You are on page 1of 9

I

T
A
L
I
A
N
O
DICHIARAZIONE CE DI CONFORMIT
Fabbricante: FAACS.p.A.
Indirizzo: ViaBenini,1-40069ZolaPredosaBOLOGNA-ITALIA
Dichiara che: L'apparecchiaturaelettronica452MPS,
conformeairequisitiessenzialidisicurezzadelleseguentidirettiveCEE
2006/95/CEDirettivaBassaTensione
2004/108/CEDirettivaCompatibilitElettromagnetica
Notaaggiuntiva:
Questoprodottostatosottopostoatestinunaconfigurazionetipica
omogenea(tuttiprodottidicostruzioneFAACS.p.A.).

Bologna,01settembre2008
LAmministratoreDelegato
A.Marcellan
1) ATTENZIONE!importanteperlasicurezzadellepersoneseguireatten-
tamente tutta listruzione. Una errata installazione o un errato uso del
prodottopuportareagravidanniallepersone.
2) Leggere attentamente le istruzioni prima di iniziare linstallazione del
prodotto.
3) Imaterialidellimballaggio(plastica,polistirolo,ecc.)nondevonoessere
lasciatiallaportatadeibambiniinquantopotenzialifontidipericolo.
4) Conservareleistruzioniperriferimentifuturi.
5) Questo prodotto stato progettato e costruito esclusivamente per
lutilizzoindicatoinquestadocumentazione.Qualsiasialtroutilizzonon
espressamenteindicatopotrebbepregiudicarelintegritdelprodotto
e/orappresentarefontedipericolo.
6) FAACdeclinaqualsiasiresponsabilitderivatadallusoimproprioodiverso
daquellopercuilautomatismodestinato.
7) Noninstallarelapparecchioinatmosferaesplosiva:lapresenzadigas
ofumiinfiammabilicostituisceungravepericoloperlasicurezza.
8) Glielementicostruttivimeccanicidevonoessereinaccordoconquanto
stabilitodalleNormeEN12604eEN12605.
PeriPaesiextra-CEE,oltreairiferimentinormativinazionali,perottenere
unlivellodisicurezzaadeguato,devonoessereseguiteleNormesopra
riportate.
9) FAACnonresponsabiledellinosservanzadellaBuonaTecnicanella
costruzionedellechiusuredamotorizzare,nonchdelledeformazioni
chedovesserointervenirenellutilizzo.
10) Linstallazione deve essere effettuata nellosservanza delle Norme EN
12453eEN12445.
PeriPaesiextra-CEE,oltreairiferimentinormativinazionali,perottenere
unlivellodisicurezzaadeguato,devonoessereseguiteleNormesopra
riportate.
11) Primadieffettuarequalsiasiinterventosullimpianto,toglierelalimenta-
zioneelettrica.
12) Prevederesullaretedialimentazionedellautomazioneuninterruttore
onnipolarecondistanzadaperturadeicontattiugualeosuperiorea3
mm.consigliabilelusodiunmagnetotermicoda6Aconinterruzione
onnipolare.
13) Verificarecheamontedellimpiantovisiauninterruttoredifferenziale
consogliada0,03A.
14) Verificarechelimpiantoditerrasiarealizzatoaregoladarteecolle-
garvilepartimetallichedellachiusura.
15) I dispositivi di sicurezza (norma EN 12978) permettono di proteggere
eventualiareedipericolodaRischimeccanicidimovimento,come
adEs.schiacciamento,convogliamento,cesoiamento.
16) Perogniimpiantoconsigliatolutilizzodialmenounasegnalazione
luminosa(es:FAACLIGHT)nonchdiuncartellodisegnalazionefissato
adeguatamente sulla struttura dellinfisso, oltre ai dispositivi citati al
punto15.
17) FAACdeclinaogniresponsabilitaifinidellasicurezzaedelbuonfun-
zionamentodellautomazione,incasovenganoutilizzaticomponenti
dellimpiantonondiproduzioneFAAC.
18) PerlamanutenzioneutilizzareesclusivamentepartioriginaliFAAC.
19) Noneseguirealcunamodificasuicomponentifacentipartedelsistema
dautomazione.
20) Linstallatoredeveforniretutteleinformazionirelativealfunzionamento
manualedelsistemaincasodiemergenzaeconsegnareallUtente
utilizzatoredellimpiantoillibrettodavvertenzeallegatoalprodotto.
21) Non permettere ai bambini o persone di sostare nelle vicinanze del
prodottoduranteilfunzionamento.
22) Tenerefuoridallaportatadeibambiniradiocomandioqualsiasialtro
datorediimpulso,perevitarechelautomazionepossaessereazionata
involontariamente.
23) Iltransitodeveavveniresoloadautomazioneferma.
24) LUtenteutilizzatoredeveastenersidaqualsiasitentativodiriparazione
odinterventodirettoerivolgersisoloapersonalequalificato.
25) Manutenzione:effettuarealmenosemestralmentelaverificafunzionale
dellimpianto,conparticolareattenzioneallefficienzadeidispositividi
sicurezza(compresa,oveprevisto,laforzadispintadelloperatore)e
disblocco.
26) Tuttoquellochenonprevistoespressamenteinquesteistruzioninon
permesso.
AVVERTENZE PER LINSTALLATORE
OBBLIGHIGENERALIPERLASICUREZZA

I
T
A
L
I
A
N
O
230 VAC
50 Hz
24 Vdc
3 W
C1
J4 J1
J3
PE N L
MAIN
1 2 4 5 6 7 8
COM
OP
M1
COM
OP
M2
CL LAMP
9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19
OPEN
A B
STP
CL OP
FSW
- - -
+24V
+ + -TX
FSW
20 21
W.L.
LOCK
J5
3
230 VAC
max.60W
12 V ac
M1
C2
M2
3. LAYOUT E COMPONENTI 45 MPS
Fig.1

