da Castel Sant’Angelo al Vaticano.
6. Quando i miei genitori / andare _________ / al mare,
di solito / stare _________ / in albergo. Io e mio
fratello, invece, / andare _________ / in campeggio.
7. In questo bar / dare _________ / l’aperitivo per soli
12 euro; per questo io ci / venire _________ / sempre.
Però il cameriere mi / stare _________ / antipatico, e
non gli / dare _________ / mai la mancia.
8. Sulla spiaggia i bagnanti / leggere _________ /, /
dormire _________ /, / riposarsi _________ /, /
abbronzarsi _________ / e / fare _________ / acquisti.
Chi / volere _________ / comprare qualcosa, non /
dovere _________ / neppure alzarsi dal lettino, ma /
potere _________ / restare sdraiato: i venditori abusivi
/ andare _________ / e / venire _________ / per la
spiaggia e / proporre _________ / a tutti la loro merce.
I bagnini intanto / sedurre _________ / le bagnanti più
carine.
9. Mio zio / fumare _________ / solo sigarette
elettroniche, / bere _________ / solo birra analcolica
e è vegetariano.
10. Le tue scarpe nuove mi / piacere _________ / molto.
Dove le hai comprate?
L’estate al mare 73
11. A volte / capitare _________ / di lasciare l’ombrello a
casa quando / piovere _________ /; altre volte, invece,
/ capitare _________ / di prenderlo quando non /
piovere _________ /.
12. Il conte Vlad e sua moglie Ilona / fare _________ /
il turno di notte: / cominciare _________ / a lavorare
al tramonto, e / finire _________ / all’alba. In estate,
però, / andare _________ / in vacanza nel loro castello
in Transilvania.
13. Le più antiche piante di ulivo / raggiungere _________
/ i 6.000 anni di età.
14. In casa nostra c’è una soffitta dove / tenere _________
/ tutte le cose inutili: lì / abitare _________ / anche il
nonno.
15. In estate, gli automobilisti che / gettare _________ / le
sigarette dal finestrino / provocare _________ / molti
incendi.

г) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (presente)
1. I bambini di Lucia sono agitatissimi: / urlare _________
/, / piangere _________ / e / litigare _________ /
in continuazione, non / stare _________ / fermi un
attimo.
2. Ogni finesettimana, i nostri vicini / andarsene
_________ / in campagna, dove / possedere
_________ / una grande casa.
3. Lo sport / fare _________ / bene alla salute. Infatti
io / guardare _________ / moltissimo sport alla tv.
Lo sport / mettere _________ / appetito, e così io /
74 L’estate al mare

mangiare _________ / sempre un panino al prosciutto


quando / stare _________ / sul divano davanti alla tv.
4. Perché / tu — stare _________ / sempre seduto sul
divano? Perché non / uscire _________ /, non /
andare _________ / a fare due passi?
5. Il marito di Ada / lavorare _________ / da alcuni
anni in una ditta che / produrre _________ / materie
plastiche.
6. Sono sempre più numerosi gli stranieri che / scegliere
_________ / di sposarsi in Italia. I luoghi preferiti sono
le ville, i castelli, le città d’arte come Firenze, Roma,
Venezia. Naturalmente, le coppie di innamorati che
/ vivere _________ / all’estero / avere _________ /
bisogno di aiuto per organizzare un matrimonio in un
altro paese. Per questo / esistere _________ / delle
agenzie specializzate che / occuparsi _________ / di
tutti i dettagli: volo, albergo, chiesa.
7. Carlo / stare _________ / a Londra da due anni, e
per vivere / dare _________ / lezioni di italiano agli
studenti universitari.
8. Le persone che / preferire _________ / la vita attiva /
stare _________ / in città; chi / preferire _________ /
la tranquillità e la natura, invece, / stare _________ /
in campagna.
9. In inverno / fare _________ / freddo, / piovere
_________ /, / nevicare _________ / e / tirare
_________ / vento.
10. In Italia i grandi magazzini e i supermercati / fare
_________ / orario continuato, e spesso sono aperti
anche la domenica. Le banche / osservare _________
/ un orario diverso dai negozi: / aprire _________ / un
L’estate al mare 75
po’ prima la mattina, e / chiudere _________ / un po’
prima il pomeriggio.
11. Il giornale / dire _________ / che a Roma ci sarà lo
sciopero dei tassisti, a Milano quello dei tramvieri e
a Venezia quello dei gondolieri. Gli unici che non /
scioperare _________ / mai sono i disoccupati.
12. Paolo e Andrea / uscire _________ / spesso insieme, la
sera: / andare _________ / al bar, / giocare _________
/ a biliardo e / bere _________ / qualcosa. Le loro
mogli / rimanere _________ / a casa e li / aspettare
_________ / guardando la tv.
13. Nel periodo dei saldi i negozi di abbigliamento / esporre
_________ / molti cartelli, per attirare i clienti.
14. Il giardiniere / togliere _________ / le foglie secche
dal prato e poi / tagliere _________ / l’erba con il
tagliaerba.
15. Molte ditte straniere / imitare _________ / i prodotti
tipici italiani, come il parmigiano e l’aceto balsamico.

д) лексика: дополните таблицу производными слова-


ми
controllare il controllo
servire
affittare
alloggiare
sorvegliare
stabilire
parcheggiare
76 L’estate al mare

sostare
iniziare

е) лексика: дополните текст словами из списка


1. Il (1) _______ si ripete, immutabile, da sessant’anni.
In inverno le località turistiche sono come morte, ma
all’inizio della nuova stagione si trasformano come per
(2) _______ e si riempiono di (3) _______.
2. I più (4) _______ hanno tutti la seconda casa al mare, gli
altri devono prendere in (5) _______ un appartamento
o andare in albergo. I prezzi sono variabili: nelle località
più prestigiose salgono (6) _______.
3. Gli (7) _______ balneari offrono molti servizi: doccia,
(8) _______, parcheggio per l’auto, e la scelta fra (9)
_______ e ombrellone. I (10) _______, dalla riva,
controllano l’attività dei (10) _______.
4. Se il mare è (11) _______ e è esposta la bandiera rossa,
è meglio non entrare in acqua: (12) _______ è sospesa.
5. In agosto i bar e le discoteche fanno (13) _______
d’oro, grazie ai giovani che da mezzanotte (14)
_______ vanno e vengono senza sosta da un locale
all’altro.
6. Per via della crisi, però, molti tagliano le spese (15)
_______ e passano le vacanze in città. A settembre si
riconoscono perché sono più (16) _______ degli altri.

A B C
1. rito mito culto
L’estate al mare 77
A B C
2. mistero meraviglia miracolo
3. locali fantasmi vita
4. agitati agiati agenti
5. prestito affitto gestione
6. a occhio a vista a vista d’occhio
7. stabilimenti impianti edifici
8. guardaroba spogliatoio gabinetto
9. sedia a sdraio lettino tenda
10. bagnati bagnanti bagnini
11. mosso scosso rotto
12. l’abbronzatura la seduzione la sorveglianza
13. affari affitti imprese
14. al tramonto all’alba all’una
15. superiori superate superflue
16. limpidi timidi pallidi

ж) произнесите слова правильно


affitto
alloggio
epoca
pallido
trasformare*
trascorrere*
trasferirsi*
albero
78 L’estate al mare

albergo
giovane
Giovanni
ombrello
sdraiarsi*
sedersi*
possedere*
superfluo
spogliatoio
automobile
metà
ditta
vita
città

з) грамматика: добавьте предлоги (не сочлененные)


1. Vicino al cinema c’è un parcheggio ___ pagamento.
2. Quando arriva l’alta stagione, i prezzi aumentano ___
vista ___ occhio.
3. Ogni tenda è attrezzata con due sedie ___ sdraio e due
lettini.
4. Dal mio punto ___ vista, avete ragione tutti e due.
5. Il Vesuvio è ___ Campania, ___ poca distanza ___
Napoli.
6. Alcuni giornali italiani parlano solo ___ sport.
7. — Cosa c’è ___ buono ___ frigorifero? — Niente, solo
gli avanzi della cena ___ giovedì scorso e un po’ di
piselli surgelati.
L’estate al mare 79
8. ___ luglio e ___ agosto le località di villeggiatura
accolgono milioni ___ turisti, provenienti ___ tutto il
mondo.
9. Le spiagge ___ sabbia sono più adatte ___ chi ha
bambini.
10. Il lungomare ___ Rimini è pieno ___ discoteche e ___
ristoranti.
11. Ho telefonato ___ Marco ___ invitarlo ___ cena; gli
ho detto ___ portare una bottiglia ___ vino.
12. A che ora viene la donna ___ servizio?
13. Di solito ___ pranzo non mangio niente.
14. Ho accompagnato il professore fino ___ casa.
15. Invece del vino, Marco ha portato una confezione ___
piselli surgelati che aveva ___ frigorifero.

и) фразеология: образуйте устойчивые выражения


affari — in affitto — al mare — acquisti — amicizia —
il bagno — conoscenza — la doccia — il sole —
in vacanza — le vacanze [2]

trascorrere ___________
passare ___________
andare ___________, ___________
fare ___________, ___________, ___________,
___________, ___________, ___________
prendere ___________, ___________

к) лексика: один из двух — essere или stare


1. — Che ore ______? — Non lo so, il mio orologio
______ fermo.
80 L’estate al mare

2. Bambini, per favore, ______ fermi un attimo!


3. — Ti piace il mio nuovo maglione? — Sì, ti ______
bene.
4. Filippo e Emanuela ______ insieme da tre mesi.
5. I biglietti dell’autobus ______ validi un’ora.
6. — Allora, ______ pronta per uscire? — Solo un attimo!
Mi devo ancora vestire e truccare.
7. I miei zii ______ a Torino.
8. Non ______ in piedi, Professoressa: si sieda sul divano,
così ______ più comoda.
9. Domani ______ domenica: se ______ una bella
giornata, perché non facciamo un giro in bici?
10. Mi raccomando: questa porta deve ______ sempre
chiusa.

л) правда или неправда?


1. Gli abitanti delle località di villeggiatura aumentano in
estate.
2. È meglio non fare il bagno subito dopo pranzo.
3. L’ombrellone costa più della tenda.
4. Il bagnino è una persona che fa il bagno.
5. A Rimini ci sono innumerevoli locali notturni.
6. Quando il mare è mosso, è esposta la bandiera rossa.
7. In settembre è ancora alta stagione.
8. I venditori abusivi non hanno la licenza.
9. Per abbronzarsi, bisogna stare sdraiati sotto la tenda.
10. I genitori fanno affari d’oro in estate.
L’estate al mare 81
м) ответьте на вопросы
1. Quali sono le località di villeggiatura più famose in
Italia?
2. Perché per i bambini sono più adatte le spiagge di
sabbia?
3. Cosa vogliono fare i giovani in estate?
4. A che ora cominciano a animarsi le discoteche?
5. Come sono le località turistiche in inverno e in estate?
6. Cosa sono gli stabilimenti balneari?
7. Che servizi offrono ai clienti?
8. Chi è il bagnino?
9. Che cosa segnala la bandiera rossa?
10. Quando non è consigliabile fare il bagno?
11. C’è una differenza fra le vacanze delle persone più e
meno agiate?
12. Quali differenze ci sono fra l’alta e la bassa stagione?
13. Com’è nato il turismo di massa?
14. Perché alcune persone sono pallide in settembre?

н) темы для беседы


1. Descrivi una tua vacanza in Italia.
2. Quali sono le differenze fra una vacanza al mare in
Italia e nel tuo paese?
6. L’ESTATE IN CITTÀ
Il fascino delle città deserte

Le ferie degli italiani si concentrano principalmente in


due momenti dell’anno: la fine di dicembre e l’estate, in
particolare il mese di agosto.
Verso la metà di giugno le scuole chiudono, e i ragazzi
buttano via libri e quaderni fino a settembre. Più tardi, in
luglio, quando comincia il gran caldo, le città iniziano
a svuotarsi. In città rimangono soprattutto i mariti, che
vanno ancora al lavoro; il resto della famiglia, moglie,
figli e suocera, è già al mare a prendere il sole e a fare il
bagno. Il capofamiglia li raggiunge ogni venerdì sera, ma
deve rientrare in città la domenica successiva o al più tardi
il lunedì mattina.
Agosto finalmente arriva. Gli uffici e le fabbriche
chiudono, come anche la maggior parte dei negozi, e in
città non rimane più nessuno. O quasi. In realtà qualcuno
c’è sempre, anche se non esce di casa per paura del sole.
Rimangono per esempio molti anziani che vivono da soli:
nei giorni più afosi, con quaranta gradi all’ombra, vanno
a cercare un po’ di refrigerio nei parchi, o nei centri
commerciali, che tengono l’aria condizionata sempre
accesa. Rimangono anche cani e gatti che non sono potuti
L’estate in città 83
partire con i loro padroni: affidati a amici e parenti, o nel
caso peggiore abbandonati per la strada.
Per chi rimane in città durante l’estate (di anno in anno
queste persone diventano sempre più numerose) ci sono
sicuramente degli aspetti positivi. Uno dei vantaggi è, per
esempio, che la città è finalmente vivibile: niente più file
e perdite di tempo in banca o alla posta, niente ingorghi,
niente traffico. E la sera la macchina si può comodamente
lasciare sotto casa, senza bisogno di fare dieci volte il giro
dell’isolato.
Ma ci sono anche degli svantaggi. Per esempio diventa
problematico trovare un negozio di alimentari aperto per
fare la spesa, o un ristorante dove mangiare. La farmacia
dove andiamo di solito, poi, può essere chiusa, e quella di
turno a volte può essere lontana da casa. In agosto, ad ogni
modo, è meglio non ammalarsi: anche perché il medico di
famiglia sparisce, e al suo posto rimane un giovane appena
laureato che non riesce a distinguere un’appendicite da
un’otite.
Ma soprattutto c’è l’afa, insopportabile, giorno e notte; e
ci sono le zanzare, che ci tengono svegli con il loro fastidioso
ronzio e ci impediscono di tenere le finestre aperte. Forse
è per questo che, alla fine, chi può fa le valigie, prende la
macchina (o il treno, o l’aereo) e se ne va. Che gusto c’è
a restare da soli in una città deserta? Se tutti i miei amici e
parenti sono partiti, perché proprio io devo restare?
Ma se molti partono, altri in compenso arrivano. Sono
i turisti stranieri. Vengono da tutto il mondo: dall’America
del nord e del sud, dall’Europa, negli ultimi anni perfino
dalla Cina. In estate, sono loro i veri padroni delle nostre
città.
84 L’estate in città

GLOSSARIO
abbandonare = lasciare бросать, оставлять
affidare = dare, consegnare доверять
afoso = caldo, soffocante удушливо-жаркий
capofamiglia = padre глава семьи
distinguere = riconoscere, различать
identificare
fare il giro = percorrere, girare объезжать
fascino = attrazione шарм
fastidioso = noioso раздражающий
impedire = ostacolare, мешать
proibire
isolato = quartiere, gruppo di квартал
case
ombra = parte non illuminata тень
dal sole
raggiungere = arrivare, добираться
riunirsi
refrigerio = fresco прохлада
ronzio = sibilo, rumore жужжание
fastidioso
sparire = scomparire исчезать
svantaggio = caratteristica недостаток
negativa
sveglio = desto, vigile бодрствующий
turno = periodo di lavoro смена
L’estate in città 85
vantaggio = caratteristica преимущество
positiva

ESERCIZI
а) на понимание текста: выберите правильный вари-
ант
1. Uno dei vantaggi delle città in estate è che le suocere
sono al mare. / i semafori non funzionano. / ci sono meno
code negli uffici pubblici.
2. Le persone che restano in città sono soprattutto i giovani.
/ sono soprattutto gli animali domestici. / sono soprattutto
i pensionati.
3. A causa del gran caldo, molti anziani tengono le finestre
chiuse di notte. / evitano di uscire. / spariscono.
4. Di notte le finestre restano chiuse per le zanzare. / per
l’afa. / per l’aria condizionata.
5. I colleghi che sostituiscono i medici di famiglia sono
più affidabili. / sono insopportabili e fastidiosi. / sono
giovani e inesperti.
6. Alcune famiglie, partendo per le vacanze, abbandonano
il nonno. / abbandonano l’auto. / abbandonano gli
animali domestici.
7. In estate gli anziani vanno nei centri commerciali
a cercare il freddo. / a cercare il fresco. / a cercare il
raffreddore.
8. In estate gli anziani / i mariti / i ragazzi sono liberi da
giugno a settembre.
86 L’estate in città

б) грамматика: дополните текст, поставив глаголы в


нужную форму (presente)
1. Le ferie degli italiani / concentrarsi _________ / in due
momenti dell’anno: la fine di dicembre e l’estate. In
estate i ragazzi non / andare _________ / a scuola, le
fabbriche e gli uffici / chiudere _________ /; le città /
svuotarsi _________ / quasi completamente.
2. Chi / potere _________ /, / andarsene _________ /,
/ partire _________ / per il mare, per la montagna o
per i laghi, oppure / prendere _________ / l’aereo e /
andare _________ / all’estero. In città non / rimanere
_________ / quasi nessuno; solo i mariti che / dovere
_________ / ancora lavorare.
3. Mentre il capofamiglia / lavorare _________ / e /
sudare _________ / in città, moglie, figli e suocera /
fare _________ / il bagno e / prendere _________ / il
sole al mare. In genere i mariti / raggiungere _________
/ le loro famiglie al mare il venerdì sera, e / ripartire
_________ / per la città due giorni dopo.
4. Molti negozi / chiudere _________ / per ferie,
e le persone che / rimanere _________ / in città
difficilmente / riuscire _________ / a trovare negozi
o ristoranti aperti. In compenso il traffico / diminuire
_________ /, e con l’orario estivo anche i mezzi
pubblici / transitare _________ / meno spesso.
5. In agosto in città / rimanere _________ / soprattutto gli
anziani che / abitare _________ / da soli; non / uscire
_________ / di casa per paura del sole, al massimo /
andare _________ / a cercare un po’ di refrigerio nei
centri commerciali che / tenere _________ / l’aria
condizionata accesa. Alcune famiglie / abbandonare
L’estate in città 87
_________ / i loro animali domestici per la strada,
oppure li / affidare _________ / a qualche amico,
perché non / potere _________ / andare in vacanza
con il cane o con il gatto.
6. Per chi / rimanere _________ / in città ci sono vantaggi
e svantaggi. Per esempio, la città / diventare _________
/ finalmente vivibile: niente più file e perdite di
tempo, niente ingorghi. Chi / tornare _________ /
a casa la sera, anche se è tardi, / potere _________ /
parcheggiare la macchina senza problemi.
7. In agosto il medico di famiglia / sparire _________ /, e
i giovani laureati che lo / sostituire _________ / spesso
non / riuscire _________ / a distinguere un’appendicite
da un’otite. Di notte le zanzare ci / tenere _________ /
svegli con il loro ronzio e ci / impedire _________ / di
aprire le finestre.
8. Alla fine di agosto, piano piano tutto / ritornare
_________ / alla normalità: i negozi / riaprire
_________ / e il traffico / diventare _________ /
poco a poco più animato. Anche il tempo / cambiare
_________ /: / arrivare _________ / le prime
piogge, l’aria / diventare _________ / più respirabile
e la temperatura / diminuire _________ /. I ragazzi
/ tornare _________ / a scuola e gli anziani / uscire
_________ / dai centri commerciali.

в) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (presente)
1. In città in estate nessuno / ammalarsi _________ /,
perché i dottori / andare _________ / tutti in ferie e le
farmacie / chiudere _________ /. In compenso il traffi-
88 L’estate in città

co / diminuire _________ /, e i mezzi pubblici / passa-


re _________ / meno spesso: chi / volere _________ /
prendere l’autobus, / dovere _________ / aspettare ore
e ore sotto il sole.
2. Non / io — venire _________ / in macchina con voi,
perché / preferire _________ / fare due passi a piedi.
3. Laura / tenere _________ / molto al suo aspetto; /
comprare _________ / molti cosmetici e / andare
_________ / dal parrucchiere due volte alla settimana.
4. — A che ora / venire _________ / i tuoi amici, sta-
sera? — Stasera non / venire _________ /; / andare
_________ / io da loro.
5. — Voi a che ora / andare _________ / a letto, di solito?
— Di solito / andare _________ / a letto presto, per-
ché la mattina / dovere _________ / alzarci alle sette.
6. In agosto, quando tutti / andare _________ / al mare,
in città / rimanere _________ / soprattutto gli anziani
che / abitare _________ / da soli; / passare _________
/ il tempo davanti alla tv e / tenere _________ / l’aria
condizionata sempre accesa.
7. Chi / bere _________ / troppo caffè, / stare _________
/ sveglio tutta la notte.
8. Scusi, questo orologio / andare _________ / bene?
Non / andare _________ / indietro?
9. Con la crisi, gli stipendi / diminuire _________ / e i
prezzi / aumentare _________ /. Soprattutto i prezzi
degli alimentari / continuare _________ / a salire.
10. L’Italia è il paese ideale per le persone a cui / piacere
_________ / i musei. Ma gli orari / potere _________
/ essere imprevedibili: i Musei Vaticani, per esempio, /
L’estate in città 89
chiudere _________ / già alle 14.00, mentre gli Uffizi /
rimanere _________ / aperti fino alle 19.00. Raramen-
te i musei / accogliere _________ / visitatori anche la
sera.
11. Per i visitatori di chiese e musei, l’abbigliamento / do-
vere _________ / essere decoroso: niente pantaloni
corti e minigonne, anche se / fare _________ / caldo.
12. — Signora Caproni, perché ha comprato tutto questo
cibo per cani? Lei non ha cani! — È per mio marito: lui
/ andare _________ / matto per le scatolette di cibo
per cani. Gliele / fare _________ / in padella con un
po’ di burro, aglio e prezzemolo.
13. / Piovere _________ /, e io non / avere _________ /
l’ombrello!
14. Marco, / potere _________ / accompagnare il mio
struzzo al pianoforte? / Volere _________ / cantare
una canzone.
15. I ladri in estate non / andare _________ / in vacanza:
al contrario, / lavorare _________ / di più. Nel
periodo estivo, i furti negli appartamenti / aumentare
_________ / sia nelle grandi città che nelle località
turistiche. Per questo motivo molti di notte / tenere
_________ / sempre le finestre chiuse, anche se / fare
_________ / caldo.

г) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (presente)
1. Il lavoro / stancare _________ /; ma il riposo / annoiare
_________ /. Dormire troppo / fare _________ /
male alla salute. Chi / mangiare _________ / troppo /
90 L’estate in città

ingrassare _________ /, chi / mangiare _________ /


troppo poco / morire _________ /.
2. In agosto i turisti stranieri / impadronirsi _________
/ delle città italiane; / venire _________ / da tutto il
mondo, Cina compresa, / visitare _________ / chiese
e musei, / andare _________ / nei negozi, / affollare
_________ / bar e ristoranti.
3. Le rondini / arrivare _________ / in primavera e /
andare _________ / via all’inizio dell’autunno. In
inverno per loro / fare _________ / troppo freddo.
4. Domani noi / andare _________ / a vedere la mostra
di Tiziano: perché non / venire _________ / anche tu?
5. Valentina / andare _________ / in palestra tre volte alla
settimana; il sabato sera, invece, / uscire _________ /
con le sue amiche.
6. Professore, se non / avere _________ / niente da fare,
perché non / venire _________ / a prendere un caffè
con noi?
7. — Nonno, dove / andare _________ /? Perché /
uscire _________ / con questo caldo? — / Andare
_________ / al centro commerciale a prendere un
raffreddore.
8. Non mi / andare _________ / di uscire, stasera; /
preferire _________ / restare a casa e scrivere qualche
mail ai miei amici.
9. Il mio struzzo / capire _________ / tutto, ma
non / parlare _________ /; mio nonno invece /
parlare _________ / tutto il tempo, ma non / capire
_________ / niente.
L’estate in città 91
10. Non / convenire _________ / andare in centro in
macchina: è meglio usare i mezzi pubblici.
11. C’è qualcosa che non / andare _________ /?
12. Il marito della signora Caproni, il signor Caproni, è
allergico alla verdura e non / digerire _________ / le
vitamine; / odiare _________ / la frutta e tutta la roba
sana, che / fare _________ / bene alla salute. Gli /
piacere _________ / solo il cibo per cani, e ogni tanto,
il venerdì, / mangiare _________ / anche il cibo per
gatti. Lui / dire _________ / che con il cibo per cani /
andare _________ / bene il vino rosso, con il cibo per
gatti invece / andare _________ / bene il vino bianco,
per esempio un Pinot Grigio.
13. Se non avete più bisogno di me, / togliere _________ /
il disturbo!
14. Alcuni turisti al ristorante / ordinare _________ / gli
spaghetti e poi li / tagliare _________ / con il coltello.
15. I bambini spesso / imitare _________ / il
comportamento dei loro genitori: per questo la miglior
forma di educazione è l’esempio.

д) лексика: соедините антонимы


pubblico abbondante
pieno economico
cattivo diverso
caro privato
sano vuoto
semplice leggero
chiaro complesso
scarso scuro
92 L’estate in città

uguale debole
pesante buono
forte moderno
antico malato

е) лексика: дополните текст словами из списка


1. Quando arriva il gran caldo, chi può fa le (1) _______
e parte. Molti mariti devono rimanere in città, mentre
il (2) _______ della famiglia è già a (3) _______ il sole
e a (4) _______ il bagno.
2. In estate la città è più (5) _______, ma a volte è un
problema trovare (6) _______ aperti dove fare la spesa.
3. Il (7) _______ diminuisce, e anche i trasporti pubblici
passano meno spesso. La sera possiamo parcheggiare la
macchina sotto casa, senza bisogno di fare dieci volte il
giro (8) _______.
4. È meglio non ammalarsi, perché anche i medici sono in
(9) _______ e al loro posto rimangono giovani appena
(10) _______, senza esperienza, che non sanno (11)
_______ un’appendicite da un’otite.
5. Nel periodo di ferragosto, se ne vanno tutti: restano
soltanto (12) _______ e gli animali domestici (13)
_______ dai loro padroni.
6. Di notte c’è (14) _______ terribile, ma le zanzare
ci impediscono di tenere le finestre aperte e in più
ci tengono (15) _______ con il loro fastidioso (16)
_______.
L’estate in città 93
A B C
1. ferie vacanze valigie
2. resto capo medico
3. fare prendere guardare
4. fare prendere nuotare
5. vivibile deserta abbandonata
6. mercati magazzini negozi
7. trasporto traffico turismo
8. dell’isola dell’isolato del deserto
9. farmacia sciopero ferie
10. dividere distinguere decidere

11. licenziati laureati diplomati


12. gli anziani i capifamiglia le suocere
13. venduti persi abbandonati
14. un’afa un refrigerio un fresco
15. compagnia caldo svegli
16. rumore ronzio ruggito

ж) произнесите слова правильно


perdita
vendita
zanzara
ronzio
estero
aereo
94 L’estate in città

suocera
refrigerio
ferie

з) грамматика: добавьте предлоги (не сочлененные)


1. I ragazzi italiani non vanno ___ scuola ___ giugno ___
settembre.
2. Le fabbriche e gli uffici sono chiusi ___ estate, e ___
città non resta quasi nessuno.
3. — Voi quando partite ___ le vacanze? — Quest’anno
andremo ___ vacanza alla fine ___ luglio.
4. ___ agosto ___ solito il negozio ___ alimentari vicino
___ casa mia è chiuso ___ ferie, e così devo andare ___
fare la spesa al supermercato.
5. Scusi, questa farmacia fa il turno ___ notte?
6. I miei genitori sono in salotto ___ guardare la tv, e mia
sorella è in camera sua ___ leggere.
7. I turisti stranieri arrivano ___ Italia ___ tutto il mondo.
8. Ho mal ___ testa e avrei bisogno ___ un calmante,
ma la farmacia ___ turno è lontana ___ casa e io devo
andarci ___ piedi, perché la macchina l’hanno presa
mia moglie e mia suocera ___ andare ___ Viareggio.
9. Siamo stati tutto il giorno ___ prendere il sole sulla
spiaggia.
10. Chi è il tuo medico ___ famiglia?

и) фразеология: образуйте устойчивые выражения


all’estero — i biglietti — il treno [2] — il turno di notte —
in ferie [2] — la spesa — le valigie
L’estate in città 95
prendere ________
perdere ________
fare ________, ________, ________, ________
andare ________, ________
essere ________

к) лексика: один из двух — andare или venire


1. Dopo il lavoro, Paolo ______ al caffè con gli amici.
2. Ciao, Paolo, come ______?
3. Ciao, Paolo, dove ______?
4. — Scusi, quanto ______ il maglione che c’è in vetrina?
— ______ 80 euro.
5. Chi ______ a fare una passeggiata con me?
6. Non posso ______ da te domani, devo ______ dal
dentista.
7. Domattina ______ l’idraulico a riparare il lavandino.
8. Gli impiegati statali ______ in ferie in agosto.
9. Stasera non mi ______ di uscire; resto a casa.
10. Io ______ a fare due passi; ______ anche tu?
11. — Scusi, è questo il treno per Napoli? — No, questo
______ a Venezia.
12. — Scusi, da dove ______ questo treno? — Da Vercelli.

л) правда или неправда?


1. In estate i mezzi pubblici hanno un orario diverso.
2. Gli anziani vanno nei centri commerciali per fare
acquisti.
3. Le farmacie non chiudono mai.
4. In alcune città in estate ci sono più stranieri che italiani.
96 L’estate in città

5. Le scuole riaprono in settembre.


6. Le zanzare sono animali domestici.
7. Alla fine dell’estate, dopo le prime piogge, la
temperatura aumenta.
8. In estate alcuni animali domestici abbandonano i loro
padroni.
9. I giovani che sostituiscono i medici di famiglia non
sono ancora laureati.
10. In giugno e in luglio, i mariti vanno al mare sono nel
finesettimana.

м) ответьте на вопросы
1. Quando prendono le ferie gli italiani?
2. Perché la famiglia si divide in estate?
3. Cosa succede nelle città italiane in agosto?
4. Chi resta in città?
5. Quali sono i vantaggi e gli svantaggi per chi resta in
città?
6. Come passano il tempo gli anziani che non vanno in
vacanza?
7. Perché molte famiglie abbandonano gli animali
domestici in estate?
8. Perché in estate è meglio non ammalarsi?
9. Perché chi può parte?
10. Cosa succede alla fine di agosto?

н) темы для беседы


1. Come sono in estate le città del tuo paese?
2. Hai mai visto una città italiana nel periodo di
Ferragosto?
7. IL BAR ITALIANO
Un locale per tutti

Il bar. In Italia il bar è un locale di piccole dimensioni:


spesso c’è spazio soltanto per il bancone e due o tre tavolini,
e ci lavora un solo barista. I clienti del bar possono ordinare
bevande calde e aperitivi, e, se hanno appetito, anche fare
uno spuntino. Molti inoltre fanno colazione al bar, invece
che a casa; d’altronde la colazione italiana è un pasto veloce
e non abbondante.
L’espresso. La ragion d’essere del bar italiano,
comunque, è il caffè; il caffè fatto in casa non è mai così
buono come l’espresso del bar. Molti vanno al bar prima del
lavoro, oppure ci fanno un salto appena possono prendersi
una pausa. In questo modo c’è chi riesce a bersi, in un
giorno, anche una ventina di espressi. Qualcuno ha anche
fatto il calcolo: ogni giorno i bar italiani servono ottanta
milioni di tazzine di caffè.
Come si beve il caffè. La consumazione dell’espresso
è molto rapida, anche perché la quantità della bevanda
è scarsa (sì e no mezza tazzina di liquido). Per questo
l’arredamento del bar di solito esclude tavoli o sedie: i clienti
non si siedono, bevono la loro tazzina in piedi. L’operazione
richiede in tutto un paio di minuti: basta dire al barista “un
98 Il bar italiano

caffè” e l’espresso è subito pronto e bevuto. Solo nei bar più


grandi, a volte, bisogna prima fare lo scontrino alla cassa.
Un punto di ritrovo. Non tutti vanno al bar semplicemente
per togliersi la fame o la sete. Bere un caffè insieme è,
prima di tutto, un modo di socializzare. E al bar ci sono
anche altri modi di farlo: si può giocare a carte, seguire i
programmi sportivi alla tv, leggere il giornale e commentare
insieme le notizie. Il bar è un punto di riferimento per tutto
il quartiere, e proprio per questo molti di questi locali sono
aperti fin dalla mattina presto (a volte dalle sei, o anche
prima).
Le differenze con gli altri paesi. Il bar italiano è molto
diverso da quello dei paesi anglosassoni. In Italia possiamo
trovare bevande come caffè, cappuccino e cioccolata calda,
oltre a prodotti dolci o salati come pizzette, cornetti, paste;
negli Stati Uniti invece i bar sono locali che vendono
birra, vino e superalcolici, e in Gran Bretagna somigliano
piuttosto a enoteche (le altre bevande alcoliche sono
vendute nei pub).
Il caffè. Diverso dal bar è il caffè, o caffetteria. Qui
ordinazioni e consumazioni si fanno a sedere, e infatti ci sono
i camerieri che servono ai tavoli. Dopo la consumazione,
i clienti del caffè possono restare seduti al loro tavolino a
conversare, a leggere, a ascoltare la musica: in una parola,
possono passare il tempo piacevolmente. Tutto succede
con calma, senza la fretta del bar, ma i prezzi naturalmente
sono un po’ più alti.
La tabaccheria. Il bar-tabacchi, o tabaccheria, infine,
è un locale dove è possibile acquistare non solo sigarette
e accendini, ma molte altre cose utili come biglietti
dell’autobus, ricariche telefoniche, francobolli e marche
da bollo, perfino biglietti della lotteria e schedine del
Il bar italiano 99
totocalcio o del superenalotto. Insomma, chi vuole
diventare milionario deve per forza passare dal tabaccaio.

GLOSSARIO
abbondante = ricco, generoso обильный
bancone = tavolo rialzato nei барная стойка
negozi o nei bar
calcolo = conto, conteggio подсчет
consumazione = ordinazione заказ (в кафе, баре)
(in un locale)
conversare = chiacchierare, беседовать
parlare
dimensione = misura размер
escludere = lasciare fuori, исключать
rifiutare
fare un salto = passare, заскочить на минутку
andare per poco tempo
fare uno spuntino = перекусывать,
mangiare un po’ заморить червячка
pasta = piccolo dolce маленькая сладость
ritrovo = incontro встреча
scontrino = ricevuta чек
somigliare = essere simile походить, быть
похожим
100 Il bar italiano

ESERCIZI

а) на понимание текста: выберите правильный вари-


ант
1. Per ordinare un espresso è sufficiente dire “voglio un
espresso”. / è sufficiente dire “un caffè”. / è sufficiente
dire “potrebbe darmi un caffè espresso, per favore?”.
2. Gli impiegati italiani vanno al bar prima del lavoro. /
dopo il lavoro. / durante il lavoro.
3. Al bar è possibile anche ordinare un antipasto. / ordinare
una pasta. / ordinare la pasta.
4. La tabaccheria vende anche biglietti del cinema. /
biglietti aerei. / biglietti per i trasporti urbani.
5. Nei bar più grandi bisogna fare lo scontrino / bisogna
fare uno spuntino / bisogna fare il biglietto prima della
consumazione.
6. I bar anglosassoni vendono più che altro alcolici e
superalcolici. / vendono più che altro alimentari. /
vendono più che altro bevande calde.
7. La colazione italiana è un pasto abbondante. / è un pasto
molto calorico. / è un pasto rapido.
8. Nel bar c’è sempre il bancone. / c’è sempre qualche
tavolo. / c’è sempre una cabina del telefono.
9. L’espresso si beve nella tazza. / si beve nella tazzina. / si
beve in un bicchierino di plastica.
10. Al caffè l’ordinazione si fa stando sdraiati. / si fa stando
in piedi. / si fa stando seduti.

б) грамматика: дополните текст, поставив глаголы в


нужную форму (presente)
Il bar italiano 101
1. Spesso nel bar italiano / esserci _________ / spazio
soltanto per il bancone e due o tre tavolini, e ci / la-
vorare _________ / un solo barista. I clienti del bar /
potere _________ / bere bevande calde e aperitivi, e, se
/ volere _________ /, anche fare uno spuntino.
2. Molti non / fare _________ / colazione a casa, ma /
avere _________ / l’abitudine di andare al bar la mat-
tina. Alcuni / andare _________ / al bar anche nelle
pause del lavoro e / bere _________ / un caffè dietro
l’altro; qualcuno in un giorno / riuscire _________ / a
bere una ventina di espressi.
3. Ma non tutti / andare _________ / al bar solo per
questo. Al bar / noi — potere _________ / trovare
persone che / giocare _________ / a carte, che / se-
guire _________ / i programmi sportivi alla tv, che /
leggere _________ / il giornale o che / commentare
_________ / insieme le ultime notizie.
4. L’arredamento del bar / escludere _________ / sedie o
tavolini, perché nessuno / sedersi _________ /: tutti /
bere _________ / la loro tazzina in piedi. Il cliente / dire
_________ / al barista “un caffè”, / bere _________
/, / pagare _________ / e / uscire _________ /. Solo
nei bar più grandi, a volte, / dovere _________ / fare
lo scontrino alla cassa.
5. Al caffè, invece, i clienti / potere _________ / fare
le ordinazioni stando seduti. I camerieri ogni tanto
/ passare _________ / per sentire cosa / volere
_________ /. Dopo la consumazione molti / occupare
_________ / i tavoli ancora per un po’, conversando o
leggendo.
102 Il bar italiano

6. Chi / volere _________ / comprare le sigarette, invece,


/ dovere _________ / andare al bar-tabacchi, dove /
potere _________ / trovare molte altre cose utili come
biglietti dell’autobus, ricariche telefoniche, biglietti
della lotteria.

в) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (presente)
1. Se / volere _________ / ordinare, Signora, / dovere
_________ / prima fare lo scontrino alla cassa.
2. Appena / finire _________ / di piovere, / io — uscire
_________ /: / volere _________ / andare a fare due
passi.
3. Scusi, / potere _________ / aiutarmi? Non / io —
riuscire _________ / a aprire la porta.
4. Domani / io — dovere _________ / assolutamente
portare la macchina dal meccanico: negli ultimi giorni
/ fare _________ / un rumore strano e / consumare
_________ / molta benzina.
5. Che film / dare _________ / stasera alla televisione?
6. — Dottor Garbati, ha cambiato lavoro? — No, /
continuare _________ / a lavorare nella stessa ditta. —
Quella che / produrre _________ / cibo per struzzi? —
Sì, quella. Però / sperare _________ / di trovare presto
un altro posto, perché non mi / piacere _________ / il
cibo per struzzi.
7. Come regalo di Natale, quest’anno mio figlio / volere
_________ / un androide che vada a scuola al posto
suo.
Il bar italiano 103
8. Perché non / tu — sedersi _________ / e non / rilassarti
_________ / un po’, mentre io / preparare _________
/ il caffè?
9. Noi / tenere _________ / alla nostra salute: / comprare
_________ / solo prodotti naturali, che non / contenere
_________ / coloranti e conservanti.
10. Molti genitori italiani / dare _________ / un piccolo
stipendio settimanale ai loro figli, chiamato anche
“paghetta”. I ragazzi / potere _________ / così
comprare qualcosa da mangiare o da bere quando /
uscire _________ / con gli amici. In media i ragazzi
italiani / ricevere _________ / 16 euro alla settimana;
molti di più dei circa 7 euro che i genitori tedeschi /
dare _________ / ai propri figli.
11. Marco non / potere _________ / accompagnarci alla
stazione: / dovere _________ / prendere un taxi.
12. Questo film è noioso, mi / mettere _________ / sonno.
Ma quando / finire _________ /?
13. L’agriturismo è una specie di albergo che / trovarsi
_________ / presso una azienda agricola. I suoi
clienti / vivere _________ / a contatto con la natura, /
mangiare _________ / e / bere _________ / prodotti
di origine controllata. Chi / volere _________ /, /
potere _________ / fare anche escursioni, andare a
cavallo o partecipare ai lavori agricoli.
14. Il turista che / volere _________ / visitare l’Italia /
dovere _________ / sapere alcune cose importanti,
come per esempio l’orario dei negozi. In genere i
negozi in Italia / aprire _________ / la mattina alle
9.00. Solo alcuni negozi / rimanere _________ /
aperti all’ora di pranzo; gli altri in genere / chiudere
104 Il bar italiano

_________ / alle 12.30 e / riaprire _________ / nel


pomeriggio. I supermercati invece / fare _________
/ orario continuato, e alcuni / potere _________ /
restare aperti anche la domenica.
15. Il fumo / nuocere _________ / gravemente alla salute.
Una tazzina di caffè, invece, / fare _________ /
sempre bene!

г) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (presente)
1. Le mie amiche / venire _________ / dal Brasile e /
ripartire _________ / fra una settimana. Prima di
partire / volere _________ / visitare la città e comprare
un po’ di souvenir.
2. Non / convenire _________ / usare la macchina all’ora
di punta: in città il traffico / impazzire _________ / e /
verificarsi _________ / più incidenti.
3. Io / lavorare _________ / in un cementificio: / fare
_________ / il turno di notte. Mia moglie invece /
fare _________ / il turno di giorno. Quando / io —
tornare _________ / a casa, la mattina, mia moglie /
uscire _________ / e / andare _________ / a lavorare;
quando lei la sera / tornare _________ / a casa, /
andare _________ / a lavorare io. In pratica, / vedersi
_________ / solo a Natale e a Ferragosto.
4. Scusi, / sapere _________ / che ore / essere _________
/?
5. Se i prezzi / salire _________ /, / volere _________
/ dire che nel paese c’è l’inflazione; se invece /
scendere _________ /, / volere _________ / dire che
c’è la deflazione: gli stipendi invece non / aumentare
Il bar italiano 105
_________ / mai, / rimanere _________ / sempre gli
stessi.
6. Ogni estate io / raccogliere _________ / le more e /
fare _________ / molta marmellata; poi la / regalare
_________ / tutta agli amici, perché non mi / piacere
_________ / la marmellata di more. Non la / potere
_________ / proprio sopportare.
7. In macchina, gli automobilisti non / potere _________
/ usare il telefonino: se / volere _________ / evitare
le multe, / dovere _________ / usare l’auricolare o il
vivavoce.
8. Un gentiluomo / mantenere _________ / sempre la
parola data.
9. Le persone che / sedersi _________ / al caffè, / passare
_________ / il tempo piacevolmente: / conversare
_________ /, / leggere _________ /, / ascoltare
_________ / la musica.
10. — Che cosa / preferire _________ / fare, bambini? /
Volere _________ / andare al cinema, o fare gli esercizi
di algebra? — / Volere _________ / fare gli esercizi di
algebra!
11. Scusi, quanto / venire _________ / questi pantaloni?
12. Gli italiani / bere _________ / ogni giorno ottanta
milioni di tazzine di caffè.
13. La Gran Bretagna è il paese europeo che / possedere
_________ / il numero più elevato di sistemi di
videosorveglianza: le telecamere sono presenti in tutte
le aree pubbliche e / controllare _________ / tutte
le attività dei cittadini. Nonostante questo, le attività
criminali non / diminuire _________ /; le autorità di
polizia / supporre _________ / che ciò sia dovuto alla
106 Il bar italiano

cattiva qualità delle immagini, che non / permettere


_________ / di identificare i sospettati.
14. Se a pranzo / io — mangiare _________ / troppo, dopo
mi / venire _________ / sonno.
15. Molti adolescenti / cominciare _________ / a fumare,
perché / volere _________ / imitare gli adulti. Chi in
famiglia ha un genitore o un fratello maggiore che /
fumare _________ /, ha più probabilità di diventare
fumatore.

д) лексика: соедините синонимы


calmo gradevole
spazioso grosso
piacevole energico
grande tranquillo
differente celebre
abbondante povero
scarso ricco
rapido vasto
forte diverso
vero autentico
famoso veloce

е) лексика: дополните текст словами из списка


1. Il bar è un (1) _______ abbastanza piccolo: spesso c’è
spazio soltanto per (2) _______ e per il barista.
2. I clienti del bar possono ordinare bevande calde e
aperitivi, e, se hanno fame, anche fare (3) _______.
Il bar italiano 107
Molte persone che lavorano fanno (4) _______ al bar
appena possono, per bersi un espresso.
3. Per (5) _______ non servono molte parole: basta
dire “un caffè” e l’espresso è subito pronto e bevuto,
anche perché la quantità della bevanda è davvero (6)
_______. Solo nei bar più grandi bisogna prima fare
(7) _______ alla cassa.
4. Il bar è un punto di (8) _______, dove la gente va per
(9) _______. I modi di farlo sono molti: si può giocare
a carte, (10) _______ i programmi sportivi alla tv,
leggere il giornale e commentare insieme le notizie.
5. Il bar-tabacchi è un locale in cui è possibile acquistare
non solo sigarette e (11) _______, ma anche molte
altre cose (12) _______ come biglietti dell’autobus e
(13) _______ telefoniche.
6. Il caffè è abbastanza diverso dal bar. Qui le ordinazioni
si fanno (14) _______ e ci sono i camerieri che servono
ai tavoli. Tutto succede senza la fretta tipica del bar:
dopo (15) _______ i clienti possono restare al loro
tavolino a (16) _______ o a leggere.

A B C
1. luogo locale posto
2. il balcone il banco il bancone
3. un boccone un pasto uno spuntino
4. un salto un passo un tuffo
5. l’ordinazione l’operazione l’organizzazione
6. eccessiva scarsa fragile
108 Il bar italiano

A B C
7. lo scontrino il biglietto il conto
8. incrocio riunione ritrovo
9. festeggiare comunicare socializzare
10. ascoltare seguire osservare
11. accidenti accendini arlecchini
12. tipiche classiche utili
13. scariche cariche ricariche
14. in piedi a sedere sdraiati
15. l’ordinazione l’operazione la consumazione
16. discutere conversare litigare

ж) произнесите слова правильно


liquido
solido
rapido
caffetteria
tabaccheria
lotteria
utile
inutile
unire
unione
Stati Uniti
anglosassone
francobollo
autobus
Il bar italiano 109
з) грамматика: добавьте предлоги (простые и сочле-
ненные)
1. ___ solito il bar italiano è un locale ___ piccole
dimensioni.
2. Molti hanno l’abitudine ___ fare colazione al bar
invece che ___ casa.
3. ___ Italia ci sono sessanta milioni ___ abitanti e
130.000 bar, che ogni giorno servono ottanta milioni
___ tazzine ___ caffè.
4. Gli impiegati italiani vanno al bar nelle pause del
lavoro, e qualcuno ___ un giorno riesce ___ bere una
ventina ___ espressi.
5. Al bar i clienti bevono la loro tazzina ___ piedi, davanti
___ bancone.
6. Bisogna fare lo scontrino ___ cassa.
7. ___ caffè, dopo la consumazione, è necessario lasciare
una piccola mancia ___ cameriere.
8. Chi vuole diventare milionario, o fumare, o andare ___
autobus, o spedire una lettera o ricaricare il telefonino,
deve ___ forza passare ___ tabaccaio.
9. ___ caffè il cameriere porta le ordinazioni ___ tavoli.
10. ___ bancone il caffè si beve ___ rapidità, ___ tavolino
invece si può bere ___ calma.

и) фразеология: образуйте устойчивые выражения


a piedi — colazione — fame — fermo — fretta —
in piedi — l’ordinazione — lo scontrino — sdraiato —
seduto — sete — sonno — sveglio — una pausa

stare ___________, ___________, ___________,


___________, ___________,
110 Il bar italiano

fare ___________, ___________, ___________,


___________
avere ___________, ___________, ___________,
___________
andare ___________

к) лексика: один из двух — bere или prendere


1. Andiamo al bar a _________ un caffè?
2. Questa medicina deve essere _________ a stomaco
pieno.
3. Il marito della signora Caproni fuma, _________ e di
notte russa.
4. A tavola in Italia di solito _________ acqua o vino.
5. Prima di cena noi _________ sempre un aperitivo.
6. Non posso _________ il latte: sono allergico.
7. — Che cosa _________? — Un cappuccino, grazie.
8. Sono andato al bar e _________ un cognac.
9. Ieri sera _________ troppo, e adesso ho mal di testa.
10. Se hai mal di testa, perché non _________ un’aspirina?

л) правда или неправда?


1. Il barista di solito sta sopra il bancone.
2. Il bar è più piccolo del caffè.
3. Al caffè, il cameriere prende le ordinazioni.
4. Il caffè espresso è lungo.
5. Molti caffè hanno i tavolini all’aperto.
6. Per gli italiani, prendere il caffè è una forma di
socializzazione.
7. La tabaccheria vende anche francobolli rari e antichi.
Il bar italiano 111
8. Al bar, bisogna lasciare la mancia al barista.
9. La colazione in Italia è un pasto pesante.
10. Gli impiegati prendono l’espresso in ufficio.
11. Nei bar inglesi si vende più che altro birra.
12. In molti bar gli sportivi si riuniscono per guardare la tv.

м) ответьте на вопросы
1. Che differenza c’è tra il bar italiano e quelli di altri
paesi?
2. In che momento della giornata un impiegato italiano
può andare al bar?
3. Quanti caffè si bevono ogni giorno in Italia?
4. Come si svolgono l’ordinazione e la consumazione
dell’espresso al bar?
5. E al caffè?
6. Com’è l’arredamento del bar?
7. E quello del caffè?
8. Di cosa ha bisogno chi va in tabaccheria?
9. Che tipo di pasto è la colazione italiana?
10. Perché gli italiani preferiscono il caffè fatto al bar?

н) темы для беседы


1. Ce differenza c’è fra il bar italiano e quello del tuo
paese?
2. Racconta una tua avventura in un bar italiano.
3. Descrivi la colazione tipica nel tuo paese.
8. A CENA FUORI
Il paese dove si mangia meglio nel mondo

Tutto il mondo mangia italiano. Provate a entrare in


una libreria di Londra o di Berlino, e date un’occhiata agli
scaffali dei libri di cucina: troverete una marea di volumi
dedicati all’italian cooking, scritti dai migliori esperti. La
cucina italiana è quella che attrae di più gli aspiranti cuochi,
e anche su internet le ricette più apprezzate sono quelle
della nostra tradizione. Ma noi italiani siamo consapevoli
del ruolo che ci attribuiscono nel mondo?
Fortunati senza saperlo. In realtà noi mangiamo tutti i
giorni all’italiana: ci siamo così abituati che non ci facciamo
più caso. I pomodorini di Pachino o i capperi di Pantelleria
appaiono spesso sulla nostra tavola, ma per un newyorkese
o per un parigino sono una rarità, una raffinatezza. Lo
stesso vale per il parmigiano, il gorgonzola, la mozzarella
di bufala: ingredienti esclusivi, che tutti gli stranieri ci
invidiano. Siamo persone fortunate, ma non sappiamo di
esserlo.
A casa e fuori. Forse è per questo che non frequentiamo
così spesso i ristoranti: anche a casa non si mangia male,
in fondo. Se proprio dobbiamo andarci, al ristorante,
preferiamo mangiare qualcosa di diverso, qualcosa di
nuovo. Molti, per esempio, scelgono i ristoranti “etnici”;
A cena fuori 113
altri la pizzeria, perché a casa la pizza non viene mai così
bene come nel forno a legna.
Il ristorante di lusso si distingue per l’ambiente elegante,
per il servizio impeccabile e per il gran numero di posate che
i poveri clienti non sanno come e quando usare. “Poveri”
per modo di dire, è chiaro, perché in certi locali, con un
paio di bottiglie pregiate e una grattata di tartufo d’Alba sui
tagliolini, il conto può sfiorare anche i 1.000 euro a testa. La
cucina è creativa al massimo grado, i piatti sono belli anche
a vedersi; e naturalmente la prenotazione è indispensabile.
I locali meno cari. Per mangiare bene, comunque, non
c’è bisogno di spendere tanto. La trattoria per esempio
offre una cucina tradizionale, basata su ricette e prodotti
tipici della zona; di solito non c’è un menù scritto, e il
cameriere “racconta” ai clienti quali sono i piatti del giorno.
L’arredamento è senza pretese, il prezzo contenuto.
La pizzeria, come dice il nome, è un locale specializzato
in pizza, adatto soprattutto a una clientela giovanile.
Sul menù troviamo primi piatti e pizze di diverso tipo;
l’assortimento varia da pizzeria a pizzeria, perché ogni
locale ha le sue pizze “della casa”. La scelta delle bevande
non è grande (più che altro birra), e spesso la tavola è
apparecchiata modestamente, con una tovaglia di carta.
L’autogrill è uno speciale tipo di ristorante che si incontra
lungo le autostrade, vicino ai distributori di benzina. Anche
qui, come in pizzeria, si va per mangiare un boccone, e si
rimane a tavola giusto il tempo necessario per sfamarsi.
Spesso gli autogrill sono organizzati con il sistema del self-
service: i clienti devono portarsi da soli il proprio vassoio
fino al tavolo.
Il servizio e il coperto. Per gli stranieri è difficile capire,
quando ricevono il conto, che cosa sono il “coperto” e il
114 A cena fuori

“servizio”: nessuno ha ordinato questi piatti! In realtà non


si tratta di piatti. Il coperto è ciò che si trova sulla tavola nel
momento in cui ci sediamo (tovaglia, piatti, posate), e il
servizio è quello che paghiamo per il lavoro del cameriere.
Chi lascia anche la mancia, in pratica, dà la mancia due
volte.

GLOSSARIO
apprezzare = ammirare, ценить
gradire
aspirante = allievo, candidato претендент
attribuire = assegnare, dare наделять
clientela = pubblico, clienti клиентура
consapevole = cosciente сознательный
dedicare = riservare, посвящать
destinare
grattare = grattugiare натирать
impeccabile = perfetto, senza безупречный
difetti
indispensabile = necessario, обязательный
obbligatorio
marea = infinità великое множество
modesto = semplice, senza скромный, простой
pretese
posate = forchette, coltelli e столовые приборы
cucchiai
raffinato = ricercato, изысканный
sofisticato
A cena fuori 115
sfamarsi = togliersi la fame насыщаться, наедаться
sfiorare = toccare, приближаться,
raggiungere достигать

ESERCIZI
а) на понимание текста: выберите правильный вари-
ант
1. La trattoria offre una cucina all’italiana. / offre una
cucina etnica. / offre una cucina internazionale.
2. Nei locali di categoria più alta la prenotazione è
necessaria. / è impeccabile. / è inutile.
3. Gli italiani a tavola sono risparmiatori. / sono
conservatori. / sono innovatori.
4. In pizzeria di solito c’è il servizio al banco. / ci sono
tovaglie e tovaglioli di carta. / non ci sono le posate.
5. Gli italiani vanno a cena fuori per mangiare qualcosa di
diverso. / per risparmiare. / perché a casa mangiano male.
6. Sul conto il “coperto” è quello che paghiamo per la
tavola apparecchiata. / per l’energia elettrica consumata.
/ per le bevande.
7. In alcune trattorie non c’è la tovaglia. / c’è un menù
“orale”. / la scelta delle bevande è limitata.
8. All’autogrill i clienti devono mangiare dentro la propria
auto. / devono servirsi da soli. / devono portarsi i vassoi
da casa.

б) грамматика: дополните текст, поставив глаголы в


нужную форму (presente)
116 A cena fuori

1. Tutto il mondo oggi / mangiare _________ / italiano.


Se / voi — andare _________ / in una libreria a Londra
o a Berlino e / dare _________ / un’occhiata agli
scaffali che / contenere _________ / i libri di cucina,
troverete moltissimi volumi dedicati all’italian cooking.
La cucina italiana è quella che / attrarre _________
/ di più gli aspiranti cuochi, e su internet le ricette
che / piacere _________ / di più sono quelle della
nostra tradizione. Ma non sempre noi italiani siamo
consapevoli del ruolo che all’estero ci / attribuire
_________ /.
2. In realtà noi / mangiare _________ / tutti i giorni
all’italiana: ci siamo così abituati che non ci / fare
_________ / più caso. I pomodorini di Pachino o i
capperi di Pantelleria / apparire _________ / spesso
sulla nostra tavola: invece per un newyorkese o per un
parigino sono una rarità. Lo stesso / valere _________
/ per il parmigiano, il gorgonzola, la mozzarella:
ingredienti esclusivi, che tutti gli stranieri ci / invidiare
_________ /. Siamo persone fortunate, ma non /
sapere _________ / di esserlo.
3. Forse è per questo che non / frequentare _________
/ così spesso i ristoranti: anche a casa non / mangiare
_________ / così male, in fondo. Se proprio /
dovere _________ / andarci, al ristorante, / preferire
_________ / mangiare qualcosa di diverso. Alcuni
/ scegliere _________ / i ristoranti “etnici”, altri la
pizzeria. A casa infatti la pizza non / venire _________
/ così bene come in pizzeria: lì la / cuocere _________
/ nel forno a legna, e il risultato è molto diverso.
4. L’italiano medio non / andare _________ / a mangiare
fuori tutti i giorni: / cenare _________ / al ristorante
A cena fuori 117
se / dovere _________ / incontrare amici che non /
vedere _________ / da molto tempo, o quando / volere
_________ / festeggiare qualcosa. In queste occasioni
la cena è abbondante, con molte portate, dagli antipasti
fino al dolce.
5. A tavola gli italiani sono tradizionalisti, ma quando
/ andare _________ / a cena fuori / apprezzare
_________ / anche la cucina di altri paesi. I primi
ristoranti etnici aperti in Italia sono stati quelli
cinesi, una trentina d’anni fa: / proporre _________
/ una cucina un po’ italianizzata, anche se li / gestire
_________ / cinesi autentici.
6. I ristoranti di lusso / distinguersi _________ / per
l’ambiente elegante, per il servizio impeccabile e per
il gran numero di posate che i clienti non / sapere
_________ / bene come utilizzare. In certi locali, con
un paio di bottiglie pregiate e una grattata di tartufo sui
tagliolini, il conto / potere _________ / sfiorare anche
i 1.000 euro a testa.
7. Spesso i turisti stranieri non / capire _________ / cosa
sono il “coperto” e il “servizio”, e / pensare _________
/ che nel conto ci sia un errore. In realtà non / trattarsi
_________ / di un errore. Il coperto è tutto quello che
/ trovarsi _________ / sulla tavola nel momento in cui
/ sedersi _________ /: / costare _________ / due o
tre euro a persona. Il servizio invece è una specie di
mancia obbligatoria: chi / lasciare _________ / anche
la mancia, in pratica, / dare _________ / la mancia
due volte.
8. In pizzeria / andare _________ / soprattutto i giovani:
/ ordinare _________ / un primo o una pizza e /
118 A cena fuori

bere _________ / una birra, e in tal modo / potere


_________ / mangiare spendendo al massimo 15 euro.
La tovaglia è di carta, e non / bisognare _________ /
pagare il coperto.

в) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (presente)
1. Sul nostro pianeta / esistere _________ / due milioni
di specie di insetti; per ogni essere umano ci sono
quaranta tonnellate di questi animali. Il loro valore
alimentare non ha niente da invidiare a quello della
carne rossa: molti tipi di insetti / contenere _________
/ più proteine di una bistecca.
2. Se / voi — essere _________ / d’accordo, / io —
proporre _________ / di fare una bella insalata di
scarafaggi, questa sera; che ne / dire _________ /?
3. Gli italiani / consumare _________ / più carne di
quanta ne / produrre _________ /, e perciò / dovere
_________ / importarla da altri paesi.
4. Attualmente il mondo / consumare _________ /
quattordici milioni di tonnellate di carne rossa all’anno.
L’industria zootecnica è l’industria più inquinante del
pianeta: / inquinare _________ / più delle automobili
o delle centrali termoelettriche a carbone. Per produrre
un chilo di insetti / bastare _________ / due chili di
vegetali, mentre per un chilo di carne bovina ne /
occorrere _________ / dieci. / Sembrare _________
/ incredibile, ma per produrre un chilo di carne rossa
/ servire _________ / 15.000 litri d’acqua, mentre per
un pomodoro / bastare _________ / appena tredici
litri!
A cena fuori 119
5. Se hai fretta, non ti / io — trattenere _________ / più;
vai pure!
6. Fra due giorni / noi — partire _________ / per il
Venezuela, ma ancora non / sapere _________ / se
Paolo / venire _________ / con noi o no.
7. Qui / mancare _________ / l’aria: io / uscire
_________ /!
8. Mentre i clienti / scegliere _________ / il vino, il
cameriere / ascoltare _________ /, / dare _________
/ consigli, / suggerire _________ /.
9. In dicembre / fare _________ / buio prima. Il giorno
più corto dell’anno è il 21 dicembre: il sole / sorgere
_________ / alle 7.35 e / tramontare _________ / alle
16.42. Il giorno / durare _________ / in tutto nove ore
e sette minuti.
10. È un ragazzo intelligente, ma in classe / distrarsi
_________ / facilmente.
11. Di solito gli italiani non / dare _________ / la mancia
ai tassisti o ai benzinai; però / potere _________ /
lasciare qualcosa al personale dei ristoranti e degli
alberghi.
12. La signora Papucci di notte / tenere _________ / suo
marito sul balcone, perché lui / russare _________ /
terribilmente.
13. I proprietari dei ristoranti non / amare _________
/ molto vedere clienti che / occupare _________ /
il tavolo tutta la sera per un’insalata, e che / sporcare
_________ / la tovaglia e i tovaglioli di stoffa. Per
questo motivo / esistere _________ / il coperto. Il
coperto / assicurare _________ / un guadagno minimo
anche se il cliente non ha molta fame.
120 A cena fuori

14. A mio nonno non / piacere _________ / la televisione:


/ dire _________ / che ci sono troppe interruzioni fra
una pubblicità e l’altra.
15. Le sigarette elettroniche / contenere _________ /
nicotina, ma non / contenere _________ / tabacco.
Perciò / produrre _________ / vapore, ma non
fumo. In Italia solo i maggiori di sedici anni / potere
_________ / acquistare queste sigarette.

г) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (presente)
1. Oggi chi / sapere _________ / almeno una lingua stra-
niera, / trovare _________ / lavoro più facilmente.
2. Quando i tuoi amici mi / parlare _________ / in dia-
letto, io non / capire _________ / affatto quello che /
dire _________ /.
3. Le società di assicurazione / proporre _________
/ polizze di tutti i tipi: oggi molte persone / potere
_________ / assicurarsi anche contro il divorzio, l’im-
potenza e gli alieni.
4. Quasi ogni famiglia italiana / possedere _________ /
un’auto; alcune famiglie ne / possedere _________ /
due.
5. Oggi non / io — sapere _________ / proprio che fare:
vorrei uscire, ma il tempo è brutto e / fare _________
/ freddo. Forse è meglio se / rimanere _________ / a
casa.
6. Il nonno e lo struzzo, quando / andare _________ / in
macchina, / tenere _________ / tutto il tempo la testa
fuori dal finestrino.
A cena fuori 121
7. Al ristorante io / scegliere _________ / sempre lo stes-
so tavolo, vicino all’uscita. Così / potere _________ /
andare via senza lasciare la mancia.
8. È un chirurgo bravissimo: / riuscire _________ / a
operare anche cento pazienti al giorno, e quasi tut-
ti / sopravvivere _________ /. Solo alcuni / morire
_________ /.
9. Non bisogna aprire la porta agli sconosciuti, anche se /
sostenere _________ / di essere poliziotti o funzionari
statali.
10. Ognuno / essere _________ / libero di fare quello che
/ volere _________ /.
11. Da quando è cominciata la crisi, i prezzi / sali-
re _________ / continuamente e gli stipendi inve-
ce / diminuire _________ /. Molte famiglie ormai /
spendere _________ / più di quello che / guadagnare
_________ /.
12. Di notte il nostro struzzo / deporre _________ / le
uova in salotto, sotto il divano; al mattino io le / racco-
gliere _________ / e le / mettere _________ / tutte in
frigorifero.
13. Chi ha il colesterolo alto, non / dovere _________ /
cambiare la propria dieta: un cambiamento improvviso
nella dieta, infatti, / produrre _________ / stress, e lo
stress / fare _________ / aumentare il colesterolo.
14. Tutti gli italiani / condire _________ / l’insalata con
l’olio d’oliva. Fra i diversi tipi di olio d’oliva che /
esistere _________ /, il migliore è considerato quello
extravergine. I medici lo / consigliare _________ /
perché / contenere _________ / sostanze antiossidanti
e / aiutare _________ / a combattere il colesterolo.
122 A cena fuori

Anche la Spagna / produrre _________ / olio d’oliva;


la produzione spagnola è tre volte maggiore di quella
italiana, ma in compenso l’Italia è il paese che ne /
consumare _________ / di più.
15. Le fotografie di notte / venire _________ / meglio con
il flash.

д) лексика: найдите антонимы


grande
buono
bello
nuovo
giovane
fortunato
apprezzato
forte
ricco
facile
pieno
corto
salato
crudo
fuori
davanti
sopra
vicino
A cena fuori 123
е) лексика: дополните текст словами из списка
1. Oggi la cucina italiana è la più amata nel mondo.
Provate a entrare in una libreria di Londra o di Berlino:
troverete (1) _______ di volumi dedicati all’italian
cooking. Ma gli italiani non sono (2) _______ di questo
primato, sono così abituati al loro modo di mangiare
che non ci fanno (3) _______.
2. La trattoria offre piatti della cucina tradizionale.
L’arredamento è senza (4) _______ e il prezzo
contenuto; la (5) _______ di solito non è necessaria,
perché un tavolo libero c’è sempre.
3. La pizzeria è un locale adatto soprattutto a clienti
giovani. La (6) _______ delle bevande è limitata,
perché con la pizza si beve più che (7) _______ birra,
e i tavoli sono apparecchiati con (8) _______ di carta.
4. A casa la pizza non (9) _______ mai così bene come
nel forno a (10) _______.
5. L’autogrill è un ristorante che si incontra (11) _______
le autostrade. Anche qui si va per mangiare un (12)
_______ e si rimane a tavola giusto il tempo necessario
per togliersi (13) _______. Gli autogrill usano il
sistema del self-service: i clienti devono portarsi da soli
il proprio (14) _______.
6. Nei ristoranti di lusso la cucina è sempre (15) _______,
i piatti sono belli anche a vedersi. In certi locali, con un
paio di bottiglie e una grattata di tartufo, il conto può
(16) _______ anche i 1.000 euro a testa.
124 A cena fuori

A B C
1. una marina una marea un mare
2. consapevoli colpevoli contenti
3. caso posto peso
4. finestre tovaglie pretese
5. mancia prenotazione ordinazione
6. produzione fornitura scelta
7. mai altro spesso
8. tovaglioli tovaglie posate
9. esce va viene
10. legno legna gas
11. lungo dentro sopra
12. pasto boccone pranzo
13. la fretta le scarpe la fame
14. piatto tavolo vassoio
15. critica creativa classica
16. raggiungere costare montare

ж) произнесите слова правильно


tovaglia
tovagliolo
mozzarella di bufala
trattoria
pizzeria
libreria
attribuire*
A cena fuori 125
distribuire*
specializzazione
birra
terra
proprietario
vassoio
mancia
pratica
scaffale
etnico
volume

з) грамматика: добавьте предлоги (простые и сочле-


ненные)
1. ___ trovare un parcheggio, ho dovuto fare tre volte il
giro ___ isolato.
2. Oggi molta gente non torna ___ casa all’ora ___
pranzo: mangia ___ mensa, ____ tavola calda o ___
fast food. Questi locali sono frequentati ___ impiegati,
____ studenti e ___ turisti.
3. ___ questo ristorante si mangia così male, che i
camerieri danno la mancia ___ clienti.
4. ___ pizzeria ___ solito la tavola è apparecchiata ___
una tovaglia ___ carta.
5. Ieri ___ la strada ho incontrato il dottor Squarcialupi:
non lo vedevo ___ un secolo!
6. Il treno era pieno ___ gente, e così abbiamo viaggiato
___ piedi.
7. Perché stai ___ piedi? Mettiti ___ sedere!
8. Ho aperto la finestra ___ fare entrare un po’ ___ aria.
126 A cena fuori

9. Il clima ___ Italia è buono grazie ___ presenza ___


mare.
10. Mio zio abita ___ Venezia, e ogni mattina va ___
ufficio ___ gondola.

и) фразеология: образуйте устойчивые выражения


al banco — del giorno — di benzina — di caffè — di carta —
di cena — di plastica [2] — di pranzo — di sigarette —
pretese

ora ___________, ___________


piatto ___________, ___________
senza ___________
servizio ___________
tovaglioli ___________
posate ___________
distributore ___________, ___________,
___________

к) лексика: один из двух — portare или prendere


1. Marco ha detto che verrà alla festa e ______ anche un
amico.
2. Se esci, puoi fare un salto al negozio di alimentari a
______ un po’ di pane?
3. Mamma, ti ______ un regalo: un bel detersivo per i
piatti! Sei contenta?
4. Ogni mattina mi alzo prestissimo, perché devo ______
i bambini a scuola.
5. Signora, se la Sua valigia è pesante la ______ io!
6. Piove: ______ l’ombrello!
A cena fuori 127
7. Quando siamo andati al mare, ______ anche il nonno
e lo struzzo.
8. Le donne nella borsa ______ solo cose inutili.
9. Da quanto tempo tu ______ gli occhiali?
10. Gli zii arrivano alle sei: ricordati che li devi andare a
______ alla stazione!
11. Questa mattina sono andata al supermercato, ______
la spesa a casa e poi sono uscita di nuovo.
12. Lo struzzo vuole uscire: perché non lo ______ un po’
fuori?

л) правда или неправда?


1. Il segreto della cucina italiana sta nei suoi ingredienti.
2. La trattoria offre una cucina nazionale e internazionale.
3. In pizzeria di solito non ci sono tovaglie di stoffa.
4. L’autogrill è un ristorante per automobilisti.
5. La pizzeria è adatta a una clientela raffinata.
6. La bevanda più comune in pizzeria è il succo di frutta.
7. La cucina dei ristoranti etnici si è adattata al gusto
italiano.
8. In Italia i primi ristoranti etnici sono stati quelli indiani.
9. In pizzeria si paga sempre il coperto.
10. L’italiano medio non ha l’abitudine di mangiare tutti i
giorni.

м) ответьте на вопросы
1. Cosa pensano gli stranieri della cucina italiana?
2. In che senso gli italiani sono fortunati?
128 A cena fuori

3. Cosa pensano gli stranieri del coperto e del servizio?


4. Che cos’è il coperto?
5. Che cos’è il servizio?
6. In quali occasioni gli italiani vanno al ristorante?
7. Qual è la scelta sul menù della pizzeria?
8. Che tipo di cucina troviamo in trattoria?
9. Perché molti scelgono i ristoranti etnici?
10. Chi sono i clienti della pizzeria?
11. Cosa troviamo nei ristoranti di lusso?
12. Perché in pizzeria la pizza è più buona?
13. La pizza è un primo o un secondo piatto?
14. Come funziona il self-service?

н) темы для беседы


1. Quali tipi di ristoranti hai frequentato in Italia?
2. Quali differenze esistono fra i ristoranti italiani e quelli
nel tuo paese?
9. PIÙ NONNI CHE NIPOTI
L’Italia è un paese per vecchi?

L’Italia ha circa cinquantanove milioni di abitanti. Di


questi, la maggior parte (due su tre) vive in famiglia; ma la
famiglia si è trasformata molto negli ultimi decenni. Una
volta esistevano famiglie numerose, con nonni, zii, e tanti
figli; oggi è raro che una coppia abbia più di un figlio. Una
volta la donna si occupava soprattutto della casa; oggi la
figura della casalinga praticamente è in via di estinzione.
Una volta la donna di servizio faceva parte della famiglia,
e aveva anche una stanza tutta per sé; oggi il volume dei
lavori domestici è molto diminuito, e basta un aiuto a ore,
di tanto in tanto.
La famiglia italiana si sta sempre più “restringendo”.
Allevare e educare i figli costa molto; in più quasi tutte le
donne lavorano, perché uno stipendio solo in famiglia non
basta più, e se vogliono fare carriera devono rimandare il
più a lungo possibile il momento della maternità. Trovare
lavoro in Italia non è facile, specie per i neolaureati (la
disoccupazione giovanile raggiunge quasi il 45%): il risultato
è che i figli restano in casa con i genitori ancora molti anni
dopo la fine degli studi, in attesa dell’opportunità giusta. In
media, i giovani italiani diventano indipendenti e si sposano
130 Più nonni che nipoti

solo dopo i trent’anni, e le donne fanno il loro primo figlio


dopo i trentatré anni.
Dopo una vita di lavoro, arriva il momento della
pensione. In un certo senso, il nostro è un paese di anziani:
i pensionati sono un esercito di venticinque milioni di
persone, il 40% della popolazione totale. Gli uomini vanno
in pensione a sessantasei anni, le donne un po’ prima.
L’aumento dell’età media ha popolarizzato la figura della
“badante”, una persona, in genere straniera, che si occupa
degli anziani non autosufficienti.
Con due stipendi in famiglia, quando marito e moglie
lavorano, il reddito medio dovrebbe essere di circa 2.300
euro. In realtà, il 50% delle famiglie italiane vive con meno
di 2.000 euro al mese: 1.863 per l’esattezza. Per fortuna, la
maggioranza degli italiani vive in case di proprietà. Nel 2010,
diciassette milioni di famiglie (il 68% del totale) risultavano
proprietarie dell’abitazione in cui vivevano, e solo quattro
milioni di famiglie (il 19%) vivevano in affitto. Da noi la
percentuale di persone che affittano un appartamento è
considerevolmente più bassa rispetto alla media degli altri
paesi dell’Unione Europea (che è del 29%).
Crisi o no, sembra che gli italiani non si facciano
mancare niente: ogni famiglia possiede la macchina (spesso
anche due) e la televisione, oltre naturalmente agli altri
elettrodomestici essenziali come il frigorifero e la lavatrice.
Una famiglia su due ha la lavastoviglie e una su tre l’aria
condizionata in casa. Gli iscritti a Facebook sono già
ventitré milioni, nonostante la connessione a internet sia
presente solo in metà delle case. Per molti il computer è
ancora un oggetto misterioso (lo usa solo il 55% degli
italiani), ma in compenso il cellulare ce l’hanno tutti: non
Più nonni che nipoti 131
solo perché è più comodo del telefono fisso, ma soprattutto
perché è meno caro.

GLOSSARIO
allevare = crescere растить
badante = infermiera che сиделка
lavora in casa
connessione = collegamento соединение
diminuire = decrescere, уменьшаться
restringersi
esercito = moltitudine, folla армия, толпа
estinzione = morte, исчезновение
scomparsa
occuparsi = dedicarsi, заниматься
interessarsi
opportunità = occasione, возможность
possibilità
possedere = avere владеть
reddito = guadagno, rendita доход
restringersi = diminuire, поужаться,
decrescere сокращаться
rimandare = ritardare, откладывать
posticipare
risultare = apparire, оказываться
dimostrarsi
volume = massa, quantità объем
132 Più nonni che nipoti

ESERCIZI

а) на понимание текста: выберите правильный вари-


ант
1. Oggi in Italia è difficile trovare lavoro, / è difficile
trovare marito, / è difficile trovare una brava domestica,
specialmente per i neonati. / per i neolaureati. / per i
neodivorziati.
2. In Italia gli anziani / i neolaureati / i disoccupati sono
circa il 40% della popolazione totale.
3. In Italia nascono pochi figli, perché è più facile adottarli.
/ perché prima bisogna pensare alla casa e al lavoro. / a
causa dell’inquinamento.
4. La badante è una persona di servizio. / è una casalinga.
/ è una pensionata.
5. Gran parte delle case in Italia sono affittate a qualcuno.
/ sono abitate dal proprietario. / sono vuote.
6. Le donne diventano indipendenti prima degli uomini. /
vanno in pensione prima degli uomini. / guadagnano più
degli uomini.
7. Secondo l’articolo, l’Italia è un paese per esseri umani.
/ è un paese per anziani e pensionati. / è un paese per
disoccupati.
8. In quasi tutte le case c’è la connessione a internet. / c’è
l’idromassaggio. / c’è la lavatrice.

б) грамматика: дополните текст артиклями (опреде-


ленными и неопределенными), где это необходимо
1. Negli ultimi anni ___ famiglia italiana è cambiata.
___ volta esistevano ___ famiglie numerose, con ___
Più nonni che nipoti 133
nonni, ___ zii, e ___ tanti figli; oggi è raro che ___
coppia abbia più di un figlio. ___ volta ___ donna
lavorava in casa; oggi ___ figura della casalinga è quasi
scomparsa. Allevare e educare ___ figli costa molto;
in più quasi tutte ___ donne lavorano, e per fare
___ carriera devono rimandare ___ momento della
maternità.
2. Trovare ___ lavoro in Italia non è facile, specialmente
per ___ neolaureato: ___ risultato è che ___ figli
restano con ___ genitori ancora molti anni dopo ___
fine degli studi. In media, ___ giovani italiani diventano
indipendenti solo dopo ___ trent’anni, e ___ donne
fanno ___ primo figlio dopo ___ trentatré anni.
3. L’Italia è ___ paese per ___ vecchi: ormai ci sono
più ___ nonni che ___ nipoti. ___ pensionati sono
___ esercito di venticinque milioni di persone, ___
40% della popolazione totale. ___ uomini vanno in
pensione dopo ___ sessantacinque anni; ___ donne un
po’ prima, dopo ___ sessanta. Secondo ___ legge, ___
pensione minima è di circa 500 euro mensili.
4. ___ anni fa anche ___ donna di servizio faceva ___
parte della famiglia, e aveva ___ stanza apposta in casa;
oggi ___ volume dei lavori domestici è diminuito, e
basta ___ aiuto a ore, ogni tanto. Nel frattempo, però,
nel nostro paese è aumentata ___ età media della
popolazione. ___ badante è ___ persona, in genere
straniera, che aiuta ___ anziani non autosufficienti.
5. Quando ___ marito e ___ moglie lavorano, ___
reddito medio dovrebbe essere di circa 2.300 euro. ___
realtà è diversa: ___ metà delle famiglie vive con meno
di 2.000 euro al mese. Per fortuna, ___ maggioranza
134 Più nonni che nipoti

degli italiani vive in case di proprietà e non ha bisogno


di pagare ___ affitto.
6. ___ crisi o no, ___ italiani non si fanno mancare
niente: tutte ___ famiglie possiedono ___ macchina,
___ televisione e ___ vari elettrodomestici come ___
frigorifero e ___ lavatrice. Una famiglia su due ha ___
lavastoviglie e una su tre ___ aria condizionata. Per
molti ___ computer è ancora ___ oggetto misterioso,
e non tutti hanno ___ internet a casa; in compenso
___ cellulare è diventato ___ oggetto di uso comune,
anche perché è meno caro del telefono fisso. ___ Italia
è uno dei paesi in cui ___ telefonino è più diffuso: ___
statistiche dicono che nel nostro paese ci sono più ___
cellulari che ___ abitanti.