Per il collegamen-
to delle fotocellule
e dei dispositivi di
sicurezza, riferirsi
al paragrafo 4.1.
(pag.3).
Nota bene: I condensatori sono a corredo degli operatori.
Fig.2
OPEN TOTALE
OPEN ANTA 1
STOP
. AVVERTENZE
Attenzione: Prima di effettuare qualsiasi tipo di intervento
sull'apparecchiatura elettronica (collegamenti, manutenzione)
togliere sempre l'alimentazione elettrica.
- Prevedere a monte dell'impianto un interruttore magnetotermico
differenziale con adeguata soglia di intervento.
- Collegare il cavo di terra all'apposito morsetto previsto sul con-
nettore J3 dell'apparecchiatura (vedi fig.2).
- Separare sempre i cavi di alimentazione da quelli di comando
e di sicurezza (pulsante, ricevente, fotocellule, ecc.). Per evitare
qualsiasi disturbo elettrico utilizzare guaine separate o cavo
schermato (con schermo collegato a massa).
4. COLLEGAMENTI ELETTRICI
Led OP_A LEDOPENTOTALE
Led OP_B LEDOPENANTA1/CLOSE
Led STOP LEDSTOP
Led FSWCL LEDSICUREZZEINCHIUSURA
Led FSWOP LEDSICUREZZEINAPERTURA
DL10 LEDSEGNALAZIONEAPPRENDIMENTOTEMPI
J1 MORSETTIERABASSATENSIONE
J2 CONNETTOREDECODER/MINIDEC/RICEVENTERP
J3 MORSETTIERAALIMENTAZIONE230VAC
J4 MORSETTIERACOLLEGAMENTOMOTORIELAMPEGGIATORE
J5 MORSETTIERALAMPADASPIAEDELETTROSERRATURA
F1 FUSIBILEMOTORIEPRIMARIOTRASFORMATORE(F5A)
F2 FUSIBILEBASSATENSIONEEACCESSORI(T800mA)
F PULSANTEAPPRENDIMENTOTEMPODILAVORO
DS1 1GRUPPOMICROINTERRUTTORIPROGRAMMAZIONE
DS2 2GRUPPOMICROINTERRUTTORIPROGRAMMAZIONE
. CARATTERISTICHE TECNICHE
Tensione dalimentazione 230V~(+6%-10%)-50Hz
Potenza assorbita 10W
Carico max motore 800W
Carico max accessori 0,5A
Carico max elettroserratura 15VA
Temperatura ambiente -20C+55C
Fusibili di protezione N2(vedifig.1)
Logiche di funzionamento Automatica/Semiautomatica/Sicurezzapassopasso/SemiautomaticaB/
UomopresenteC/Semiautomaticapassopasso
Tempo dapertura/chiusura Programmabile(da0a120s)
Tempo di pausa 0,10,20,30,60,120s
Tempo di ritardo danta in chiusura 0,5,10,20s
Tempo di ritardo danta in apertura 2s(Escludibiletramitedip-switch)
Forza di spinta Regolabiletramitedip-switchsu8livelliperognimotore
Ingressi in morsettiera Open/Openantasvincolata/Stop/Sicurezzeinap./Sicurezzeinch./
Alimentazione+Terra
Uscite in morsettiera Lampeggiatore-Motori-Aliment.accessori24Vdc-Lampadaspia24Vdc
-Failsafe-Alimentazioneelettroserratura12Vac
Connettore rapido InnestoschedeMinidec,DecoderoRP
Funzioni selezionabili Logicheetempipausa-Forzadispinta-Ritardod'antainap.ech.-
Colpodinversione-Failsafe-Logicasicurezzeinchiusura-Prelampeggio
Tasto di programmazione Apprendimentoautomaticodeltempodilavoro
B
L
U
B
L
U
APPARECCHIATURA ELETTRONICA 452 MPS
J4 J1
J3
F1
F2
1 2 3 4
9 10 11 12 5 6 7 8 1 2 3 4
PE N L
MAIN
1 2 4 5 6 7 8
COM
OP
M1
COM
OP
M2
CL LAMP
9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19
OPEN
A B
STP
CL OP
FSW
- - -
+24V
+ + -TX
FSW
20 21
W.L.
LOCK
J5
J2
F
DL10
OP A OP B
STOP FSWOP FSWCL
F
F1
F2
J1
J2
J3 J4
J5
Led
DL10
DS1
DS2
3
1
2
5
4
3
1
2
RX CL TX CL
1
2
5
4
3
1
2
RX OP/CL TX OP/CL
9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19
OPEN
A B
STP
CL OP
FSW
- - -
+24V
+ + -TX
FSW
20 21
W.L.
LOCK
-
+
-
+
-
+
-
+
1
2
5
4
3
1
2
RX OP TX OP
-
+
-
+
-
+
-
+
-
+
+
+
+
-TX FSW
-TX FSW
-TX FSW
1
2
5
4
3
1
2
RX CL TX CL
1
2
5
4
3
1
2
RX OP/CL TX OP/CL
9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19
OPEN
A B
STP
CL OP
FSW
- - -
+24V
+ + -TX
FSW
20 21
W.L.
LOCK
-
+
-
+
-
+
-
+
-
+
+
-TX FSW
-
+
+
-TX FSW
9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19
OPEN
A B
STP
CL OP
FSW
- - -
+24V
+ + -TX
FSW
20 21
W.L.
LOCK
9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19
OPEN
A B
STP
CL OP
FSW
- - -
+24V
+ + -TX
FSW
20 21
W.L.
LOCK
I
T
A
L
I
A
N
O
4.. Collegamento fotocellule e dispositivi di sicurezza
Primadicollegarelefotocellule(oaltridispositivi)opportunosceglierne
il tipo di funzionamento in base alla zona di movimento che devono
proteggere(vedifig.3):
Sicurezze in apertura:intervengonosoltantoduranteilmovimentodi
aperturadelcancello,quindisonoadatteaproteggerelezone
traleanteinaperturaedostacolifissi(pareti,ecc.)dalrischio
diimpattoeschiacciamento.
Sicurezze in chiusura:intervengonosoltantoduranteil
movimentodichiusuradelcancello,quindisonoadatte
aproteggerelazonadichiusuradalrischiodiimpatto.
Sicurezze in apertura/chiusura
Sicurezze in chiusura
Sicurezze in
apertura
Fig.5
Collegamento di una coppia di fotocellule in chiusura
e una in apertura/chiusura (schema consigliato)
Fig.3
Sicurezze in apertura/chiusura:intervengonoduranteimovimentidi
aperturaechiusuradelcancello,quindisonoadatteaproteggere
lazonadiaperturaequelladichiusuradalrischiodiimpatto.
FAACconsiglial'utilizzodelloschemadifig.4(nelcasodiostacolifissi
inapertura)odelloschemadifig.5(assenzadiostacolifissi).
Se due o pi dispositivi hanno la stessa funzione
(apertura o chiusura) vanno collegati in serie tra di
loro (vedi fig.). Devono essere utilizzati contatti
N.C.
Collegamento di un dispositivo di sicurezza in chiusura
e di un dispositivo di sicurezza in apertura
Fig.6
Collegamento di una coppia di fotocellule in chiusura, una in
apertura e una in apertura/chiusura (schema consigliato)
Fig.4
Collegamento di nessun dispositivo di sicurezza
Fig.7
4
9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19
OPEN
A B
STP
CL OP
FSW
- - -
+24V
+ + -TX
FSW
20 21
W.L.
LOCK
1
2
5
4
3
1
2
-
+
-
+
+
-TX FSW
-
+
RX OP TX OP
9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19
OPEN
A B
STP
CL OP
FSW
- - -
+24V
+ + -TX
FSW
20 21
W.L.
LOCK
1
2
5
4
3
1
2
-
+
-
+
RX CL TX CL
+
-TX FSW
-
+
1
2
5
4
3
1
2
RX OP TX OP
1
2
5
4
3
1
2
RX CL TX CL
9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19
OPEN
A B
STP
CL OP
FSW
- - -
+24V
+ + -TX
FSW
20 21
W.L.
LOCK
-
+
-
+
-
+
-
+
-
+
+
-TX FSW
-
+
+
-TX FSW
-TX FSW
1
2
5
4
3
1
2
RX CL1 TX CL1
1
2
5
4
3
1
2
RX CL2 TX CL2
9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19
OPEN
A B
STP
CL OP
FSW
- - -
+24V
+ + -TX
FSW
20 21
W.L.
LOCK
-
+
-
+
-
+
-
+
-
+
+
-TX FSW
-
+
+
I
T
A
L
I
A
N
O
Collegamento 1 coppia di fotocellule in apertura
Collegamento di una coppia di fotocellule in apertura
e una in chiusura
Fig.11
Collegamento di due coppie di fotocellule in chiusura
Fig.10
Fig.8
Fig.9
Collegamento 1 coppia di fotocellule in chiusura
Fig.12
Fig.13
Collegamento di 2 contatti N.C. in serie
(Es.: Fotocellule, Stop)
Collegamento di 2 contatti N.A. in parallelo
(Es.: Open A, Open B)
4.. Morsettiera J3 - Alimentazione (fig. )
PE : Collegamentoditerra
N : Alimentazione230V~(Neutro)
L : Alimentazione230V~(Linea)
Per un corretto funzionamento obbligatorio il colle-
gamento della scheda al conduttore di terra presente
nell'impianto. Prevedere a monte del sistema un ad-
eguato interruttore magnetotermico differenziale.
4.3. Morsettiera J4 - Motori e lampeggiatore (fig. )
M1: COM/OP/CL:CollegamentoMotore1
Utilizzabile nell'applicazione anta singola
M2: COM/OP/CL:CollegamentoMotore2
Non utilizzabile nell'applicazione anta singola
LAMP: Uscitalampeggiatore(230V~)
5
I
T
A
L
I
A
N
O
Fig.17
RP 433 DS / SL
RP 868 DS / SLH
452 MPS
Fig.16
MINIDEC
SL / DS / SLH
PLUS
433 / 868
452 MPS
PLUS
433 / 868
DECODER
SL / SLH
452 MPS
Fig.15
Fig.14
PLUS 433 / 868
DIGIKEY
DIGICARD
452 MPS
N.B.: NoncollegarericeventiPlusin
paralleloaDigicardoDigikeysullo
stessodecoder.
LOCK - Alimentazione elettroserratura
Collegaretraquestomorsettoeil+24Vunaeventualeelettroser-
ratura12Vac.
4.6. Connettore J - Innesto rapido (fig.)
E'utilizzatoperlaconnessionerapidadiMinidec,DecodereRiceventiRP
(vedifig.14,15,16e17).Innestarel'accessorioconillatocomponenti
rivoltoversol'internodellascheda.Inserimentoedisinserimentovanno
effettuatidopoavertoltotensione.
4.4. Morsettiera J - Accessori (fig. )
OPEN A - Comando di Apertura Totale (N.A.): siintendequalsiasi
datored'impulso(pulsante,detector,etc.)che,chiudendoun
contatto,comandalaperturae/ochiusuradientrambeleante
delcancello.
Per i nstal l ar e pi dator i d i mpul so d aper tur a tota-
le, collegare i contatti N.A. in parallelo (vedi fig.13).
OPEN B - Comando di Apertura Parziale (N.A.) / Chiusura:
siintendequalsiasidatored'impulso(pulsante,detector,etc.)che,
chiudendouncontatto,comandalaperturae/ochiusuradell'anta
comandatadalmotoreM1.NellelogicheB eCcomandasempre
lachiusuradientrambeleante.
Per i nstal l are pi datori d i mpul so d apertur a par zi al e,
collegareicontattiN.A.inparallelo(vedifig.13).
STP - Contatto di STOP (N.C.): si intende qualsiasi dispositivo
(es.: pul sante) che aprendo un contatto pu arrestare
ilmotodelcancello.
Per installare pi dispositivi di STOP collegare i contatti N.C.
inserie(vedifig.12).
Se non vengono collegati dispositivi di STOP,
ponticellare i morsetti STP e .
CL FSW - Cont at t o s i cur ez z e i n chi us ur a ( N. C. ) :
Il compito delle sicurezze in chiusura quello di salvaguardare
la zona interessata dal movimento delle ante durante la fase
di chiusura. Nelle logiche A-SP-E-EP, durante la fase di chiusu-
ra, le sicurezze invertono il movimento delle ante del cancello,
oppure arrestano e invertono il movimento al loro disimpegno
(vedi programmazione microinterruttore DS2-SW2). Nelle logiche
B e C, durante il ciclo di chiusura interrompono il movimento.
Non intervengono mai durante il ciclo di apertura. Le Sicurezze
di chiusura, se impegnate a cancello aperto, impediscono
ilmovimentodichiusuradelleante.
Se non vengono collegati dispositivi di sicurezza in chiu-
sura, ponticellare i morsetti CL e -TX FSW (fig. 7).
OP FSW - Contatto sicurezze in apertura (N.C.): Il compito delle