в) грамматика: добавьте предлоги (простые и сочле-


ненные)
1. ___ ora ___ punta tutti gli autobus sono pieni ___
passeggeri.
2. Lo zio ___ Andrea è molto sportivo, nonostante abbia
già sessantadue anni: gioca ___ una squadra ___ calcio
e va ___ piscina tre volte ___ settimana.
3. Per fare una passeggiata ___ campagna, le scarpe ___
ginnastica sono più comode.
4. Siamo stati ___ supermercato ___ fare la spesa; ___
cassa abbiamo preso alcuni sacchetti ___ plastica.
5. L’olio ___ oliva è più buono ___ olio ___ semi.
6. Metà ___ famiglie italiane vive ___ meno ___ 2.000
euro ___ mese; ___ fortuna, la maggioranza ___
italiani abita ___ case ___ proprietà.
Più nonni che nipoti 135
7. Devo fermarmi ___ tabaccaio ___ comprare un
pacchetto ___ sigarette.
8. ___ tempo libero molti italiani si dedicano ___ attività
fisica; ___ Italia ci sono più ___ cinquemila palestre,
frequentate soprattutto ___ giovani.
9. Gli uomini vanno ___ pensione ___ sessantacinque
anni; le donne un po’ prima, ___ sessanta.
10. Come ___ solito, Antonio è venuto ___ noi carico ___
regali: ha portato una bottiglia ___ whisky ___ me e un
mazzo ___ fiori ___ Ada, e anche dei libri illustrati ___
i bambini.
11. Prima ___ semaforo bisogna girare ___ sinistra e poi
proseguire fino ___ incrocio.
12. La frutta e la verdura sono ricche ___ vitamine.

г) грамматика: добавьте артикль (определенный, нео-


пределенный), где это необходимо
1. ___ Nuova Zelanda è stata ___ prima nazione a
riconoscere alle donne ___ diritto di voto, nel 1893. In
Francia ___ donne hanno votato per ___ prima volta
nel 1944, e in Italia nel 1946.
2. ___ tuo amico ha ___ strano accento: da dove viene?
3. Durante ___ rivoluzione industriale, nelle grandi
città come ___ Londra si usava ___ carbone come
___ combustibile. ___ fumo prodotto dal carbone,
combinandosi con ___ nebbia, forma ___ smog. ___
smog è nocivo per ___ salute e anche per ___ piante;
inoltre, per la sua acidità, è in grado di corrodere ___
edifici e ___ monumenti. ___ smog è più comune
136 Più nonni che nipoti

durante ___ inverno, nelle città che hanno ___ clima


freddo e umido.
4. Dalla cima del campanile si vede tutta ___ città: è ___
panorama splendido.
5. — ___ cameriere! C’è ___ mosca nella minestra! —
Oh, scusi tanto, è stato ___ sbaglio: non era per Lei,
era per ___ tavolo numero sei.
6. Marco era in ritardo: ha preso ___ cappotto, ___ sciar-
pa e ___ ombrello e è uscito in fretta di casa, guardan-
do ___ orologio.
7. Questo pomeriggio deve venire ___ tecnico che deve
riparare ___ computer.
8. Prima di andare in pensione, ___ capufficio ha fatto
___ discorso per ringraziare ___ suoi vecchi collabora-
tori. ___ discorso è durato circa mezz’ora; alla fine ___
impiegati gli hanno regalato ___ orologio d’oro.
9. Secondo ___ esperti, ___ sigarette elettroniche potreb-
bero salvare milioni di vite umane in tutto ___ mondo,
se prendessero ___ posto delle sigarette tradizionali.
Ogni anno ___ tabagismo uccide 80.000 persone in
Italia; ___ vittime dell’alcolismo, invece, sono 20.000.
10. ___ sportivo non dovrebbe fumare. ___ fumo è perico-
loso per ___ salute!
11. Ieri sera ___ tramonto era così bello, che gli ho fatto
___ fotografia.
12. Quello delle imprese funebri è ___ business che non
muore mai. Secondo ___ recente ricerca, ___ imprese
funebri in Italia sono oltre 25.000, e ___ affari vanno
benissimo: è ___ settore in cui ___ crisi non esiste. Ma
anche morire è diventato ___ lusso che non tutti si pos-
Più nonni che nipoti 137
sono permettere: 5.600 euro è ___ prezzo medio per
___ estremo addio. ___ cifra comprende ___ annuncio
sul giornale, ___ fiori, ___ cerimonia in chiesa, ___
bara, ___ lapide. E, naturalmente, ___ tasse.
13. ___ macchina non parte: forse c’è ___ problema con
___ motore, o forse è finita ___ benzina.
14. ___ lunedì è ___ mio giorno preferito, perché final-
mente posso tornare in ufficio e ricominciare a parlare
di calcio con ___ colleghi.
15. ___ neve è ___ tipo di precipitazione atmosferica for-
mata di acqua ghiacciata cristallina. ___ cristalli hanno
sempre ___ forma esagonale, e sono tutti diversi fra
loro.
16. Oggi in città ___ traffico era bloccato, perché c’è stato
___ incidente.
17. Mi passi ___ sale, per favore?
18. ___ Puglia è ___ regione dell’Italia meridionale.
19. ___ torta di mele è buonissima: mi dai ___ ricetta?
20. — Mi raccomando, non raccontare a nessuno quello
che ti ho detto: è ___ segreto! — Non preoccuparti,
sarò muto come ___ pesce.
21. Preferisci ___ carne o ___ pesce?
22. ___ euro e ___ dollaro sono usati in molti paesi.
23. ___ azzurro è ___ colore preferito di mia moglie; per
questo lei si compra sempre ___ zaffiri e ___ acquema-
rine.
24. Se hai ___ caldo, perché non ti togli ___ cappotto?
25. Ho sentito ___ rumore: cosa sarà stato?
138 Più nonni che nipoti

д) лексика: дополните таблицу производными слова-


ми
-oso -erno, -are -ale
-urno
mistero misterioso
famiglia
numero
alimento
madre
padre
persona
popolo
notte
prestigio
fatica
commercio
crimine
afa
sera
triangolo
ospite
strada
fama
mano

е) лексика: дополните таблицу производными словами


Londra londinese
Parigi
Vienna
Più nonni che nipoti 139
Berlino
New York
Mosca
Pietroburgo
Marsiglia
Atene
Madrid

ж) лексика: дополните текст словами из списка


1. In Italia vivono sette milioni di cani, sette milioni e
mezzo di gatti e cinquantanove milioni di esseri (1)
_______.
2. Negli ultimi anni la famiglia è cambiata molto. Una
volta esistevano famiglie (2) _______, oggi è (3)
_______ che una famiglia abbia più di un figlio. Una
volta la donna si occupava della casa; oggi la figura
della casalinga sta (4) _______. Una volta in ogni casa
abitava anche la donna di servizio; oggi il (5) _______
dei lavori domestici è molto diminuito, e basta un (6)
_______ a ore, di (7) _______ in tanto.
3. (8) _______ e educare i figli costa molto. In più oggi
le donne lavorano, perché uno stipendio solo non
basta, e se vogliono fare carriera devono (9) _______
il momento della maternità. Tra l’altro trovare lavoro
non è facile, specie per i (10) _______.
4. Nonostante quasi sempre marito e moglie lavorino, il
(11) _______ medio spesso non arriva a 2.000 euro al
mese.
5. I pensionati sono un (12) _______ di venticinque
milioni di persone. L’aumento dell’età media ha
popolarizzato la figura della badante, una persona, (13)
140 Più nonni che nipoti

_______ straniera, che si occupa degli anziani (14)


_______.
6. Crisi o no, gli italiani non si fanno (15) _______ niente:
tutti possiedono la macchina e la televisione, oltre agli
altri elettrodomestici essenziali come il frigorifero e la
(16) _______. Il computer è un oggetto (17) _______
per molti, ma il cellulare (18) _______ è assai diffuso.

A B C
1. umani vivi anziani
2. numerose numerate numerali
3. strano inutile raro
4. apparendo scomparendo trasparendo
5. valore volante volume
6. lavoro aiuto affare
7. poco qualche tanto
8. Allattare Allevare Allargare
9. rimandare rimettere ritrovare
10. neonati neodivorziati neolaureati
11. reddito guadagno prodotto
12. esercizio esercito deserto
13. in parte in media in genere
14. indifferenti non autosufficienti insufficienti
15. bastare servire mancare
16. lavatrice lavanderia lavagna
17. strano segreto misterioso
18. in cambio in proporzione in compenso
Più nonni che nipoti 141
з) произнесите слова правильно
zio
zii
affitto
trasformare
iscriversi
diminuire*
aumentare*
occupare*
dedicare*
pulizia
polizia
anziano
esercito
reddito

и) лексика: один из двух — trovare или cercare


1. La nostra ditta ________ un programmatore che
sappia anche guidare i camion e lavare i piatti.
2. Ieri abbiamo fatto un giro nel bosco vicino a casa, e
________ molti funghi.
3. Appena si è laureato, il figlio della signora Paoletti ha
cominciato a ________ lavoro.
4. Dopo la laurea il figlio della signora Paoletti sperava di
________ subito lavoro, invece ormai ha quarantasei
anni e è ancora disoccupato.
5. Non ________ più gli occhiali: qualcuno li ha visti?
6. Al giorno d’oggi è difficile ________ una brava moglie.
7. Sono salita in tram carica di pacchi e borse della spesa,
ma per fortuna ________ un posto a sedere.
142 Più nonni che nipoti

8. Mentre eri fuori, ti ________ un certo dottor Santini.


9. A volte per ________ un posto per la macchina, in
centro, bisogna ________ per mezz’ora.
10. I nostri vicini vorrebbero trasferirsi: ________ una
casa più grande, e più lontana dal centro.

к) фразеология: образуйте устойчивые выражения


d’affari — di casa — di cura — editrice — di fatica —
di fiducia — di moda — di mondo — di papà — di riposo
— di servizio — unico

uomo ________, ________, ________, ________


donna ________, ________
figlio ________, ________
casa ________, ________, ________, ________

л) правда или неправда?


1. I giovani laureati trovano facilmente lavoro.
2. Una volta la donna di servizio era fissa; adesso invece è
a ore.
3. Le badanti si occupano delle persone autosufficienti.
4. Uomini e donne vanno in pensione alla stessa età.
5. Quasi tutte le famiglie italiane vivono in affitto.
6. Oggi quasi tutte le donne lavorano.
7. Il cellulare è più comodo del telefono fisso, ma è anche
più caro.
8. A una famiglia è sufficiente uno stipendio per vivere
bene.
9. L’aria condizionata è più diffusa della lavastoviglie.
Più nonni che nipoti 143
10. La carriera e la maternità sono incompatibili.

м) ответьте на вопросы
1. Quali sono le categorie più deboli in Italia?
2. In che modo la famiglia italiana è cambiata negli ultimi
decenni?
3. Perché la casalinga è una figura in via di estinzione?
4. Perché gli italiani si sposano così tardi e fanno pochi
figli?
5. Cosa vuol dire per un giovane “diventare indipendente”?
6. A che età questo succede per i giovani italiani?
7. Qual è il reddito medio di una famiglia italiana?
8. Perché ci sono tanti pensionati in Italia?
9. Che cosa possiedono gli italiani di solito?
10. Chi è la badante?
11. Perché questa figura è diventata così comune negli
ultimi anni?
12. Perché la donna di servizio non è più necessaria?

н) темы для беседы


1. Qual è il reddito medio di una famiglia nel tuo paese?
2. Quali sono le differenze più importanti fra la situazione
del tuo paese e quella descritta nel testo?
3. In che modo è cambiata la famiglia nel tuo paese?
10. IL COSTO DELLA VITA
Come spendiamo i nostri stipendi

L’Italia e l’Europa. I prezzi italiani sono nella media


europea. Nella classifica dei prezzi, l’Italia si trova più o
meno a metà strada, insieme a Germania, Olanda, Gran
Bretagna. Però con delle differenze rispetto a questi paesi:
in Italia gli alimentari e l’abbigliamento costano forse un
po’ meno, ma in compenso la benzina, l’elettricità e il
riscaldamento sono decisamente più cari.
La casa. Il proprietario di una casa deve pagare una
tassa annuale sull’abitazione. In media, 450 euro per ogni
famiglia. Le altre spese fisse sono la bolletta della luce
(diciamo 50 euro al mese), quella del gas (altri 120 euro),
le spese condominiali (altri 50). Un cellulare può costare
intorno ai 100 euro al mese, e ogni famiglia ne ha almeno
due. Se c’è anche il telefono fisso, la spesa sale di altri 150
euro, o più.
La macchina. Anche essere proprietario di un’auto costa:
a parte la benzina (quasi due euro al litro, la più cara in
Europa) e la tassa di circolazione, c’è anche l’assicurazione
da pagare. E le assicurazioni italiane sono le più care
d’Europa. In media, un francese spende ogni anno 172
euro per assicurare la sua macchina, e un tedesco 222: un
italiano invece ne deve spendere 950.
Il costo della vita 145
I figli. I figli rappresentano una voce di spesa importante.
Un neonato può costare, nel primo anno di vita, fra 500
e 1.000 euro al mese (calcolando anche gli acquisti più
importanti come carrozzina, passeggino, seggiolone,
lettino, ovetto). Se una coppia ha un figlio in età scolare, può
pagare ogni anno fino a 800 euro per i libri di testo. Dopo
la scuola, se il ragazzo decide di iscriversi all’università,
i libri da comprare aumentano e ci sono anche le tasse
universitarie (da 1.200 a 1.600 euro all’anno); se poi il
ragazzo è un “fuori sede” se ne vanno in media altri 7.000
euro all’anno, perché si aggiungono le spese per l’alloggio.
La salute. In media una famiglia italiana spende ogni
mese circa 60 euro per i medicinali. Per un cittadino italiano
il “medico di base” è completamente gratuito; però bisogna
sempre pagare, almeno in parte, le analisi, i medicinali e le
visite specialistiche.
Le altre spese. Purtroppo gli italiani hanno la strana
abitudine di mangiare ogni giorno: e sono altri 20 euro, più
o meno, per ogni famiglia. Poi ci sono i vestiti, i divertimenti
(una pizza il sabato sera, un cinema ogni tanto), le vacanze,
i prodotti per l’igiene personale e per la pulizia della casa…
per non parlare della palestra, dei giornali, dei libri: tutte
cose che per molti, ormai, sono diventate un lusso.
Le città più care. Nel mondo, Mosca e le città del
Giappone occupano i primi posti. In Europa, secondo le
statistiche, le città “per soli ricchi” sono Oslo, Londra,
Zurigo; una città abbastanza economica, invece, è Lipsia.
E in Italia? Le città dove la vita è più a buon mercato sono
Napoli, Palermo, Potenza. Il nord è sensibilmente più caro
del sud e del centro; con l’eccezione di Roma, che è una
città centrale ma ha più o meno gli stessi prezzi di Milano.
146 Il costo della vita

GLOSSARIO
abbigliamento = abiti, vestiti одежда
abitazione = casa, alloggio жилье
alimentari = roba da продукты питания
mangiare
assicurazione = polizza, страховка
contratto assicurativo
bolletta = conto счет
circolazione = traffico, движение
movimento
carrozzina = veicolo per детская коляска
portare a passeggio i neonati
classifica = graduatoria рейтинг
condominiale = relativo a совладельческий
un’abitazione in comproprietà
lusso = ricchezza, роскошь
abbondanza
neonato = bambino appena новорожденный
nato
passeggino = veicolo per детская прогулочная
portare a passeggio i bambini коляска
seggiolone = sedia alta per высокий детский стул
bambini

ESERCIZI
а) на понимание текста: выберите правильный вари-
ант
1. In Europa, l’Italia è fra i paesi più cari. / è fra i paesi
meno cari. / è nella media.
Il costo della vita 147
2. L’Italia è più cara di altri paesi europei per la benzina. /
per gli alimentari. / per l’abbigliamento.
3. Le spese condominiali riguardano i proprietari di
automobili. / riguardano i proprietari di immobili. /
riguardano i proprietari di animali domestici.
4. Le città italiane più care sono quelle del nord. / sono
quelle del centro. / sono quelle del sud.
5. Un neonato / Uno studente universitario / Uno scolaro
può costare fra 500 e 1.000 euro al mese.
6. In Italia non si paga niente per le analisi mediche. / per
i medicinali. / per il medico di base.
7. Uno studente “fuori sede” è quello che è in ritardo con
gli esami. / è quello che vive lontano da dove studia. / è
quello che studia e lavora.
8. I proprietari di un’auto pagano una tassa di circolazione
annuale. / mensile. / settimanale.

б) грамматика: дополните текст артиклями (опреде-


ленными, неопределенными, частичными), где это необ-
ходимо
1. Nella classifica dei prezzi, ___ Italia si trova più o meno
a metà strada, insieme a paesi come ___ Germania, ___
Olanda, ___ Gran Bretagna. Però con ___ differenze
rispetto a questi paesi: in Italia ___ alimentari e ___
abbigliamento costano un po’ meno, ma ___ benzina,
___ elettricità e ___ riscaldamento hanno ___ prezzo
più alto.
2. Se ___ casa in cui abitiamo è di nostra proprietà,
dobbiamo pagare ogni anno ___ tassa immobiliare;
___ altre spese fisse sono ___ luce, ___ gas, ___ spese
148 Il costo della vita

condominiali. ___ cellulare può costare intorno ai 100


euro al mese; se c’è anche ___ telefono fisso, ___ spesa
sale di altri 150 euro.
3. Anche chi possiede ___ auto deve spendere: a parte
___ benzina (quasi due euro al litro, ___ più cara in
Europa) e ___ tassa di circolazione, c’è da pagare anche
___ assicurazione. E ___ assicurazioni italiane sono
___ più care d’Europa. In media, ___ francese spende
ogni anno 172 euro per assicurare ___ macchina, e ___
tedesco 222: ___ italiano invece ne spende 950.
4. ___ neonato può costare fra 500 e 1.000 euro al mese,
calcolando ___ acquisti più importanti come ___
carrozzina, ___ passeggino, ___ seggiolone, ___ lettino
e naturalmente anche ___ ovetto per ___ macchina.
Se ___ coppia ha ___ figlio in età scolare, deve pagare
fino a 800 euro per ___ libri di testo. Dopo ___ scuola,
se ___ ragazzo decide di fare ___ università, ___ libri
da comprare aumentano e si devono aggiungere anche
___ tasse universitarie. Se poi ___ ragazzo è ___ fuori
sede si spendono in media altri 7.000 euro all’anno,
perché ci sono anche ___ spese per ___ alloggio.
5. Anche ___ salute costa. In media ___ famiglia italiana
spende 60 euro al mese per ___ medicinali. Per ___
cittadino italiano, ___ medico di base è gratuito; però
bisogna pagare, almeno in parte, ___ analisi, ___
medicinali e ___ visite specialistiche. Purtroppo, poi,
___ italiani hanno ___ strana abitudine di mangiare
ogni giorno, e devono spendere ___ soldi anche per
___ vestiti e ___ divertimenti (___ pizza ___ sabato
sera, ___ cinema ogni tanto).
Il costo della vita 149
6. ___ Mosca è una fra ___ città più care del mondo. In
Europa ___ più care sono ___ Oslo, ___ Londra, ___
Zurigo; ___ città abbastanza economica, invece, è ___
Lipsia. In Italia, ___ città dove ___ vita è più a buon
mercato sono quelle del sud; ___ nord è sensibilmente
più caro. ___ Roma è ___ città centrale, ma ha più o
meno ___ stessi prezzi di Milano.

в) грамматика: добавьте предлоги (простые и сочле-


ненные)
1. ___ nord i prezzi ___ case sono più alti che ___ sud;
___ Italia i prezzi ___ alimentari e ___ abbigliamento
sono più bassi che ___ Europa, ma altre cose costano
___ più.
2. Andrea studia ___ università, fa il terzo anno ___ me-
dicina; sua sorella invece lavora già ___ un anno.
3. Il pastore tedesco è un cane ___ guardia, il cocker spa-
niel è un cane ___ compagnia.
4. Il fratello ___ Marco è un tipo strano: sta meglio ___
solo che ___ compagnia, e esce ___ casa solo ___ not-
te.
5. Vuoi un bicchiere ___ acqua o preferisci una tazza ___
tè?
6. Gli italiani hanno la strana abitudine ___ mangiare ogni
giorno, e perciò devono fare la spesa ___ supermercato
o ___ negozio ___ alimentari. Qualcuno il sabato sera
va ___ pizzeria o ___ cinema; alcuni ___ estate vanno
addirittura ___ vacanza, ___ mare o ___ montagna.
Solo i ricchi, comunque, possono andare ___ palestra
e ___ libreria, o passare ___ giornalaio ogni mattina.
7. Ho comprato un nuovo paio ___ occhiali ___ sole.
150 Il costo della vita

8. La donna ___ servizio lava i piatti ___ i guanti ___


gomma, perché è allergica ___ detersivo ___ i piatti.
9. Il dottor Gilberti è pieno ___ debiti: deve dare 20.000
euro ___ banca, 3.000 ___ suo cugino e non so quanti
soldi ___ amici e ___ colleghi. In più ogni mese deve
pagare le rate ___ mutuo e ___ macchina.
10. Il lunedì è il mio giorno preferito, perché finalmente
posso tornare ___ ufficio e ricominciare ___ parlare
___ calcio ___ i colleghi.
11. La pelliccia ___ zia è ___ zibellino.
12. Ho mal ___ testa e mal ___ gola, e anche un po’
___ febbre; devo andare ___ farmacia ___ comprare
qualcosa ___ il raffreddore.

г) грамматика: добавьте артикль (определенный, нео-


пределенный), где это необходимо
1. — ___ cameriere, scusi, potrei avere ___ altra porzione
di pollo? — Mi dispiace, ___ Signore, ___ pollo è
finito. Se vuole, posso portarLe ___ piatto di zucchine
ripiene.
2. Non mi piace ___ pioggia; preferisco ___ neve.
3. Oggi ___ appartamento nel centro storico può costare
anche un milione di euro.
4. ___ appartamento di Bernardo è a due passi dal centro.
Non è né grande né piccolo: è ___ appartamento
normale. Ci sono ___ due camere, più ___ cucina e
___ bagno; ___ camera è abbastanza grande, ___ altra
invece è un po’ più piccola. ___ stanza più grande è
___ salotto: lì c’è ___ televisione, ___ grande divano e
___ due poltrone. Vicino al divano c’è ___ cactus.
Il costo della vita 151
5. Avevo finito ___ sigarette, e così sono andato dal
tabaccaio a comprarne ___ altro pacchetto. Ho
comprato anche ___ biglietto della lotteria: spero di
vincere e di diventare ___ milionario.
6. Oggi è difficile trovare ___ lavoro, specialmente per
___ neolaureato.
7. Oggi è difficile trovare ___ buon lavoro.
8. Qui non può lasciare ___ macchina: non ha visto ___
cartello? È vietato!
9. ___ dottor Santini è diventato ___ direttore dell’ufficio
commerciale.
10. Buongiorno, ___ dottor Santini; come sta oggi?
11. Scusi, potrei chiedere ___ informazione? Sa a che ora
parte ___ autobus per ___ stazione?
12. Scusa, ma adesso ho ___ fretta: possiamo parlare di
questo ___ altra volta?
13. ___ nostro vicino di casa è un po’ preoccupato, perché
___ suo figlio ha finito ___ studi già da alcuni anni e sta
ancora cercando ___ lavoro.
14. In una vetrina del centro ho visto ___ cappotto
bellissimo: appena ricevo ___ stipendio, lo vado a
comprare.
15. — Allora, sei pronta? Dobbiamo uscire! — ___ attimo,
prendo ___ cappotto!
16. ___ mio cane è ___ San Bernardo. È intelligentissimo:
tutti ___ giorni va dal giornalaio a comprarmi ___
giornale, e poi lo porta a casa in bocca. Però non posso
mai leggerlo, perché è tutto bagnato.
17. ___ cane è più intelligente del gatto.
152 Il costo della vita

18. Di solito, quando la sera non ho ___ sonno, leggo ___


libro.
19. Anche ___ bambino saprebbe rispondere a questa
domanda.
20. Buongiorno, ___ ragazzi! Come va ___ vita?
21. Di solito non torno a casa a pranzo; se ho ___ fame,
mangio ___ pizzetta o ___ panino al bar.
22. Carlo ha cambiato ___ macchina: prima aveva ___
Fiat, adesso invece ha preso ___ Mitsubishi.
23. Non mi piace ___ Fiat; preferisco ___ macchine
tedesche, per esempio ___ BMW o ___ Audi.
24. — Che cosa desidera? — Vorrei ___ camicia con ___
maniche corte.
25. Ti ho già fatto vedere ___ camicia che ho comprato
ieri?

д) лексика: дополните таблицу производными словами


-mento -zione
conversare la conversazione
divertirsi
assicurare
riscaldare
circolare
affermare
sedurre
lavorare
eccedere
Il costo della vita 153
-mento -zione
diminuire
arredare
abitare
pagare
comunicare
classificare

е) лексика: дополните текст словами из списка


1. Nella classifica dei prezzi l’Italia si trova più o meno a
metà (1) _______, insieme a Germania, Olanda, Gran
Bretagna. In Italia (2) _______ e l’abbigliamento sono
a buon mercato, ma la benzina, l’elettricità e il (3)
_______ sono più cari.
2. Le spese fisse collegate all’abitazione sono prima di
tutto (4) _______ della luce, del gas e del telefono. Se
la casa è nostra, si deve pagare ogni anno (5) _______
sulla proprietà.
3. Un (6) _______ può costare, nel primo anno di vita,
fra 500 e 1.000 euro al mese. Se una coppia ha un figlio
in età (7) _______, può pagare fino a 800 euro per i
libri di (8) _______.
4. Dopo la scuola, molti decidono di continuare gli studi
all’università. Se un ragazzo studia fuori (9) _______,
cioè in un’altra città, se ne vanno in media 7.000
euro all’anno perché si aggiungono le spese per (10)
_______.
5. Gli italiani hanno l’abitudine di mangiare ogni giorno.
Poi ci sono i vestiti, (11) _______ per la pulizia della
154 Il costo della vita

casa e per (12) _______ personale, i divertimenti. (13)


_______ a una palestra per molti ormai è diventato un
(14) _______.
6. Anche mantenersi in buona (15) _______ costa. Una
famiglia italiana spende 60 euro al mese per i (16)
_______. Il medico di base è (17) _______; però
bisogna pagare, almeno in parte, le analisi e le (18)
_______ specialistiche.

A B C
1. giro parte strada
2. i prodotti gli alimentari gli alimenti
3. raffreddamento raffreddore riscaldamento
4. le bollette le tasse i conti
5. un’assicurazione una percentuale una tassa
6. neolaureato neonato anziano
7. scolastica scolare infantile
8. testo scuola studio
9. posto sede corso
10. il condominio la residenza l’alloggio
11. i prodotti le merci gli oggetti
12. l’igiene l’infezione l’influenza
13. Registrarsi Assegnarsi Iscriversi
14. lutto lusso costo
15. forma salute fortuna
16. dottori medicinali controlli
17. gratuito volontario provvisorio
18. viste visioni visite
Il costo della vita 155
ж) произнесите слова правильно
auto
autobus
automobile
statistica
classifica
acquisti
acquistare
Zurigo
igiene
cielo
cieco
scienza
coscienza
sufficiente
efficiente
gratuito

з) фразеология: образуйте устойчивые выражения


del telefono — della luce — della vita — di abbigliamento —
di alimentari — le tasse — mercato — strada

a metà ___________
a buon ___________
pagare ___________
negozio ___________, ___________
bolletta ___________, ___________
costo ___________

и) лексика: один из двух — spendere или pagare


1. Va bene, andiamo al ristorante; ma chi __________?
2. Marco, tu quanto __________ di affitto ogni mese?
156 Il costo della vita

3. In casa vostra, quanto __________ per il


riscaldamento?
4. Mio padre __________ tutto quello che guadagna per
mantenere la famiglia.
5. Bisogna __________ il conto dell’elettricista.
6. Bisogna __________ l’elettricista.
7. Scusi, non ho contanti: è possibile __________ con la
carta di credito?
8. Ogni famiglia italiana __________ circa 600 euro al
mese per i prodotti alimentari.
9. Alcuni spettatori sono entrati senza __________ il
biglietto.
10. Moltissimi italiani sono stufi di __________ le tasse.
11. La moglie di mio fratello __________ troppi soldi in
cosmetici e profumi.
12. Abbiamo una donna di servizio a ore; la __________
una volta al mese.

к) правда или неправда?


1. L’Italia è fra i paesi più cari in Europa.
2. Gli alimentari e le bevande costano meno in Germania
che in Italia.
3. Gli automobilisti tedeschi e francesi spendono meno
per assicurare le loro macchine.
4. Le città italiane più convenienti sono quelle del nord e
del centro.
5. Milano è il capoluogo della Lombardia.
6. Roma è la capitale d’Italia.
7. L’università è più cara della scuola media.
Il costo della vita 157
8. Le analisi mediche in Italia sono gratis.
9. La tassa di circolazione è una tassa sugli immobili.
10. Roma è più cara di Milano.

л) ответьте на вопросы
1. Quali sono le città più care in Italia?
2. Che differenza c’è fra le città del nord e quelle del sud
in Italia?
3. Quali differenze ci sono fra l’Italia e l’Europa?
4. Quali sono le voci di spesa per una famiglia?
5. Quali cose sono diventate un lusso, secondo l’articolo?
6. Perché gli automobilisti italiani spendono più dei loro
colleghi tedeschi e francesi?
7. Perché i figli sono una voce di spesa importante?
8. Cosa deve pagare il proprietario di una casa?
9. Chi è il “medico di base”?
10. Perché la salute costa?
11. Di quali tasse si parla nel testo?
12. Cosa sono le spese condominiali?

м) темы для беседы


1. Quali differenze ci sono fra il costo della vita nel tuo
paese e in Italia?
2. Quali sono le spese fisse per il proprietario di un’auto?
3. Quali sono le spese fisse per il proprietario di
un’abitazione?
11. TUTTI A TAVOLA
Le abitudini alimentari degli italiani

In Italia i pasti principali della giornata sono tre:


colazione, pranzo e cena. I pasti, specialmente la cena,
sono un importante momento d’incontro per la famiglia.
Di norma, la colazione italiana non è così nutriente
come il breakfast inglese o il Frühstück tedesco: è un pasto
abbastanza leggero. Al posto di uova, prosciutto e formaggio
troviamo una tazza di caffè o di caffellatte e una fetta di
pane e marmellata. Chi ha più appetito può aggiungere, se
vuole, uno yogurt, dei biscotti o dei cereali. In ogni caso a
colazione non si mangia niente di salato.
La mattina non c’è molto tempo per cucinare, e perciò
molti preferiscono consumare prodotti già pronti o di facile
preparazione. Fra i giovani, negli ultimi tempi, si è diffusa
la cattiva abitudine di saltare del tutto la colazione, cosa
che medici e dietologi sconsigliano vivamente. Una buona
colazione è il modo migliore di cominciare la giornata,
soprattutto per chi studia o lavora: altrimenti si rischia di
esaurire le energie a metà strada.
In Italia si pranza in genere fra l’una e le due, e si cena
intorno alle otto. Però l’orario dei pasti non è lo stesso in
tutto il paese: esistono delle grandi differenze fra regione e
regione. Quelli del sud non capiscono proprio come fanno,
Tutti a tavola 159
quelli del nord, a cenare alle sette e mezzo. A quell’ora a
Napoli o a Bari la padrona di casa non ha ancora deciso che
cosa cucinerà!
Il pranzo (per i fortunati che possono mangiare a casa)
consiste generalmente di due portate, un primo piatto a
base di pasta (o, al nord, anche di riso) e un secondo piatto
di carne, più raramente di pesce, con contorno di verdura.
Per finire si può mangiare della frutta, o una fetta di dolce.
La cena è un evento importante: è il momento in cui,
tornati a casa, i membri della famiglia possono finalmente
riunirsi e raccontarsi le novità della giornata. Si comincia a
mangiare solo quando tutti sono seduti, e gli estranei non
devono disturbare: alcuni non vogliono la tv accesa e non
rispondono neppure al telefono mentre sono a tavola. La
cena è più leggera del pranzo: per primo in genere c’è una
minestra, per secondo delle uova, un po’ di formaggio e della
verdura (fresca o cotta). Gli alimenti che non mancano mai
in tavola sono il pane (il 77% degli italiani lo mangia tutti i
giorni), la frutta (75%), la pasta (70%) e la verdura (65%).
Una volta gli italiani erano dei tradizionalisti, in
cucina: mangiavano più o meno le stesse cose tutti i giorni,
riservando i piatti un po’ più elaborati al pranzo domenicale.
Oggi cercano di variare il più possibile: non solo la pasta e
la “fettina”, dunque, ma anche formaggi, affettati, insalate.
Ogni tanto, poi, apprezzano anche dei piatti non italiani: per
esempio possono concedersi una serata “sperimentale” in
un ristorante cinese o messicano. Ma per feste e matrimoni,
è sempre meglio andare sul sicuro: menù rigorosamente
italiano!
E cento, duecento anni fa? La dieta della gente comune
era molto semplice: un po’ di pane, delle cipolle, dei fagioli;
molto raramente della carne o del formaggio. Al vino si
160 Tutti a tavola

aggiungeva in genere dell’acqua (abitudine ormai quasi


scomparsa). La pizza e gli spaghetti, che adesso possiamo
trovare anche nei migliori ristoranti, erano in origine dei
piatti poveri: ancora all’inizio del secolo scorso a Napoli
gli spaghetti erano venduti per la strada, e mangiati con le
mani.

GLOSSARIO
affettati = salumi tagliati a тонко нарезанные
fette продукты
cereali = semi o frutti di зерновые
piante come riso, grano,
avena, ecc.
consistere = essere fatto состоять
consumare = usare, utilizzare потреблять
elaborato = ricercato, изысканный
raffinato
esaurire = terminare, finire истощать
estraneo = straniero, посторонний, чужой
sconosciuto
evento = fatto, avvenimento событие
nutriente = sostanzioso, питательный
calorico
pasto = consumazione di cibo прием пищи
portata = piatto блюдо
rigorosamente = severamente строго
saltare = ignorare, trascurare пропускать
Tutti a tavola 161
ESERCIZI

а) на понимание текста: выберите правильный вари-


ант
1. La sera gli italiani cominciano a mangiare quando
hanno molta fame. / quando tutta la famiglia è riunita. /
alle sette e mezzo in punto.
2. Le colazioni dei paesi nordici sono molto caloriche. /
sono a base di riso. / comprendono bevande alcoliche.
3. La colazione italiana è prevalentemente dolce. / è un
momento di aggregazione familiare. / si consuma stando
in piedi.
4. Rispetto a qualche anno fa, oggi in Italia si usa meno
olio. / si beve più acqua. / si mangia meno carne.
5. Per le grandi occasioni, gli italiani preferiscono
una cucina vegetariana. / preferiscono una cucina
tradizionale. / preferiscono una cucina esotica.
6. Durante la cena, si parla delle novità. / si guarda la
televisione. / si parla al telefono.
7. Una volta la pasta si mangiava con la forchetta di
plastica. / si mangiava con le forbici. / si mangiava senza
posate.
8. I dietologi consigliano di saltare il pranzo. / consigliano
di fare una colazione abbondante. / consigliano di cenare
dopo le sette mezzo.

б) грамматика: дополните текст артиклями (опреде-


ленными, неопределенными, частичными), где это необ-
ходимо
162 Tutti a tavola

1. In Italia ___ pasti principali sono tre: ___ colazione,


___ pranzo e ___ cena. ___ pasti, specialmente ___
cena, sono ___ importante momento d’incontro per
___ famiglia.
2. Tradizionalmente, ___ colazione italiana non è molto
elaborata; è ___ pasto rapido e leggero. Niente ___
uova, ___ prosciutto e ___ formaggio, dunque; al loro
posto troviamo ___ tazza di caffè o di caffellatte e ___
fetta di pane e marmellata. Chi ha ancora ___ appetito
può aggiungere, se vuole, ___ yogurt, ___ biscotti o
___ cereali.
3. ___ mattina non c’è ___ tempo per cucinare, e perciò
molti preferiscono consumare ___ prodotti già pronti
o di facile preparazione. Fra ___ giovani, negli ultimi
tempi si è diffusa ___ cattiva abitudine di saltare
___ colazione, cosa che ___ medici e ___ dietologi
sconsigliano vivamente. ___ buona colazione è ___
modo migliore di cominciare ___ giornata: altrimenti
si rischia di finire ___ energie a metà strada.
4. In Italia si pranza in genere fra ___ una e ___ due, e
si cena intorno alle otto. Però ___ orario dei pasti non
è ___ stesso in tutto ___ paese: esistono ___ grandi
differenze fra ___ regione e ___ regione.
5. ___ pranzo (per chi ha ___ fortuna di mangiare a casa)
consiste di due portate: ___ pasta come ___ primo
piatto e ___ carne (o ___ pesce) come ___ secondo,
con ___ contorno di verdura. Per finire si può mangiare
___ frutta, o ___ fetta di dolce.
6. ___ cena è ___ evento importante: è ___ momento
in cui ___ membri della famiglia si riuniscono e
consumano ___ pasto, raccontandosi ___ novità più
Tutti a tavola 163
importanti. Si comincia a mangiare quando tutti sono
seduti, e ___ estranei non devono disturbare: alcuni,
quando sono a tavola, non vogliono ___ tv accesa e
spengono anche ___ telefono.
7. ___ cena è più leggera del pranzo: per ___ primo c’è in
genere ___ minestra, per ___ secondo ___ formaggio,
___ uova e ___ verdura (fresca o cotta). ___ alimenti
che non mancano mai in tavola sono ___ pane, ___
frutta, ___ pasta e ___ verdura.
8. Una volta ___ italiani erano ___ tradizionalisti, in
cucina: mangiavano più o meno ___ stesse cose tutti
___ giorni, riservando ___ piatti più elaborati al pranzo
domenicale. Oggi cercano di variare il più possibile:
non solo ___ pasta e ___ “fettina”, dunque, ma anche
___ formaggi, ___ affettati, ___ insalate; non solo ___
vino, ma anche ___ birra. Ogni tanto, per cambiare,
mangiano anche ___ piatti non italiani: per esempio
possono concedersi ___ serata sperimentale in ___
ristorante cinese o messicano. Ma per ___ feste e ___
matrimoni, è sempre meglio andare sul sicuro: ___
menù rigorosamente italiano!
9. Duecento anni fa, ___ dieta della gente comune era
molto semplice: un po’ di pane, ___ cipolle, ___
fagioli, molto raramente ___ carne o ___ formaggio.
___ vino non si beveva puro, ma ci si aggiungeva
___ acqua, ___ abitudine oggi quasi scomparsa. ___
spaghetti, come tutti ___ tipi di pasta, erano conditi
solo con ___ formaggio e ___ pepe; solo più tardi si è
affermato ___ uso di condirli con ___ pomodoro.
10. ___ pizza e ___ spaghetti erano in origine ___ piatti
poveri: ancora all’inizio del secolo scorso, a Napoli,
164 Tutti a tavola

___ spaghetti erano venduti per ___ strada, e mangiati


con ___ mani. ___ motivo sta nel fatto che non
esistevano ___ posate adatte: ___ forchette allora in uso
avevano solo tre rebbi, e erano piuttosto appuntite. ___
aristocrazia napoletana amava molto ___ spaghetti, ma
non poteva mangiarli durante ___ pranzi ufficiali. ___
problema è stato risolto intorno al 1830, quando ___
re Ferdinando II ha fatto costruire ___ nuovo modello
di forchetta, con quattro rebbi invece di tre. Da allora
___ maccheroni, ___ più nota specialità della cucina
napoletana, sono stati introdotti anche a corte.