sicurezzeinaperturaquellodisalvaguardarelazonainteressata
dalmovimentodelleantedurantelafasediapertura.Nellelogi-
che A-SP-E-EP, durante la fase di apertura, le sicurezze arrestano
ilmovimentodelleantedelcancelloealdisimpegnoinvertonoil
moto.NellelogicheBeC,duranteilciclodiaperturainterrompono
ilmovimento.Nonintervengonomaiduranteilciclodichiusura.
LeSicurezze di apertura,seimpegnateacancellochiuso,impe-
disconoilmovimentodiaperturadelleante.
Se non vengono collegati dispositivi di sicurezza in
apertura, ponticellare gli ingressi OP e -TX FSW
(fig. 7).
- Negativo alimentazione accessori
+ - 24 Vdc - Positivo alimentazione accessori
I l cari co max. degl i accessori di 500 mA.
Per calcolare gli assorbimenti fare riferimento alle
istruzioni dei singoli accessori.
-TX FSW - Negativo alimentazione trasmettitori fotocellule
Utilizzandoquestomorsettoperilcollegamentodelnegativodel-
l'alimentazione dei trasmettitori fotocellule, si pu eventualmente
utilizzarelafunzioneFAILSAFE(vediprogrammazionemicrointerruttore
DS2- SW3).
Se si abi l i t a l a f unzi one, l ' appar ecchi at ur a ver i f i ca i l
funzi onamento del l e fotocel l ul e pri ma di ogni ci cl o di
aperturaochiusura.
4.5. Morsettiera J5 - Lamp. Spia ed Elettroserratura (fig. )
W.L. - Alimentazione lampada spia
Collegaretraquestomorsettoeil+24Vunaeventualelampada
spiaa24Vdc-3Wmax.Pernoncompromettereilcorrettofunzio-
namentodelsistemanon superarelapotenzaindicata.
6
I
T
A
L
I
A
N
O
Fig.18b
DS1 DS2
Fig.18a
5. PROGRAMMAZIONE DEI MICROINTERRUTTORI
1 2 3 4
2
SW1
0
ON
OFF
SW2
ON
OFF
SW3
ON
OFF
SW4
ON
OFF
RITARDO D'ANTA IN APERTURA (s)
LOGICA FOTOCELLULE CHIUSURA
INVERTEIMMEDIATAMENTE
INVERTEALDISIMPEGNO
FAILSAFE
SI
NO
COLPO D'INVERSIONE
NO
LOGICA PAUSA (s)
FORZA ANTA 1 FORZA ANTA 2
RITARDO D'ANTA
IN CHIUSURA (s)
SI
5.. MICROINTERRUTTORI DS (fig.8b)
Ritardo d'anta in apertura
LaprogrammazionedelmicrointerruttoreSW1permettediritardare
lapartenzainaperturadell'anta2rispettoall'anta1,perevitareche
leantesiostacolinotralorodurantelafaseinizialedelmovimento.
Logica fotocellule in chiusura
Con il microinterruttore SW2 si pu scegliere il tipo di comporta-
mento dell'automazione nel caso in cui vengano impegnate
le fotocellule che proteggono il movimento di chiusura del
cancello. E' possibile ottenere l'inversione immediata delle ante
oppure l'arresto con inversione al disimpegno delle fotocellule.
Failsafe
La programmazione del microinterruttore SW3 permette di at-
tivare o disattivare il test di controllo delle fotocellule. Con il
Failsafe attivo, l'apparecchiatura effettua una verifica delle
fotocellule prima di ogni movimento di apertura e chiusura.
Colpo d'inversione
Con i l mi croi nterruttore SW4 possi bi l e atti vare i l "col po
d'inversione".
Il"colpod'inversione"spingeperqualcheistanteleanteinchiusura
prima di effettuare l'apertura del cancello, facilitando lo sgancio
dell'elettroserratura.
L'apparecchiatura dotata di due gruppi di microinterruttori DS1 (fig.
18a) e DS2 (fig.18b) che permettono di programmare i parametri di
funzionamentodelcancello.
5.. MICROINTERRUTTORI DS (fig.8a)
Forza Anta 1 e 2
TramiteimicrointerruttoriSW1,SW2eSW3possibileprogrammare
la forza (e quindi la sicurezza antischiacciamento) dell'operatore
collegatoall'anta1.Lastessaoperazionedovressereeffettuata
perilmotorecollegatoall'anta2,agendosuimicrointerruttoriSW4,
SW5eSW6.
Per gli operatori oleodinamici selezionare la forza
massima (livello 8) sull'apparecchiatura e regolare la
spinta tramite le valvole di by-pass dell'operatore.
Logica di funzionamento
ConimicrointerruttoriSW7,SW8,SW9eSW10possibilesceglierela
logicadifunzionamentodell'automazione.Selezionandounalogica
automatica(A,SP),lacombinazionedeimicrointerruttoripermette
discegliereancheiltempodipausa(tempodiattesa,inposizione
aperta,primadellarichiusuraautomatica).
Lelogichedisponibili,ilcuifunzionamentodescrittonelletabelle
3/a-b-c-d-e-f,sonoleseguenti:A-SP(Automatiche),E-EP-B(Semi-
automatiche),C(Uomopresente).
Ritardo d'anta in chiusura
La programmazione dei microinterruttori SW11 e SW12 permette
di ritardare la partenza in chiusura dell'anta 1 rispetto all'anta 2,
perevitarelasovrapposizionedelleanteduranteilmovimentoed
aumentarequindilasicurezzadell'impianto.
7
durante la procedura di apprendimento le sicurezze
sono disattivate! Eseguire pertanto l'operazione
evitando qualsiasi transito nella zona di movimento
delle ante.
I
T
A
L
I
A
N
O
6. MESSA IN FUNZIONE
6.. VERIFICA DEI LED
LatabellasottostanteriportalostatodeiLedinrelazioneallostatodegli
ingressi.
Notareche: Ledacceso=contattochiuso
Ledspento=contattoaperto
VerificarelostatodeiledsdisegnalazionecomedaTabella.
Funzionamento leds di segnalazione stato