в) грамматика: добавьте артикль (определенный, нео-


пределенный, частичный), где это необходимо
1. ___ sabato scorso, come al solito, siamo andati al risto-
rante.
2. ___ sabato, di solito, andiamo al ristorante.
3. ___ figlio di Nicola ha ___ grande passione: ___ mo-
dellismo.
4. ___ figlio di Nicola ha ___ passione del modellismo.
5. — Perché non finisci ___ pizza? Non ti piace? — Mi
piace, ma non ho ___ fame.
6. Ho ___ fame da lupo! ___ pranzo è già pronto?
7. Per tradurre queste frasi è necessario ___ vocabolario.
8. Abbiamo fatto ___ scherzo al nonno: gli abbiamo mes-
so ___ sale nel caffellatte. Lui l’ha bevuto con ___ pia-
cere: ha detto che non aveva mai assaggiato ___ caffel-
latte così buono.
9. — Hai comprato ___ frutta? — No, ho comprato solo
___ arance, per fare ___ spremuta.
Tutti a tavola 165
10. Sul pavimento c’è ___ acqua: che cosa è successo?
11. Ha telefonato ___ avvocato: ha detto che ___ appunta-
mento per firmare ___ contratto è fissato per ___ gio-
vedì prossimo.
12. Ultimamente non sto molto bene: ho ___ problemi alla
schiena e ho sempre ___ forte mal di testa.
13. Come va ___ mal di testa, ti è passato? Ti senti meglio
adesso?
14. Per ___ mio compleanno, ___ mio zio mi ha regalato
___ coltellino svizzero.
15. Abbiamo fatto ___ passeggiata e abbiamo raccolto ___
fiori. ___ nostro struzzo voleva venire con noi, ma poi
ha cambiato ___ idea e è rimasto a casa a guardare ___
televisione.
16. ___ italiani leggono più ___ giornali che ___ libri, e
leggono soprattutto ___ giornali sportivi.
17. Filippo e Paolo sono ___ fratelli. Abitano ancora con
___ genitori, nonostante siano già laureati e tutti e due
abbiano già passato ___ trenta anni.
18. Ieri in trattoria abbiamo mangiato ___ gnocchi al gor-
gonzola davvero squisiti; peccato che ___ porzioni fos-
sero così piccole. Ne avrei ordinato ___ altro piatto,
ma ormai ___ cameriere aveva già portato ___ secon-
do.
19. Non saprei come fare senza ___ internet: per me è ___
strumento di lavoro essenziale.
20. Di colpo ___ mio nonno si è alzato, ha preso ___ cap-
potto e è uscito senza dire ___ parola.
166 Tutti a tavola

21. — Per favore, avete ___ mutande lunghe di lana? —


No, ___ Signore, mi dispiace ma non abbiamo ___
mutande di questo tipo.
22. Questa mattina, come al solito, ___ sveglia ha suonato
alle sette. Io mi sono alzato e sono andato in bagno a
lavarmi ___ faccia e a fare ___ doccia. Ho fatto ___
lunga doccia calda, poi sono andato in cucina e ho fat-
to ___ colazione. Dopo ho fatto ___ ginnastica, men-
tre ascoltavo ___ radio.
23. ___ venerdì sera non siamo usciti: sono venuti ___
amici a cena.
24. A che ora arrivano ___ ospiti?
25. ___ porta!

г) грамматика: добавьте артикль (определенный, нео-


пределенный, частичный), где это необходимо
1. Oggi fa ___ freddo terribile. Sembra di essere in
inverno!
2. Oggi fa ___ freddo; se esci, mettiti ___ cappotto!
Mettiti anche ___ sciarpa e ___ guanti!
3. Scusatemi, ho ___ fretta. Parleremo di questo ___
altra volta: adesso non ho ___ tempo.
4. Aveva ___ gran fretta: ha preso ___ borsa e ___
ombrello e se n’è andata sbattendo ___ porta.
5. Sembrano ___ sorelle, invece sono ___ madre e ___
figlia!
6. ___ mercoledì sera ___ struzzo ha fatto ___ indigestione
di spaghetti e si è sentito molto male. Allora ___ nonno
ha chiamato subito ___ pronto soccorso, ___ polizia e
___ pompieri.
Tutti a tavola 167
7. In centro hanno aperto ___ nuovo negozio di
arredamento. Hanno ___ cose bellissime, ma secondo
me ___ prezzi sono troppo alti.
8. Sono rimasto due ore all’aeroporto, perché mi hanno
perso ___ valigia.
9. Bisogna telefonare a Sergio e spiegargli ___ situazione.
10. Ho letto ___ annuncio interessante sul giornale:
vendono ___ pianoforte quasi nuovo, e non chiedono
molto. Peccato però che io non so suonare ___
pianoforte.
11. Questa carne ha ___ sapore strano.
12. Se volete capire bene, ascoltatemi con ___ attenzione.
13. Vai a lavarti: hai ___ faccia tutta sporca!
14. ___ tuo cugino ha ___ faccia che non mi piace: secondo
me è ___ cretino.
15. ___ caffè mi piace, ma a casa non è mai così buono
come al bar. Per questo, ogni volta che ho ___ minuto
libero, scendo al bar sotto ___ casa e prendo ___ caffè.
16. In casa nostra beviamo più ___ tè che ___ caffè.
17. In questo negozio fa ___ caldo soffocante, perché non
c’è ___ aria condizionata.
18. ___ ragazza di Paolo ha ___ capelli biondi e ___ occhi
azzurri. È davvero ___ bella ragazza.
19. ___ tuo struzzo ha ___ occhi molto espressivi: si vede
che è ___ struzzo intelligente.
20. — Piove ancora? — No, adesso c’è ___ sole!
21. Oggi c’è ___ sole splendido: è ___ magnifica giornata.
168 Tutti a tavola

22. — Buongiorno, avete ___ cinture di coccodrillo? —


Mi dispiace, ___ cinture di coccodrillo sono finite. Se
vuole abbiamo ___ cinture di pelle.
23. — Vuole ancora ___ spaghetti, ___ Generale? Non
faccia ___ complimenti! — La ringrazio, ___ Signora,
ma non ho più ___ appetito.
24. ___ “crescita zero” è ___ mancanza di aumento
della popolazione, quando ___ nascite e ___ decessi
si equivalgono. Questa è ___ situazione dell’Italia da
alcuni anni. Facciamo pochi figli perché ___ nascita di
un figlio comporta ___ spese notevoli per ___ famiglia
e, in ___ certo senso, rappresenta ___ minaccia per
___ tenore di vita. Chi vorrebbe mai correre ___ rischio
di impoverire? Prima di avere ___ figlio, vorremmo
garantirgli ___ futuro tranquillo e ___ stesso stile di
vita a cui siamo abituati; non accetteremmo facilmente
___ idea di avere ___ figli più poveri di noi.
25. Dopo ___ cena faccio sempre ___ passeggiata in
giardino con ___ cane.

д) лексика: дополните таблицу производными слова-


ми
pranzare il pranzo
cenare
incontrare
acquistare
studiare
visitare
Tutti a tavola 169
consumare
spendere
saltare
finire
scegliere
produrre
disturbare
giocare
costare

е) лексика: дополните текст словами из списка


1. In Italia i (1) _______ principali della giornata sono tre:
colazione, pranzo e cena. Il pranzo e la cena sono un
importante momento di (2) _______ per la famiglia.
2. La colazione italiana non è molto (3) _______;
è rapida e leggera. Al posto di uova, prosciutto e
formaggio, troviamo una tazza di caffè o di caffellatte,
e (4) _______ di pane e marmellata.
3. La mattina molti preferiscono (5) _______ prodotti già
pronti o di facile preparazione. Fra i giovani, negli ultimi
tempi, si è diffusa l’abitudine di (6) _______ del tutto
la colazione: invece una buona colazione è essenziale
per cominciare bene (7) _______, soprattutto per chi
studia o lavora, (8) _______ si rischia di restare senza
energie a metà strada.
4. Il pranzo consiste di due (9) _______: un primo a base
di pasta e un secondo a base di carne, con (10) _______
170 Tutti a tavola

di verdura. Per (11) _______ si può mangiare della


frutta o un dolce.
5. La cena è un (12) _______ importante: è il momento
in cui ci si riunisce e ci si raccontano le (13) _______.
Si comincia a mangiare solo quando tutti sono seduti,
e (14) _______ non devono disturbare.
6. In origine gli spaghetti erano un (15) _______ povero:
la gente li mangiava per la (16) _______, con le (17)
_______. Come tutti gli altri tipi di pasta, anche gli
spaghetti erano (18) _______ solo con formaggio e pepe.

A B C
1. piatti pasti pranzi
2. ritrovo riunione incontro
3. nutriente imponente esauriente
4. una fetta un pezzo un boccone
5. usare consumare cucinare
6. passare lasciare saltare
7. il giorno la giornata il giornale
8. oppure invece altrimenti
9. pasti pezzi piatti
10. contorno condimento compagnia
11. cominciare finire cambiare
12. fatto episodio evento
13. novità notizie novelle
14. gli ospiti i parenti gli estranei
Tutti a tavola 171
A B C
15. pasto piatto pranzo
16. via piazza strada
17. braccia mani dita
18. conditi preparati elaborati

ж) произнесите слова правильно


abitudine
leggere
leggero
uova
estraneo
birra
terra
Inghilterra
affettati
affitto
cipolle
spaghetti

з) фразеология: образуйте устойчивые выражения


un’aspirina — l’autobus — il bagno — benzina —
un cappuccino — colazione — la doccia — le ferie —
merenda — due passi — il sole — sciopero — tardi — il treno

fare ___________, ___________, ___________,


___________, ___________, ___________,
___________, ___________
prendere ___________, ___________, ___________,
___________, ___________, ___________
172 Tutti a tavola

и) лексика: один из двух — cuocere или cucinare


1. Mia madre non sa ___________; per questo io mangio
sempre al ristorante.
2. Non bisogna ___________ troppo la pasta: deve essere
“al dente”.
3. Quando mi ha telefonato Giorgio, stavo ___________.
4. È più difficile ___________ il pesce che la carne.
5. La pizza è nel forno: deve ___________ ancora dieci
minuti, e poi è pronta.

к) правда или неправда?


1. La colazione in Italia è il pasto principale della giornata.
2. Al sud si cena più tardi che al nord.
3. Il primo piatto di solito è a base di carne.
4. La famiglia si riunisce dopo cena.
5. A tavola si deve mangiare in silenzio.
6. La “fettina” è un tipo di pizza casalinga.
7. Molti ragazzi hanno l’abitudine di saltare le lezioni a
scuola.
8. Due secoli fa la birra si vendeva per la strada.
9. La pizza e gli spaghetti sono piatti semplici e poveri.
10. La domenica si mangia di più che negli altri giorni.

л) ответьте на вопросы
1. Com’è la colazione in Italia?
2. Che differenza c’è fra la colazione italiana e quella
degli altri paesi?
3. Perché secondo i dietologi la colazione è fondamentale?
Tutti a tavola 173
4. Quali sono gli alimenti più comuni sulla tavola degli
italiani?
5. Che cosa succede a Napoli alle sette e mezzo di sera?
6. Perché la cena è un momento importante?
7. Che cosa disturba gli italiani mentre sono a tavola?
8. Come sono cambiate le abitudini alimentari degli
italiani?
9. Come e dove sono nati la pizza e gli spaghetti?
10. Perché gli spaghetti si mangiavano con le mani?

м) темы для беседы


1. Quali sono gli ingredienti più comuni usati nella cucina
del tuo paese?
2. Come sono cambiate le abitudini alimentari del tuo
paese con la globalizzazione?
3. Quali sono le tradizioni relative ai pasti nel tuo paese?
12. SPOSARSI IN ITALIA
Le nozze degli stranieri celebri

Ci passano le vacanze; ci si trasferiscono; ci comprano


ville e palazzi. Da sempre l’Italia è la meta degli stranieri
“dotati di mezzi”. Ma adesso c’è una tendenza nuova:
quella di venire in Italia per sposarsi.
Sono sempre più numerosi i vip (divi del cinema,
miliardari, cantanti) che scelgono l’Italia per il giorno
più bello della loro vita, quello del matrimonio. I luoghi
prescelti, non c’è da dubitarne, sono quelli più esclusivi
e originali. Per esempio l’attore Tom Cruise per il suo
matrimonio (il terzo) con Katie Holmes, nel 2006, ha scelto
il castello Odescalchi sul lago di Bracciano. Una cerimonia
blindata (in pieno stile scientology), per pochi intimi, costata
quanto un film: tre milioni di dollari. E nessun italiano fra
gli invitati. Come dire: l’Italia è bellissima, peccato solo
che ci siano gli italiani. Per la cronaca, Cruise e la Holmes
hanno divorziato nel 2012. Ben gli sta.
Nell’agosto 2011, Sofia Coppola, figlia del famoso
regista americano, è andata a sposarsi a Bernalda, un
paesino sconosciuto in provincia di Matera. Perché
proprio laggiù? Semplice: Bernalda è il luogo d’origine
della famiglia Coppola. I bisnonni della ragazza sono nati
qui, e poi si sono trasferiti negli Stati Uniti. La cerimonia,
Sposarsi in Italia 175
civile e non religiosa, si è svolta nel giardino di una villa
ottocentesca (gli americani hanno la mania di sposarsi in
giardino); attorno alla coppia degli sposi si sono riuniti
soltanto settanta fortunati invitati.
Il lago di Como può essere la cornice ideale per un
matrimonio romantico (e costoso). Quasi tutte le ville che
si affacciano sulle sue rive sono più che adatte allo scopo;
l’attrice Emily Blunt (protagonista insieme a Meryl Streep
del film “Il Diavolo veste Prada”) ha scelto proprio una di
queste per dire “sì” a John Krasinski. I due si sono sposati
nel 2010 nel giardino di Villa Oleandra, la residenza estiva
di George Clooney, gentilmente messa a disposizione della
coppia. Anche in questo caso cerimonia civile, invitati vip,
fuochi d’artificio e musica fino a tarda notte.
Kim Kardashian e il produttore Kanye West hanno
scelto invece Firenze, nel 2014. La location questa volta
è stata il Forte Belvedere, luogo pubblico che per un
giorno è diventato privato e si è ritrasformato in fortezza
per tenere lontani i curiosi e i fan a caccia di autografi. Gli
ospiti, scrupolosamente filtrati dal servizio di sicurezza,
sono arrivati a bordo di Mercedes nere con i vetri oscurati.
Il matrimonio (annunciato qualche mese prima sulla
copertina di “Vogue”) è costato, solo per l’affitto del Forte,
il luogo più panoramico della città, 300.000 euro: cifra
che il comune si è impegnato a investire nel restauro dei
monumenti cittadini.
E i comuni mortali? A malapena possono permettersi
un matrimonio “normale”, cioè senza fuochi d’artificio,
senza limousine e senza villa con parco. Mediamente, un
matrimonio con cento invitati oggi può costare da 20.000
a 80.000 euro. Le voci di spesa sono molte. L’abito, le
scarpe, l’acconciatura, il trucco, il bouquet per lei; l’abito
176 Sposarsi in Italia

e le scarpe per lui; il noleggio dell’auto; le fotografie e le


riprese video; le fedi; l’addobbo floreale della chiesa (se ci
si sposa in chiesa); l’affitto del ristorante e il rinfresco; le
bomboniere; la stampa e la spedizione delle partecipazioni
(prima) e dei biglietti di ringraziamento (dopo); il viaggio
di nozze. Alcuni tutto questo preferiscono pagarlo a rate.

GLOSSARIO
acconciatura = pettinatura прическа
addobbare = ornare, украшать
decorare
annunciare = rendere noto объявить
blindato = chiuso бронированный
ermeticamente
bomboniera = piccola бомбоньерка
scatola con confetti
civile = laico, non religioso гражданский
cornice = sfondo, рамка
ambientazione
dotare = fornire, attrezzare снабжать
fede = anello nuziale обручальное кольцо
fuochi d’artificio фейерверк, салют
impegnarsi = obbligarsi, брать на себя
promettere обязательство
meta = destinazione место назначения
noleggio = affitto прокат
Sposarsi in Italia 177
partecipazione = biglietto извещение
con cui si comunica a
parenti e amici un evento
particolare
rinfresco = ricevimento, свадебное угощение
banchetto
rata = quota, frazione di un взнос
pagamento
scopo = fine, obiettivo цель
scrupolosamente = тщательно
attentamente
svolgersi = avere luogo происходить, иметь
место
voce = elemento di un статья, позиция
elenco

ESERCIZI
а) на понимание текста: выберите правильный вари-
ант
1. Di solito le cerimonie dei vip che si sposano in Italia sono
molto esclusive. / sono alla buona. / sono economiche.
2. A Bernalda sono nati i nonni / i bisnonni / i trisnonni di
Sofia Coppola.
3. I vip di solito si sposano con semplici mortali. / si sposano
fra di loro. / si sposano in chiesa.
4. Nei matrimoni “normali” di solito non ci sono le fedi.
/ non ci sono i fuochi d’artificio. / non c’è l’auto per gli
sposi.
178 Sposarsi in Italia

5. Quando gli sposi non sono dotati di mezzi, accendono


un mutuo. / pagano a rate. / scelgono la cerimonia civile.
6. Sul lago di Como si affacciano molte ville con parco.
/ si affacciano molte chiese. / si affacciano molti
miniappartamenti.
7. Gli sposi e gli invitati dopo la cerimonia vanno in
viaggio di nozze. / vanno in un negozio di elettrodomestici.
/ vanno al rinfresco.
8. Fra le voci di spesa a caric0 degli sposi ci sono i regali di
nozze. / ci sono gli abiti e le scarpe degli invitati. / ci sono
le riprese video.

б) грамматика: дополните текст, поставив глаголы в


нужную форму (presente, passato prossimo)
1. Da sempre gli stranieri ricchi e famosi / rifugiarsi
_________ / in Italia appena hanno un momento
libero. Qualcuno ci / passare _________ / una breve
vacanza, qualcuno / acquistare _________ / una villa
o una tenuta e ci / trasferirsi _________ /.
2. Sono sempre più numerosi i vip che / scegliere
_________ / l’Italia per il giorno più bello. Per
esempio, nel 2006 gli attori Tom Cruise e Katie Holmes
/ sposarsi _________ / a pochi chilometri da Roma,
sul lago di Bracciano.
3. La cerimonia / tenersi _________ / nel castello
Odescalchi, e / costare _________ / quanto un film:
tre milioni di dollari. Cruise e la Holmes / divorziare
_________ / nel 2012. Ma questo non è un problema:
gli attori americani / sposarsi _________ / e / divorziare
_________ / anche cinque o sei volte nella vita.
Sposarsi in Italia 179
4. Nell’agosto 2011, Sofia Coppola, figlia del famoso
regista, / sposarsi _________ / a Bernalda, un paesino
in provincia di Matera, in Basilicata; / scegliere
_________ / questo posto perché è il luogo d’origine
della famiglia Coppola. I bisnonni della ragazza /
nascere _________ / proprio qui, e poi / trasferirsi
_________ / negli Stati Uniti. La cerimonia, civile
e non religiosa, / svolgersi _________ / nel giardino
di una villa ottocentesca; attorno alla coppia / riunirsi
_________ / soltanto settanta invitati.
5. Il lago di Como è la cornice ideale per un matrimonio
romantico: quasi tutte le ville che / affacciarsi
_________ / sulle sue rive sono adatte allo scopo.
L’attrice Emily Blunt / sposarsi _________ / proprio
in una di queste ville, nel 2010. Per l’occasione, George
Clooney / mettere _________ / a disposizione della
collega la sua residenza estiva, Villa Oleandra, nel cui
giardino / svolgersi _________ / una cerimonia con
pochi invitati.
6. Nel 2014 / venire _________ / il turno dello stesso
Clooney. Lo “scapolo d’oro” del cinema americano /
arrendersi _________ / all’avvocatessa libanese Amal
Alamuddin: i due / scambiarsi _________ / l’anello
nuziale in un albergo di Venezia, l’hotel Aman, che /
affacciarsi _________ / sul Canal Grande.
7. I comuni mortali a malapena / potere + permettersi
_________ / un matrimonio “normale”, senza fuochi
d’artificio e altre cose strane. Le voci di spesa sono
molte: bisogna pensare ai vestiti, all’automobile, alle
foto, agli anelli, al rinfresco, al viaggio di nozze. Se /
sposarsi _________ / in chiesa, sono necessarie anche
le decorazioni floreali.
180 Sposarsi in Italia

8. Mediamente, un matrimonio con cento invitati /


costare _________ / da 20.000 a 80.000 euro. In
tempi di crisi, molti / scegliere _________ di pagare a
rate, oppure / rivolgersi _________ / a una banca per
ottenere un mutuo.

в) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (presente, passato prossimo)
1. Secondo la tradizione, il giorno delle nozze gli sposi
non / dovere + vedersi _________ / e non / dovere +
parlarsi _________ /; / potere + incontrarsi _________
/ solo in chiesa. La mattina di quel giorno è severamente
vietato fare colazione insieme; gli sposi non / potere
+ telefonarsi _________ /, ma / potere _________ /
comunicare solo attraverso parenti o amici.
2. Come / dovere + comportarsi _________ / gli invitati a
un matrimonio? Come / dovere + vestirsi _________ /?
L’invitata non / dovere + mettersi _________ / niente
di bianco o di nero; meglio evitare anche le scollature
eccessive e le minigonne. Per l’invitato, le regole sono
più elastiche. Però non portate con voi il cellulare:
anche se / annoiarsi _________ /, le telefonate non
sono permesse.
3. In Italia gli sposi / scegliere _________ / personalmente
i regali che / desiderare _________ / ricevere, e /
compilare _________ / una lista di nozze. Gli invitati
/ dovere + informarsi _________ / per sapere in quale
negozio / trovarsi _________ / la lista di nozze (di
solito in un negozio di mobili o di elettrodomestici), e
poi / potere _________ / scegliere un regalo fra quelli
compresi nella lista.
Sposarsi in Italia 181
4. Alcune coppie non / organizzare _________ / da sole
il proprio matrimonio, ma / rivolgersi _________
/ a delle ditte che / occuparsi _________ / di tutti i
dettagli: gli inviti, la musica, le bomboniere, i fiori, e
così via.
5. — Chi / rompere _________ / il mio vaso di porcellana?
— Nessuno: / rompersi _________ / da solo.
6. Oggi i giovani / volere + vestirsi _________ / tutti nello
stesso modo.
7. Se / tu — uscire _________ /, prendi l’ombrello, /
raccomandarsi _________ /!
8. Dov’è il termometro? / Dovere + provarsi _________
/ la febbre.
9. Ieri / io — lavare _________ / i tappeti, ma ancora
non / asciugarsi _________ /.
10. Le persone che non sono abituate all’alcol, / ubriacarsi
_________ / più facilmente.
11. Se qui / tu — annoiarsi _________ /, nessuno ti /
impedire _________ / di andare via.
12. Dove / trovarsi _________ / Locarno?

г) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (presente, passato prossimo)
1. In inverno, le località turistiche sono quasi deserte, ma
in estate / trasformarsi _________ / improvvisamente
e / riempirsi _________ / di vita. Le città invece /
svuotarsi _________ / e quasi tutti i negozi / chiudere
_________ /.
2. Dove sarà finito Carlo? È molto tempo che non / farsi
_________ / vivo.
182 Sposarsi in Italia

3. Il mio medico / dire _________ / che / dovere +


iscriversi _________ / a una palestra e / dovere +
mettersi _________ / a dieta.
4. Negli ultimi anni, il nostro pianeta / riscaldarsi
_________ / di alcuni gradi. Anche in Italia, a causa
dei cambiamenti climatici, / diffondersi _________ /
alcune specie animali tropicali, come la zanzara tigre.
5. Molte persone che prima abitavano in città, adesso /
trasferirsi _________ / in campagna. Non / andare
_________ / più in ufficio, ma / collegarsi _________
/ a internet e / lavorare _________ / da casa.
6. I miei genitori / conoscersi _________ / all’università e
/ sposarsi _________ / subito dopo la laurea.
7. L’ingresso è la stanza in cui le persone / togliersi
_________ / il cappotto. Qui / aprirsi _________ / le
porte delle altre stanze della casa.
8. Mi dispiace, ma non / io — potere _________ / aiutar-
ti: non / intendersi _________ / molto di computer.
9. / Chiamarsi _________ / bomboniere le piccole scato-
line, di solito d’argento, che / contenere _________ / i
confetti e che gli sposi / regalare _________ / a tutti gli
invitati al loro matrimonio, come ricordo.
10. Lucia / arrabbiarsi _________ / moltissimo quando
/ sapere _________ / che sua cugina non la / invitare
_________ / al suo matrimonio.
11. Dopo molte discussioni, nel 2016 il parlamento italia-
no / decidersi _________ / a approvare una legge che /
permettere _________ / alle coppie formate da persone
dello stesso sesso di sposarsi. L’istituto introdotto dal-
la nuova legge non / chiamarsi _________ / comun-
que “matrimonio”, ma “unione civile”: la cerimonia /
Sposarsi in Italia 183
svolgersi _________ / in comune, di fronte a un uffi-
ciale di stato civile, alla presenza di due testimoni.
12. — Come / sentirsi _________ / tuo nonno oggi? —
Benissimo! Però non / ricordarsi _________ / più dove
abita e come / chiamarsi _________ /.

д) лексика: дополните таблицу производными словами


spendere la spesa
aumentare
affittare
noleggiare
cacciare
restaurare
permettere
stampare
riprendere
viaggiare
girare
addobbare
domandare
rispondere
pretendere

е) лексика: дополните текст словами из списка


1. Il nostro paese è da sempre la (1) _______ degli stranieri
ricchi e famosi: ci passano le vacanze, ci comprano ville
e palazzi, a volte ci (2) _______ perfino per sposarsi.
2. Gli americani hanno (3) _______ di sposarsi in
giardino. Tom Cruise, per esempio, per il suo terzo
184 Sposarsi in Italia

matrimonio ha scelto un castello sul lago di Bracciano:


una cerimonia per pochi (4) _______, costata quanto
un film. Per la cronaca, Cruise e la Holmes hanno
divorziato nel 2012. Ben gli (5) _______.
3. Sofia Coppola, figlia del famoso regista americano,
si è sposata a Bernalda, (6) _______ in provincia di
Matera: i bisnonni della ragazza erano vissuti qui
prima di trasferirsi negli Stati Uniti. Alla cerimonia,
(7) _______ e non religiosa, erano presenti soltanto
settanta invitati.
4. Il lago di Como è l’ambiente ideale per un matrimonio
(8) _______. Molte delle sue ville sono perfettamente
adatte (9) _______. Nel 2010 George Clooney ha
messo (10) _______ di una coppia di amici la sua
residenza estiva, Villa Oleandra: anche in questo caso
invitati vip, fuochi d’artificio e musica fino a (11)
_______ notte.
5. Un’altra (12) _______ del cinema, Kim Kardashian,
ha scelto invece il Forte Belvedere a Firenze, che è
ridiventato fortezza per un giorno per (13) _______
lontani i curiosi a (14) _______ di autografi. Il
matrimonio era stato annunciato qualche mese prima
sulla (15) _______ di una nota rivista di moda.
6. E i comuni (16) _______? (17) _______ possono
permettersi un matrimonio normale. Abiti, fiori,
macchina, servizio fotografico, ristorante: alcuni tutto
questo sono costretti a pagarlo (18) _______.

A B C
1. metà meta mira
Sposarsi in Italia 185
A B C
2. arrivano partono vengono
3. la mania la tendenza la volontà
4. ospiti attimi intimi
5. va fa sta
6. un posto una città un paese
7. civile sociale comune
8. classico barocco romantico
9. alla meta allo scopo alla fine
10. a esposizione a disposizione a composizione
11. tardi tarda lunga
12. diva stella musa
13. tenere mettere mandare
14. cerca caccia pesca
15. coperta copertina copertura
16. morti mortali immortali
17. a proposito a meraviglia a malapena
18. a rete a ruote a rate

ж) произнесите слова правильно


all’estero
dollaro
euro
cronaca
Mercedes
autografo
186 Sposarsi in Italia

origine
abitudine
abito
abitare*
litigare*
occupare*
pettinarsi*
visitare*
imitare*
limitare*
ordinare*
evitare*
nevicare*
cerimonia
mania

з) лексика: один из двух — alzarsi или sedersi, addor-


mentarsi или svegliarsi
1. Signora, vuole ________? Le lascio il mio posto!
2. — Di solito voi a che ora ________, la mattina? —
Dipende; se la sera ________ presto, allora anche la
mattina ________ presto.
3. Se sei stanco, puoi ________ un po’ sul divano.
4. Il film era così noioso che tutti ________.
5. Marco, è tardi: ________! Farai tardi alla lezione!
6. Il nostro gatto dorme sempre: ________ solo per
mangiare.
7. Dopo pranzo siamo andati nel parco e ________ su una
panchina.
Sposarsi in Italia 187
8. Il pranzo di nozze è durato tre ore: gli invitati ________
da tavola solo alle sei del pomeriggio.
9. Ieri sera ero così stanca che ________ davanti alla tv.
10. I vampiri ________ a mezzanotte.

и) правда или неправда?


1. Fra i comuni mortali non è diffusa l’abitudine di
noleggiare una limousine il giorno del matrimonio.
2. Molti matrimoni religiosi si svolgono in giardino.
3. Per il suo terzo divorzio, Tom Cruise ha scelto un
castello vicino a Roma.
4. I vip invitano un sacco di persone ai loro matrimoni.
5. Sofia Coppola si è sposata a Bernalda perché così ha
potuto invitare anche i suoi bisnonni.
6. Se ci si sposa in chiesa, sono necessari i fuochi
d’artificio.
7. Le partecipazioni devono essere spedite per e-mail.
8. Le bomboniere contengono confetti.
9. In Italia esiste la tradizione di regalare confetti agli
sposi.
10. I vip pagano tutto a rate.
11. Fra le varie voci di spesa, c’è anche l’acconciatura degli
invitati.
12. Dopo la cerimonia, gli sposi e gli invitati partono in
viaggio di nozze.
188 Sposarsi in Italia

к) ответьте на вопросы
1. A cosa è necessario pensare per organizzare un
matrimonio in Italia?
2. Cosa bisogna evitare il giorno delle nozze?
3. Come devono vestirsi gli invitati a una festa di
matrimonio?
4. Cosa sono le bomboniere?
5. Che cosa è la lista di nozze?
6. Che cos’è la luna di miele?
7. Dove e come si sposano i cosiddetti “vip”?
8. Cosa farà il comune di Firenze con i soldi incassati da
Kim Kardashian?

л) темы для беседы


1. Qualcuno fra i tuoi amici o parenti si è sposato
all’estero?
2. Quali sono le differenze fra il matrimonio italiano e
quello nel tuo paese?
13. DIVORZIARE IN ITALIA
Divorzio, istruzioni per l’uso

Divorzio e separazione. Secondo la legge italiana, è


possibile divorziare sei mesi dopo la separazione. Quando la
legge sul divorzio è stata introdotta, nel 1970, era necessario
attendere ben sette anni; nel 1987 la legge è cambiata, e
gli anni di attesa sono diventati tre; nel 2015 un’ulteriore
modifica (legge del “divorzio breve”) ha ridotto i tempi a
sei mesi. La separazione è consensuale se i due coniugi sono
d’accordo, giudiziale se soltanto uno dei due coniugi ha
l’intenzione di separarsi.
Negli altri paesi. Dopo l’Italia, il divorzio è stato
introdotto anche in altri quattro paesi europei in cui prima
non esisteva: Spagna, Portogallo, Malta e Irlanda. Oggi
nel mondo restano solo due paesi in cui non è permesso
divorziare: le Filippine e il Vaticano.
Un po’ di cifre. Nel 1975 ci sono stati in Italia circa
diecimila divorzi; nel 2009 ce ne sono stati più di
ottantamila, e la tendenza è in costante aumento. Oggi,
ogni cento matrimoni, ci sono ventitré separazioni e dodici
divorzi. La durata media del matrimonio al momento della
separazione è di tredici anni, mentre quando si arriva allo
scioglimento definitivo sono passati mediamente diciassette
anni.
190 Divorziare in Italia

Il divorzio è di moda, il matrimonio è in crisi. Se i divorzi


aumentano, i matrimoni al contrario diminuiscono. Nel
1999 ci sono stati 280.000 matrimoni, nel 2009 ce ne sono
stati 230.000: in soli dieci anni, come si vede, il loro numero
si è ridotto quasi di un quarto. La tendenza, però, non è
uniforme in tutte le regioni italiane. Al nord infatti i divorzi
sono più frequenti che al sud, che è anche la parte d’Italia
dove nascono più bambini e si celebrano più matrimoni
religiosi.
Le regioni italiane e l’età degli sposi. La regione in cui
si registra il numero più alto di divorzi è la Valle d’Aosta,
mentre quella con il numero più basso è la Basilicata. Le
coppie più a rischio sono quelle più giovani: se al momento
del matrimonio l’età degli sposi è inferiore ai ventiquattro
anni, le probabilità di arrivare al divorzio sono maggiori.
Gli alimenti. Al momento del divorzio, se uno dei due
coniugi non ha i mezzi economici per potersi mantenere,
il giudice può obbligare l’altro al versamento di un assegno
mensile. Il principio di base è che i due coniugi devono
conservare un tenore di vita analogo a quello di cui godevano
durante il matrimonio.
Dopo il divorzio. I divorziati, in genere, non hanno
molta voglia di risposarsi; la tendenza più diffusa è quella
di trovarsi un “compagno” con cui convivere. Spesso
si tratta di un divorziato, a volte con figli. Non di rado i
figli di genitori divorziati acquistano nuovi “fratelli” dai
nuovi compagni del padre o della madre, o di entrambi: le
famiglie, insomma, “si allargano”.
L’affidamento dei figli. I figli dei genitori divorziati, in
Italia, restano quasi sempre con la madre; solo nel 6% dei
casi sono affidati al padre. Il genitore a cui sono affidati i
figli di solito continua a vivere nell’abitazione familiare.
Divorziare in Italia 191
Una legge del 2006, comunque, ha stabilito che i figli
devono trascorrere la stessa quantità di tempo con tutti e
due i genitori.

GLOSSARIO
affidare = consegnare, поручать
assegnare
assegno = titolo di credito чек
celebrare = festeggiare, праздновать
svolgere
coniuge = marito, moglie супруг
compagno = partner партнер
giudice = magistrato судья
godere = beneficiare, пользоваться
usufruire, possedere
intenzione = obiettivo, намерение
desiderio
introdurre = fare entrare вводить
in vigore
obbligare = costringere обязывать
registrare = segnalare, наблюдать, отмечать
osservare
ridurre = diminuire уменьшать
riduzione = diminuzione уменьшение
sciogliere = concludere, завершать, расторгать
annullare
scioglimento = расторжение
annullamento
192 Divorziare in Italia

separare = dividere разделять


stabilire = decidere, утверждать
deliberare
ulteriore = aggiuntivo, дальнейший
successivo
uniforme = uguale, одинаковый
omogeneo

ESERCIZI
а) на понимание текста: выберите правильный вари-
ант
1. Oggi il numero dei divorzi è in aumento. / è in
diminuzione. / è stabile.
2. Prima del 1970 il divorzio in Italia era più rapido. / non
esisteva. / era solo consensuale.
3. Le coppie che divorziano più facilmente sono quelle più
giovani. / sono quelle sposate in chiesa. / sono quelle sen-
za figli.
4. Gli alimenti consistono in roba da mangiare. / consistono
in soldi in contanti. / consistono in assegni.
5. Dopo il divorzio, gli italiani preferiscono non riposarsi
subito. / convivono. / cambiano cognome.
6. Il giudice assegna gli alimenti al coniuge che non ha
mezzi di trasporto. / che non ha mezzi di sostentamento. /
che non ha mezzi di comunicazione.
7. Le famiglie italiane si allargano perché dopo il divorzio
si formano nuove coppie. / perché nascono molti bambini.
/ perché gli alimenti fanno ingrassare.
Divorziare in Italia 193
8. Prima di arrivare al divorzio, bisogna attendere mezzo
anno. / bisogna attendere sei mesi. / bisogna attendere un
semestre.

б) грамматика: дополните текст, поставив глаголы в


нужную форму (presente, passato prossimo)
1. Se tutti e due i coniugi / volere + separarsi _________
/, la separazione / chiamarsi _________ / consen-
suale; se solo uno / volere + separarsi _________ /, /
chiamarsi _________ / giudiziale. In ogni caso, dalla
separazione al divorzio / dovere _________ / passare
almeno sei mesi.
2. Il divorzio in Italia / introdurre _________ / nel 1970.
Allora era necessario attendere sette anni; nel 1987 la
legge / cambiare _________ /, e gli anni di attesa / di-
ventare _________ / tre; una legge successiva / ridurre
_________ / questo periodo a soli sei mesi. Oggi nel
mondo / esistere _________ / solo due paesi in cui
non è permesso divorziare: le Filippine e il Vaticano.
3. In media le coppie / separarsi _________ / dopo tre-
dici anni di vita coniugale, e il matrimonio / sciogliersi
_________ / definitivamente dopo diciassette anni.
Chi / sposarsi _________ / prima dei vent’anni, però,
/ divorziare _________ / più facilmente: di solito le
coppie troppo giovani / lasciarsi _________ / dopo
uno o due anni di vita comune.
4. I divorzi / aumentare _________ /, i matrimoni / di-
minuire _________ /. In soli dieci anni, il numero
dei matrimoni / ridursi _________ / di un quarto. La
stessa situazione, però, non / presentarsi _________
194 Divorziare in Italia

/ in tutte le regioni: al nord infatti i divorzi / verificarsi


_________ / più frequentemente che al sud.
5. Il sud è la parte d’Italia dove / nascere _________ / più
bambini. Qui la gente di solito / sposarsi _________ /
in chiesa e / divorziare _________ / più difficilmente
che al nord. I divorziati, com’è noto, non / potere +
risposarsi _________ / in chiesa.
6. Al momento del divorzio, se uno dei coniugi non / po-
tere + mantenersi _________ /, l’altro coniuge / dovere
_________ / versargli un assegno mensile. I due co-
niugi / dovere _________ / conservare lo stesso tenore
di vita anche dopo che / separarsi _________ /.
7. I divorziati non / risposarsi _________ / volentieri; in
genere / trovarsi _________ / un “compagno” con cui
convivere. Spesso / trattarsi _________ / di un divor-
ziato, e spesso i figli di genitori divorziati / acquistare
_________ / nuovi “fratelli” dai nuovi compagni del
padre o della madre. Le famiglie, insomma, / allargarsi
_________ / .
8. Il genitore a cui sono affidati i figli / continuare
_________ / a vivere nell’abitazione familiare; l’altro
invece / dovere + trasferirsi _________ / in una nuova
abitazione.

в) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (presente, passato prossimo)
1. Oggi gli italiani / sposarsi _________ / meno e / fare
_________ / meno figli. Fino a quaranta anni fa, le
buone prospettive economiche davano agli italiani la
speranza di un futuro senza problemi. A partire dagli
anni ‘90 la situazione / cambiare _________ /. Molte
Divorziare in Italia 195
coppie / dovere + trasferirsi _________ / in altre città
per trovare lavoro, e non / potere _________ / più
contare sull’aiuto dei nonni per occuparsi dei figli.
2. Anche se / sentirsi _________ / più poveri, gli
italiani non / potere _________ / rinunciare al
cellulare, all’automobile, al condizionatore; / preferire
_________ / avere meno soldi in banca, ma non /
volere + farsi _________ / mancare niente.
3. Finalmente, il giorno prima dell’esame, Marco /
mettersi _________ / a studiare.
4. Per andare in Puglia / noi — viaggiare _________ /
tutto il giorno; / dovere + fermarsi _________ / solo
due volte per fare benzina.
5. — A che età / sposarsi _________ /, Signora Bondi? —
La prima volta / sposarsi _________ / quando avevo
vent’anni, ma / divorziare _________ /; poi / risposarsi
_________ / con un uomo peggiore del primo.
6. Non l’ho fatto apposta, scusami! Non / dovere +
offendersi _________ /!
7. Per fare i lavori nella nostra casa di campagna, /
rivolgersi _________ / a una ditta specializzata.
8. A volte la mattina / io — alzarsi _________ /, / andare
_________ / in bagno, / guardarsi _________ / allo
specchio e / chiedersi _________ /: ma chi è questa
persona?
9. Il bicchiere / cadere _________ / e / rompersi
_________ / in mille pezzi.
10. Dopo settant’anni di matrimonio, finalmente il nonno
e la nonna / divorziare _________ /. Per l’occasione
196 Divorziare in Italia

tutta la famiglia / riunirsi _________ / e / brindare


_________ / alla salute dei neodivorziati.
11. Nelle occasioni importanti non / io — sapere
_________ / mai come / dovere + vestirsi _________
/. Domani per esempio c’è il funerale di mio marito,
e ancora non / decidere _________ / se / dovere +
mettersi _________ / la gonna o i pantaloni.
12. Giorgia e Federica / sposarsi _________ / in Messico.

г) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (presente, passato prossimo)
1. Mentre andavamo in bicicletta / cominciare _________
/ a piovere, e così / bagnarsi _________ / dalla testa ai
piedi. Quando / tornare _________ / a casa / accendere
_________ / subito il fuoco, e / asciugarsi _________
/ davanti al caminetto.
2. Il signor Caproni e sua moglie / divorziare _________
/ un mese fa, e adesso quando / incontrarsi _________
/ non / salutarsi _________ / nemmeno.
3. Se non fate silenzio, io non / potere + concentrarsi
_________ /!
4. Camilla / offendersi _________ / facilmente: ieri per
esempio / offendersi _________ / con me, perché io
non le / aprire _________ / la portiera della macchina.
5. Veronica Lario / essere _________ / per oltre
vent’anni la moglie di Silvio Berlusconi. Nel 2009
/ richiedere _________ / la separazione; i due
/ divorziare _________ / nel 2012. Fra le molte
proprietà di Berlusconi, il giudice / assegnare
_________ / alla signora Lario la settecentesca Villa
Divorziare in Italia 197
Belvedere di Macherio, in provincia di Monza, e /
fissare _________ / il suo assegno di mantenimento a
tre milioni di euro mensili. Gli avvocati di Berlusconi /
battersi _________ / ancora per ottenere una riduzione
della cifra, che il loro cliente / ritenere _________ /
spropositata.
6. A diciotto anni Stefano / iscriversi _________ / a
ingegneria, e / laurearsi _________ / sette anni più
tardi.
7. La mia memoria / cominciare _________ / a perdere
colpi: / dimenticarsi _________ / sempre di annaffiare
il gatto e di dare da mangiare al cactus.
8. Adesso capisco perché tuo zio è così grasso: non
/ muoversi _________ / mai dal divano, / alzarsi
_________ / solo per andare a tavola!
9. Quando / trovarsi _________ / con gli adulti, i ragazzi
/ annoiarsi _________ / facilmente.
10. La signora Caproni / arrabbiarsi _________ /
moltissimo quando / sapere _________ / che il suo ex
marito / risposarsi _________ / con una donna molto
più giovane di lei.
11. David Whitlock non è una persona qualsiasi: è uno
scienziato americano che non / lavarsi _________
/ da dodici anni. Il professor Whitlock non / fidarsi
_________ / dei saponi in commercio, e perciò
/ inventare _________ / uno spray batterico che
/ usare _________ / al loro posto. D’altronde in
natura gli animali non / lavarsi _________ / e non /
farsi _________ / mai la doccia, e non hanno nessun
problema. Da quando il professor Whitlock non /
usare _________ / più sapone, la sua pelle / stare
198 Divorziare in Italia

_________ / benissimo e lui / sentirsi _________ / di


ottimo umore.
12. Al mare Antonella non / volere + mettersi _________ /
la crema solare, e così / bruciarsi _________ /.

д) лексика: дополните таблицу производными слова-


ми
-anza,
-mento -zione
- enza
fidanzarsi il fidanzamento
affidare
mantenere
convivere
versare
separare
tendere
mancare
ringraziare
sorvegliare
produrre
disporre
introdurre
risiedere
sciogliere
Divorziare in Italia 199
е) лексика: дополните таблицу производными словами
mese mensile
settimana
anno
giorno

ж) лексика: дополните текст словами из списка


1. Nel 1970 erano necessari sette anni di separazione
prima di (1) _______ il divorzio. Nel 1987 gli anni
di (2) _______ sono diventati tre, e nel 2015 una (3)
_______ modifica ha ridotto i tempi a sei mesi: è la
cosiddetta legge del “divorzio (4) _______”.
2. Oggi il numero delle separazioni è in (5) _______
aumento. La (6) _______ media del matrimonio al
momento della separazione è di tredici anni, mentre
quando si arriva allo scioglimento (7) _______ sono
passati diciassette anni.
3. Il (8) _______ di divorziare è più alto per le coppie più
giovani: se l’età degli sposi è inferiore ai ventiquattro
anni, la (9) _______ di arrivare al divorzio è maggiore.
4. Al momento del divorzio, se uno dei coniugi non si può
mantenere da solo, (10) _______ può (11) _______
l’altro al versamento di un (12) _______ mensile: in
altre parole, il coniuge più ricco deve pagare gli alimenti
alla ex moglie o all’ex marito. I due ex coniugi, infatti,
devono mantenere un (13) _______ di vita analogo a
quello che avevano (14) _______ matrimonio.
5. I divorziati non hanno molta voglia di risposarsi; al
massimo cercano un (15) _______ con cui convivere.
200 Divorziare in Italia

Non di rado i figli dei divorziati possono (16) _______


nuovi “fratelli” dai nuovi compagni del padre o della
madre, o di (17) _______.
6. Quasi sempre il giudice decide di (18) _______ i figli
alla madre, che, per questo motivo, continua a vivere
nell’abitazione familiare.

A B C
1. ricevere ottenere conquistare
2. aspetto ascolto attesa
3. ulteriore posteriore inferiore
4. corto breve ristretto
5. continuo costoso costretto
6. durezza durata direzione
7. finale definitivo eterno
8. senso costo rischio
9. necessità volontà probabilità
10. l’avvocato il giudice la suocera
11. evitare impedire obbligare
12. assegno affitto credito
13. baritono soprano tenore
14. prima del dopo il durante il
15. collega coniuge compagno
16. ottenere acquistare ricevere
17. entrambi alcuni qualsiasi
18. affittare affidare confidare

з) произнесите слова правильно


4
14
40
Divorziare in Italia 201
5
15
50
6
16
60
7
17
70
coniuge
giudice
giudicare
guida
guidare
giusto
gusto
tenore
quattro
quarto
quadro
quaderno
principio
principe

и) лексика: один из двух — dare или prendere


1. Quando era studente, Nicola ________ sempre voti
bassi.
2. Quando devi ________ l’esame per la patente?
3. Mi ________ una mano, per favore?
4. Le finestre dell’appartamento ________ sul parco.
202 Divorziare in Italia

5. L’estate scorsa noi ________ in affitto un appartamento


in Sicilia.
6. Perché in questa casa nessuno mi ________ ascolto?
7. Se avete paura dei ladri, perché non ________ un
cane?
8. Il falegname viene oggi a ________ le misure per la
nuova libreria.
9. Agli incroci, bisogna ________ la precedenza alle
macchine che provengono da destra.
10. La pianta carnivora ha fame: le devo ________ da
mangiare.

к) фразеология: образуйте устойчивые выражения


di auguri — dell’autobus — di comunicazione —
in contanti — economici — d’ingresso — della lotteria —
pubblici — a rate — di ringraziamento —
di sostentamento — di trasporto — da visita

mezzi ________, ________, ________, ________,


________
pagare ________, ________
biglietto ________, ________, ________, ________,
________, ________

л) правда или неправда?


1. In Italia oggi ci sono più divorzi che matrimoni.
2. Il giudice decide quanto tempo bisogna aspettare prima
del divorzio.
3. Nelle regioni meridionali non è permesso divorziare.
4. Le coppie che “convivono” non sono sposate.
Divorziare in Italia 203
5. Le famiglie “si allargano” perché fanno altri figli.
6. Se non ci sono figli, dopo il divorzio tutti e due i coniugi
continuano a vivere nell’abitazione familiare.
7. Le probabilità di arrivare al divorzio sono maggiori se i
coniugi si sono sposati da giovani.
8. Il coniuge privo di mezzi di sostentamento riceve un
aiuto economico statale.

м) ответьте на вопросы
1. Quando è stato introdotto il divorzio in Italia?
2. Cosa è cambiato da allora?
3. Che differenza c’è tra le regioni settentrionali e quelle
meridionali?
4. Quali sono le coppie più a rischio?
5. Cosa succede se uno dei due coniugi dopo il divorzio
non può mantenere lo stesso tenore di vita?
6. A chi vengono affidati i figli, di solito?
7. Chi rimane nell’abitazione familiare?
8. Cosa fanno di solito gli italiani dopo il divorzio?
9. Perché le famiglie si allargano?
10 Che differenza c’è fra separazione consensuale e
giudiziale?

н) темы для беседы


1. Racconta le tue esperienze personali sul tema
dell’articolo.
2. Quali sono le differenze fra la legislazione italiana e
quella del tuo paese, in merito al divorzio?
14. ALBERTO SORDI
Biografia di un italiano

Alberto Sordi, uno dei più popolari attori del cinema


italiano, è nato a Roma il 15 giugno 1920, nel quartiere
romanissimo di Trastevere. Veniva da una famiglia della
classe media: il padre era musicista (suonava la tuba), la
madre era maestra di scuola. Nella sua lunga carriera Sordi
ha lavorato alla radio, nel cinema, in televisione e in teatro;
ha recitato in più di centocinquanta film.
Da ragazzo ha frequentato un istituto commerciale, ma
nel 1936, a soli sedici anni, ha interrotto gli studi. La prima
esperienza nel mondo dello spettacolo è stata quando ha
inciso un disco di fiabe per bambini. Prima di approdare
al cinema ha fatto la gavetta alla radio per qualche anno,
anche se il forte accento romanesco gli ha causato non
pochi problemi. Ha lavorato anche nel doppiaggio: nel 1937
ha vinto un concorso e è diventato doppiatore del comico
americano Oliver Hardy.
Nel dopoguerra il cinema era il tipo d’intrattenimento
più diffuso in Italia: a quell’epoca la televisione non esisteva
ancora. La carriera di interprete di Sordi è cominciata
dal basso. All’inizio è apparso in alcune pellicole come
semplice comparsa; il suo primo film da protagonista è stato
“Mamma mia, che impressione”, del 1951. La popolarità
Alberto Sordi 205
è arrivata poco dopo, quando anche i grandi registi hanno
cominciato a offrirgli dei ruoli di primo piano. Nel 1953
Fellini lo ha scelto per i “Vitelloni”, uno dei suoi capolavori,
dove Sordi è già il personaggio che tutti conosciamo: un po’
vile, approfittatore, pigro, ma nonostante tutto simpatico.
Nel 1954 sono usciti tredici film da lui interpretati,
fra cui “Un americano a Roma”, nel quale Sordi è un
ragazzo romano fissato con gli States, ma che non sa una
parola di inglese. L’anno successivo l’attore è stato invitato
negli Stati Uniti, dove il presidente Truman in persona lo
ha ringraziato per la propaganda favorevole all’America
promossa dal suo personaggio.
Quelli che Sordi impersonava, erano quasi tutti
personaggi negativi. L’attore dava il meglio di sé quando
rappresentava l’italiano medio, con i suoi pregi e i suoi difetti
(ma più difetti che pregi). Si è adattato magnificamente a
tutti i ruoli: impiegato, medico, vigile, ladro, soldato, prete,
marito infedele.
Il suo momento migliore ha coinciso con il periodo più
fortunato del nostro cinema: gli anni ‘60, il periodo d’oro
della commedia all’italiana. Erano gli anni in cui erano in
attività registi del calibro di Federico Fellini, Vittorio De
Sica, Pietro Germi, Mario Monicelli, in cui i film italiani
riscuotevano successo anche all’estero e vincevano premi
internazionali, in cui i più famosi attori stranieri facevano
la fila per venire a lavorare a Cinecittà. Più tardi Sordi si
è trasformato anche in regista, dirigendo numerosi film, e
ha provato a misurarsi con i classici, portando al cinema le
commedie di Molière; ma senza ottenere un vero successo.
Ha vissuto tutta la vita a Roma, città che amava
moltissimo. È stato anche un grande tifoso romanista. È
scomparso nel 2003, all’età di ottantadue anni, quando
206 Alberto Sordi

ormai non recitava più da tempo. La sua vita privata è


sempre stata modesta, senza lusso: qualcuno lo considerava
addirittura avaro. Non si è mai sposato, giustificandosi a
modo suo, con una curiosa argomentazione: “E che, mi
metto un’estranea in casa?”.

GLOSSARIO
approfittatore = opportunista, оппортунист
sfruttatore
avaro = tirchio, che non ama скупой
spendere
coincidere = corrispondere соответствовать
comparsa = attore che, статист
figurante
dirigere = comandare, управлять
guidare
doppiatore = attore che дублер
presta la sua voce a un altro
fissato = ossessionato, одержимый
ostinato
impersonare = rappresentare олицетворять
incidere = scrivere su una записывать
superficie dura
infedele = traditore неверный
interpretare = rappresentare, исполнять роль,
recitare, impersonare сыграть
lusso = ricchezza, роскошь
abbondanza
Alberto Sordi 207
mondo dello spettacolo = индустрия
show business развлечений
pigro = svogliato, ленивый
scansafatiche
recitare = interpretare una читать наизусть,
parte, simulare, leggere in представлять (на
pubblico, declamare сцене)
riscuotere = ottenere получать
vile = vigliacco трусливый

ESERCIZI

а) на понимание текста: выберите правильный вари-


ант
1. Alberto Sordi parlava con un forte accento romano. /
romanesco. / romanista.
2. Ha cominciato a lavorare nel cinema come comparsa. /
come attore. / come regista.
3. Da ragazzo è stato espulso dalla scuola. / ha lasciato la
scuola. / ha finito gli studi.
4. Sordi è nato a Trastevere, un quartiere romanista. /
romanesco. / romanissimo.
5. Tifava per la Roma / per la Lazio / per la Juve.
6. I personaggi da lui interpretati di solito erano positivi. /
erano pieni di difetti. / erano antipatici.
7. Era un appassionato di calcio: era romano. / era
romanesco. / era romanista.
208 Alberto Sordi

8. Nella vita privata, Sordi era una persona conformista. /


era una persona eccentrica. / era una persona scandalosa.
9. Sordi è sempre stato scapolo. / sposato. / divorziato. /
vedovo.
10. Prima di diventare attore, Sordi ha stampato un libro. /
ha inciso un disco. / ha dipinto un quadro.

б) грамматика: дополните текст, поставив глаголы в


нужную форму (passato prossimo, imperfetto)
1. Alberto Sordi / essere _________ / uno degli attori
italiani più popolari di tutti i tempi. Nella sua carriera
/ lavorare _________ / alla radio, nel cinema, in
televisione e in teatro; / recitare _________ / in più di
centocinquanta film.
2. Il popolare attore / nascere _________ / a Roma nel
1920 e / abitare _________ / tutta la vita in questa
città, che / amare _________ / moltissimo; / essere
_________ / anche un grande tifoso romanista./
Venire _________ / da una famiglia della classe media:
il padre / essere _________ / musicista, la madre /
essere _________ / maestra di scuola. Da ragazzo /
frequentare _________ / un istituto commerciale, ma
/ interrompere _________ / gli studi a soli sedici anni.
3. La sua prima esperienza nel mondo dello spettacolo
/ essere _________ / quando / incidere _________ /
un disco di fiabe per bambini. All’inizio della carriera
Sordi / lavorare _________ / soprattutto alla radio e
come doppiatore, anche se il forte accento romanesco
gli / causare _________ / qualche problema. Nel
1937 / vincere _________ / un concorso e / diventare
Alberto Sordi 209
_________ / doppiatore del comico Oliver Hardy.
Così / entrare _________ / per la prima volta nel
mondo del cinema.
4. Nel dopoguerra il cinema / essere _________ / il tipo
d’intrattenimento più diffuso in Italia: a quell’epoca
la televisione ancora non / esistere _________ /. La
carriera di interprete di Sordi / cominciare _________
/ dal basso: all’inizio / apparire _________ / in alcune
pellicole come semplice comparsa.
5. Il suo primo film / essere _________ / “Mamma mia,
che impressione!”, del 1951. La popolarità / arrivare
_________ / poco dopo, quando anche i grandi registi
gli / offrire _________ / dei ruoli importanti. Nel 1953
Fellini lo / scegliere _________ / per i “Vitelloni”,
uno dei suoi capolavori, e nell’anno successivo / uscire
_________ / tredici film interpretati da Sordi.
6. Il suo momento migliore / coincidere _________ / con
il periodo più fortunato del nostro cinema. Gli anni ‘60
/ essere _________ / il periodo d’oro della commedia
all’italiana: in quegli anni / lavorare _________ / reg-
isti come Fellini, De Sica, Monicelli, i film italiani /
vincere _________ / premi internazionali e / riscuotere
_________ / successo anche all’estero, e molti attori
stranieri / venire _________ / a lavorare da noi.
7. Più tardi Sordi / trasformarsi _________ / anche in
regista, e / dirigere _________ / numerosi film. / Pro-
vare _________ / a portare al cinema le commedie
di Molière, però non / ottenere _________ / lo stes-
so successo di prima. Poco a poco i suoi personaggi /
diventare _________ / ripetitivi, e i suoi ritmi di lavoro
210 Alberto Sordi

/ rallentare _________ /: negli anni ‘80 / partecipare


_________ / solo a dieci film.
8. / Scomparire _________ / all’età di ottantadue
anni, quando ormai non / recitare _________ / più
da tempo. La sua vita privata / essere _________ /
sempre modesta: qualcuno lo / considerare _________
/ addirittura avaro. Dal 1958 fino alla morte / vivere
_________ / sempre nella stessa casa, con due sorelle
e una segretaria. Non / sposarsi _________ / mai.

в) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (passato prossimo)
1. Nel medioevo in Europa / esserci _________ /
un’epidemia di peste. La malattia / cominciare
_________ / in oriente nel 1347 e presto / raggiungere
_________ / Messina e Marsiglia; di lì / diffondersi
_________ / in tutta Europa. Nel 1348 la peste /
arrivare _________ / a Parigi e a Londra, due anni
dopo in Groenlandia e tre anni dopo a Mosca. Solo la
Polonia / rimanere _________ / immune. Si calcola
che in tutto / morire _________ / venticinque milioni
di persone, un terzo della popolazione europea.
2. Ieri sera, dopo cena, / io — andare _________ / nel
mio studio, / sedersi _________ / alla scrivania e /
accendere _________ / il computer. / Controllare
_________ / la posta elettronica: / ricevere _________
/ tre nuove lettere. Poi / spegnere _________ / il
computer e / andare _________ / a guardare la tv.
3. In quarant’anni di carriera, Federico Fellini / dirigere
_________ / ventiquattro film e / vincere _________
Alberto Sordi 211
/ quattro volte il premio Oscar. A sette dei suoi film
/ partecipare _________ / l’attrice Giulietta Masina,
sua moglie dal 1943. Il regista / scomparire _________
/ nell’ottobre del 1993, seguito cinque mesi dopo dalla
moglie.
4. I camerieri / togliere _________ / i piatti sporchi
e / mettere _________ / quelli puliti; poi / portare
_________ / in tavola il secondo.
5. Il mio medico / dire _________ / che devo dimagrire,
e così / iscriversi _________ / a una palestra: farò
anche nuoto, due volte alla settimana.
6. Intorno al 980 i vichinghi, provenienti dall’Islanda, /
scoprire _________ / la Groenlandia, la “terra verde”,
fino a allora sconosciuta agli europei. I vichinghi /
fondare _________ / vari insediamenti, con circa
cinquecento fattorie; / portare _________ / con
sé capre e pecore. In seguito però il clima globale
/ raffreddarsi _________ /, e la popolazione della
Groenlandia / cominciare _________ / a diminuire;
anche la navigazione / diventare _________ / difficile
a causa del ghiaccio. Nel 1577 una spedizione /
raggiungere _________ / l’isola, ma non / trovare
_________ / nessuno in vita.
7. I medici / fare _________ / tutto il possibile, ma
nonostante questo il paziente / guarire _________ / lo
stesso.
8. I miei vicini / vendere _________ / il loro
appartamento, la loro macchina e il loro cane, e /
trasferirsi _________ / in Groenlandia.
9. Noi abbiamo molta paura dei ladri: per questo / togliere
_________ / il vecchio recinto di legno attorno alla
212 Alberto Sordi

casa, e ne / mettere _________ / uno di cemento


armato. In più / nascondere _________ / anche delle
trappole e delle mine antiuomo in tutto il giardino.
10. Stanotte qualcuno / aprire _________ / il frigorifero e
/ mangiare _________ / tutto lo yogurt. Probabilmente
/ essere _________ / i ladri.
11. In autobus faceva molto caldo, e una signora / svenire
_________ /.
12. Mi / venire _________ / sonno: vado a dormire.

г) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (passato prossimo)
1. Ieri in macchina mi / succedere _________ / di tutto:
mi / rompersi _________ / il navigatore, / perdersi
_________ / e alla fine / rimanere _________ / anche
senza benzina!
2. Nel comune di Ruino, dopo le piogge degli ultimi
giorni, una frana / interrompere _________ / la strada
comunale di Braghè; i vigili / chiudere _________
/ subito la strada al traffico. Il sindaco di Ruino /
promettere _________ / che i lavori di ripristino
cominceranno al più presto.
3. Martedì / noi — rimanere _________ / a casa per
aspettare il tecnico della televisione; / aspettare
_________ / tutto il giorno, ma il tecnico non / venire
_________ /.
4. Il 2 giugno 1946 / tenersi _________ / in Italia un
referendum per determinare la forma dello stato.
Chiamati a scegliere fra repubblica e monarchia, gli
italiani / scegliere _________ / la repubblica; per la
Alberto Sordi 213
prima volta / votare _________ / anche le donne. Le
prime elezioni politiche invece / essere _________ /
nel 1948, quando gli italiani / eleggere _________ / i
propri rappresentanti alla Camera e al Senato.
5. Il cappuccino non era abbastanza dolce, così / io —
prendere _________ / la zuccheriera e / aggiungere
_________ / dodici cucchiaini di zucchero. Dopo
però era troppo dolce, allora / prendere _________ /
la saliera e / aggiungere _________ / otto cucchiaini di
sale. Così era perfetto!
6. La nostra donna di servizio non capisce l’arte astratta:
/ appendere _________ / tutti i quadri a testa in giù.
Quando / andare _________ / via noi li / capovolgere
_________ /, ma il giorno dopo lei / accorgersene
_________ / e li / rimettere _________ / a testa in giù.
7. Quando la sveglia / suonare _________ /, / io — aprire
_________ / gli occhi e / cominciare _________ / a
svegliarmi. Il tempo era brutto e pioveva, così / preferire
_________ / continuare a dormire.
8. La commessa che mi / vendere _________ / questi
pantaloni mi / dire _________ / che devo lavarli a
mano in acqua fredda.
9. — Cosa / fare _________ / ieri dopo il lavoro, Vittorio?
— Niente di speciale: / tornare _________ / a casa
e / uccidere _________ / mia moglie. Poi / andare
_________ / in giardino, / scavare _________ / una
buca e / mettere _________ / mia moglie nella buca.
— / Tu — stancarsi _________ / molto, immagino?
— Sì, / essere _________ / un lavoro faticoso, perché
come sai lei è molto pesante. Per fortuna il giardiniere
214 Alberto Sordi

mi / aiutare _________ / a scavare una buca della sua


taglia. Poi insieme la / seppellire _________ /.
10. / Voi — sentire _________ / la notizia? Ieri / arrestare
_________ / Vittorio per omicidio: / uccidere
_________ / la moglie. E / arrestare _________ /
anche il suo giardiniere.
11. Ieri mattina / io — uscire _________ / presto, / mettersi
_________ / la tuta e / correre _________ / attorno
alla casa per mezz’ora.
12. Lo scorso finesettimana la nonna / decidere _________
/ di andare a Milano. Milano le / piacere _________ /
molto. Prima lei / fare _________ / un giro della città
e / vedere _________ / tutti i suoi monumenti, poi
/ andare _________ / a fare shopping nei negozi del
centro. / Spendere _________ / un sacco di soldi: /
essere _________ / anche in via Montenapoleone.

д) лексика: дополните таблицу производными слова-


ми
Milano milanese
Torino
Venezia
Firenze
Roma
Bologna
Napoli
Palermo
Parma
Alberto Sordi 215
Treviso

е) лексика: дополните таблицу производными словами


lavorare il lavoro il lavoratore la lavoratrice
insegnare
dirigere (un
film)
recitare
giocare
doppiare
vincere
interpretare
studiare
pilotare
custodire

ж) лексика: дополните текст словами из списка


1. Alberto Sordi, (1) _______ di nascita, è stato uno
dei più popolari attori del cinema italiano. Veniva da
una famiglia della (2) _______ media: il padre era
musicista, la madre era (3) _______.
2. La sua carriera di (4) _______ è cominciata
modestamente: all’inizio ha lavorato come semplice
(5) _______. Il primo film da (6) _______ è stato
“Mamma mia, che impressione”, del 1951; la
popolarità è arrivata poco dopo, quando i grandi registi
216 Alberto Sordi

hanno cominciato a offrirgli dei ruoli di primo (7)


_______.
3. Nel 1953 Fellini lo ha scelto per (8) _______ nei
“Vitelloni”, uno dei suoi (9) _______, dove Sordi è
già il (10) _______ che tutti conosciamo: un po’ (11)
_______, approfittatore, pigro, ma nonostante tutto
simpatico.
4. Sordi doveva (12) _______ quasi sempre personaggi
negativi. L’attore dava il meglio di (13) _______
quando rappresentava l’italiano medio, con i suoi (14)
_______ e i suoi difetti.
5. I film da lui (15) _______ nel 1954 sono stati tredici,
fra cui “Un americano a Roma”, nel quale l’attore è
un ragazzotto romano (16) _______ con gli States che
non sa una parola di inglese. Questo film gli è valso la
conoscenza e i (17) _______ personali del presidente
Truman.
6. Il suo momento migliore ha coinciso con il periodo
più fortunato del nostro cinema: gli anni ‘60, il periodo
d’oro della commedia (18) _______.

A B C
1. romanista romanesco romano
2. classe scuola parte
3. professoressa docente maestra
4. interprete traduttore recitante
5. attore comparsa regista
6. protagonista principale personaggio
Alberto Sordi 217
A B C
7. posto piano piatto
8. giocare recitare interpretare
9. superlavori capolavori dopolavori
10. protagonista personaggio doppiatore
11. ostile fedele vile
12. recitare interpretare giocare
13. lui sé egli
14. pregi prezzi favori
15. girati diretti impersonati
16. eccitato fissato impressionato
17. complimenti consensi ringraziamenti
18. in italiano all’italiana anti italiana

з) произнесите слова правильно


tragedia
commedia
biografia
tipografia
filosofia
calibro
Tevere
Trastevere
pellicola
vigile
prete
interprete
218 Alberto Sordi

epoca
fedele
infedele
estraneo

и) фразеология: образуйте устойчивые выражения


un’azienda — un concorso — un disco — un film [3] —
una lapide — l’orchestra — una parete — una parte —
una partita — un personaggio — un premio —
un quadro — un ruolo

vincere ___________, ___________, ___________


incidere ___________, ___________
interpretare ___________, ___________,
___________, ___________
dipingere ___________, ___________
dirigere ___________, ___________, ___________
girare ___________

к) лексика: один из двух — invitare или inventare


1. Sabato scorso Anna e Paola ci ________ a cena da
loro.
2. Guglielmo Marconi ________ la radio, e per questo
motivo ha ricevuto il premio Nobel per la fisica nel
1909.
3. Quando la smetterai di ________ sempre scuse?
4. Il tempo oggi è così brutto, che non ________ certo a
uscire di casa.
5. — Sei andata al matrimonio di tua cugina? — No, non
mi ________.
Alberto Sordi 219
6. Gli stilisti devono ________ continuamente nuovi
modelli di vestiti.
7. Chi ________ il telefono?
8. Ricordati di telefonare a Carlo, per ________ a cena!

л) правда или неправда?


1. Sordi all’inizio ha lavorato come doppiatore alla radio.
2. Nel film “I Vitelloni” di Fellini, Sordi faceva la
comparsa.
3. Sordi ha raggiunto la popolarità poco dopo i trent’anni.
4. Ha recitato fino alla fine della vita.
5. Sordi ha girato soprattutto commedie.
6. Nel film “Un americano a Roma”, l’attore impersonava
un americano in visita a Roma.
7. Sordi è stato anche attore di teatro.
8. Qualcuno lo considerava avaro.
9. Il calcio non gli interessava.
10. Veniva da una famiglia borghese.

м) ответьте на вопросы
1. Chi è Alberto Sordi?
2. Come è entrato nel mondo dello spettacolo?
3. Come ha raggiunto la popolarità?
4. Qual è stato il suo periodo più fortunato?
5. Cosa è successo durante la sua visita negli Stati Uniti?
6. Perché ha avuto difficoltà all’inizio della carriera?
7. In quali ruoli l’attore dava il meglio di sé?
220 Alberto Sordi

8. Quali sono i difetti tipici dell’italiano medio, secondo


l’articolo?
9. Com’era la vita privata di Alberto Sordi?
10. Perché Sordi non si è mai sposato?
11. Perché gli anni ‘60 sono stati un periodo fortunato per
il cinema italiano?
12. Cosa ha fatto Sordi alla fine della sua carriera?

н) темы для беседы


1. Conosci Alberto Sordi? Puoi descrivere il suo aspetto?
Cosa ha di tipicamente italiano, secondo te?
2. Quanti film di questo attore hai visto? Ricordi la loro
trama?
3. C’è un attore o un’attrice nel tuo paese che, secondo
te, ha avuto una carriera paragonabile a quella di Sordi?
15. C’ERA UNA VOLTA LA TV
Come è cambiata la televisione italiana

Il 3 gennaio del 1954, un po’ in ritardo rispetto agli


altri paesi europei, sono cominciate le trasmissioni della
televisione italiana. Nel 1954 gli abbonati alla tv erano
24.000; dieci anni dopo erano già più di sei milioni.
All’inizio la televisione era soprattutto uno strumento di
informazione e di divulgazione: l’intrattenimento occupava
solo una piccola parte della programmazione. Dal 1960 è
cominciato il programma “Non è mai troppo tardi”, un
corso per insegnare a leggere e a scrivere agli analfabeti,
che a quell’epoca erano ancora piuttosto numerosi. La
pubblicità è cominciata nel 1957, ma durava in tutto dieci
minuti, dopo il telegiornale della sera.
Nel giro di pochi anni, le abitudini degli italiani si
sono trasformate completamente: di colpo hanno smesso
di uscire la sera, e hanno cominciato a passare sempre
più tempo davanti al piccolo schermo. In quegli anni il
televisore, ancora in bianco e nero, era un elettrodomestico
di lusso che ben pochi si potevano permettere: il modello
più a buon mercato costava intorno alle 200.000 lire (un
anno di uno stipendio medio, più o meno), quello più caro
costava oltre un milione. Di solito la televisione si guardava
222 C’era una volta la TV

in gruppo, tutti insieme: chi non ce l’aveva andava a casa del


vicino, e chi ce l’aveva invitava a casa sua parenti e amici.
A differenza di quanto succedeva negli Stati Uniti, dove
le trasmissioni erano cominciate nel 1939, la televisione
italiana non era privata ma pubblica, e non era commerciale
ma formativa. Le trasmissioni della Rai (Radiotelevisione
italiana) erano controllate dal governo, e seguivano le
tendenze politiche dell’epoca: era una tv moderata, cattolica,
conservatrice. I programmi più popolari, comunque, erano
quelli sportivi (calcio e ciclismo) e quelli di intrattenimento
(come il celebre quiz “Lascia o raddoppia”).
Dal 1961 sono cominciate le trasmissioni del secondo
canale, e le ore di programmazione sono raddoppiate. Visto
che i produttori cinematografici non volevano cedere i loro
film alla tv, la Rai ha cominciato a produrre da sola i propri
spettacoli: sono nate così le riduzioni televisive di molti
classici come Delitto e castigo, L’idiota, I promessi sposi.
La serata del venerdì, invece, era dedicata al teatro. E alle
undici, tutti a letto: fine delle trasmissioni!
Ma a metà degli anni ‘70 tutto questo è finito. Sono nati
i primi canali privati, che all’inizio avevano una diffusione
locale: nel 1976 erano una sessantina, nel 1981 erano
già oltre seicento. Pochi anni dopo, Silvio Berlusconi è
diventato proprietario di tre canali televisivi e ha cominciato
a diffondere i suoi programmi non più a livello locale, ma
nazionale.
Per reggere la concorrenza dei canali privati, la tv
pubblica si è rinnovata: sono cominciate le trasmissioni
a colori, le ore di programmazione sono aumentate e la
televisione ha cominciato a diventare simile a come la
conosciamo oggi, con le interruzioni pubblicitarie e gli
sponsor dei programmi. Le trasmissioni culturali sono
C’era una volta la TV 223
diminuite, quelle d’intrattenimento sono aumentate: già nel
1987, il 90% della programmazione televisiva era dedicata
allo spettacolo.

GLOSSARIO
analfabeta = persona che неграмотный
non sa leggere
cedere = lasciare, dare, уступать
concedere
interruzione = pausa, перерыв
intervallo
intrattenimento = развлечение
divertimento, passatempo
moderato = conservatore консерватор
oltre = più di более чем
quiz = gioco televisivo викторина
reggere = sostenere, выдерживать
sopportare
riduzione televisiva = экранизация
adattamento televisivo
rispetto a = in confronto a в сравнении с
telegiornale = notiziario выпуск новостей
televisivo
tendenza = inclinazione, тенденция
disposizione
224 C’era una volta la TV

ESERCIZI

а) на понимание текста: выберите правильный вари-


ант
1. La prima televisione italiana era privata. / era
governativa. / era a pagamento.
2. Le prime trasmissioni, nel 1954, erano in nero e bianco.
/ erano in bianco e nero. / erano in bianco.
3. Fino al 1980 la televisione trasmetteva soprattutto
pubblicità. / trasmetteva soprattutto informazione. /
trasmetteva soprattutto spettacoli e intrattenimento.
4. La pubblicità è aumentata dopo l’arrivo del colore. /
dopo la nascita dei canali privati. / dopo la nascita del
secondo canale.
5. Fra le prime trasmissioni, negli anni ‘60, c’erano anche
i corsi di lingua italiana. / c’erano anche i talk-show. /
c’erano anche i cartoni animati giapponesi.
6. La sigla “Rai” vuol dire radio ascoltatori internazionali.
/ vuol dire radiotelevisione italiana. / vuol dire repubblica
audiovisiva italiana.
7. La celebre trasmissione “Lascia o raddoppia” era un
programma sportivo. / era un gioco. / era dedicata alla
religione.
8. Fin dall’inizio delle trasmissioni televisive si è
manifestata una concorrenza fra cinema e televisione. /
fra televisione e teatro. / fra la Rai e i canali privati.