Iltempodapertura/chiusuradeterminatodaunaproceduradiap-
prendimento che, in rapporto alla tipologia dell'impianto, pu essere
effettuatainduemodidiversi.
L'apprendimento semplicepermettedieffettuareunasolaoperazione
rapidaperdareallaschedaitempidilavoro,senzausareilrallentamen-
to.Nonindicatoquandoleantehannovelocitmoltodiversetraloro
(operatoridiversi,quoteoangolidiaperturadiversi).
L'apprendimento completopermettedisfruttaretuttelefunzionidell'ap-
parecchiatura,quindidiprogrammaretempidilavorodiversiperogni
antaeancheilrallentamentoinaperturaechiusura.
- APPRENDIMENTO SEMPLICE:
Verificarecheleantesianochiuse,poipremereper1secondoilpul-
santeF:illedDL10iniziaalampeggiareeleanteinizianoilmovimento
diapertura.
6.. VERIFICA DEL SENSO DI ROTAZIONE E DELLA FORZA
1) Programmareimicrointerruttoridellapparecchiaturaelet-
tronicasecondoleproprieesigenzecomedaCap.5.
2) Toglierelalimentazioneallapparecchiaturaelettronicadi
comando.
3) Sbloccareglioperatorieportaremanualmenteilcancello
sullamezzeriadellangolodapertura.
4) Ribloccareglioperatori.
5) Ripristinarelatensionedalimentazione.
6) InviareuncomandodiaperturasullingressoOPENA(fig.
2)everificarechesicomandiunaperturadelleantedel
cancello.
NelcasoilprimoimpulsodiOPENAcomandiunachiusura,
necessario togliere tensione ed invertire sulla morsettiera
dellalefasidelmotoreelettrico(cavimarroneenero).
7) Verificarelaregolazionedellaforzasuimotoriedeventual-
mentemodificarla(vediCap.5.1.).
8) Arrestare il movimento delle ante con un comando di
STOP.
9) Sbloccare gli operatori, chiudere le ante e ribloccare gli
operatori.
Innerettolacondizionedeiledsconilcancelloariposo.
InoltresullaschedasitrovailLedDL10chefunzionacomeda
tabellaseguente:
LEDS ACCESO SPENTO
OP_A Comandoattivato Comandoinattivo
OP_B Comandoattivato Comandoinattivo
STOP Comandoinattivo Comandoattivato
FSWCL Sicurezzedisimpegnate Sicurezzeimpegnate
FSWOP Sicurezzedisimpegnate Sicurezzeimpegnate
DL10
Cancello chiuso a
riposo:
spento
Cancello in movimento
o pausa:
comelampadaspia
Apprendimento
tempi:
lampeggiaveloce
6.3. APPRENDIMENTO DEI TEMPI DI FUNZIONAMENTO
Attenderel'arrivodelleantesullabattutadiaperturaepoidareunimpulso
diOPENA(conilradiocomandooconilpulsanteachiave)perarrestare
ilmovimento:leantesifermanoeilledDL10smettedilampeggiare.
Laproceduraterminataedilcancelloprontoperfunzionare.
- APPRENDIMENTO COMPLETO:
Verificarecheleantesianochiuse,poipremereperpidi3secondiil
pulsanteF:illedDL10iniziaalampeggiareel'anta1iniziailmovimento
diapertura.TramiteimpulsidiOPENA(daradiocomandoodapulsante
achiave)sicomandanolefunzioniseguenti:
1OPEN- Rallentamentoinaperturaanta1
2OPEN- Arrestoinaperturaanta1einiziomovimentodiapertura
anta2
3OPEN- Rallentamentoinaperturaanta2
4OPEN- Arrestoinaperturaanta2einizioimmediatodelmovi-
mentodichiusuraanta2
5OPEN- Rallentamentoinchiusuraanta2
6OPEN- Arrestoinchiusuraanta2einiziomovimentodichiusura
anta1
7OPEN- Rallentamentoinchiusuraanta1
8OPEN- Arrestoinchiusuraanta1
IlledDL10smettedilampeggiareedilcancelloprontoperilfunzio-
namentonormale.
Note: Sesidesideraeliminareilrallentamentoinalcunefasi,oc-
correattenderechel'antaarriviinbattutaedare2impulsi
diOpenconsecutivi(entro1s.).
Sepresenteunasolaanta,occorrecomunqueeseguire
l'interasequenza.Alterminedell'aperturadell'antadare5
impulsidiOpenfinoachel'antanoncominciaachiudere,
poiriprenderelanormaleprocedura.
Non consigliabile l'utilizzo del rallentamento per ingressi
condominiali
Seinfasedichiusura/aperturasiinterrompeilciclopivolte
consecutivamentel'antapunonarrivareinbattutaconil
rallentamento.Alprimociclocompletosenzainterruzioniil
sistema riconoscer le battute ed eseguir nuovamente i
rallentamentiprogrammati.
6.4. PRELAMPEGGIO
Sesidesideraaumentareillivellodisicurezzadell'installazione,
possibileattivarelafunzioneprelampeggiocheconsentedi
accendereillampeggiatore5s.primadell'iniziodelmovimento
delleante.
Perattivareilprelampeggiooperarecomesegue:
1- verificarecheilcancellosiachiuso
2- aprireemantenereapertoilcontattodiStop
3- verificare che il led DL10 sia spento (se acceso, il
prelampeggiogiattivo)
4- premereilpulsanteFperunistanteeverificarel'accen-
sionedelledDL10
5- richiudereilcontattodiStop(DL10sispegne).
Perdisattivarelafunzioneoperarecomesegue:
1- verificarecheilcancellosiachiuso
2- aprireemantenereapertoilcontattodiStop
3- verificare che il led DL10 sia acceso (se spento, il
prelampeggiogidisattivato)
4- premereilpulsanteFperunistanteeverificarelospe-
gnimentodelledDL10
5- richiudereilcontattodiStop
7. PROVA DELL'AUTOMAZIONE
Al termine della programmazione, controllare il corretto funziona-
mentodell'impianto.
Verificaresoprattuttol'adeguataregolazionedellaforzaeilcorretto
interventodeidispositividisicurezza.
8
I
T
A
L
I
A
N
O
L
O
G
I
C
A

"
A
"
I
M
P
U
L
S
I
S
T
A
T
O

C
A
N
C
E
L
L
O
O
P
E
N
-
A
S
I
C
U
R
E
Z
Z
A

A
P
/
C
H
S
I
C
U
R
E
Z
Z
E


C
H
I
U
S
U
R
A
S
I
C
U
R
E
Z
Z
E

A
P
E
R
T
U
R
A
S
T
O
P
W
.
L
.
A
p
r
e

le

a
n
t
e

r
ic
h
iu
d
e

d
o
p
o
il
t
e
m
p
o

d
i
p
a
u
s
a

(
1
)
A
p
r
e

l'a
n
t
a

s
v
in
c
o
la
t
a

r
ic
h
iu
d
e

d
o
p
o

il
t
e
m
p
o

d
i

p
a
u
s
a

(
1
)
A
P
E
R
T
O

i
n

P
A
U
S
A
R
ic
a
r
ic
a

il
t
e
m
p
o

p
a
u
s
a

(
1
)
O
P
E
N
-
B
R
ic
a
r
ic
a

il
t
e
m
p
o

p
a
u
s
a

(
1
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
C
o
n
g
e
la

la

p
a
u
s
a

f
in
o

a
l
d
is
im
p
e
g
n
o

(
2
)

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
a
c
c
e
s
a
C
H
I
U
S
O
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
s
p
e
n
t
a
I
N

C
H
I
U
S
U
R
A
R
ia
p
r
e

le

a
n
t
e

im
m
e
d
ia
t
a
m
e
n
t
e

(
1
)
R
ia
p
r
e

l'a
n
t
a

im
m
e
d
ia
t
a
m
e
n
t
e

(
1
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
m
e
m
o
r
iz
z
a

O
P
E
N
)
v
e
d
i
p
a
r
a
g
r
a
f
o

5
.
2
.
la
m
p
e
g
g
ia
n
t
e
I
N

A
P
E
R
T
U
R
A
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
1
)
I
n
v
e
r
t
e

in

c
h
iu
s
u
r
a
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
B
lo
c
c
a

a
l
d
is
im
p
e
g
n
o

c
o
n
t
in
u
a

a
d

a
p
r
ir
e
a
c
c
e
s
a
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
B
L
O
C
C
A
T
O

C
h
iu
d
e

l'a
n
t
a
/
e
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
a
c
c
e
s
a
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)

T
a
b
.

3
/
a
B
lo
c
c
a

a
l
d
is
im
p
e
g
n
o

in
v
e
r
t
e

in

a
p
e
r
t
u
r
a

T
a
b
.