б) грамматика: дополните текст, поставив глаголы в


нужную форму (passato prossimo, imperfetto)
C’era una volta la TV 225
1. Il 3 gennaio del 1954 / cominciare _________ / le pri-
me trasmissioni della televisione in Italia. Nel 1954 gli
abbonati alla tv / essere _________ / 24.000; dieci anni
dopo / essere _________ / già più di sei milioni.
2. All’inizio, la televisione italiana / trasmettere
_________ / soprattutto programmi di informazione
e di divulgazione. Dal 1960 / cominciare _________
/ il programma “Non è mai troppo tardi”, dedicato
agli analfabeti, che in quegli anni / essere _________
/ ancora numerosi. La pubblicità / cominciare
_________ / nel 1957, ma / durare _________ / in
tutto dieci minuti, dopo il telegiornale della sera.
3. In pochi anni, le abitudini della popolazione / cambiare
_________ /: di colpo gli italiani / smettere _________
/ di uscire la sera, e / cominciare _________ / a passare
sempre più tempo davanti al piccolo schermo.
4. In quegli anni il televisore / essere _________ / un
elettrodomestico di lusso che pochi / potere _________
/ permettersi: il modello più economico / costare
_________ / intorno alle 200.000 lire. Chi non / avere
_________ / la televisione, / andare _________ / a
casa del vicino; chi ce la / avere _________ , / invitare
_________ / a casa sua parenti e amici. La sera i bar
che avevano la televisione / essere _________ / sempre
pieni; quelli che invece non ce l’avevano, / restare
_________ / vuoti.
5. Con la nascita della televisione, / cominciare
_________ / la crisi del cinema. Poco a poco la
popolarità del cinema / diminuire _________ / e le
vendite dei biglietti / crollare _________ /: 780 milioni
di biglietti venduti nel 1950, 96 milioni nel 1990.
226 C’era una volta la TV

6. Nel 1961 / iniziare _________ / le trasmissioni


del secondo canale; le ore di programmazione /
raddoppiare _________ /. I produttori cinematografici
non / volere _________ / cedere alla tv i diritti dei loro
film, e la Rai / cominciare _________ / a produrre da
sola i suoi spettacoli: / nascere _________ / così le
riduzioni televisive di molti romanzi classici.
7. A metà degli anni ‘70 tutto / cambiare _________ /: /
nascere _________ / i primi canali privati, che in poco
tempo / diventare _________ / oltre seicento. Proprio
in quegli anni nelle case italiane / apparire _________
/ il telecomando.
8. Pochi anni dopo Silvio Berlusconi / diventare
_________ / proprietario di tre canali televisivi, e /
cominciare _________ / a diffondere i suoi programmi
non più a livello locale, ma nazionale. Per reggere
la concorrenza dei canali privati, la tv pubblica /
rinnovarsi _________ /: / cominciare _________ /
le trasmissioni a colori, le ore di programmazione /
aumentare _________ / e la televisione / diventare
_________ / simile a quella dei nostri giorni. Le
trasmissioni culturali / diminuire _________ /, quelle
d’intrattenimento / aumentare _________ /.

в) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (passato prossimo)
1. Quando la messa / finire _________ /, i fedeli / uscire
_________ / dalla chiesa.
2. In tutta la sua storia, la Corsica / essere _________
/ indipendente solo per quindici anni, dal 1755 al
1769. Prima dell’indipendenza, l’isola / appartenere
C’era una volta la TV 227
_________ / per oltre cinque secoli a Genova; quando
nel 1755 i corsi / ribellarsi _________ /, i genovesi /
chiedere _________ / aiuto alla Francia che / inviare
_________ / migliaia di soldati. In tal modo Genova
/ indebitarsi _________ / pesantemente verso la
Francia, che alla fine la / costringere _________ / a
cedere la Corsica, nel 1768. Un anno dopo i francesi /
sconfiggere _________ / i corsi nella battaglia di Ponte
Nuovo e / annettere _________ / l’isola, che così /
diventare _________ / francese.
3. Vedendo che i ragazzi non tornavano, / noi —
cominciare _________ / a preoccuparci.
4. L’autunno quest’anno / cominciare _________ /
molto presto. Le foglie / ingiallire _________ / tutte, e
alcune già / cadere _________ /.
5. Questa mattina / io — controllare _________ / la posta:
/ arrivare _________ / quindici nuovi messaggi.
6. Il professore / dire _________ / ai suoi studenti di
leggere ottocento pagine di testo per la prossima
lezione. Loro / rispondere _________ / che sono
troppo poche, allora lui / aggiungere _________ / altre
milleduecento pagine.
7. Napoleone Bonaparte / nascere _________ / a
Aiaccio, in Corsica, nel 1769; / diventare _________ /
generale a ventiquattro anni, e imperatore dei francesi
a trentacinque. Nella sua carriera / vincere _________
/ numerose battaglie, ma, sconfitto dai russi, / abdicare
_________ / nel 1814 e così / diventare _________
/ ex-imperatore; / trascorrere _________ / gli ultimi
anni della vita in esilio a S. Elena, dove / morire
_________ / nel 1821.
228 C’era una volta la TV

8. Il bambino della signora Pulcini / crescere _________


/ molto: adesso è alto due metri e mezzo e pesa trecento
chili.
9. Questo mese mio padre non / ricevere _________
/ lo stipendio, perché la ditta dove lavorava / fallire
_________ /. Adesso sta cercando un altro lavoro.
10. Nessuno degli studenti / riuscire _________ / a
superare l’esame.
11. Quando / cominciare _________ / il temporale,
eravamo in giardino; / raccogliere _________ / tutte le
nostre cose e / tornare _________ / subito in casa.
12. Mi / venire _________ / fame: che cosa c’è da
mangiare stasera?

г) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (passato prossimo)
1. Silvio Berlusconi / diventare _________ / presidente
del consiglio nel 1994.
2. La settimana scorsa nostra zia / cadere _________ / dal
letto e / rompersi _________ / tre costole e una spalla;
poi, mentre la portavano all’ospedale in ambulanza,
/ avere _________ / un incidente d’auto e / rompersi
_________ / altre due costole e una gamba.
3. Quando finalmente la zia / arrivare _________ /
all’ospedale, / esserci _________ / un attentato: una
bomba / esplodere _________ /, numerose persone
/ rimanere _________ / ferite e alcune / morire
_________ /. Lei non / morire _________ /, ma /
rompersi _________ / altre tre costole e un braccio. La
C’era una volta la TV 229
sera comunque stava già meglio e / tornare _________
/ a casa in bicicletta.
4. L’antico nome della Lombardia era Gallia Cisalpina. Il
nome / cambiare _________ / nel secolo VI, quando
i longobardi / invadere _________ / la regione e /
scegliere _________ / la città di Pavia come loro
capitale.
5. Mentre non ero in casa, / succedere _________ /
molte cose strane: lo struzzo / scappare _________ /,
il cactus / morire _________ /, la televisione / bruciare
_________ / e gli occhiali del nonno / scomparire
_________ /.
6. La donna di servizio / bruciare _________ / l’arrosto,
e così per cena / noi — mangiare _________ / biscotti
e salatini.
7. L’inverno del 1709 / essere _________ / il più freddo
della storia. In quell’anno / gelare _________ / il
lago di Garda e la laguna Veneta; / gelare _________
/ anche molti fiumi, e perfino il mare nei porti di
Genova e Marsiglia. In gennaio a Roma / nevicare
_________ / dieci volte, e nella Pianura Padana
/ cadere _________ / un metro e mezzo di neve; la
temperatura / raggiungere _________ / ventitré gradi
sotto zero a Parigi e ventinove a Berlino.
8. / Io — cominciare _________ / a dipingere la cucina
ieri, e / finire _________ / soltanto due ore fa.
9. Lo sciopero degli autobus / durare _________ / tre
ore: / cominciare _________ / alle nove e / finire
_________ / a mezzogiorno.
10. Il prezzo degli immobili nell’ultimo anno / cambiare
_________ /: / aumentare _________ / del 15%.
230 C’era una volta la TV

11. Il dottor Garbati / cambiare _________ / lavoro:


adesso fa lo spazzino.
12. Mentre ero al computer, / andare _________ / via la
luce; allora / decidere _________ / di fare la doccia,
ma mentre mi lavavo / andare _________ / via anche
l’acqua. Allora / andare _________ / in cucina per
farmi un caffè, ma appena / mettere _________ / la
caffettiera sul fornello, / andare _________ / via il gas.

д) лексика: найдите антонимы


fedele
generoso
coraggioso
successivo
pigro
simpatico
alto
privato
migliore
positivo
favorevole
conservatore
numeroso
moderato
popolare
celebre
C’era una volta la TV 231
locale
a colori

е) лексика: дополните текст словами из списка


1. All’inizio, la televisione era soprattutto (1) _______ di
(2) _______ e di informazione, e solo in piccola parte
di (3) _______.
2. (4) _______ gli italiani hanno cambiato (5) _______:
hanno smesso di uscire la sera e hanno cominciato
a passare sempre più tempo davanti al piccolo (6)
_______. Cinema e tv all’inizio erano in concorrenza,
e infatti i produttori cinematografici non volevano
(7) _______ alla neonata televisione i diritti dei loro
film; la Rai quindi ha prodotto da sola i suoi spettacoli,
perlopiù (8) _______ televisive di grandi romanzi
italiani e stranieri.
3. Il televisore a quell’epoca era (9) _______ piuttosto
caro: il modello più a buon mercato costava circa un
anno di stipendio. Anche per questo la tv si guardava
(10) _______.
4. Mentre negli Stati Uniti le trasmissioni televisive
avevano contenuti soprattutto commerciali, in Italia
(11) _______ occupava spazi ridotti (appena dieci
minuti al giorno) perché la tv poteva contare su
finanziamenti (12) _______.
5. A metà degli anni ‘70 tutto è cambiato. Sono nati i
primi canali privati, che all’inizio avevano una (13)
_______ locale.
232 C’era una volta la TV

6. Per reggere la (14) _______ della tv commerciale,


la televisione (15) _______ si è rinnovata: sono
cominciate le trasmissioni (16) _______ e la televisione
ha cominciato a diventare (17) _______ a come la
conosciamo oggi, con le (18) _______ pubblicitarie e
gli sponsor.

A B C
1. un elettrodo- uno strumento uno spettacolo
mestico
2. formazione educazione istruzione
3. divertimento intrattenimen- passatempo
to
4. Di giorno Di rado Di colpo
5. abiti abitudini abitanti
6. schermo video cinema
7. cedere mandare trasmettere
8. traduzioni riduzioni diminuzioni
9. uno strumento un elettrodo- un passatempo
mestico
10. da soli a casa in gruppo
11. la pubblicità l’informazione lo sport
12. governativi privati stranieri
13. trasmissione divulgazione diffusione
14. produzione concorrenza programma-
zione
15. pubblica privata locale
16. a pagamento a colori a buon mer-
cato
17. uguale esatta simile
C’era una volta la TV 233
A B C
18. interruzioni esibizioni esposizioni

ж) произнесите слова правильно


trasmissione
trasmettere
trasformare
trasportare
spettacolo
analfabeta
pubblicità
televisore
in seguito
produttore cinematografico
vendita
epoca
celebre
1.000
2.000

з) лексика: один из двух — insegnare или imparare


1. Paolo lavora in una scuola di lingue, ___________
l’inglese.
2. Paolo studia in una scuola di lingue, ___________
l’inglese.
3. Bisogna ___________ al nostro struzzo a rispondere
al telefono quando non c’è nessuno in casa.
4. Il nostro struzzo ___________ a rispondere al telefono
e adesso prende lui tutte le telefonate.
234 C’era una volta la TV

5. La tua torta è molto buona, Lucia; chi ti ___________


la ricetta?
6. La tua torta è molto buona, Lucia; dove ___________
la ricetta?
7. I giovani ___________ più velocemente le lingue.
8. Mio padre lavora in banca e mia madre ___________.

и) правда или неправда?


1. Le prime trasmissioni della televisione italiana erano a
colori.
2. Negli anni ‘50 la pubblicità durava solo dieci minuti al
giorno.
3. Molte persone hanno imparato a leggere e a scrivere
grazie alla televisione.
4. Le trasmissioni più popolari erano quelle dedicate alla
cultura.
5. Il primo e il secondo canale della Rai sono nati insieme.
6. Dopo la nascita del secondo canale, le ore di
programmazione sono triplicate.
7. I canali privati all’inizio non potevano trasmettere su
tutto il territorio nazionale.
8. Silvio Berlusconi ha introdotto in Italia la tv a colori.
9. Berlusconi è entrato in politica negli anni ‘80.
10. Gli analfabeti non sanno né leggere né parlare.
11. Delitto e castigo e L’idiota erano film prodotti per il
grande schermo.
12. Gli sport più seguiti in Italia sono il ciclismo, il calcio e
la formula uno.
C’era una volta la TV 235
к) ответьте на вопросы
1. Quando sono cominciate le trasmissioni televisive in
Italia?
2. Cosa è cambiato nella vita degli italiani?
3. Tutti avevano la televisione?
4. Cosa facevano quelli che non ce l’avevano?
5. Quanto costava un televisore?
6. Che cosa trasmetteva la televisione all’inizio?
7. C’erano le interruzioni pubblicitarie?
8. Che carattere aveva la televisione di allora?
9. Quali erano i programmi più amati dal pubblico?
10. Che differenza c’era fra la tv italiana e quella americana?
11. Perché la Rai doveva produrre da sola i suoi programmi?
12. Perché i produttori cinematografici erano ostili alla tv?
13. Perché il telecomando all’inizio non era necessario?
14. Cosa è successo a metà degli anni ‘70?
15. In che modo la tv pubblica è cambiata, e perché?
16. Qual è stato il ruolo di Berlusconi in tutto questo?

л) темы для беседы


1. Conosci la tv italiana? Che opinione ne hai?
2. Puoi dire se ci sono differenze fra la tv italiana e quella
del tuo paese?
3. Qual è (o dovrebbe essere) secondo te la differenza fra
tv pubblica e tv commerciale?
16. CASA, DOLCE CASA
L’evoluzione delle nostre abitazioni

Tutto invecchia e cambia: non solo le persone, anche le


case. E infatti le nostre dimore sono molto diverse da quelle
dei nostri nonni o dei nostri genitori. Non sono cambiati
solo i mobili, gli oggetti e il design: sono cambiati anche
il numero e la disposizione delle stanze, e perfino la loro
funzione.
Un tempo, entrando in una casa o in un appartamento,
la prima stanza che si incontrava era l’ingresso o il corridoio.
Era un luogo di passaggio, senza molti mobili, dove in
pratica le persone si fermavano solo il tempo necessario per
togliersi il cappotto. Qui si affacciavano le porte delle altre
stanze della casa: la sala da pranzo, la camera da letto, la
cucina, il bagno.
La sala da pranzo era una stanza con una grande tavola
in mezzo e vari mobili addossati alle pareti. In questa
stanza si pranzava la domenica e in altri pochi casi (quando
venivano degli ospiti o in occasione di feste importanti, per
esempio a Natale). Era la “stanza bella” della casa, che nei
giorni normali non si doveva usare: durante la settimana
restava chiusa, così i bambini non ci entravano e i mobili
non si rovinavano.
Casa, dolce casa 237
Fino a una cinquantina di anni fa la donna faceva la
casalinga e passava gran parte della giornata in casa, o
meglio in cucina. La cucina, continuamente frequentata e
vissuta dai membri della famiglia, non solo per consumare
i pasti, era in un certo senso il cuore della casa. In genere
era una stanza accogliente e luminosa, piuttosto grande; tra
l’altro era la più riscaldata di tutte.
La camera da letto aveva un arredamento semplice
e essenziale, senza pretese: un grande letto e pochi altri
mobili indispensabili. Si utilizzava solo per dormire, e
durante il giorno restava immersa nella penombra. In tutta
la casa i pavimenti erano in mattonelle di graniglia, e non
avevano tappeti.
Nelle case di oggi tutto è diverso. Lo spazio costa, e di
conseguenza l’ingresso non esiste più: dalla porta di casa
si accede subito al salotto, un’ampia stanza con divani e
poltrone, piena di luce. Qui si ricevono gli ospiti, qui la
sera si guarda la tv; qui si legge, si gioca, si fa conversazione
(magari bevendo una tazzina di caffè o con una sigaretta
in mano). Insomma, oggi è il salotto il centro della vita
domestica.
Anche la sala da pranzo, negli appartamenti moderni,
è praticamente scomparsa: si mangia in cucina o in un
angolo del salotto. La cucina è diventata più compatta e
efficiente, piena di elettrodomestici ultramoderni; in alcuni
appartamenti si è ristretta fino a scomparire, inglobata in
altre stanze (si parla allora di cucina “a vista”).
La camera da letto non serve più solo per dormire. In
ogni camera oggi troviamo una televisione, una libreria,
spesso anche un computer. La camera è diventata il nostro
spazio personale: lì possiamo rifugiarci per studiare o per
lavorare, oppure semplicemente quando abbiamo bisogno
238 Casa, dolce casa

di un po’ di privacy. In casa i pavimenti in genere sono


di legno, ricoperti di tappeti; le pareti non sono più nude
come una volta, ma coperte di quadri e di fotografie.
Queste trasformazioni sono intervenute, in parte, per
motivi di ordine economico, ma sono collegate anche ai
profondi cambiamenti sociali che si sono verificati in Italia
negli ultimi decenni. La famiglia oggi è meno numerosa,
i tempi di permanenza fra le pareti domestiche si sono
ridotti, le occasioni di ritrovarsi tutti insieme sono più
rare. In più anche le donne lavorano, e non hanno molto
tempo da dedicare alla casa. La preparazione dei pasti è
diventata più rapida e meno laboriosa: il forno a microonde
ha soppiantato la cucina a gas.

GLOSSARIO
accedere = entrare входить
accessibile = aperto, доступный
raggiungibile
affacciarsi = dare su, выходить на
guardare verso
ampio = largo, spazioso широкий
angolo = canto, spigolo угол
arredare = ammobiliare обставлять
arredamento = mobili обстановка
disposizione = расположение
sistemazione, ordinamento
laborioso = complicato, трудный, тяжелый
impegnativo
penombra = mezza luce полутень
Casa, dolce casa 239
rovinare = guastare, портить
danneggiare
soppiantare = sostituire заменять

ESERCIZI

а) на понимание текста: выберите правильный вари-


ант
1. Nella casa italiana tradizionale, il centro della vita
familiare era il gabinetto. / era la cucina. / era la sala da
pranzo.
2. In corridoio c’erano molti mobili. / c’erano molte porte. /
c’erano molti quadri e piante.
3. Il pavimento una volta era di legno. / era di mattonelle.
/ era di marmo.
4. La sala da pranzo si usava raramente. / aveva un
arredamento semplice. / era un luogo di passaggio.
5. Il regno della padrona di casa era la cucina. / era il
corridoio. / era il salotto.
6. In corridoio c’erano pochi mobili: solo l’attaccapanni. /
solo il frigorifero. / solo il letto.
7. Oggi le case sono più spaziose. / sono più arredate. / sono
più fredde.
8. La camera da letto oggi serve anche per dormire. / serve
anche per lavorare e per comunicare. / serve anche per
ricevere gli ospiti.
240 Casa, dolce casa

б) грамматика: дополните текст, поставив глаголы в


нужную форму (passato prossimo, imperfetto)
1. Le case dei nostri nonni o dei nostri genitori / essere
_________ / molto diverse dalle nostre. I mobili /
cambiare _________ /, e anche la disposizione delle
stanze / cambiare _________ /. Una volta, quando /
entrare _________ / in casa, / incontrare _________ /
prima di tutto l’ingresso; oggi troviamo subito il salotto.
2. L’ingresso, o corridoio, / essere _________ / un luogo
di passaggio, senza molti mobili, dove le persone /
togliersi _________ / il cappotto. Qui / affacciarsi
_________ / le porte delle altre stanze della casa.
3. La sala da pranzo / essere _________ / una stanza
con una grande tavola in mezzo e vari altri mobili. In
questa stanza / pranzare _________ / quando / venire
_________ / degli ospiti. / Essere _________ / la
“stanza bella” della casa, e per questo nei giorni normali
non / dovere _________ / usare: di solito / rimanere
_________ / chiusa, così i bambini non ci / entrare
_________ / e i mobili non / rovinarsi _________ /.
4. Nella famiglia italiana di un tempo, la donna / fare
_________ / la casalinga e / passare _________ /
molto tempo in cucina: perciò questa stanza / essere
_________ / sempre abbastanza grande. La cucina
/ essere _________ / il cuore della casa, la stanza
dove la famiglia / riunirsi _________ / e / consumare
_________ / i pasti.
5. La camera da letto / avere _________ / un arredamento
molto semplice: / esserci _________ / solo un grande
letto e pochi altri mobili. / Servire _________ / solo
per dormire, e durante il giorno / restare _________
Casa, dolce casa 241
/ immersa nella penombra: nessuno ci / entrare
_________ /.
6. Oggi molte cose / cambiare _________ /. Lo spazio
/ diminuire _________ /, perché costa moltissimo; la
sala da pranzo / scomparire _________ /, e la cucina
/ diventare _________ / più compatta e efficiente. In
alcuni appartamenti / restringersi _________ / fino a
scomparire.
7. Il salotto / diventare _________ / il centro della
vita familiare, mentre la camera da letto / diventare
_________ / il nostro spazio personale. Un tempo i
pavimenti / essere _________ / in mattonelle: oggi
sono di legno, ricoperti di tappeti. Un tempo le pareti /
essere _________ / nude: oggi sono coperte di quadri
e di fotografie.
8. Queste trasformazioni / intervenire _________ /
per motivi economici, ma sono collegate anche ai
cambiamenti sociali che / verificarsi _________ / negli
ultimi decenni. La famiglia oggi è meno numerosa,
e i tempi di permanenza in casa / ridursi _________
/. Le donne lavorano, e non hanno più molto tempo
per cucinare. La preparazione dei pasti / diventare
_________ / più rapida: il forno a microonde /
soppiantare _________ / la cucina a gas.

в) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (passato prossimo, imperfetto)
1. Non / io — sapere _________ / sciare, ma poi / prendere
_________ / delle lezioni e / imparare _________ /.
Adesso scio abbastanza bene.
242 Casa, dolce casa

2. Mentre / noi — passeggiare _________ / per una via


del centro, / incontrare _________ / un vecchio amico
che non / vedere _________ / da molto tempo.
3. L’antica Roma / avere _________ / quasi due milioni
di abitanti. I ricchi / vivere _________ / in case di un
piano o due, mentre i più poveri / abitare _________
/ nelle “insulae”, case alte fino a dieci piani, divise in
appartamenti. Naturalmente non / esistere _________
/ ascensori, e non / esserci _________ / acqua corrente.
Ma i romani non ne / avere _________ / bisogno: per
lavarsi / andare _________ / alle terme.
4. Dopo il grande incendio del 64 d.C., che / durare
_________ / nove giorni e / distruggere _________
/ 4.000 insulae, l’imperatore Nerone / ordinare
_________ / di costruire tutte le nuove case in pietra
e / limitare _________ / la loro altezza a soli cinque
piani.
5. Ti ringrazio del regalo, ma non / dovere _________ /
disturbarti!
6. Dopo cena / noi — andare _________ / subito a letto,
perché / avere _________ / sonno. Però non / dormire
_________ / bene: in camera / fare _________ /
troppo caldo.
7. — Finalmente / tu — arrivare _________ /! Quanto
tempo / metterci _________ /! — Mi dispiace, /
sperare _________ / di arrivare prima, ma non / potere
_________ /: / esserci _________ / troppo traffico.
8. Di colpo il computer / smettere _________ / di
funzionare, perché / andare _________ / via la luce.
9. Stamattina / io — telefonare _________ / a Marco per
salutarlo, ma / rispondere _________ / sua madre e
Casa, dolce casa 243
mi / dire _________ / che lui / studiare _________ /;
così / decidere _________ / di non disturbarlo.
10. Oggi / tu — essere _________ / a casa tutto il giorno e
non / fare _________ / niente: / potere _________ /
almeno lavare i piatti!
11. La signora Rombaldoni / cominciare _________ /
la dieta: / fare _________ / la spesa al mercato e /
comprare _________ / una fragola, un lampone, un
mirtillo e mezza mela. Suo marito / andare _________
/ con lei per aiutarla a portare tutto a casa.
12. Una volta Pisa / trovarsi _________ / sul mare e /
avere _________ / un porto; in seguito però il mare
/ allontanarsi _________ /, e oggi è a circa venti
chilometri dalla città.

г) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (passato prossimo, imperfetto)
1. Filippo ieri / suonare _________ / il pianoforte tutta la
sera, anche se nessuno lo / ascoltare _________ /.
2. Il transatlantico Titanic / essere _________ / la nave
più grande del mondo: / potere _________ / trasportare
3.500 persone. Nel suo primo viaggio, nell’aprile del
1912, / dovere _________ / andare da Belfast a New
York; ma il primo viaggio / essere _________ / anche
l’ultimo. La nave infatti / affondare _________ / prima
di raggiungere l’America, a causa della collisione con
un iceberg. Nell’incidente / morire _________ / oltre
1.500 persone.
3. Il Titanic / avere _________ / due navi gemelle:
il Britannic e l’Olympic. Il Britannic / entrare
244 Casa, dolce casa

_________ / in servizio nel 1914 e poco dopo /


diventare _________ / una nave ospedale; / affondare
_________ / nel 1916 nel Mare Egeo, a causa di una
mina tedesca. L’Olympic, che / compiere _________ /
il suo viaggio inaugurale nel 1911, / restare _________
/ in servizio fino al 1935.
4. Quasi quasi ieri pomeriggio / io — volere _________
/ uscire, ma poi / vedere _________ / che il tempo /
essere _________ / brutto, e / cambiare _________ /
idea.
5. Per trovare il guasto, il tecnico / dovere _________ /
smontare tutta la lavatrice; / lavorare _________ / per
più di un’ora.
6. La mia macchina / essere _________ / bianca, ma
mio figlio la / dipingere _________ / di rosso con i
pennarelli.
7. L’operazione / essere _________ / molto difficile, ma
secondo i medici / riuscire _________ / perfettamente.
8. La persona con cui / io — parlare _________ / al
telefono, / avere _________ / un forte accento
straniero.
9. Con chi / tu — parlare _________ / prima al telefono?
10. Mia zia / avere _________ / quattro mariti, uno
peggiore dell’altro: il primo / russare _________ /, il
secondo / russare _________ / e / bere _________ /,
il terzo / russare _________ /, / bere _________ / e
la / picchiare _________ /, il quarto invece / scappare
_________ / con l’argenteria. Tutti e quattro / avere
_________ / molto tempo libero, perché / essere
_________ / disoccupati.
Casa, dolce casa 245
11. Quando / io — salire _________ / sull’autobus, /
accorgersi _________ / che non / avere _________
/ il biglietto; / cercare _________ / il portafoglio per
prendere i soldi, ma / accorgersi _________ / che non /
avere _________ / il portafoglio; / cercare _________
/ nei pantaloni, ma / accorgersi _________ / che non
/ avere _________ / neppure i pantaloni.
12. È strano: / io — dimenticare _________ / come /
chiamarsi _________ / il mio vecchio compagno di
banco delle elementari. Eppure / essere _________ /
così amici!

д) лексика: дополните таблицу (порядковые числи-


тельные)
uno primo
due
tre
quattro
cinque
sei
sette
otto
nove
dieci
246 Casa, dolce casa

е) лексика: дополните текст словами из списка


1. Le case di oggi sono molto diverse da quelle di cinquanta
anni fa. Non è cambiato solo (1) _______: sono
cambiati anche il numero e la (2) _______ delle stanze,
e perfino la loro (3) _______.
2. Un tempo, la prima stanza che si incontrava era l’ingresso.
Era un luogo di (4) _______, senza molti mobili. Qui
si affacciavano le (5) _______ delle altre stanze della
casa.
3. La cucina, frequentata non solo per consumare (6)
_______, era una stanza (7) _______ e luminosa, e
era anche la più calda. In un certo senso il (8) _______
della casa.
4. Lo spazio oggi è diventato caro, e il corridoio e la (9)
_______ da pranzo negli appartamenti moderni non
esistono più. Adesso si mangia in cucina o in un (10)
_______ del salotto.
5. Oggi in camera (11) _______. letto possiamo trovare
anche una televisione, una libreria, un computer:
è diventata il nostro (12) _______ personale. (13)
_______ in genere sono di legno, ricoperti di (14)
_______.
6. Tutte queste trasformazioni sono (15) _______ ai
profondi cambiamenti sociali che si sono verificati in
Italia negli ultimi (16) _______. Oggi anche le donne
lavorano, e non hanno molto tempo da (17) _______
alla casa; la preparazione dei pasti è diventata più
rapida, e i tempi di permanenza fra (18) _______
domestiche si sono ridotti.
Casa, dolce casa 247
A B C
1. l’arredamento l’appartamen- il riscalda-
to mento
2. preposizione posizione disposizione
3. posizione funzione dimensione
4. riposo passaggio ingresso
5. pareti porte librerie
6. la pasta i pasti le paste
7. familiare ospitale accogliente
8. cervello capo cuore
9. stanza camera sala
10. angolo pavimento corridoio
11. da a di
12. posto spazio luogo
13. Le pareti I pavimenti I soffitti
14. quadri tappeti fotografie
15. vicine simili collegate
16. decenni secoli mesi
17. decidere dedicare dividere
18. le pareti le stanze le camere

ж) произнесите слова правильно


cappotto
tappeto
cappello
248 Casa, dolce casa

capello
ospite
sala
scrivania
libreria
fotografia
corridoio
attaccapanni

з) лексика: дополните префиксами semi-, pen-


isola
freddo
nudo
aperto
deserto
ombra
ultimo
chiuso
serio
automatico

и) лексика: один из двух — spendere или trascorrere


1. Volevamo ________ un mese al mare, ma ________
tutti i soldi durante la prima settimana.
2. Tu di solito come ________ il tempo libero?
3. Non mi piace ________ troppo per la roba da
mangiare, e compro tutto al supermercato.
Casa, dolce casa 249
4. A casa vostra quanto ________ per il riscaldamento?
5. Quando non si fa niente, il tempo ________ più
lentamente.
6. la maggior parte degli italiani preferisce ________ le
vacanze estive al mare.
7. Per riparare la mia vecchia macchina ________ 2.000
euro: era meglio comprarne una nuova.
8. L’imperatore Napoleone ________ gli ultimi anni
della vita in esilio a S. Elena.

к) правда или неправда?


1. La “stanza bella” della casa una volta era la cucina.
2. Prima la donna passava più tempo a casa.
3. In corridoio gli ospiti si toglievano le scarpe.
4. Oggi è cambiato l’arredamento, ma non il numero
delle stanze.
5. Il corridoio (o ingresso) era una stanza con molte porte.
6. Nei giorni festivi i bambini non potevano entrare in
sala da pranzo.
7. La sala da pranzo aveva un arredamento semplice: un
letto in mezzo e pochi altri mobili.
8. Le pareti oggi sono ricoperte di tappeti.
9. Nella casa tradizionale l’arredamento era più semplice.
10. Oggi la cucina è diventata più piccola.

л) ответьте на вопросы
1. Quali erano le stanze della casa italiana tradizionale?
2. Come era arredata la sala da pranzo?
250 Casa, dolce casa

3. Come era arredata la camera da letto?


4. A cosa serviva il corridoio?
5. Come si usava la sala da pranzo?
6. Perché la cucina era grande?
7. Perché l’ingresso e la sala da pranzo non esistono più?
8. Quale stanza oggi è il centro della vita domestica?
9. Cosa vuol dire “cucina a vista”?
10. Cosa si può fare in camera da letto?

м) темы для беседы


1. Descrivi il tuo appartamento.
2. Quali sono le differenze più significative fra un
appartamento italiano e un appartamento del tuo
paese?
17. BREVE STORIA
DEL TRAFFICO
Cinquant’anni di ingorghi

Quello del traffico è un problema di tutte le città italiane.


Non solo Roma, Napoli e Milano sono congestionate: le
macchine sono troppe anche nelle città di provincia. E non
c’è differenza fra trasporto pubblico e privato: la velocità è
la stessa.
Quasi tutte le città italiane hanno un’origine antica.
La struttura del centro storico è ancora quella di un’epoca
in cui le auto non esistevano: strade strette, marciapiedi
strettissimi o inesistenti, nessuna possibilità di parcheggio.
In una parola, città a misura d’uomo, non di automobile.
Eppure queste città hanno conosciuto, a partire dagli anni
‘50, un fenomeno a cui non erano assolutamente preparate:
l’invasione di milioni di auto.
La rivoluzione è cominciata nel 1955, l’anno in cui la Fiat
ha messo sul mercato la 600: un’utilitaria che compensava
la semplicità delle rifiniture e lo scarso spazio con un prezzo
relativamente basso. Nel 1957 è uscita la Fiat 500, ancora
più piccola e modesta (una “superutilitaria”), e ancora più
economica. Prima di allora la massa degli italiani (operai,
impiegati, piccoli commercianti) era abituata a spostarsi
sui mezzi pubblici o in bicicletta. Per molti di loro la prima
252 Breve storia del traffico

automobile è stata proprio una Fiat. La 600 è rimasta in


produzione fino al 1969, e in tutto ne sono stati venduti
oltre due milioni di esemplari; la 500 ha avuto un successo
ancora maggiore, superando i quattro milioni di vetture
vendute.
In pochi anni le città italiane si sono riempite di
macchine tutte uguali, a parte qualche Alfa Romeo e
qualche Lancia destinate alla clientela benestante. A quel
tempo, il 70% delle vetture che circolavano nel nostro paese
era di produzione italiana. Oggi la situazione si è invertita:
le auto italiane sono solo il 30%.
In altri paesi la motorizzazione di massa è stata un
fenomeno graduale; in Italia è stata un evento rapido
e traumatico. Come cavallette, in poco tempo le auto
hanno occupato tutti gli spazi disponibili: strade, ponti,
piazze. Passavano e parcheggiavano dappertutto, anche
nei luoghi più simbolici: in Piazza del Duomo a Milano,
in Piazza San Pietro a Roma, sul Ponte Vecchio a
Firenze. L’inquinamento era alle stelle, ma nessuno se ne
preoccupava.
Ancora non si sapeva come disciplinare le auto: erano gli
anni del “traffico selvaggio”. Ma così non si poteva andare
avanti, bisognava fare qualcosa. Fra i primi provvedimenti
c’è stata l’introduzione del parcheggio a tempo; nel 1974
(con la crisi energetica ormai in atto) è cominciata la
circolazione “a targhe alterne”.
Eppure si poteva fare molto di più. Televisione e cinema
reclamizzavano continuamente le automobili, ma nessuno
faceva pubblicità agli autobus o ai tram. Non si sono
realizzate corsie preferenziali, ma si è lasciato che mezzi
pubblici e privati viaggiassero alla stessa velocità, nelle
stesse strade intasate. Il risultato? Negli anni ‘60 avevamo
Breve storia del traffico 253
due milioni di automobili, adesso ne abbiamo trentasei
milioni (sessantadue vetture ogni cento abitanti, la più alta
percentuale d’Europa). Le strade, però, sono rimaste le
stesse di prima.
Nel 1872 a Roma entrarono in servizio i primi omnibus a
cavalli. Per andare da Montesacro a Trastevere ci volevano
trentacinque minuti. Oggi, per fare lo stesso percorso, ci
vogliono quasi due ore!

GLOSSARIO
benestante = ricco, agiato зажиточный
congestionato = bloccato, загруженный
intasato
corsia = sezione della дорожная полоса
strada
disciplinare = educare, дисциплинировать,
regolare учить
inquinamento = загрязнение
contaminazione dell’aria
intasato = bloccato загруженный
invasione = occupazione, вторжение, нашествие
conquista, usurpazione
percorso = strada, путь
cammino
provvedimento = cura, мера
rimedio, misura
rifinitura = dettaglio отделка
scarso = insufficiente недостаточный
254 Breve storia del traffico

utilitaria = piccola малолитрашка


automobile economica
vettura = automobile автомобиль

ESERCIZI
а) на понимание текста: выберите правильный вари-
ант
1. Le città italiane sono state progettate per le auto. / per i
bus. / per i pedoni.
2. La 500 e la 600 erano macchine di lusso. / erano macchine
di piccole dimensioni. / erano macchine elettriche.
3. La motorizzazione di massa è arrivata in Italia prima
della guerra. / nel dopoguerra. / negli anni ‘70.
4. Il primo provvedimento contro il traffico è stata la
limitazione dei parcheggi. / è stato l’autovelox. / sono
state le autostrade sopraelevate.
5. Per viaggiare più rapidamente, i mezzi pubblici
avrebbero bisogno di motori più potenti. / avrebbero
bisogno di meno passeggeri a bordo. / avrebbero bisogno
di corsie preferenziali.
6. All’inizio le automobili potevano circolare dappertutto.
/ potevano circolare solo nel centro storico. / potevano
circolare solo in campagna.
7. Negli anni ‘70 è cominciata la crisi petrolifera. / è
cominciato l’inquinamento. / è cominciata l’invasione
delle auto.
8. Nel testo le automobili sono paragonate a insetti. / a
uccelli. / a dinosauri.
Breve storia del traffico 255
9. A Roma i primi omnibus erano prodotti dalla Fiat. /
erano a motore. / erano più veloci dei moderni autobus.
10. Alfa Romeo e Lancia erano vetture di lusso. / erano
utilitarie. / erano destinate al mercato estero.

б) грамматика: дополните текст, поставив глаголы в


нужную форму (passato prossimo, imperfetto)
1. Quasi tutte le città italiane / nascere _________ / in
un’epoca in cui le automobili non / esistere _________
/ ancora. Purtroppo, a partire dal 1955, le nostre città /
conoscere _________ / un fenomeno a cui non / essere
_________ / assolutamente preparate: milioni di auto
le / invadere _________ /.
2. Nel 1955 la Fiat / mettere _________ / sul mercato
la 600, un’auto di piccole dimensioni che / avere
_________ / un prezzo relativamente basso. Due anni
dopo / uscire _________ / la Fiat 500, un’altra utilitaria,
che / costare _________ / ancora meno. Le persone
che / acquistare _________ / queste vetture / essere
_________ / abituate a viaggiare sui mezzi pubblici o
in bicicletta: operai, impiegati, piccoli commercianti.
Per molti di loro la 600 / essere _________ / la prima
automobile.
3. La Fiat 600 / rimanere _________ / in produzione fino
al 1969, con oltre due milioni di esemplari venduti;
la Fiat 500 / avere _________ / un successo ancora
maggiore, e / superare _________ / i quattro milioni
di vetture vendute.
4. In pochi anni le città italiane / riempirsi _________
/ di macchine tutte uguali. A quel tempo il 70% delle
256 Breve storia del traffico

vetture che / circolare _________ / in Italia / produrre


_________ / nel nostro paese. Oggi la situazione /
invertirsi _________ /: le auto italiane sono il 30%,
quelle straniere il 70%.
5. In Francia e in Gran Bretagna la motorizzazione di
massa / essere _________ / un fenomeno più graduale:
/ iniziare _________ / già negli anni ‘20. In Italia no:
in Italia / essere _________ / un evento rapidissimo
e traumatico. L’impatto socioculturale e ambientale
/ essere _________ / enorme. Come cavallette, le
auto / occupare _________ / tutti gli spazi dove /
potere _________ / fisicamente arrivare: strade, ponti,
piazze, piazzette, ogni angolo disponibile.
6. Le macchine / passare _________ / e / parcheggiare
_________ / dappertutto, anche accanto ai monumenti
più simbolici: in Piazza del Duomo a Milano, in Piazza
San Pietro a Roma, sul Ponte Vecchio a Firenze.
L’inquinamento / essere _________ / alle stelle, ma
nessuno / preoccuparsene _________ /; d’altronde le
caldaie dei palazzi / scaricare _________ / ogni giorno
tonnellate di polvere di carbone nell’aria, e nessuno /
dire _________ / niente.
7. Quasi subito, a causa del traffico, la velocità degli
spostamenti / diminuire _________ / e / cominciare
_________ / gli ingorghi quotidiani, che ci
perseguitano ancora oggi. Negli anni ‘60 nessuno
/ sapere _________ / ancora come disciplinare
il traffico: non / esserci _________ / regole e gli
automobilisti / fare _________ / in pratica quello che
/ volere _________ /. / Essere _________ / gli anni
del “traffico selvaggio”.
Breve storia del traffico 257
8. Ma così non / potere _________ / andare avanti.
Nel 1963 / esserci _________ / 400.000 mezzi a
motore a Milano, oltre 200.000 a Bologna: / bisognare
_________ / fare subito qualcosa. Molte città allora
/ introdurre _________ / il parcheggio a tempo; nel
1974 / cominciare _________ / la circolazione “a
targhe alterne” (un giorno / potere _________ /
circolare le auto con targa pari, e il giorno dopo /
toccare _________ / a quelle con targa dispari).
9. Negli anni successivi le macchine / uscire _________
/ gradualmente dal centro delle città, e / nascere
_________ / le cosiddette “zone blu” (zone a
traffico limitato) e le zone pedonali. Ma / potere
_________ / fare molto di più. La televisione e il
cinema / reclamizzare _________ / continuamente le
automobili, ma nessuno / fare _________ / pubblicità
agli autobus o ai tram. Il risultato è che negli anni ‘60
/ avere _________ / due milioni di automobili, e
adesso ne abbiamo trentasei milioni. Le strade, però, /
rimanere _________ / le stesse di cinquant’anni fa.
10. Nel 1872 a Roma / entrare _________ / in servizio i
primi omnibus a cavalli. Per andare da Montesacro a
Trastevere, / volerci _________ / trentacinque minuti.
Oggi ci vogliono quasi due ore.

в) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (passato prossimo, imperfetto)
1. Da molto tempo non vado in palestra: l’ultima volta /
esserci _________ / più di un mese fa.
2. I problemi di traffico a Roma / cominciare _________ /
già all’epoca di Giulio Cesare, che nel 45 a. C. / proibire
258 Breve storia del traffico

_________ / la circolazione dei carri e degli animali


nelle ore diurne: / potere _________ / circolare solo
di notte, mentre di giorno la città / essere _________
/ riservata ai pedoni. Nel Settecento, la velocità
media delle carrozze a Roma / essere _________ / di
sette chilometri all’ora. Da allora la situazione non /
cambiare _________ / molto: oggi, all’ora di punta, le
auto si muovono in media a otto chilometri all’ora.
3. Sicuramente i ladri / entrare _________ / dalla
finestra: al nostro ritorno, infatti, / essere _________ /
aperta.
4. Grazie, Ugo, / essere _________ / una bellissima
festa! Peccato che dobbiamo già andare via: la baby-
sitter non / potere _________ / venire, e così / noi —
dovere _________ / lasciare i bambini da soli a casa.
5. La festa a casa di Ugo / essere _________ / noiosissima:
per fortuna / noi — inventare _________ / una scusa e
/ andare _________ / via prima della fine.
6. La signora che / noi — incontrare _________ / prima,
/ essere _________ / la zia del dottor Buttafava.
7. L’ingorgo più grande del mondo / essere _________ /
in Cina nell’agosto del 2010. Migliaia di automobilisti /
rimanere _________ / intrappolati sull’autostrada che
collega Pechino e Jinan: l’ingorgo / essere _________
/ lungo circa cento chilometri e / durare _________
/ quasi un mese. La maggior parte degli automezzi
bloccati / essere _________ / camion che / trasportare
_________ / carbone nella capitale cinese.
8. L’insalata / essere _________ / buonissima: perché
non la / tu — mangiare _________ /?
Breve storia del traffico 259
9. / Io — andare _________ / al distributore e / fare
_________ / il pieno, perché non / avere _________
/ più benzina.
10. Riccardo / stare _________ / a letto per una settimana:
/ avere _________ / l’influenza.
11. Jean-Jacques Rousseau / avere _________ / un
carattere difficile. / Litigare _________ / con tutti i suoi
colleghi: con Diderot, con D’Alembert, con Voltaire, e
anche con il filosofo inglese David Hume. Sua moglie
/ essere _________ / una lavandaia che non / sapere
_________ / leggere, non / sapere _________ /
contare e non / sapere _________ / leggere l’orologio.
Da lei / avere _________ / cinque figli, ma li /
mandare _________ / tutti all’orfanotrofio: Rousseau
non / volere _________ / essere disturbato dai bambini
mentre / scrivere _________ / i suoi libri.
12. Questa mattina / io — dimenticare _________ / il
telefonino a casa, e così / dovere _________ / tornare
a prenderlo.

г) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (passato prossimo, imperfetto)
1. Trent’anni fa a Mosca / esserci _________ / molte
meno macchine e non / esserci _________ / traffico,
perché tutti / andare _________ / in metropolitana o
in autobus.
2. Io e Carla / avere _________ / molta fame e / deci-
dere _________ / di andare in pizzeria. Purtroppo
la pizzeria / essere _________ / piena, non / esserci
_________ / tavoli liberi; così / tornare _________ /
a casa e / ordinare _________ / una pizza per telefono.
260 Breve storia del traffico

3. La Fiat 500 / essere _________ / un’auto di piccole


dimensioni, eppure / potere _________ / trasportare
quattro passeggeri.
4. Omnibus è una parola latina che significa “per tutti”.
L’inventore del primo omnibus, cioè del primo mezzo
di trasporto pubblico cittadino, / essere _________ / il
filosofo francese Blaise Pascal, che / vivere _________
/ circa quattro secoli fa. Le strade di Parigi / essere
_________ /, già allora, piene di carrozze, e il filosofo
/ avere _________ / l’idea di organizzare un servizio
regolare di carrozze a otto posti, con linee e orari pre-
definiti: gli omnibus / partire _________ / anche se
non / essere _________ / pieni, e un viaggio / costa-
re _________ / cinque soldi. Il servizio / cominciare
_________ / nel 1662, però / interrompersi _________
/ quindici anni dopo.
5. Il servizio di trasporto pubblico a Parigi / ricominciare
_________ / solo nel 1828, dopo un intervallo di un se-
colo e mezzo. Questa volta lo / organizzare _________
/ un uomo d’affari, Stanislas Baudry; i suoi omnibus /
potere _________ / trasportare diciotto passeggeri, e
ogni quindici minuti / andare _________ / e / venire
_________ / dalla Bastiglia alla Madeleine. Da allora
il trasporto pubblico / diffondersi _________ / rapida-
mente in tutte le grandi città europee.
6. Prima di partire, / noi — entrare _________ / in came-
ra dei bambini per salutarli; però / dormire _________
/ così bene, che non / avere _________ / il coraggio di
svegliarli.
7. Ieri pomeriggio non / io — avere _________ / niente
da fare, così / riempire _________ / la vasca e / fare
Breve storia del traffico 261
_________ / un bagno caldo. Però, mentre / fare
_________ / il bagno, / suonare _________ / alla por-
ta: / essere _________ / il postino, / avere _________
/ un telegramma per me.
8. Nel 2014 la Germania / dovere _________ / spendere
oltre 9oo milioni di euro per rimuovere le gomme da
masticare dai marciapiedi delle sue città.
9. — Sei ancora a casa? Ma non / dovere _________ /
uscire? — Sì, ma è ancora presto: uscirò dopo pranzo.
10. Stanotte mio padre non / potere _________ / dormi-
re, così / dovere _________ / prendere dieci gocce di
sonnifero. Quando stamattina / svegliarsi _________
/, però, / avere _________ / mal di testa.
11. Una volta le famiglie / riunirsi _________ / davanti
alla tv. I programmi serali / cominciare _________ /
subito dopo cena, e nessuno / volere _________ / per-
derli. Oggi invece la tv è uno strumento di uso persona-
le, che si guarda da soli.
12. L’altro giorno Filippo / prendere _________ / una
multa, in autobus, perché non / avere _________ / il
biglietto.

д) лексика: дополните таблицу производными слова-


ми
-sione, -mento -anza,
-zione -enza
invadere l’invasione
inquinare
circolare
262 Breve storia del traffico

-sione, -mento -anza,


-zione -enza
sperare
motorizzare
spostare
conoscere
influire
ridurre
diffondere
confondere
concorrere
interrompere
cedere
condire
concedere
investire
precedere
spedire
concorrere

е) лексика: дополните текст словами из списка


1. Le città italiane hanno un’origine (1) _______. Sono
fatte a (2) _______ d’uomo, non d’auto: strade stret-
te, (3) _______ inesistenti, nessuna possibilità di par-
cheggio.
Breve storia del traffico 263
2. Nel 1955 la Fiat ha messo sul mercato la 600, un’utili-
taria con (4) _______ spazio e (5) _______ semplici,
ma con un prezzo relativamente basso. Due anni dopo
è uscita la Fiat 500, ancora più modesta. Prima di allo-
ra, la massa degli italiani era abituata a (6) _______ sui
mezzi pubblici o in bicicletta: in poco tempo le città si
sono riempite di macchine tutte uguali, a parte qualche
Alfa Romeo e qualche Lancia (7) _______ alla clien-
tela (8) _______.
3. In Italia la motorizzazione di massa è stata un even-
to traumatico. Le auto si sono moltiplicate come (9)
_______, e in poco tempo hanno invaso ogni (10)
_______ delle nostre città.
4. Nessuno faceva (11) _______ ai mezzi pubblici, e
invece di realizzare (12) _______ preferenziali, si è
lasciato che macchine e autobus viaggiassero nelle
stesse strade (13) _______.
5. (14) _______ era (15) _______, ma nessuno ci
pensava. Nel 1974, con la crisi petrolifera già in atto
e il prezzo dei carburanti sempre crescente, è stato
introdotto il sistema delle (16) _______ alterne.
6. Cinquant’anni fa il 70% delle vetture in (17) _______
nel nostro paese era di fabbricazione italiana. Oggi la
situazione (18) _______: le auto italiane sono solo il
30%.

A B C
1. pedonale storica antica
2. forma taglia misura
264 Breve storia del traffico

A B C
3. negozi marciapiedi strisce
pedonali
4. scarso scorso sparso
5. confezioni confetture rifiniture
6. sposarsi spostarsi spedirsi
7. destinate dedicate deputate
8. protestante benestante sottostante
9. cavalli cavallette cavallucci
10. angolo attimo circolo
11. reclamo pubblicità rumore
12. corse corsie corridoi
13. ottuse tappate intasate
14. L’inquinamento La crisi Il benessere
15. alle stelle nella media insufficiente
16. squadre auto targhe
17. costruzione produzione circolazione
18. si è convertita si è divertita si è invertita

ж) произнесите слова правильно


Cesare
Tevere
Trastevere
lampada
Fiat 500
Fiat 600
Breve storia del traffico 265
omnibus
superare*
circolare*
perseguitare*
ingorgo
pari
dispari
utilitaria
energia
corsia
motorizzazione

з) лексика: один из двух — impiego или impegno, impie-


gato или impegnato
1. — Perché non sei venuto alla riunione, ieri? — Non
potevo, avevo un altro ________.
2. Molti giovani oggi non hanno un ________, e si
adattano a fare diversi lavoretti.
3. Luciano fa l’ ________, lavora nella pubblica
amministrazione.
4. In questo periodo la dottoressa Ferri è molto ________.
5. Se vuoi superare gli esami, devi studiare con più
________.
6. Perché stai sul divano senza fare niente? Dovresti fare
un ________ migliore del tuo tempo!
7. Domani sarò ________ tutto il giorno.
8. Se non hai ________, perché non vieni a cena da noi
una di queste sere?
9. Giovanna si è laureata e adesso cerca un ________.
10. L’ufficio oggi è chiuso: gli ________ fanno sciopero.
266 Breve storia del traffico

и) правда или неправда?


1. In Italia adesso circolano più auto straniere che auto
italiane.
2. La superutilitaria è più grande di un’utilitaria.
3. Con la motorizzazione di massa, la velocità degli
spostamenti è aumentata.
4. Ai tempi del “traffico selvaggio”, le auto parcheggiavano
anche in Piazza San Marco a Venezia.
5. In Italia il trasporto pubblico è più rapido di quello
privato.
6. L’inquinamento è cominciato solo negli anni ‘70.
7. Cinquanta anni fa era più facile parcheggiare la
macchina.
8. Le corsie preferenziali sono porzioni di strada riservate
a particolari tipi di mezzi di trasporto, come taxi e
autobus.

к) ответьте на вопросы
1. Quando ha avuto luogo la motorizzazione di massa in
Italia?
2. In che modo è avvenuta?
3. Quali erano i modelli di automobili più popolari, e
perché?
4. In che senso il traffico era “selvaggio”?
5. Cosa è stato fatto per disciplinare il traffico?
6. Cosa si poteva fare di più, ma non è stato fatto?
7. Come funziona il sistema di circolazione a targhe
alterne?
Breve storia del traffico 267
8. Che tipo di automobile è l’utilitaria?
9. Cosa è successo negli anni ‘70?
10. Quando ci si è accorti che le auto inquinavano?

л) темы для беседы


1. Racconta la storia del traffico della tua città.
18. IL CAMBIAMENTO
CLIMATICO
Non è un problema del futuro:
sta accadendo proprio adesso

Il cambiamento è sotto gli occhi di tutti. Prima ne


parlavano solo la tv e i giornali, ma ormai se ne sono accorti
tutti: il clima non è più quello di una volta. Sono aumentati
gli eventi meteorologici estremi e di breve durata (uragani,
trombe d’aria, alluvioni). Sono aumentate le ondate di
calore anomale (come quelle del 2003, del 2015 e del 2017),
e la temperatura media è salita un po’ dappertutto. Sono
aumentate le precipitazioni a nord delle Alpi, e viceversa
sono diminuite nell’Europa meridionale.
Il cambiamento climatico nel passato. I cambiamenti
climatici hanno sempre interessato la terra. Fino a qualche
secolo fa erano lenti, perché dovuti a fenomeni naturali;
quelli in atto adesso, però, sono causati dall’attività
umana. Da oltre due secoli l’uomo estrae combustibili
fossili dal sottosuolo, e dall’inizio dell’era industriale la
concentrazione di anidride carbonica nell’atmosfera è
aumentata del 40%.
La temperatura. Grazie alle misurazioni fatte in passato,
possiamo vedere come è cambiato il clima negli ultimi due
Il cambiamento climatico 269
secoli. Secondo gli studiosi il nostro pianeta si è riscaldato
di circa un grado, e stiamo andando verso un aumento della
temperatura media di quattro o cinque gradi. Il decennio
2001-2010 è stato il più caldo mai registrato in Europa.
La situazione in Italia. L’allarme è particolarmente grave
per il nostro paese. L’Italia si sta scaldando a una velocità
doppia rispetto al resto del pianeta: l’aumento è stato non
di un grado come altrove, ma di un grado e mezzo. Sono
diventate più frequenti le alluvioni, come quelle terribili di
Genova nel 2014 e di Piacenza nel 2015. Il maltempo ha
gravemente danneggiato l’agricoltura, e i produttori di olio
d’oliva, miele e vino hanno avuto serie difficoltà.
Le piogge. In passato le piogge erano meno intense e
meno concentrate. Da qualche anno sono diminuite molto
in estate, ma sono aumentate in autunno e in inverno,
soprattutto al nord. Periodi di siccità si alternano a violenti
nubifragi, i fiumi sono quasi asciutti nella stagione calda e
straripano in inverno. Il tempo è diventato instabile: o piove
troppo o piove troppo poco.
I mari. Il livello del Mediterraneo è salito di tre millimetri
all’anno negli ultimi due decenni. In più, il nostro mare si
è riscaldato: l’acqua raggiunge in estate temperature molto
più alte della norma.
Il ghiaccio se ne va. I ghiacci dell’Artico e i ghiacciai
europei si stanno sciogliendo. Mari che prima erano coperti
di ghiaccio sono adesso diventati navigabili. I ghiacciai
delle Alpi hanno perso circa due terzi del proprio volume
dal 1850 a oggi.
Gli animali “alieni”. Animali e piante si sono spostati
verso nord a causa del riscaldamento del clima. In Italia
sono arrivate molte specie che prima non conoscevamo,
come il gambero rosso della Louisiana o lo scoiattolo grigio;
270 Il cambiamento climatico

nel Mediterraneo nuotano pesci che prima non c’erano,


come il barracuda.
Uno sguardo al futuro. Oggi i climatologi sono
importanti quanto lo erano i fisici nucleari ai tempi del
Progetto Manhattan: hanno la responsabilità di spiegarci
cosa sta succedendo e cosa ci aspetta in futuro. Le loro
previsioni non sono rosee. Di certo il pianeta si è riscaldato
e continuerà a riscaldarsi nei prossimi anni, con effetti
catastrofici per milioni di persone.

GLOSSARIO
alieno = estraneo чужой, чуждый
alluvione = inondazione, наводнение
allagamento
altrove = in un altro posto в другом месте
anidride carbonica = CO2 углекислый газ
anomalo = inconsueto, аномальный
eccezionale
combustibile = горючий
infiammabile, che può
bruciare
danneggiare = rovinare, портить
guastare
estrarre = tirare fuori добивать
intenso = forte, energico сильный
maltempo = brutto tempo плохая погода
responsabilità = obbligo, ответственность
compito
Il cambiamento climatico 271
siccità = mancanza di засуха
pioggia
sottosuolo = terreno недра (земли)
straripare = traboccare, выходить из берегов
uscire dalle rive

ESERCIZI

а) на понимание текста: выберите правильный вариант


1. L’anidride carbonica è un gas. / è un animale alieno. / è
un combustibile fossile.
2. L’uomo ha influito sul clima per mezzo
dell’inquinamento. / per mezzo dei condizionatori. / per
mezzo dell’agricoltura.
3. Per colpa del riscaldamento globale in Italia ci sono
state inondazioni. / ci sono stati terremoti ./ ci sono state
invasioni di cavallette.
4. Oggi le piogge sono estive. / sono scarse. / sono intense e
concentrate.
5. Gli animali “alieni” sono nuove specie di animali. / sono
animali extraterrestri. / sono animali provenienti da altre
zone del pianeta.
6. I ghiacciai si trovano nel Mare Artico. / si trovano sulle
Alpi. / si trovano nei frigoriferi.
7. Il Progetto Manhattan riguardava la costruzione della
prima bomba atomica. / riguardava la costruzione della
prima caffettiera. / riguardava la costruzione del primo
computer.
272 Il cambiamento climatico

8. L’anidride carbonica nell’atmosfera diminuisce. /


aumenta. / è stabile.

б) грамматика: дополните текст, поставив глаголы в


нужную форму (passato prossimo, imperfetto)
1. Fino a qualche anno fa ne / parlare _________ /
solo la tv e i giornali, ma ormai tutti / accorgersi
_________ / che il clima non è più quello di una volta.
/ Aumentare _________ / gli eventi meteorologici
estremi; / aumentare _________ / le ondate di calore,
come quelle che / colpire _________ / l’Europa
nel 2014 e nel 2015, e la temperatura media / salire
_________ / dappertutto; / aumentare _________
/ le precipitazioni a nord delle Alpi, e / diminuire
_________ / nell’Europa meridionale.
2. I cambiamenti climatici / interessare _________ /
sempre la terra. In passato / essere _________ / lenti,
perché dovuti a fenomeni naturali; adesso però sono
causati dall’attività umana e / diventare _________
/ molto più rapidi. Per due secoli l’uomo / estrarre
_________ / combustibili fossili dal sottosuolo, e
da quando / iniziare _________ / l’era industriale la
concentrazione di anidride carbonica nell’atmosfera /
aumentare _________ / del 40%.
3. Grazie alle misurazioni fatte negli ultimi due secoli,
possiamo vedere come / essere _________ / il clima
in passato e come / cambiare _________ /. Secondo
gli studiosi, il nostro pianeta / riscaldarsi _________
/ di circa un grado: sembra poco, ma anche un grado
è sufficiente per provocare importanti sconvolgimenti
Il cambiamento climatico 273
climatici. Lo scorso decennio / essere _________ / il
più caldo mai registrato in Europa.
4. L’Italia / scaldarsi _________ / a una velocità
doppia rispetto al resto del pianeta: l’aumento / essere
_________ / non di un grado come altrove, ma di un
grado e mezzo. Gli eventi climatici / causare _________
/ già numerosi danni: / diventare _________ / più
frequenti le alluvioni, e / esserci _________ / anche
dei morti. Il maltempo / danneggiare _________ /
pesantemente l’agricoltura: i produttori di olio d’oliva
e di vino / avere _________ / serie difficoltà, e anche
gli incendi / aumentare _________ /.
5. In passato le piogge / essere _________ / meno intense
e meno concentrate. Da qualche anno / diminuire
_________ / molto in estate, ma / aumentare
_________ / in autunno e in inverno. In generale /
aumentare _________ / la variabilità: i fiumi sono quasi
asciutti nella stagione calda e straripano in inverno.
6. Il livello del Mediterraneo / salire _________ / di tre
millimetri all’anno. Inoltre il nostro mare / riscaldarsi
_________ /: negli ultimi anni l’acqua / raggiungere
_________ / temperature molto più alte della norma.
La stessa tendenza è osservabile anche nei laghi:
cinquant’anni fa le acque del Lago Maggiore / essere
_________ / più fredde di un grado.
7. In molte zone del mondo, come la Groenlandia o il
Mare Artico, il ghiaccio / sciogliersi _________ /
in gran parte. Mari che prima / essere _________ /
coperti di ghiaccio adesso / diventare _________ /
navigabili. I ghiacciai nelle Alpi / perdere _________
/ due terzi del proprio volume: nelle fotografie di
274 Il cambiamento climatico

qualche anno fa il loro aspetto / essere _________ /


completamente diverso.
8. Molti animali / spostarsi _________ / verso nord a
causa del clima più caldo. In Italia / arrivare _________
/ specie che prima non / noi — conoscere _________
/, come il gambero rosso o lo scoiattolo grigio; nel
Mediterraneo nuotano pesci che prima non / esserci
_________ /, come il barracuda. Una volta le zanzare
ci / disturbare _________ / solo dopo il tramonto, ma
da quando dall’Asia / arrivare _________ / la zanzara
tigre nei nostri giardini non stiamo tranquilli neanche
in pieno giorno.
9. Con l’aumento della temperatura / diminuire
_________ / le spese per il riscaldamento, ma in
compenso / crescere _________ / quelle per gli
impianti di refrigerazione. In altre parole, consumiamo
meno gas e meno petrolio per scaldarci (e anche per
questo il loro prezzo / scendere _________ /), ma
usiamo più energia elettrica per i condizionatori.
10. Un tempo quella del climatologo / essere _________
/ una professione tranquilla, ma oggi questi scienziati
hanno una responsabilità enorme: devono spiegarci
cosa ci aspetta in futuro. Di certo sappiamo che il
pianeta / riscaldarsi _________ / e che nei prossimi
anni continuerà a riscaldarsi.

в) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (passato prossimo, imperfetto)
1. Tempo fa Paolo mi / dire _________ / che / volere
_________ / andare a vivere da solo. Però affittare
un appartamento costa molto, e lui ancora non /
Il cambiamento climatico 275
trovare _________ / lavoro; così alla fine / cambiare
_________ / idea e / dovere _________ / continuare
a stare con i suoi genitori.
2. Ieri / io — uscire _________ /, / dovere _________ /
andare dal dentista. Siccome / piovere _________ /,
/ prendere _________ / la macchina, anche se non è
lontano. A un certo punto, però, / piovere _________
/ così forte che non / vedere _________ / niente e
/ essere _________ / impossibile guidare; allora /
fermarsi _________ / e / aspettare _________ / che
smettesse.
3. Domenica scorsa / fare _________ / un tempo
terribile: / piovere _________ / tutto il giorno.
4. L’introduzione delle linee ferroviarie a alta velocità /
ridurre _________ / sensibilmente la durata dei viaggi
in treno. Fino a pochi anni fa, per andare da Milano
a Roma / occorrere _________ / circa cinque ore;
adesso bastano due ore e venti minuti.
5. In treno / io — provare _________ / a leggere il giornale,
ma tutti gli altri viaggiatori / parlare _________ / a
voce alta al telefonino. Non / riuscire _________ /
a leggere una riga, però adesso so tutto della loro vita
privata.
6. L’imperatore Carlo V d’Asburgo / conoscere
_________ / perfettamente quattro lingue, e le / usare
_________ / ognuna in un contesto diverso: / parlare
_________ / in spagnolo a Dio, in italiano alle donne,
in francese agli uomini e in tedesco al suo cavallo.
7. Negli ultimi anni, il consumo di vino in Italia /
diminuire _________ /. Negli anni ‘70 gli italiani / bere
_________ / più di cento litri di vino a testa all’anno;
276 Il cambiamento climatico

nel 2012 il consumo / scendere _________ / sotto i


quaranta litri a testa.
8. Avrei rivisto volentieri quel film, ma / finire _________
/ troppo tardi.
9. Stamattina / io — aspettare _________ / l’autobus per
mezz’ora. Quando / io — arrivare _________ / alla
fermata, alcune persone / aspettare _________ / già
da una decina di minuti.
10. Lucia mi / telefonare _________ /, perché non / ricor-
dare _________ / l’ora del nostro appuntamento.
11. Nella loro carriera, che / durare _________ / solo otto
anni, dal 1963 al 1970, i Beatles / comporre _________
/ 183 canzoni; fino a oggi / vendere _________ / più
di un miliardo di dischi e cassette. I Beatles / sciogliersi
_________ / nel 1970, a causa di divergenze artistiche:
da alcuni anni ormai / litigare _________ / continua-
mente. Il loro ultimo concerto / essere _________ /
il 30 gennaio del 1969. L’ultimo album, “Let it be”, /
uscire _________ / nel 1970 e / ottenere _________ /
un grandissimo successo.
12. La tua nuova pettinatura non mi piace: mi / piacere
_________ / di più quella di prima. Perché / volere
_________ / cambiarla?

г) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (passato prossimo, imperfetto)
1. L’Irlanda / diventare _________ / indipendente nel
1922; prima / appartenere _________ / al Regno
Unito. Il paese / ottenere _________ / l’indipendenza
dopo una guerra che / durare _________ / dal 1919
al 1921, e che / costare _________ / circa mille morti
Il cambiamento climatico 277
da entrambe le parti, senza contare le perdite nella
popolazione civile.
2. Matteo / avere _________ / un incidente: mentre
/ andare _________ / al mare, la sua macchina /
uscire _________ / di strada. Per fortuna non / farsi
_________ / niente.
3. Ieri sera sarei uscito volentieri ma / aspettare
_________ / una telefonata importante, e così / dovere
_________ / restare a casa.
4. Durante la notte / nevicare _________ /, ma di
giorno la temperatura / salire _________ / e la neve /
sciogliersi _________ / completamente.
5. La Torre Eiffel all’inizio non / piacere _________ /
ai parigini. Era stata progettata per essere il simbolo
dell’Esposizione universale di Parigi del 1889, e nei
piani originari / dovere _________ / essere smontata
vent’anni dopo. Molti intellettuali la / trovare
_________ / brutta: secondo loro / stonare _________
/ con le cattedrali gotiche della capitale. Nel 1909 il
celebre monumento / rischiare _________ / di essere
demolito: una commissione / riunirsi _________ / per
decidere il suo destino, e la torre / salvarsi _________
/ per un solo voto.
6. — Chi / accendere _________ / il riscaldamento? —
/ Essere _________ / la nonna: / avere _________ /
freddo.
7. Ieri finalmente / venire _________ / il tecnico della
lavastoviglie: lo / noi — aspettare _________ / da più
di un mese. Quando / vedere _________ / la nostra
lavastoviglie, però, / dire _________ / che non / avere
278 Il cambiamento climatico

_________ / con sé gli arnesi necessari; e così / andare


_________ / via senza fare niente.
8. I miei genitori / sposarsi _________ / quando /
avere _________ / vent’anni, e tre anni dopo / avere
_________ / già due figli.
9. Quando nel 1419 i portoghesi / raggiungere _________
/ Madera, / scoprire _________ / che l’isola / essere
_________ / completamente disabitata e coperta di
foreste. Per questo motivo la / chiamare _________ /
Madeira, che in portoghese vuol dire “legno”.
10. Ieri / io — prendere _________ / una multa, perché
/ parlare _________ / al telefono mentre / guidare
_________ /.
11. — Pronto, è la Banca Commerciale? — No, Lei /
sbagliare _________ / numero.
12. Mio cognato / essere _________ / sempre un
fannullone e un incapace. Chissà perché mia sorella
lo / sposare _________ /! Secondo me, lei / potere
_________ / trovare di meglio.

д) лексика: дополните таблицу производными слова-


ми
variare variabile
navigare
rispondere
muovere
potere
respirare
Il cambiamento climatico 279
preferire
disporre
stare
flettere
infiammare
comburere (lat.)

е) лексика: дополните текст словами из списка


1. Il clima non è più quello di una volta. Sono aumentati
gli eventi meteorologici (1) _______ e di breve durata;
sono aumentate le ondate (2) _______ di calore e
la temperatura media è salita (3) _______. Sono
aumentate le (4) _______, però solo a nord delle Alpi.
2. Fino a qualche secolo fa i cambiamenti climatici erano
(5) _______, perché dovuti a (6) _______ naturali:
adesso, invece, sono causati dall’attività umana. Da
oltre due secoli l’uomo estrae (7) _______ fossili dal
(8) _______, li brucia e disperde i gas nell’atmosfera.
3. La situazione del nostro paese è particolarmente
(9) _______. L’Italia si sta scaldando a una velocità
doppia (10) _______ al resto del mondo.
4. Le piogge sono diventate più (11) _______ e più
concentrate. I fiumi, quasi asciutti nella stagione
calda, straripano in inverno, e le (12) _______ sono
diventate più frequenti. Il tempo è diventato molto
(13) _______.
5. Al polo nord e al polo sud (14) _______ si sta
sciogliendo, e molti mari sono diventati (15) _______.
280 Il cambiamento climatico

6. Il (16) _______ ha gravemente danneggiato la (17)


_______ agricola, e anche gli (18) _______ sono
aumentati, distruggendo numerosi ettari di bosco.

A B C
1. estivi estremi esterni
2. anomale animate anormali
3. comunque altrove dappertutto
4. partecipazioni previsioni precipitazioni
5. larghi lenti gravi
6. eventi danni effetti

7. combustibili impermeabili immobili


8. sottotetto sottomarino sottosuolo
9. dura grave gradevole
10. rispetto riguardo davanti
11. intense dirette veloci
12. illusioni allusioni alluvioni
13. incredibile instabile sensibile
14. la giacca il ghiaccio il gelato
15. portatili coltivabili navigabili
16. maltempo contrattempo passatempo
17. produzione creazione formazione
18. incidenti incendi infortuni
Il cambiamento climatico 281
ж) произнесите слова правильно
mele
miele
straripare*
ettaro
meteorologo
climatologo
fenomeno
ghiaccio
ghiacciaio
scoiattolo
millimetro
centimetro
chilometro
sottosuolo
album
roseo
polo
pollo

з) фразеология: образуйте устойчивые выражения


occhio [6] — voce [4]

ad alta ________
a bassa ________
a vista d’ ________
a quattr’ ________
sotto ________
sotto gli ________
spargere ________
sognare a ________ aperti
________ per ________, dente per dente
a perdita d’ ________
282 Il cambiamento climatico

и) лексика: один из двух — raggiungere или arrivare


1. Da quando __________ la zanzara tigre, in giardino
non stiamo tranquilli neanche di giorno.
2. Il Mediterraneo si è riscaldato: in estate l’acqua
__________ temperature molto più alte della norma.
3. L’estate scorsa la temperatura in città __________ a
quaranta gradi.
4. I nostri amici avevano già ordinato, quando noi li
__________ al ristorante.
5. Quest’albero è così alto che i suoi rami __________
fino al terzo piano della casa.
6. La cura purtroppo non __________ i risultati sperati.
7. La mia nuova macchina __________ i 230 chilometri
all’ora.
8. L’autostrada del Sole __________ fino a Napoli.
9. Ieri mi __________ un telegramma dal Ministero.
10. Non tutti gli studenti che si iscrivono all’università
__________ fino alla laurea.

к) правда или неправда?


1. In passato non esisteva il cambiamento climatico.
2. I problemi sono cominciati dopo la rivoluzione
industriale.
3. I meteorologi misurano regolarmente la temperatura
già da due secoli.
4. Le zanzare tigre ci lasciano in pace solo in pieno giorno.
5. Il Mediterraneo è diventato navigabile.
6. I combustibili fossili si trovano sotto terra.
Il cambiamento climatico 283
7. In Italia, la pioggia e la grandine hanno danneggiato le
coltivazioni.
8. I fiumi in inverno sono quasi asciutti.
9. Il livello dei laghi è aumentato.
10. In frigorifero il ghiaccio si sta sciogliendo.
11. Fra gli animali alieni c’è anche il gambero grigio.
12. I climatologi hanno lavorato al Progetto Manhattan.

л) ответьте на вопросы
1. Perché tutti si sono accorti che il clima è cambiato?
2. Com’erano i cambiamenti climatici, in passato?
3. In che modo l’uomo ha modificato il clima del pianeta?
4. Perché la situazione in Italia è più grave che altrove?
5. In che modo è cambiata la distribuzione delle piogge?
6. Cosa è cambiato nel Mare Mediterraneo?
7. Cosa sono gli animali “alieni”?
8. Perché si sono spostati a nord?
9. Cosa è successo ai mari occupati dai ghiacci?
10. Quali sono i danni prodotti dal cambiamento climatico?
11. Com’è cambiato il consumo energetico?
12. Che cosa sono i combustibili fossili?
13. Perché i climatologi sono così importanti, oggi?
14. Cosa ci aspetta in futuro?

м) темы для беседы


1. Racconta com’è cambiato il clima nel tuo paese.
19. UN PAESE INCOMPIUTO
Le grandi opere pubbliche di ieri e di oggi

Nel 1945 l’Italia era un paese poverissimo e in gran


parte in rovina. La guerra era appena finita, e aveva
lasciato devastazioni grandissime: strade e ferrovie erano
inutilizzabili, le maggiori città erano state distrutte dai
bombardamenti. La ricostruzione è cominciata quasi
subito, e in pochi anni il paese si è risollevato. Non solo:
dopo un decennio circa, l’Italia è stata in grado di realizzare
delle grandi opere pubbliche che sono tuttora funzionanti.
Le costruzioni d’importanza nazionale risalgono quasi
tutte a quel periodo. Il grattacielo Pirelli di Milano, il
nostro maggior grattacielo, è del 1959. L’autostrada del
Sole, la più importante via di comunicazione italiana, è
stata terminata nel 1960. Il tunnel del Monte Bianco, venti
chilometri scavati nella roccia, è del 1963.
Oggi non sappiamo più intraprendere opere di questa
grandezza, e spesso non siamo neppure capaci di far
funzionare quelle già esistenti. Gli aeroporti di Malpensa,
Fiumicino e Linate sono continuamente oggetto di
polemiche e reclami. I centotrentasei porti italiani, tutti
insieme, hanno un volume di traffico inferiore a quello
della sola Rotterdam. Le nostre ferrovie trasportano appena
il 10% delle merci.
Un paese incompiuto 285
I cantieri delle linee ferroviarie a alta velocità sono
aperti da tempo. Per ora ne sono state completate due, la
Milano-Salerno e la Milano-Torino; la più importante,
però, la Torino-Lione (parte di una rete transeuropea che
collegherà la Francia all’Europa orientale), è ancora in fase
di costruzione e ha già provocato violente proteste da parte
dei residenti delle zone interessate.
Poi ci sono le centrali nucleari; o meglio, c’erano.
L’Italia ne aveva quattro: erano entrate in funzione,
anche loro, negli anni ‘60. Nel 1987, però, un referendum
popolare ha fermato l’attività delle centrali. L’anno
precedente c’era stato il disastro di Cernobyl, e l’opinione
pubblica era ancora sotto l’impressione degli avvenimenti.
Nel 2008 Silvio Berlusconi aveva annunciato la ripresa della
produzione di energia nucleare e la costruzione di nuove
centrali, ma poco dopo un altro referendum ha bloccato di
nuovo tutto.
Mentre in Italia si discute e si litiga, negli altri paesi si
lavora. I danesi hanno inaugurato nel 2000 il ponte sospeso
più lungo d’Europa, che collega la Svezia alla Danimarca; i
turchi hanno tre ponti sul Bosforo; inglesi e francesi in pochi
anni hanno costruito il tunnel sotto la Manica. In Italia si
parla da cinquant’anni del ponte fra Messina e Reggio, che
dovrebbe collegare la Sicilia alla penisola. Il ponte doveva
essere realizzato durante il terzo governo Berlusconi, ma
quando nel 2011 il governo è caduto, i lavori non erano
neppure cominciati.
Il Mose, il sistema di dighe progettato per proteggere
Venezia dall’acqua alta, dovrebbe entrare in funzione
nei prossimi anni. Ma intanto altre opere attendono: i
lavori all’autostrada Salerno-Reggio Calabria durano
dal 1962 e ancora non se ne vede la fine, quelli al tunnel
286 Un paese incompiuto

sotto il Brennero sono cominciati nel 2007, e dal 2013 si


lavora alla linea ferroviaria del Terzo valico, fra Genova e
Milano. E non ci sono solo i trasporti. Una priorità assoluta
sarebbe mettere in sicurezza il territorio di fronte al rischio
idrogeologico e sismico; inoltre in Italia non è ancora
diffusa la banda larga nei sistemi di telecomunicazione (il
che vuol dire che gran parte della popolazione è esclusa dal
collegamento veloce a internet).
Quando sarà realizzato tutto questo? È la promessa di
ogni campagna elettorale, è il programma di ogni nuovo
governo. Da sempre.

GLOSSARIO
avvenimento = fatto, evento происшествие
cantiere стройка
devastazione = distruzione разорение
diga = argine плотина
disastro = catastrofe бедствие
elezioni = votazioni выборы
grattacielo = edificio di небоскреб
molti piani
intraprendere = cominciare, приступать, начинать
avviare
oriente = est, levante восток
rallentare = rendere più замедлять
lento, frenare
reclamo = protesta протест
rete = sistema, complesso сеть
Un paese incompiuto 287
risollevarsi = sollevarsi di вновь подняться
nuovo, riprendersi
roccia = pietra скала
valico = passo, passaggio перевал

ESERCIZI

а) на понимание текста: выберите правильный вари-


ант
1. La maggior parte delle opere pubbliche in Italia è stata
costruita verso il 1945. / è stata costruita verso il 1960. /
è stata costruita verso il 2000.
2. Le linee ferroviarie a alta velocità sono state costruite
subito dopo la guerra. / sono state costruite durante il
“boom” economico. / sono state costruite negli ultimi
anni.
3. Il referendum del 2008 ha fatto cadere il governo
Berlusconi. / ha bloccato la costruzione di nuove centrali
nucleari. / ha fatto chiudere le centrali nucleari italiane.
4. I lavori per la costruzione del ponte sullo stretto di
Messina non sono mai cominciati. / erano cominciati e
sono stati interrotti. / sono cominciati ma non sono ancora
finiti.
5. Il Mose dovrebbe difendere Venezia dall’alta velocità.
/ dalle inondazioni. / dai turisti.
6. In Italia le merci si muovono soprattutto su strada. /
per ferrovia. / per nave.
288 Un paese incompiuto

7. La sicurezza della popolazione è minacciata dalle


alluvioni. / dai terremoti. / dalla mancanza della banda
larga.
8. Il disastro di Cernobyl ha influenzato l’opinione
pubblica italiana. / ha provocato proteste e polemiche
in tutta Italia. / è avvenuto durante il governo di Silvio
Berlusconi.