3
/
b
s
p
e
n
t
a
L
O
G
I
C
A

"
S
P
"
I
M
P
U
L
S
I
C
H
I
U
S
O
S
T
A
T
O

C
A
N
C
E
L
L
O
O
P
E
N
-
A
O
P
E
N
-
B
S
T
O
P
S
I
C
U
R
E
Z
Z
E

A
P
E
R
T
U
R
A
S
I
C
U
R
E
Z
Z
E


C
H
I
U
S
U
R
A
W
.
L
.
S
I
C
U
R
E
Z
Z
A

A
P
/
C
H
A
p
r
e

le

a
n
t
e

r
ic
h
iu
d
e

d
o
p
o

il
t
e
m
p
o

d
i

p
a
u
s
a
A
p
r
e

l'a
n
t
a

s
v
in
c
o
la
t
a

r
ic
h
iu
d
e

d
o
p
o

il
t
e
m
p
o

d
i

p
a
u
s
a
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
A
P
E
R
T
O

i
n

P
A
U
S
A
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
C
h
iu
d
e

d
o
p
o

5
"

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
a
c
c
e
s
a
I
N

C
H
I
U
S
U
R
A
R
ia
p
r
e

le

a
n
t
e

im
m
e
d
ia
t
a
m
e
n
t
e
R
ia
p
r
e

l'a
n
t
a

im
m
e
d
ia
t
a
m
e
n
t
e
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
m
e
m
o
r
iz
z
a

O
P
E
N
)
v
e
d
i
p
a
r
a
g
r
a
f
o

5
.
2
.
B
lo
c
c
a

a
l
d
is
im
p
e
g
n
o

in
v
e
r
t
e

in

a
p
e
r
t
u
r
a
la
m
p
e
g
g
ia
n
t
e
I
N

A
P
E
R
T
U
R
A
R
ic
h
iu
d
e

le

a
n
t
e

im
m
e
d
ia
t
a
m
e
n
t
e
R
ic
h
iu
d
e

l'a
n
t
a

im
m
e
d
ia
t
a
m
e
n
t
e
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
I
n
v
e
r
t
e

in

c
h
iu
s
u
r
a
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
B
lo
c
c
a

a
l
d
is
im
p
e
g
n
o

c
o
n
t
in
u
a

a
d

a
p
r
ir
e
a
c
c
e
s
a
B
L
O
C
C
A
T
O

C
h
iu
d
e

l'a
n
t
a
/
e
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
a
c
c
e
s
a
L
O
G
I
C
A

"
E
"
s
p
e
n
t
a
I
M
P
U
L
S
I

T
a
b
.

3
/
c
S
T
A
T
O

C
A
N
C
E
L
L
O
O
P
E
N
-
A
O
P
E
N
-
B
S
T
O
P
S
I
C
U
R
E
Z
Z
E

A
P
E
R
T
U
R
A
S
I
C
U
R
E
Z
Z
E


C
H
I
U
S
U
R
A
S
I
C
U
R
E
Z
Z
A

A
P
/
C
H
W
.
L
.
C
H
I
U
S
O
A
p
r
e

le

a
n
t
e
A
p
r
e

l'a
n
t
a

s
v
in
c
o
la
t
a
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
A
P
E
R
T
O
R
ic
h
iu
d
e

le

a
n
t
e

im
m
e
d
ia
t
a
m
e
n
t
e
R
ic
h
iu
d
e

l'a
n
t
a

im
m
e
d
ia
t
a
m
e
n
t
e
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
a
c
c
e
s
a
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
I
N

C
H
I
U
S
U
R
A
R
ia
p
r
e

le

a
n
t
e

im
m
e
d
ia
t
a
m
e
n
t
e
R
ia
p
r
e

l'a
n
t
a

im
m
e
d
ia
t
a
m
e
n
t
e
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
m
e
m
o
r
iz
z
a

O
P
E
N
)
v
e
d
i
p
a
r
a
g
r
a
f
o

5
.
2
.
B
lo
c
c
a

a
l
d
is
im
p
e
g
n
o

in
v
e
r
t
e

in

a
p
e
r
t
u
r
a
la
m
p
e
g
g
ia
n
t
e
I
N

A
P
E
R
T
U
R
A
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
I
n
v
e
r
t
e

in

c
h
iu
s
u
r
a
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
B
lo
c
c
a

a
l
d
is
im
p
e
g
n
o

c
o
n
t
in
u
a

a
d

a
p
r
ir
e
a
c
c
e
s
a
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
B
L
O
C
C
A
T
O

C
h
iu
d
e

l'a
n
t
a
/
e
(
c
o
n

S
ic
u
r
e
z
z
e

C
h
iu
s
u
r
a

im
p
e
g
n
a
t
e
,

a
l
2

im
p
u
ls
o

a
p
r
e
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
a
c
c
e
s
a

I
T
A
L
I
A
N
O

S
e

m
a
n
t
e
n
u
t
o

p
r
o
l
u
n
g
a

l
a

p
a
u
s
a

f
i
n
o

a
l
l
a

d
i
s
a
t
t
i
v
a
z
i
o
n
e

d
e
l

c
o
m
a
n
d
o

(
f
u
n
z
i
o
n
e

t
i
m
e
r
)

N
e
l

c
a
s
o

i
l

t
e
m
p
o

p
a
u
s
a

r
e
s
i
d
u
o

s
i
a

i
n
f
e
r
i
o
r
e

s
e
c
.

a
l

d
i
s
i
m
p
e
g
n
o

d
e
l
l
e

s
i
c
u
r
e
z
z
e

c
h
i
u
d
e

d
o
p
o

s
e
c
.
N
O
T
A

B
E
N
E
:

T
r
a

p
a
r
e
n
t
e
s
i

g
l
i

e
f
f
e
t
t
i

s
u
g
l
i

a
l
t
r
i

i
n
g
r
e
s
s
i

i
m
p
u
l
s
o

a
t
t
i
v
o
.
1
.
2
.
C
H
I
U
S
O
L
O
G
I
C
A

"
E
P
"
I
M
P
U
L
S
I
S
T
A
T
O

C
A
N
C
E
L
L
O
O
P
E
N
-
A
O
P
E
N
-
B
S
T
O
P
S
I
C
U
R
E
Z
Z
E

A
P
E
R
T
U
R
A
S
I
C
U
R
E
Z
Z
E


C
H
I
U
S
U
R
A
S
I
C
U
R
E
Z
Z
A

A
P
/
C
H
W
.
L
.
A
p
r
e

l'a
n
t
a

s
v
in
c
o
la
t
a
A
p
r
e

le

a
n
t
e
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
s
p
e
n
t
a
A
P
E
R
T
O
R
ic
h
iu
d
e

l'a
n
t
a
/
e

im
m
e
d
ia
t
a
m
e
n
t
e
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
a
c
c
e
s
a
I
N

C
H
I
U
S
U
R
A
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
v
e
d
i
p
a
r
a
g
r
a
f
o

5
.
2
.
B
lo
c
c
a

a
l
d
is
im
p
e
g
n
o

in
v
e
r
t
e

in

a
p
e
r
t
u
r
a
la
m
p
e
g
g
ia
n
t
e
I
N

A
P
E
R
T
U
R
A
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
I
n
v
e
r
t
e

in

c
h
iu
s
u
r
a
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
B
lo
c
c
a

a
l
d
is
im
p
e
g
n
o

c
o
n
t
in
u
a

a
d

a
p
r
ir
e
a
c
c
e
s
a
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
s
e

d
e
v
e

c
h
iu
d
e
r
e
,

in
ib
is
c
e

O
P
E
N
)
B
L
O
C
C
A
T
O

R
ip
r
e
n
d
e

il
m
o
t
o

in

s
e
n
s
o

in
v
e
r
s
o
(
d
o
p
o

u
n
o

S
t
o
p

c
h
iu
d
e

s
e
m
p
r
e
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
s
e

d
e
v
e

a
p
r
ir
e
,

in
ib
is
c
e

O
P
E
N
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)
a
c
c
e
s
a
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N

in
ib
it
o
)

T
a
b
.

3
/
d
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

m
e
m
o
r
iz
z
a

O
P
E
N
)
C
H
I
U
S
O
A
P
E
R
T
O
I
N

C
H
I
U
S
U
R
A
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
A
/
B

in
ib
it
i)
A
p
r
e

le

a
n
t
e

l'a
n
t
a
B
L
O
C
C
A
T
O

I
N

A
P
E
R
T
U
R
A
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
L
O
G
I
C
A

"
B
"
S
T
A
T
O

C
A
N
C
E
L
L
O
O
P
E
N
-
A
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
A

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o

(
O
P
E
N
-
B

in
ib
it
o
)
W
.
L
.
a
c
c
e
s
a
la
m
p
e
g
g
ia
n
t
e
a
c
c
e
s
a
a
c
c
e
s
a
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
A

in
ib
it
o
)
S
I
C
U
R
E
Z
Z
A

A
P
/
C
H
S
I
C
U
R
E
Z
Z
E


C
H
I
U
S
U
R
A
S
I
C
U
R
E
Z
Z
E

A
P
E
R
T
U
R
A
S
T
O
P
O
P
E
N
-
B
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
(
O
P
E
N
-
A
/
B

in
ib
it
i)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
s
p
e
n
t
a
A
p
r
e

le

a
n
t
e

l'a
n
t
a
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
I
n
v
e
r
t
e

in

a
p
e
r
t
u
r
a
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
(
O
P
E
N
-
A

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
B

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
A
/
B

in
ib
it
i)

T
a
b
.

3
/
e
C
h
iu
d
e

le

a
n
t
e

l'a
n
t
a
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
C
h
iu
d
e

le

a
n
t
e

l'a
n
t
a
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
B

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
A

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
I
M
P
U
L
S
I
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
B

in
ib
it
o
)
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
(
O
P
E
N
-
B

in
ib
it
o
)
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
(
O
P
E
N
-
A
/
B

in
ib
it
i)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
B

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
A

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
A

in
ib
it
o
)
C
H
I
U
S
O
A
P
E
R
T
O
I
N

C
H
I
U
S
U
R
A
I
N

A
P
E
R
T
U
R
A
L
O
G
I
C
A

"
C
"
S
T
A
T
O

C
A
N
C
E
L
L
O
O
P
E
N
-
A
W
.
L
.
a
c
c
e
s
a
la
m
p
e
g
g
ia
n
t
e
a
c
c
e
s
a
S
I
C
U
R
E
Z
Z
A

A
P
/
C
H
S
I
C
U
R
E
Z
Z
E


C
H
I
U
S
U
R
A
S
I
C
U
R
E
Z
Z
E

A
P
E
R
T
U
R
A
S
T
O
P
O
P
E
N
-
B
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
(
O
P
E
N
-
A
/
B

in
ib
it
i)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
s
p
e
n
t
a
A
p
r
e

le

a
n
t
e

l'a
n
t
a
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
(
O
P
E
N
-
A

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
B

in
ib
it
o
)
C
h
iu
d
e

le

a
n
t
e

l'a
n
t
a
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
A

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
C
O
M
A
N
D
I

S
E
M
P
R
E

P
R
E
M
U
T
I
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
B

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
B

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
A

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
A

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
A

in
ib
it
o
)
N
e
s
s
u
n

e
f
f
e
t
t
o
(
O
P
E
N
-
B

in
ib
it
o
)
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
(
O
P
E
N
-
A
/
B

in
ib
it
i)
B
lo
c
c
a

il
f
u
n
z
io
n
a
m
e
n
t
o
(
O
P
E
N
-
B

in
ib
it
o
)

T
a
b
.

3
/
f
I
M
P
U
L
S
I