б) грамматика: дополните текст, поставив глаголы в


нужную форму (passato prossimo, trapassato prossimo, im-
perfetto)
1. Nel 1945 l’Italia / essere _________ / un paese
poverissimo e in gran parte in rovina. La guerra
appena / finire _________ /, e / lasciare _________
/ devastazioni grandissime: strade e ferrovie / essere
_________ / inutilizzabili, e i bombardamenti /
distruggere _________ / le maggiori città. Perfino la
produzione agricola / crollare _________ /, e gran
parte della popolazione non / avere _________ / da
mangiare.
2. La ricostruzione / cominciare _________ / subito, e in
pochi anni il paese / risollevarsi _________ /. Non solo:
dopo un decennio circa, l’Italia / essere _________ /
in grado di realizzare grandi opere pubbliche che sono
tuttora funzionanti.
3. L’autostrada del Sole / terminare _________ / nel 1960.
Il tunnel del Monte Bianco, lungo venti chilometri, /
aprire _________ / nel 1963. Il grattacielo Pirelli di
Milano / costruire _________ / nel 1959, e per molti
Un paese incompiuto 289
anni / restare _________ / il più alto grattacielo
d’Europa.
4. Oggi le grandi opere pubbliche procedono al
rallentatore. Per ora / noi — riuscire _________ / a
completare solo due linee ferroviarie a alta velocità: la
Milano-Salerno e la Milano-Torino. La Torino-Lione,
invece, è ancora in fase di costruzione e / provocare
_________ / violente proteste da parte dei residenti
delle zone interessate.
5. Poi ci sono le centrali nucleari; o meglio, / esserci
_________ /. L’Italia ne / avere _________ / quattro:
/ entrare _________ / in funzione negli anni ‘60. Nel
1987, però, un referendum / fermare _________ / la
loro attività.
6. Un anno prima del referendum / esserci _________ /
il disastro di Cernobyl, che / influenzare _________
/ fortemente l’opinione pubblica. Nel 2008 Silvio
Berlusconi / annunciare _________ / la costruzione
di nuove centrali, ma poco dopo un altro referendum /
bloccare _________ / di nuovo tutto.
7. I danesi e gli svedesi / inaugurare _________ / nel 2000
il ponte sospeso più lungo d’Europa; i turchi / costruire
_________ / tre ponti sul Bosforo; inglesi e francesi in
pochi anni / realizzare _________ / il tunnel sotto la
Manica. In Italia si parla da cinquant’anni del ponte
sullo stretto di Messina.
8. Il ponte / dovere _________ / essere realizzato
durante il terzo governo Berlusconi, ma quando nel
2011 il governo / cadere _________ /, i lavori neppure
/ cominciare _________ /. La costruzione del Mose
di Venezia, invece, / cominciare _________ / nel
290 Un paese incompiuto

2003, ma al momento la grande diga non / entrare


_________ / ancora in funzione.

в) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (passato prossimo, trapassato prossimo, imperfetto)
1. — Dov’è il mio yogurt? — Lo / buttare _________
/ via io ieri, perché / scadere _________ / da una
settimana.
2. Non / noi — avere _________ / voglia di stare in casa,
così / uscire _________ / a fare due passi.
3. L’agosto scorso mia zia / rimanere _________ / chiusa
in ascensore per tre settimane. Per fortuna prima /
andare _________ / al supermercato e / comprare
_________ / una mela, così non / morire _________
/ di fame.
4. Ieri, spolverando dietro il divano, la donna di servizio /
ritrovare _________ / il telecomando della televisione.
E pensare che lo / noi — cercare _________ /
dappertutto!
5. Filippo / lasciare _________ / il lavoro, perché
secondo lui non lo / pagare _________ / abbastanza.
6. I ladri / entrare _________ / dalla finestra: forse
qualcuno la / lasciare _________ / aperta.
7. Stanotte / noi — dormire _________ / male, perché i
nostri vicini / fare _________ / rumore tutto il tempo.
8. Stanotte / io — dormire _________ / male; eppure
prima di andare a letto / prendere _________ / un
sonnifero!
Un paese incompiuto 291
9. I primi treni / apparire _________ / in Inghilterra
verso il 1820. La prima linea ferroviaria italiana, che
/ collegare _________ / Napoli con Portici, nel regno
delle Due Sicilie, / inaugurare _________ / nel 1839.
Nel 1844 / realizzare _________ / la linea Pisa-
Livorno, e due anni dopo la linea Pisa-Lucca, che /
diventare _________ / la prima ferrovia internazionale
del mondo: a quell’epoca, infatti, Lucca / essere
_________ / capitale di un ducato.
10. Il periodo d’oro per le ferrovie italiane / essere
_________ / prima della guerra: la rete ferroviaria
/ crescere _________ / moltissimo, / cominciare
_________ / i collegamenti diretti fra il nord e il sud
e / costruire _________ / le locomotive elettriche,
che nel 1937 per la prima volta / superare _________
/ i duecento chilometri all’ora. Ancora oggi si sente
spesso dire che “durante il fascismo i treni / arrivare
_________ / in orario”.
11. Quando / noi — arrivare _________ / a casa dei nostri
amici, non / esserci _________ / più nessuno: / andare
_________ / via tutti.
12. — Perché non / tu — andare _________ / a fare la
spesa? — Perché non / sapere _________ / cosa /
mancare _________ / in casa.

г) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (passato prossimo, trapassato prossimo, imperfetto)
1. Perché / tu — fare _________ / i panini con il tonno?
Ti / dire _________ / di farli con il pollo!
2. Da bambina Nicoletta / abitare _________ / a Torino,
poi / trasferirsi _________ / a Milano.
292 Un paese incompiuto

3. Ieri / rubare _________ / la macchina a Claudio. La


/ parcheggiare _________ / davanti alla banca, ma
quando / tornare _________ / non / esserci _________
/ più.
4. Guarda, ti / portare _________ / i dischi che mi /
chiedere _________ /: dove te li metto?
5. Perché ieri mi / telefonare _________ /? Cosa / volere
_________ / dirmi?
6. Quando / arrivare _________ / i soccorsi, l’uomo /
morire _________ / già.
7. Le strade / essere _________ / bagnate perché la notte
/ piovere _________ /.
8. Nel 1945 le ferrovie italiane / essere _________ / in
condizioni pietose. La guerra / distruggere _________
/ il 60% delle linee e quasi tutti i vagoni e le locomotive;
le poche locomotive che ancora / funzionare
_________ / / essere _________ / danneggiate,
e / avere _________ / bisogno di riparazioni. La
ricostruzione / essere _________ / caotica: i nostri
politici, invece di progettare nuove linee più funzionali,
/ preferire _________ / far presto e riattivare quelle
già esistenti. Dal 1955 al 1970 la rete ferroviaria
italiana non / svilupparsi _________ /, ma / diventare
_________ / più piccola, al contrario di quello che /
succedere _________ / nello stesso periodo per la rete
autostradale.
9. La rete italiana è per la massima parte a binario unico,
e è elettrificata solo per il 50%. In Sicilia quasi tutte
le ferrovie / costruire _________ / nella seconda
metà dell’Ottocento: nessuna linea è elettrificata e
pochissime sono a doppio binario. Dagli anni ‘80 non
Un paese incompiuto 293
/ costruire _________ / nessuna nuova linea. L’ultima
linea ferroviaria costruita / essere _________ / la
Caltagirone-Gela, nel 1979, ma in realtà questa linea
/ progettare _________ / negli anni ‘20 e una parte
dei lavori / eseguire _________ / prima della guerra.
Molti dei cantieri che / aprire _________ / durante il
fascismo, / abbandonare _________ / definitivamente
negli anni ‘50.
10. / Io — comprare _________ / queste scarpe perché
/ essere _________ / carine e / costare _________ /
poco.
11. / Io — dovere _________ / tornare a casa, perché /
dimenticare _________ / le chiavi dell’ufficio nell’altra
giacca.
12. Il dottor Fantoni / promettere _________ / a sua moglie
di non bere più, e invece ieri / ubriacarsi _________ /
di nuovo.

д) лексика: дополните таблицу производными слова-


ми
Polonia polacco
Russia
Francia
Inghilterra
Portogallo
Svezia
Danimarca
Olanda
294 Un paese incompiuto

Turchia
Egitto
Svizzera
Grecia

е) лексика: дополните таблицу производными словами


basso abbassare
alto
lontano
vicino
lungo
corto
contento
pesante
leggero
grasso
magro
lento

ж) лексика: дополните текст словами из списка


1. Nel 1945 l’Italia era in gran parte in (1) _______. La
guerra aveva lasciato distruzioni grandissime, tutte le
maggiori città erano state bombardate. Eppure, dopo
appena un decennio, il paese è stato (2) _______ di
realizzare delle grandi opere pubbliche che sono (3)
_______ funzionanti.
Un paese incompiuto 295
2. L’autostrada del Sole, la nostra più importante via di
(4) _______, è stata terminata nel 1960. Oggi però le
opere pubbliche procedono al (5) _______. Sono state
completate due (6) _______ ferroviarie a alta velocità,
ma molti altri (7) _______ sono aperti ormai da anni.
3. Una volta l’Italia aveva quattro centrali nucleari:
erano entrate in (8) _______ negli anni ‘60. Nel 1987,
però, un referendum popolare ha fermato la loro (9)
_______. Un anno prima c’era stato il (10) _______
di Cernobyl, e l’opinione pubblica era (11) _______
dai recenti avvenimenti.
4. Mentre gli italiani non fanno altro che (12) _______,
negli altri paesi si lavora. I danesi e gli svedesi hanno
inaugurato il ponte (13) _______ più lungo d’Europa;
i turchi hanno tre ponti sul Bosforo.
5. Il Mose, il (14) _______ di dighe progettato per
difendere Venezia dall’acqua alta, dovrebbe entrare in
(15) _______ fra pochi anni. Molti altri progetti sono
partiti negli ultimi anni, ma per ora non se ne vede (16)
_______.
6. È il programma di ogni nuovo governo: portare a
termine le opere pubbliche (17) _______. Ma una
volta raggiunto il potere, nessun uomo politico ricorda
le promesse che aveva fatto durante la (18) _______
elettorale.

A B C
1. restauro rovina rivolta
2. capace esperto degno
296 Un paese incompiuto

A B C
3. per ora tuttora tuttavia
4. collegamento comunicazione traffico
5. microscopio contrario rallentatore
6. strade linee vie
7. cantieri sistemi progetti
8. servizio lavoro azione
9. azione opera attività
10. problema disastro fallimento
11. influenzata arrabbiata riscaldata
12. dialogare protestare discutere
13. sospeso appeso pendente
14. programma progetto sistema
15. compito funzione carica
16. la priorità il fine la fine
17. incomplete incompiute imperfette
18. promozione campagna pubblicità

з) произнесите слова правильно


litigare*
termine
tunnel
camion
ferrovia
aereo
aeroporto
Un paese incompiuto 297
rovina
valico
risalire*
risolvere*
inaugurare*
inaugurazione
cielo
grattacielo
Bosforo
linea

и) грамматика: добавьте определенный артикль и за-


тем поставьте во множественное число
___ problema
___ sistema
___ panorama
___ schema
___ schiena
___ cometa
___ perizoma
___ sagoma
___ idioma
___ poeta
___ profeta
___ moneta
___ programma
___ pianeta
298 Un paese incompiuto

___ cataclisma
___ cinema
___ scena
___ dramma
___ telegramma
___ sisma
___ meta
___ dieta
___ tema
___ clima
___ cima
___ vittima
___ pantomima
___ poema
___ pigiama
___ trama
___ trauma
___ stima
___ enigma
___ coma
___ cromosoma
___ parassita
___ fantasma
___ palma
___ marasma
Un paese incompiuto 299
к) лексика: один из двух — dire или parlare
1. — Scusa, non ho capito: che cosa _______? — Ma
perché non mi ascolti quando _______?
2. Il lunedì miei colleghi in ufficio _______ solo di calcio.
3. Il direttore _______ che non possiamo prendere le
ferie tutti insieme.
4. — Paolo, con chi _______ prima al telefono? —
_______ con la zia Marta. — Ah sì? E che cosa ti
_______? — _______ che verrà a trovarci sabato
prossimo.
5. — Perché non _______? Perché non _______ niente?
— Perché non ho niente da _______.
6. Come _______ “amore” in tedesco?
7. Capisco l’inglese, ma non lo _______.
8. Quando qualcuno ci _______ “grazie”, bisogna
rispondere “prego”.
9. Che cosa _______ le previsioni del tempo?
10. Avvocato, ha telefonato di nuovo la Sua ex moglie: io le
_______ che Lei non c’era.
11. Tu _______ tanto e non _______ niente.
12. Scusa, hai un minuto? Dovrei _______ con te.

л) фразеология: образуйте устойчивые выражения


abituato — avanti e indietro — bisogno — capace —
d’accordo [3] — in attività [2] — in funzione [2] —
in grado — in servizio [2] — l’abitudine — su e giù — voglia

essere ________, ________, ________, ________,


________, ________, ________
300 Un paese incompiuto

avere ________, ________, ________


entrare ________, ________, ________
andare ________, ________, ________
mettersi ________

м) правда или неправда?


1. Il grattacielo più alto d’Italia è a Pisa.
2. Da Milano a Torino è in servizio una linea ferroviaria a
alta velocità.
3. I lavori per costruire il ponte sullo stretto di Messina
erano cominciati durante il governo di Silvio
Berlusconi, ma quando il governo è caduto sono stati
interrotti.
4. L’Italia non ha mai avuto centrali nucleari in attività.
5. Il Mose è un sistema di dighe che dovrebbe difendere
Venezia dall’acqua piovana.
6. L’autostrada del Sole fa parte di una rete transeuropea.
7. Il tunnel sotto il Monte Bianco è lungo quasi tre
chilometri.
8. Nel 1945 l’Italia aveva appena vinto la guerra.

н) ответьте на вопросы
1. Qual era la situazione in Italia nel 1945?
2. Quando è cominciata la ricostruzione?
3. Quali grandi opere pubbliche sono state realizzate nel
dopoguerra?
4. Quali sono attualmente i problemi del sistema dei
trasporti in Italia?
5. Quali interventi sarebbero necessari?
Un paese incompiuto 301
6. Perché la costruzione delle linee a alta velocità procede
lentamente?
7. Perché l’Italia non produce energia nucleare?
8. Quali grandi opere pubbliche sono state realizzate in
Europa negli ultimi anni?
9. Perché si parla tanto del ponte fra Messina e Reggio
Calabria?
10. Perché i politici parlano così spesso di avviare nuove
opere pubbliche?
11. Perché poi non lo fanno?
12. Che cosa aveva promesso Silvio Berlusconi ai suoi
elettori?

о) темы для беседы


1. Parla delle grandi opere pubbliche realizzate nel tuo
paese.
20. ARTURO TOSCANINI
A tu per tu con il genio

Arturo Toscanini (1867-1957) è stato forse il più


grande direttore d’orchestra italiano di tutti i tempi. La sua
carriera è stata lunghissima: è durata sessantotto anni. Ha
diretto per la prima volta a diciannove anni e per l’ultima a
ottantasette.
Da bambino è stato un enfant prodige, ammesso al
conservatorio di Milano a soli nove anni di età; i compagni,
tutti più grandi di lui, lo avevano soprannominato “il
genio”, per la sua incredibile memoria. E infatti Toscanini
non ha mai usato partiture per dirigere.
Nella sua lunga carriera ha conosciuto Verdi, Puccini,
Strauss, Debussy; ha diretto alcune fra le più prestigiose
orchestre mondiali; ha tenuto a battesimo molte opere
nuove. Ma soprattutto ha trasformato il ruolo del direttore
d’orchestra. Prima di lui c’erano stati molti grandi direttori,
ma nessuno era riuscito a diventare tanto celebre grazie a
questa professione. Toscanini ha avuto la fortuna di vivere
all’epoca della radio, del disco, dei grandi teatri d’opera,
e di lavorare in un paese — l’America — dove ogni forma
di spettacolo stava diventando un business. Nel 1936
la New York Philharmonic l’ha ingaggiato per 80.000
dollari, somma che nessun direttore d’orchestra aveva mai
Arturo Toscanini 303
guadagnato prima. L’Herald Tribune l’ha definito “il più
grande interprete musicale mai vissuto”, e tra l’altro è stato
l’unico italiano a apparire tre volte sulla copertina di Time.
Toscanini ha cambiato radicalmente le abitudini del
pubblico. La sua riforma è cominciata quando è diventato,
a trentun anni, direttore del Teatro alla Scala: ingresso
vietato ai ritardatari, niente bis, niente cibo in sala, niente
carte, niente cappello per le signore. Insomma, nessuna
distrazione: solo musica. È così che la Scala è diventata
quel “tempio della lirica” che è ancora oggi.
È stato il prototipo del direttore dispotico e
perfezionista. Esigentissimo con gli orchestrali, pretendeva
una professionalità che nessun altro direttore aveva mai
richiesto: per lui, un errore da parte di uno strumentista era
imperdonabile. Sono rimaste celebri le sue scenate metà in
inglese e metà in dialetto parmigiano, gli insulti ai poveri
orchestrali, che chiamava “polli” e “dilettanti”. E non
era tenero neppure con i colleghi: chiamava Furtwängler
“pagliaccio”, Stokowski “gangster” e “ciarlatano”.
Toscanini è stato uno dei pochi uomini di cultura
dichiaratamente antifascisti. Per tutta la durata della guerra
è vissuto in volontario esilio negli Stati Uniti, e è tornato in
Italia solo nel 1946. I suoi problemi con il fascismo erano
cominciati nel 1931: aveva rifiutato di dirigere la canzone
fascista “Giovinezza”, e per questo è stato aggredito da un
milite.
Non gradiva gli applausi, e in particolar modo i fiori,
adatti — diceva — solo alle donne e ai cadaveri: e lui non era
né l’uno né l’altro. Non amava troppo neppure le critiche. A
Parma, nel 1912, uno spettatore gli fece notare che i violini
erano scordati: da allora Toscanini non ha più diretto nella
sua città natale. Amava invece, e molto, le donne: ha avuto,
304 Arturo Toscanini

fino a tarda età, diverse relazioni extraconiugali. Si era


sposato nel 1898, ma il suo non è mai stato un matrimonio
felice.
Questo straordinario maestro è stato il creatore
dell’orchestra moderna, e ha lasciato incisioni che ancora
oggi sono venerate dai melomani. Ma soprattutto è
stato il creatore di un mito: il mito del “grande direttore
d’orchestra.”

GLOSSARIO
aggredire = saltare нападать
addosso, attaccare
ammettere = accettare, допускать
ricevere
battezzare = tenere a крестить
battesimo
cadavere = corpo morto труп, мертвец
distrazione = невнимательность
disattenzione,
deconcentrazione
esigente = rigido, severo требовательный
esilio = espatrio ссылка
gradire = apprezzare, ценить
amare
ingaggiare = assumere нанимать
insulto = offesa, ingiuria оскорбление
miopia = ipometropia близорукость
osare = avere il coraggio осмеливаться
Arturo Toscanini 305
pretendere = richiedere, требовать
esigere
prova = ripetizione репетиция
scenata = litigio скандал
scordato = non accordato растроенный

ESERCIZI

а) на понимание текста: выберите правильный вариант


1. Toscanini non amava le donne. / non amava gli applausi.
/ non amava i cadaveri.
2. Toscanini dirigeva senza bacchetta. / dirigeva a memoria.
/ dirigeva senza occhiali.
3. Nella sua lunga carriera ha conosciuto Bach. / ha
conosciuto Beethoven. / ha conosciuto Verdi.
4. Prima di Toscanini, durante i concerti il pubblico
giocava a carte. / usava il telefonino. / dormiva in sala.
5. Ha smesso di dirigere nella sua città natale perché
i violini erano scordati. / perché non lo pagavano
abbastanza. / perché lo avevano criticato.
6. Aveva l’abitudine di trattare male / di picchiare / di
multare i suoi orchestrali.
7. Alla fine dei suoi concerti, non concedeva il bis. / non
concedeva interviste. / non concedeva autografi.
8. Prima di lui, nessun altro direttore aveva inciso tanti
dischi. / aveva guadagnato tanto. / aveva concesso tante
interviste.
306 Arturo Toscanini

9. Toscanini ha vietato l’ingresso a teatro ai ritardati. / ai


ritardatari. / alle tardone.
10. Ha avuto relazioni extravergini / extraterrestri /
extraconiugali fino a tarda età.

б) грамматика: дополните текст, поставив глаголы в


нужную форму (passato prossimo, trapassato prossimo,
imperfetto)
1. Arturo Toscanini / essere _________ / forse il più
grande direttore d’orchestra italiano di tutti i tempi. La
sua carriera / essere _________ / lunghissima: / durare
_________ / sessantotto anni. / Dirigere _________
/ per la prima volta a diciannove anni, e per l’ultima a
ottantasette.
2. Toscanini / nascere _________ / a Parma il 25 marzo
del 1867; suo padre Claudio, sarto di professione,
/ combattere _________ / insieme a Garibaldi. /
Essere _________ / un enfant prodige, e / iscriversi
_________ / al conservatorio di Milano a soli nove
anni di età. I compagni, tutti più grandi di lui, lo /
soprannominare _________ / “il genio”, per la sua
incredibile memoria. E infatti Toscanini non / usare
_________ / mai partiture per dirigere, anche perché /
avere _________ / una forte miopia che gli / permettere
_________ / di leggere solo avvicinandosi molto alla
pagina.
3. Nella sua lunga carriera / conoscere _________ /
Verdi, Puccini, Strauss, / incidere _________ / un gran
numero di dischi, / tenere _________ / a battesimo
molte opere nuove. Ma soprattutto / trasformare
Arturo Toscanini 307
_________ / il ruolo del direttore d’orchestra. Prima
di lui / esserci _________ / molti grandi direttori,
ma nessuno / riuscire _________ / a diventare così
celebre e così ricco. Toscanini / vivere _________
/ all’epoca della radio e del disco, e / lavorare
_________ / in America, un paese in cui lo spettacolo
/ essere _________ / un business: per questo / avere
_________ / un successo così grande.
4. Nel 1936 la New York Philharmonic lo / ingaggiare
_________ / per 80.000 dollari, somma che fino a allora
nessun direttore d’orchestra mai / guadagnare _________
/. / Apparire _________ / tre volte sulla copertina di
Time, e l’Herald Tribune lo / definire _________ / “il
più grande interprete musicale mai vissuto”.
5. Questo grande maestro / cambiare _________ / anche
le abitudini degli spettatori. La sua riforma / cominciare
_________ / quando / diventare _________ / direttore
del Teatro alla Scala: ingresso vietato ai ritardatari,
niente bis, niente cibo in sala. È così che la Scala /
diventare _________ / quel “tempio della lirica” che è
ancora oggi.
6. / Essere _________ / il prototipo del direttore dispotico
e perfezionista. / Essere _________ / esigentissimo
con gli orchestrali, e spesso li / trattare _________
/ malissimo: / pretendere _________ / da loro una
professionalità che nessun altro direttore / richiedere
_________ / prima. Per lui, un errore da parte di uno
strumentista / essere _________ / imperdonabile. /
Rimanere _________ / celebri le sue scenate ai poveri
orchestrali (che per fortuna non sempre lo / capire
_________ /). Si racconta perfino che una volta /
tirare _________ / addosso la partitura a una viola
308 Arturo Toscanini

che / osare _________ / dare un’occhiata all’orologio


durante le prove.
7. Toscanini / essere _________ / uno dei pochi uomini
di cultura dichiaratamente antifascisti. Per tutta la
durata della guerra / vivere _________ / negli Stati
Uniti, e / tornare _________ / in Italia solo nel 1946.
I problemi con il fascismo / cominciare _________ /
nel 1931, quando un milite gli / dare _________ / uno
schiaffo perché / rifiutare _________ / di suonare la
canzone fascista “Giovinezza”. Da allora Toscanini
non / accettare _________ / più di dirigere in Italia
e / diventare _________ / il più grande nemico del
fascismo nel mondo dell’arte.
8. Dopo la fine della guerra, nel giugno del 1945, Toscanini
/ donare _________ / un milione di lire (una grossa
cifra per l’epoca) alla città di Milano, per ricostruire la
Scala. Il teatro / danneggiare _________ / seriamente
durante la guerra: nel 1943 gli americani / bombardare
_________ / Milano, e / colpire _________ / anche
lo storico edificio che l’architetto Piermarini / costruire
_________ / nel 1778. Dopo i lavori, nel 1946, il
teatro / inaugurare _________ / nuovamente proprio
da Toscanini.
9. / Amare _________ / molto le donne: / avere
_________ / relazioni extraconiugali fino a tarda età,
anche se non / lasciare _________ / mai la moglie. /
Sposarsi _________ / nel 1898, ma il suo non / essere
_________ / un matrimonio felice; / avere _________
/ quattro figli, fra cui Wanda, nata nel 1906, che in
seguito / sposare _________ / il pianista russo Vladimir
Horowitz. Un quinto figlio, morto a sedici anni di età,
Arturo Toscanini 309
/ nascere _________ / da una relazione con la soprano
Rosina Storchio.
10. Come / ammettere _________ / lui stesso, / avere
_________ / un pessimo carattere, “che lo / fare
_________ / soffrire e che / fare _________ / soffrire
gli altri”. / Dormire _________ / solo tre ore per
notte, in tutta la vita non / avere _________ / mai
un’operazione chirurgica e non / essere _________ /
mai malato: / andare _________ / ancora in bicicletta
all’età di ottantaquattro anni. / Smettere _________ /
di dirigere a ottantasette anni e / morire _________ / a
quasi novanta anni.

в) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (passato prossimo, trapassato prossimo, imperfetto)
1. Perché / uscire _________ /, ragazzi? Vi / io — dire
_________ / di restare in casa e fare i compiti!
2. Cristoforo Colombo / scoprire _________ / l’America
nel 1492, ma non / essere _________ / il primo: prima
di lui la / scoprire _________ / i vichinghi, che /
raggiungere _________ / Terranova già nel 1000.
3. Quando / io — salire _________ / sull’autobus, /
accorgersi _________ / che non / avere _________
/ i soldi per il biglietto: / lasciare _________ / il
portafoglio nell’altra giacca.
4. / Io — lavare _________ / la macchina, ma la pioggia
di ieri la / sporcare _________ / di nuovo.
5. Non / io — conoscere _________ / questa zona della
città: non / esserci _________ / mai prima.
310 Arturo Toscanini

6. Non / noi — avere _________ / mai animali, perché


il nostro appartamento è molto piccolo e io soffro di
allergia.
7. — / Io — andare _________ / a comprare il dentifricio,
perché / finire _________ /. — E quanto ne / comprare
_________ /? — Venti tubetti.
8. Finalmente ieri / io — conoscere _________ / la moglie
di Paolo: prima non la / vedere _________ / mai.
9. — Conosci il dottor Melani? — No, non lo / vedere
_________ / mai.
10. I miei colleghi non / sapere _________ / niente della
riunione: nessuno li / avvertire _________ /.
11. Nella notte tra il 14 e il 15 gennaio 1968 un violento
terremoto / colpire _________ / la Sicilia occidentale:
questo terremoto è conosciuto oggi come “terremoto
del Belice”, dal nome del fiume che attraversa queste
zone. Quattordici paesi / rimanere _________ /
completamente distrutti, fra cui Gibellina, Poggioreale,
Salaparuta. Le vittime / essere _________ / 370, e i
senzatetto circa 70.000. La popolazione / comporre
_________ / in gran parte da vecchi, donne e bambini,
visto che i giovani e gli uomini / emigrare _________
/ da tempo in cerca di lavoro: il terremoto / mettere
_________ / a nudo lo stato di arretratezza in cui /
vivere _________ / quella gente.
12. Ancora oggi non tutto / ricostruire _________ /: alcuni
paesi / abbandonare _________ / completamente,
o / ricostruire _________ / a chilometri di distanza.
La ferrovia Salaparuta-Castelvetrano, che / collegare
_________ / i centri dell’area terremotata con la zona
costiera, non / ricostruire _________ / anche se / avere
Arturo Toscanini 311
_________ / un buon traffico. Invece di ricostruire le
piccole strade che / collegare _________ / fra loro i paesi,
/ costruire _________ / l’autostrada Palermo-Mazara del
Vallo, soprannominata “l’autostrada del deserto”.

г) грамматика: поставьте глаголы в скобках в нужную


форму (passato prossimo, trapassato prossimo, imperfetto)
1. L’albergo / essere _________ / al completo, ma per
fortuna noi / prenotare _________ /.
2. Non / io — potere _________ / dormire tutta la notte.
Alle sette, quando / suonare _________ / la sveglia, /
addormentarsi _________ / appena.
3. Quando / io — telefonare _________ / a Marco,
non / essere _________ / in casa; così gli / lasciare
_________ / un messaggio sulla segreteria telefonica.
4. Dopo la morte della nonna, il nonno / diventare
_________ / triste e depresso, così per il suo compleanno
gli / noi — regalare _________ / uno struzzo.
5. All’inizio del 1815, Napoleone / trovarsi _________ / in
esilio all’isola d’Elba. In Francia / tornare _________ / i
Borboni, ma il popolo francese non / essere _________
/ contento del loro governo; approfittando di questa
situazione, Napoleone / decidere _________ / di
tornare al potere. Quando gli inglesi / sapere _________
/ della sua fuga dall’Elba, / essere _________ / troppo
tardi: l’imperatore / sbarcare _________ / già sulla
costa francese, vicino a Cannes, e la popolazione lo /
accogliere _________ / con entusiasmo. I soldati che
/ dovere _________ / arrestarlo / passare _________
/ dalla sua parte, e il 20 marzo Napoleone / entrare
_________ / a Parigi; il re Luigi XVIII nel frattempo /
312 Arturo Toscanini

lasciare _________ / la città e / rifugiarsi _________ /


a Gand, in territorio belga.
6. L’estate scorsa finalmente / noi — andare _________
/ in Grecia. Non / esserci _________ / mai.
7. Giulia non / essere _________ / mai a Firenze: ci
andrà il mese prossimo.
8. P.S.: / io — volere _________ / mandarti anche dei
soldi insieme alla lettera, ma / chiudere _________ /
già la busta.
9. La donna di servizio / buttare _________ / via il mio
computer, perché secondo lei non / servire _________
/ a niente.
10. Nel novembre del 1973 la sonda americana Pioneer
10 / passare _________ / accanto al pianeta Giove.
In precedenza, nessun oggetto costruito dall’uomo /
arrivare _________ / così lontano. Per raggiungere
Giove, la sonda / viaggiare _________ / circa un anno
e mezzo: / partire _________ / nel marzo del 1972. La
sonda / cessare _________ / di funzionare nel 2003.
11. / Noi — riuscire _________ / a prendere il treno solo
perché / partire _________ / in ritardo.
12. / Noi — perdere _________ / il treno: quando / arrivare
_________ / alla stazione, / partire _________ /
appena.

д) лексика: дополните таблицу производными слова-


ми
aggredire l’aggressione l’aggressore
incidere
Arturo Toscanini 313
dirigere
interpretare
ammirare
creare
costruire
produrre
offendere
riformare
operare
professare
proteggere
difendere
leggere

е) лексика: дополните текст словами из списка


1. Toscanini ha lasciato (1) _______ ancora oggi venerate
dai (2) _______. L’Herald Tribune l’ha definito “il
più grande (3) _______ musicale mai vissuto”, e è
stato l’unico italiano a (4) _______ tre volte sulla (5)
_______ di Time.
2. Il suo (6) _______ al conservatorio di Milano era “il
genio”, e era dovuto anzitutto alla sua incredibile (7)
_______.
3. Questo celebre maestro ha trasformato le abitudini
del pubblico. La sua riforma è cominciata quando era
direttore della Scala, che grazie a lui è diventata il (8)
_______ della lirica: niente (9) _______ in sala, niente
314 Arturo Toscanini

bis, niente carte. Insomma, nessuna (10) _______:


solo musica.
4. Era molto (11) _______ con gli orchestrali e era
capace di (12) _______ piuttosto male: sono rimaste
celebri le sue (13) _______, metà in inglese e metà in
dialetto parmigiano. E non era (14) _______ neppure
con i colleghi.
5. Durante la guerra è vissuto in (15) _______ negli Stati
Uniti. Nel 1931 aveva rifiutato di dirigere la canzone
“Giovinezza”, e per questo ha ricevuto (16) _______.
Da quel giorno è diventato nemico del fascismo.
6. Non gradiva molto (17) _______, e neppure le critiche.
A Parma, nel 1912, uno spettatore gli fece notare che i
violini erano (18) _______: da allora non ha più diretto
nella sua città natale.

A B C
1. interviste incisioni articoli
2. mitomani cleptomani melomani
3. interprete direttore suonatore
4. sparire apparire parere
5. copertura copertina coperta
6. prenome soprannome cognome
7. memoria mente vista
8. tempio regno museo
9. cani vestiti cibo
10. attrazione attenzione distrazione
11. esigente celebre tenero
Arturo Toscanini 315
A B C
12. guardarli insultarli trattarli
13. cantate scenate serenate
14. misero tenero severo
15. vacanza esilio ostaggio
16. un premio una multa uno schiaffo
17. i cadaveri i fiori le donne
18. smemorati scordati stonati

ж) произнесите слова правильно


milite
memoria
battesimo
miopia
tenero
cadavere
melomane
piromane
cleptomane
prototipo
stereotipo
telefono
citofono
semaforo
telegrafo
autografo
zoofilo
necrofilo
316 Arturo Toscanini

з) лексика: один из двух — chiedere или chiamare


1. Scusa, Marco, ti posso ________ un favore?
2. Abbiamo finito di mangiare, ________ la cameriera e
le _______ di portarci il conto.
3. Quando eri fuori, ________ Marco: ha detto se può
venire alle sei anziché alle sette.
4. Durante la lezione una studentessa si è alzata e
________ il permesso di uscire.
5. Come si ________ il tuo cane?
6. Se avete bisogno di informazioni, potete ________
alla guardia.
7. Bisogna ________ il tecnico: l’aria condizionata non
funziona bene.
8. Non avevo i soldi per il caffè, e così li ________ al mio
collega.
9. Da molto tempo gli impiegati della nostra ditta
vorrebbero ________ un aumento.
10. Bambini, la vostra mamma vi sta ________: non
sentite?
11. Devo ________ i miei amici di Milano; è molto tempo
che non li sento.
12. Se hai bisogno della macchina, perché non la ________
a Filippo? Lui non la usa quasi mai.

и) фразеология: образуйте устойчивые выражения


parte [7] — posto [5]

a ________, ________
in ________
Arturo Toscanini 317
da ________ mia
al ________ mio
da tutte le ________
da nessuna ________
da qualche ________
in nessun ________
in qualche ________
mettere a ________
fare ________ di qualcosa

к) правда или неправда?


1. Toscanini ammirava il lavoro dei suoi colleghi.
2. Con gli orchestrali era molto severo.
3. La Scala è diventata il “tempio della lirica” grazie a lui.
4. Toscanini ha sposato una figlia del pianista russo
Horowitz.
5. Prima di lui, la figura del direttore d’orchestra non era
così carismatica.
6. È stato il direttore più pagato della sua epoca.
7. Mussolini lo ha mandato in esilio.
8. Toscanini ha passato gli anni dell’esilio in America.
9. Alla Scala, solo gli uomini possono portare il cappello:
le signore no.
10. Aveva una salute di ferro.
11. Toscanini era presbite.
12. Toscanini era un marito fedele.

л) ответьте на вопросы
1. Che carattere aveva Toscanini?
318 Arturo Toscanini

2. Che cosa non tollerava a teatro?


3. Che cosa amava nella vita?
4. In che modo è diventato così famoso nel mondo?
5. Dove aveva studiato musica?
6. Perché gli orchestrali spesso non capivano le sue
scenate?
7. Perché Toscanini è diventato antifascista?
8. Perché nel 1946 ha donato del denaro al comune di
Milano?
9. Perché dirigeva senza partitura?
10. In che modo questo direttore ha cambiato le abitudini
del pubblico?
11. Che rapporti aveva con i colleghi?
12. Perché dopo il 1912 non ha più diretto a Parma?

м) темы для беседы


1. Qual è il direttore più celebre nel tuo paese?
Учебное издание
Для широкого круга читателей

ШКОЛА ИТАЛЬЯНСКОГО ЯЗЫКА БУЭНО ТОММАЗО

Буэно Томмазо
УНИВЕРСАЛЬНЫЙ УЧЕБНИК
ДЛЯ ИЗУЧАЮЩИХ ИТАЛЬЯНСКИЙ ЯЗЫК

Редактор П. Дергачева
Технический редактор Т. Тимошина 12+
Компьютерная верстка В.Брызгаловой

Подписано в печать 14.12.2018. Формат 84х108 /32.


Печать офсетная. Гарнитура Newton. Бумага офсетная.
Усл. печ. л. 16,8. Тираж экз. Заказ .
Произведено в Российской Федерации
Изготовлено в 2019 г.
Изготовитель: ООО «Издательство АСТ»
129085, Российская Федерация, г. Москва, Звездный бульвар, д. 21, стр. 1,
комн. 705, пом. I, этаж 7
Наш электронный адрес: www.ast.ru • E-mail: lingua@ast.ru
Наша страница Вконтакте: vk.com/lingua_ast
Общероссийский классификатор продукции ОК-034-2014 (КПЕС 2008);
58.11.1 - книги, брошюры печатные
«Баспа Аста» деген ООО
129085, г. М•скеу, Жулдызды г—лзар, д. 21, 1 к˜рылым, 705 б™лме, пом. 1, 7-šабат
Бiздiн злектрондык мекенжаймыз : www.ast.ru
E-mail: lingua@ast.ru
Интернет-магазин: www.book24.kz Интернет-д—кен: www.book24.kz
Импортер в Республику Казахстан и Представитель по приему претензий в
Республике Казахстан — ТОО РДЦ Алматы, г. Алматы.
œазаšстан Республикасына импорттаушы ж•не œазаšстан Республикасында наразылыšтарды šа-
былдау бойынша ™кiл -«РДЦ-Алматы» ЖШС, Алматы
š.,Домбровский к™ш., 3«а», Б литерi офис 1. Тел.: 8(727) 2 51 59 90,91 ,
факс: 8 (727) 251 59 92 iшкi 107; E-mail: RDC-Almaty@eksmo.kz , www.book24.kz Тауар белгici:
«АСТ» ндiрiлген жылы: 2018
нiмнiн жарамдылыš; мepзiмi шектелмеген.

http://ast.ru/redactions/lingua

Вам также может понравиться